Cerca

News

Brescia Calcio Femminile: Juventus imbattibile e alle biancazzurre non basta la rete di Paris, bene invece Allieve, Giovanissime ed Esordienti

Dalla Primavera alle Esordienti: tutti i risultati, le marcatrici e le immagini del weekend delle formazioni del vivaio biancazzurro

Appuntamento delle grandi occasioni a Rodengo Saiano per lo spettacolo offerto dalle seconde squadre femminili di Brescia e Juventus, valevole per la terza giornata del campionato Primavera a girone unico. La formazione torinese è giunta in Franciacorta reduce dalla sconfitta contro le rossonere nel turno precedente, e stavolta non voleva proprio lasciare altri punti per strada per cercare di non perdere un treno, quello di testa, che guidato dalle milanesi e dalle scaligere sta già correndo veloce. A farne le spese, per la seconda volta consecutiva in questa stagione, le baby leonesse guidate da Andrea Carlotti, le quali sono incappate in un’altra sconfitta dopo quella rimediata contro il Verona un turno or sono.

La storia. Stile Juve, sempre e comunque, anche in un contesto - quello dei campionati femminili giovanili - ben lontano dai fasti storici della Vecchia Signora. Ma le giovani signorine in maglia zebrata hanno comunque imposto quasi per osmosi il peso della loro nomea anche stavolta, anche qui, andando a schiantare a domicilio le biancazzurre con una rotonda cinquina (1-5). La squadra di Silvia Piccini è parsa strepitosa, sia per quanto concerne la strapotenza fisica, sia per quanto concerto l’aspetto tecnico-tattico. Davvero un altro pianeta, un altro continente, un’altra savana. Ma non per questo le biancazzurre hanno concesso vita facile alle rivali, tirando fuori, per più di metà primo tempo, le unghie che hanno nel dna. Nemmeno a farlo apposta, però, l’equilibrio veniva rotto per un rigore concesso alle bianconere di cui rimane più di una perplessità. Dal dischetto l’infallibile Chiara Beccari la metteva dentro. Seguiva un totale blackout nel branco di Carlotti costato, da lì al duplice fischio, altre 3 marcature juventine per il pesante parziale di 4-0 all’intervallo. Nel tabellino finivano quindi Jenny Requirez, Eva Schatzer e nuovamente Beccari per la propria doppietta personale.

In-Paris. Nella ripresa, invece, prima che Beccari coronasse il suo magic moment con la quinta ed ultima rete della gara, valevole per la propria tripletta ad personam, tornava in partita (a livello mentale) il Brescia. A pareggiare il computo dei rigori e ad accorciare le distanze ad una manciata di minuti dalla ripresa delle ostilità, era quindi Laura Paris, anche lei freddissima dal dischetto. Al di là del passivo, buono comunque lo spirito mostrato dalle leonessine nell’affrontare la seconda parte di partita, perché le «ragazze hanno lottato su ogni pallone e avremmo perso comunque anche senza il rigore», il Carlotti-pensiero. Alla conclusione del match lo stesso tecnico di casa ha commentato la sconfitta in questi termini: «C’è poco da dire, la Juve ha vinto meritatamente: è una squadra forte e lo ha dimostrato. Le ragazze hanno dato il massimo, abbiamo tenuto per i primi 25 minuti, poi il loro vantaggio ci ha un po’ destabilizzate e c’è stato il passaggio a vuoto che ci è costato un passivo molto pesante. Nella ripresa siamo state in partita e abbiamo trovato un gol meritato contro una Juventus che non ha assolutamente rallentato». Stavolta la zebra ha seminato il felino.

Altre leonesse. Oltre alla Primavera, in campo anche le altre ragazze del vivaio biancazzurro, in particolare le Allieve di Simone Zafferi letteralmente - è il caso di dirlo - a valanga contro il Monterosso in una gara sbalordente e dalle cifre spropositate: 3-9 il punteggio campeggiante sul tabellone al triplice fischio. «Prestazione dai due volti – le parole di Simone Zafferri -. Nel primo tempo sicuramente sottotono, mentre nella ripresa abbiamo giocato con altra velocità e decisamente da Brescia». Un tempo è bastato ed avanzato per portare le sue ragazze al comando in coabitazione col Monza, che ha dilagato contro la Voluntas Montichiari (11-0). Sarà un testa a testa mozzafiato con le biancorosse. Intanto da segnalare in quest’ultima uscita il poker di Francesca Squaratti, le doppiette di Laura Seneci e Aurora Celestini, la ciliegina sulla torta di Laura Pasini.

Stessa mattanza anche per le Giovanissime di Andrea Trainini, vincenti in casa sempre con le bergamasche del Monterosso per 9-1. Il tecnico: «Buona prestazione, creato molto ma finalizzato poco rispetto alle azioni create. Spiace per il gol preso da una distrazione». Insoddisfatto, il tecnico pretende di più anche perché la classifica parla di un Brescia nel gruppo di mezzo insieme a Cortefranca e 3Team, ma all’inseguimento delle battistrada fra le quali spicca il Desenzano Calvina. Linda Zambelli (3), Anna Borrescio (2), Beatrice Delbarba, Giorgia Gelain, Giulia Brocchi e Nicole Crotti: queste le marcatrici che in pratica hanno concesso solo la rete della bandiera al Monterosso (Genovese). Sorridono anche le Esordienti di coach Claudia Ghitti, vittoriose 2-4 sul Coccaglio. Il tecnico: «Grande prestazione, le ragazze hanno dominato tutta la partita. Solo un momento di rilassamento alla fine del terzo tempo, per il resto prova perfetta». A ruggire due volte Frassine, poi le zampate finali di Reccagni e Leoni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400