Cerca

Torneo Ciatto: Cocchi regala la finale alla Virtus di Cavalli, rimpianti per il Ponte San Pietro, impresa Accademia Isola Bergamasca

Acos Treviglio Azzano Torneo Ciatto-Colombo
Uesse Sarnico-Virtus Ciserano Bergamo e Scanzorosciate-Virtus Ciserano Bergamo: due classiche bergamasche ricche di storia, fascino e blasone. Due sfide infinite, che domenica prossima decreteranno le due vincitrici (rispettivamente di Under 15 e Under 14) del Torneo Ciatto. Se i tornei regionali sono giunti ormai quasi al loro epilogo, entra sempre più nel vivo quello provinciale. Oltre alle semifinali regionali, tra questo sabato e domenica sono andati in scena gli ottavi di finale del torneo. Otto partite ricche di gol e non senza colpi di scena, come la straordinaria vittoria dell'Accademia Isola Bergamasca contro la Virtus Ciserano Bergamo. Tris Virtus, poker Uesse. Ancora una volta, l'ennesima di una storia lunga decenni, Virtus Ciserano Bergamo e Uesse Sarnico si affronteranno in una finale per decretare la vincitrice del Torneo Ciatto. Una sfida infinita quella tra i rossoblù e i blues, entrambi usciti vincitori dalle rispettive semifinali di questo weekend. Chi vince, convince e non subisce gol è la Virtus Ciserano Bergamo. La squadra di Luca Cavalli è cinica a chiudere virtualmente la gara nel primo tempo (con i gol di Compagnucci e Doumbia), mentre è letale quando nella ripresa cala il tris con Cocchi. Grande soddisfazione anche per Luca Cavalli, che nel post gara ha commentato così la prestazione dei suoi: « Ho visto i ragazzi molto meglio rispetto alle scorse uscite, siamo migliorati molto anche sotto il punto di vista della condizione atletica». Chi invece vince, convince ma non mantiene la rete inviolata è l'Uesse Sarnico. Il poker rifilato al Rovetta, che porta le firme di Vanzulli, Acconcia e Xhepa, permette ai blues di raggiungere la Virtus in finale. Di contro al Rovetta non basta aver segnato ben due gol a una corazzata come il Sarnico, i quali portano la firma di Benzoni e Provera. Nel post gara Matteo Magri, tecnico dei blues, ha commentato così la prestazione dei suoi: « Sebbene sulla carta eravamo due squadre su due piani diversi, gli avversari ci hanno dato del filo da torcere. Abbiamo sbagliato l'approccio, tuttavia l'aver segnato prima della fine del primo tempo ci ha aiutati».

FINALE UNDER 15 (30 maggio)

• Uesse Sarnico-Virtus Ciserano Bergamo

Virtus di rigore, Scanzo di misura. Scanzorosciate-Virtus Ciserano Bergamo, oltre ad essere l'eterna sfida che decreterà la vincitrice della categoria Under 17 Torneo Cassera, rappresenta anche l'ultimo atto in programma la prossima domenica del Ciatto. Sono infatti le squadre di Lombardi e Russo ad accedere alla finalissima di domenica prossima, dopo due semifinali combattute e incerte fino alla fine. Su tutte c'è quella che ha permesso alla Virtus di avere la meglio nel derby contro il Ponte San Pietro, con i rossoblù che hanno avuto la meglio solamente dopo i tiri di rigore (3-5 per la squadra di Lombardi). Tuttavia è nei tempi regolamentari che succede di tutto: sei gol, sei marcatori diversi e uno spettacolo entusiasmante in una partita combattuta e ben giocata da entrambe le squadre. A confermare il tutto ci ha pensato Lombardi, tecnico della Virtus: « E' stata una gran bella partita, ci siamo trovati due volte in svantaggio ma abbiamo avuto la forza di reagire. Sono contento per aver raggiunto la finale». Forse non saranno stati i tiri di rigore a permettere allo Scanzo di raggiungere in finale la Virtus, tuttavia la partita che ha messo di fronte Scanzo e Caravaggio è stata tutt'altro che noiosa. Ad avere la meglio sono stati i giallorossi: dopo il doppio vantaggio firmato da Arici e Russo, per il Caravaggio è stato Moisi a riaprire la partita nel finale. Nel post gara il tecnico Russo ha commentato così la partita dei suoi: « Abbiamo giocato una bellissima partita, tenendo i ritmi alti e tenendo bene il pallone. Avremmo anche potuto chiuderla prima, mentre loro sono stati bravi a riaprirla».

FINALE UNDER 14 (30 maggio)

• Scanzorosciate-Virtus Ciserano Bergamo

Impresa Accademia Isola, La Torre di forza. Se il torneo regionale è vicino al suo epilogo, quello provinciale deve ancora entrare nel vivo. Tuttavia negli ottavi di finale andati in scena questo weekend non sono mancate le sorprese. Su tutte è l'impresa dell'Accademia Isola Bergamasca, trionfante per 3-1 contro la corazzata Virtus Ciserano Bergamo. A segno Quadri, Capelli e Locatelli, in una giornata sicuramente speciale per la squadra bergamasca. Da sottolineare anche la goleada dell'Uesse Sarnico, che ne fa otto al Gorlago e si prende con forza e talento i quarti di finale. Nei blues spiccano le doppiette di Cattaneo, Rossi e Zanotti. Definibile una partita decisamente "pazza" è quella tra Acos Treviglio e AFG Azzano, conclusa con la rocambolesca vittoria della squadra di Fracassetti.

QUARTI DI FINALE PROVINCIALI (30 maggio)

• AFG Azzano-Forza e Costanza

• Mapello-Accademia Isola Bergamasca

• La Torre-Uesse Sarnico

• Colognese-Aurora Seriate

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400