La storia del panettone: ecco chi l’ha inventato

Il dolce natalizio per eccellenza è, e rimane, da secoli il panettone. Sulle sue origini c’è una leggenda particolare. Si racconta infatti che il Signore di Milano, Ludovico il Moro, organizzò uno sfarzoso pranzo per la vigilia di Natale. Il capo cuoco aveva pensato ad un dolce speciale per chiudere quel delizioso pasto, ma purtroppo il dessert bruciò in fase di cottura. Mentre il panico si diffondeva in cucina, il capo cuoco cercò di riflettere per trovare una soluzione ed evitare una grossa figuraccia. Chiese ai suoi collaboratori se avessero qualche idea, e tra di loro alzò timidamente la mano un garzone di nome Toni. Il ragazzo propose un dolce che aveva portato per sé, composto da farina, uova, farina, latte, uva passa e canditi. Il capo cuoco non avendo alternativa fece preparare il dolce e lo servì agli invitati. Fu un successo enorme, Ludovico il Moro chiese chi era stato l’artefice e Toni si fece avanti. Allora il Signore chiese quale fosse il nome del dolce, e non ricevendo risposta, decise che avrebbe preso il nome dal suo inventore ‘Pan del Toni’ diventato poi nel corso dei secoli, l’attuale panettone.