Cerca

Il Sirmione torna in campo con zone e colori, Caliari: «Chi ha voglia di fare non si ferma di fronte a niente»

Sirmione RovizzaParata

Sirmione RovizzaParata

Sirmione irriducibile. Non molla l’indomito club biancazzurro del patron Ernesto Caliari, ancora una volta fra le prime società-battistrada per quanto concerne il ripristino dell'attività sportiva sul campo. A maggio era stata fra le prime a varare un programma anti-contagio per permettere ai suoi tesserati la ripresa delle attività estive dopo una prima quarantena estenuante; un’iniziativa che l'aveva portata anche sulle pagine di Cacio Illustrato per le felicitazioni dello stesso presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia. Ora, con ormai alle spalle il 2020 e in attesa della cosiddetta terza ondata, in una situazione di certo non facile e ancora precaria causa un impatto non ancora risolutivo del vaccino, il Sirmione Calcio Rovizza ci riprova facendo leva nuovamente sulle sue mirabili intellighenzie e sulla passione dei suoi sportivi. I gardesani hanno già ripreso l'attività 2021 con tutte le proprie squadre, in ottemperanza alle misure anti-contagio, che consentono fino alla zona arancione di svolgere sedute individuali mantenendo la distanza interpersonale di 2 metri e seguendo il protocollo Figc, con triage e autocertificazioni prima di accedere agli impianti. L'esperienza maturata a maggio ha senz'altro agevolato il processo attuale, ben collaudato dall’estate e rivelatosi fin dalle prime battute di sicuro affidamento, tant'è che le stesse famiglie hanno aderito in grande numero. A partire da lunedì 4 gennaio sono tornati in campo praticamente tutte le squadre della filiera, dalla Prima Squadra ai Pulcini, con oltre il 90% dei tesserati presenti alle sedute. La Scuola Calcio, invece, tornerà in campo la settimana prossima, a partire da lunedì 18 gennaio. Già al debutto annuale della categoria Pulcini, sabato 9 gennaio 2021, non poteva mancare lo sfoggio della nuova maglia da gara griffata Cama Sport che ha contribuito a colorare il centro sportivo di via Leonardo da Vinci di bianco, azzurro e arancio, i colori sociali del sodalizio. Ovviamente solito distanziamento precauzionale e stazioni di allenamento create ad hoc (sia con la vernice sia con l'utilizzo di fettucce) per permettere anche ai più piccoli di poter ritrovare la gioia del gioco, del movimento e del divertimento col pallone: a proposito di palloni, quest'anno nuovi anche quelli grazie alla generosità di Santa Lucia che ha portato in dote a tutte le squadre fantastiche sfere logate Cama. «Sul tornare in campo non c'erano proprio dubbi - scherza il presidente del Sirmione Calcio Ernesto Caliari -, ma abbiamo voluto farlo in grande stile, colorando il nostro centro sportivo e strappando un sorriso ai nostri piccoli. Il grande lavoro degli allenatori nell'allestire i campetti a zone e nel creare un eserciziario dedicato non può che confermare quanto abbiamo sempre cercato di rappresentare: chi ha creatività e voglia di fare non si ferma di fronte a niente». Oltre a questo, è stato realizzato in sinergia con il tecnico della prima squadra Patrick Manzini un eserciziario "Covid-free" con numerose proposte di allenamento da utilizzare durante le sedute. Sirmione c’è, la lotta al distanziamento prosegue.   [caption id="attachment_256042" align="alignnone" width="900"] Sirmione Calcio Rovizza, un momento di allenamento dei ragazzi nelle rispettive zone contrassegnate da apposite fettucce[/caption] [caption id="attachment_256045" align="alignnone" width="900"] Sirmione Calcio Rovizza, un momento di allenamento personalizzato fra i coni sotto gli occhi di un attento Camillo Visioli[/caption] [caption id="attachment_256044" align="alignnone" width="900"] Sirmione Calcio Rovizza, i ragazzi si allenano nelle rispettive zone assegnate in cui sono predisposti numerosi campetti per ognuno[/caption] [caption id="attachment_256046" align="alignnone" width="900"] Sirmione Calcio Rovizza, una delle tante sedute di allenamento in cui i ragazzi giocano ad una sorta di calcio-tennis con gli ostacoli[/caption]
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

 
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400