Cerca

Giana Erminio-Lecco Berretti: Marcandalli all'ultimo respiro, rimonta biancazzurra con giallo

Giana Erminio-Lecco Berretti
Partita col giallo per un cartellino giallo misteriosamente sparito dai taccuini del direttore di gara Negri e degli assistenti Ricciardelli e Barlocco. Un secondo cartellino giallo sventolato al giocatore della Giana Stanzione era per la terna la prima ammonizione, il Lecco non ha potuto concludere la sfida in superiorità numerica e la Giana è risorta dall'1-3 al 3-3 siglato nei minuti di recupero da Marcandalli. Molto probabile se non quasi certa la presentazione di un reclamo del Lecco per un errore tecnico che porterebbe, se accolto, alla ripetizione dell'ultima parte del match, dall'espulsione saltata di Stanzione in poi. E' la formazione ospite a partire meglio, al 6' Malvestiti ruba palla sulla trequarti, accelera, entra in area e impegna Tota. La Giana di Andrea Chiappella si affaccia in attacco al 15' diagonale di Fumagalli, deviato da Ferrara. Proteste lecchesi al 17', Romeo cade in area, Negri lascia proseguire. Il pareggio gorgonzolese sembra maturi al 22', Fumagalli si invola e calcia d'esterno quasi a botta sicura, miracolo di Ferrari in allungo. Il gol diventa realtà al 26' col raddoppio ospite: cross in area, Cornettone anticipa tutti e insacca alle spalle di Ferrara. Per il Lecco è il momento buono per spingere sull'acceleratore, Ferrigno accetta la sfida e in diagonale prova a sorprendere Tota. Il numero 1 gorgonzolese non può nulla contro il missile dalla distanza di Arisi, doppio vantaggio per il Lecco. I lecchesi provano a chiuderla, invece è la Giana ad accorciare le distanze al 15', Stanzione da una decina di metri fulmina Ferara. Sfida emozionante e al 25' Romeo lanciato nello spazio da Cateni batte Tota in uscita. Risposta della Giana al 30', Fumagalli deve solo appoggiare il rete il pallone del 2-2 servitogli dal nuovo entrato Colleoni. Al 35' l'episodio incriminato del secondo giallo ed espulsione di Stanzione, non sanzionata da Negri. Adesso la Giana di Chiappella crede almeno al pareggio e si spinge all'attacco. Bisogna attendere il 47' in pieno recupero per vedere premiati gli sforzi della Giana, su un cross in area si avventa sul pallone Marcandalli, è il definitivo 3-3. GIANA ERMINIO-LECCO 3-3 RETI (0-2, 1-2, 1-3, 3-3): 26' Cornettone (L), 46' Arisi (L), 15' st Stanzione (G), 25' st Romeo (L), 30' st Fumagalli (G), 47' st Marcandalli (G). GIANA ERMINIO (4-4-2): Tota 6, Benatti 7, Stanzione 6, Brambilla 7 (45' st D'Elia sv), Marcandalli 7.5, Marzullo 6 (39' st Cobucci sv), Bonella 6, Ferrigno 7 (25' st Colleoni 6.5), Fumagalli 7, Maspero 6 (25' st Arnanno 6), Dilernia 6.5 (25' st Amoruso 6). A disp. D'Aniello, Besana, Martelli, Panzeri, Carlini, Ausanio. All. Chiappella 6. LECCO (4-3-3): Ferrara 6.5, Bonsi 6, Malvestiti 6.5, Morlandi 6 (36' st Arienti sv), Brambille 6, Zangrillo 6, Cicoria 6 (26' st Medici 6), Arisi 7 (17' st Siviero 5.5), Cornettone 7.5 (36' st Caputa sv), Cateni 7, Romeo 6.5. A disp. Pulze, Quadrio, Manganaro, Crippa, Raiola, Martinucci, Auletta. All. Carli 6.5. ARBITRO: Negri di Legnano 4. Voto da dividere con gli assistenti Ricciardelli e Barlocco per la marchiana svista sulla prima ammonizione a Stanzione. PAGELLE GIANA ERMINIO Tota 6 Risponde presente quando è necessario, sui gol è incolpevole. Benatti 7 Capitano indomito, tanta sostanza comunque con qualità. Stanzione 6 Rischio grosso col fallo da dietro dell'ammonizione “sparita”; segna un gran gol dalla distanza che riapre il match. Brambilla 7 Ha una visione di gioco panoramica e dinamismo da vendere in un fisico non proprio da culturista (45' st D'Elia sv). Marcandalli 7.5 Duello tra giganti con Cornettone, finisce alla pari. E segna pure la rete 3-3. Marzullo 6 Si guadagna la pagnotta con una grande generosità (39' st Cobucci s.v.). Bonella 6 Partita senza slanci sul settore difensivo di destra, serve maggiore intraprendenza. Ferrigno 7 Corre tanto mostrando una intelligenza tattica superiore (25' st Colleoni 6.5). Fumagalli 7 Fa reparto quasi da solo in attacco, si fa trovare pronto all'appuntamento con il gol. Maspero 6 Potrebbe fare molto di più con la sua tecnica di base, si accontenta di svolgere il compitino (25' st Arnanno 6). Dilernia 6.5 E' una spalla di qualità per Fumagalli, con il quale se la intende alla perfezione (25' st Amoruso 6). All. Chiappella 6 I suoi ragazzi hanno carattere da vendere, non si arrendono mai fino all'ultimo pallone. PAGELLE LECCO Ferrara 6.5 Compie una parata “monstre” su Fumagalli nel primo tempo. Non sbaglia una uscita. Bonsi 6 Cerca di sfondare sulla fascia destra, fa attenzione anche alla fase difensiva. Malvestiti 6.5 E' straripante fisicamente nel primo tempo, gioca d'anticipo e sfiora pure il gol. Cala alla distanza. Morlandi 6 Si nota poco ma fa da puntello al centrocampo a tre dei nerazzurri (36' st Arienti sv). Brambille 6 Al centro della difesa ha le sue difficili “gatte da pelare” con un dirimpettaio come Fumagalli. Zangrillo 6 Dà una mano al compagno di reparto nel duello con il fuoriquota di Chiappella. Cicoria 6 E' il meno appariscente del tridente schierato da Carli, comunque suffuciente (26' st Medici 6). Arisi 7 Sigla il classico eurogol dalla distanza, applausi e premio per una partita ben giocata (17' st Siviero 5.5). Cornettone 7.5 Straripante fisicamente ma anche rapace d'area, duello stellare con Marcandalli (36' st Caputa sv). Cateni 7 Trequartista con fantasia da vendere al servizio dei compagni di squadra. Romeo 6.5 Segna il terzo gol da attaccante di razza lanciato in contropiede: veloce e tecnico. All. Carli 6.5 Squadra schierata con ordine e con qualche individualità eccellente. [caption id="attachment_189534" align="aligncenter" width="900"] La formazione del Lecco[/caption]

SCARICA L'APP PER I RISULTATI LIVE


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400