Cerca

News

Tutto quel che c'è da sapere su promozioni e retrocessioni dall'Eccellenza alla Terza Categoria

Pubblicato il regolamento per definire gli organici 2022/23: l'Eccellenza torna a 32, la Promozione a 64

Tutto quel che c'è da sapere su promozioni e retrocessioni dall'Eccellenza alla Terza Categoria

Un piccolo riassunto sull'intricato schema di promozioni e retrocessioni che coinvolge l'intero sistema prime squadre piemontese. Come ogni anno il tutto dipenderà dalla Serie D e dalle retrocessioni di formazioni piemontesi, che andranno ad influire a cascata sulle promosse attraverso i rispettivi playoff di categoria. Partiamo però dalle certezze: come ogni campionato che si rispetti chi vincerà il proprio girone verrà promosso nella categoria superiore, così come di conseguenza chi arriva ultimo retrocederà. Eccezion fatta per i 3 gironi in sovrannumero (Eccellenza A, Eccellenza B e Promozione B), dove le retrocessioni dirette saranno 2, per poter permettere il definitivo ritorno ai gironi da 16 squadre ciascuno.

ECCELLENZA

Le vincenti dei gironi A e B verranno promosse in Serie D, mentre la 17ª e 16ª classificata dei due gruppi retrocederanno in Promozione.
Partecipano ai playoff regionali le classificate dalla 2ª alla 5ª posizione (accoppiamenti: 2ª contro 5ª e 3ª contro 4ª, gara secca in casa della meglio piazzata), sempre se il divario tra le società sia inferiore agli 8 punti. In tal caso se dalla 2ª alla 5ª ci sono 8 o più punti la 2ª classificata passa al turno successivo e così via con le altre posizioni. La vincente dei playoff di ciascun girone avrà diritto a partecipare alla fase nazionale per la promozione in Serie D. 
Ai playout partecipano dalla 12ª alla 15ª classificata (12ª contro 15ª e 13ª contro 14ª, gara secca in casa della meglio piazzata) e chi perde lo scontro diretto retrocederà in Promozione. Nel caso in cui tra 12ª e 15ª ci siano 8 o più punti di stacco quest'ultima retrocede direttamente, stesso discorso tra 13ª e 14ª.

PROMOZIONE

Le vincenti dei 4 gironi verranno promosse in Eccellenza, mentre la 16ª classificata di ciascun raggruppamento (insieme alla 17ª del gruppo B) retrocederanno in Prima Categoria.
1ª fase playoff. Parteciperanno ai playoff le squadre classificatesi dal 2° al 5° posto di ciascuno dei 4 gironi, con gli accoppiamenti (gara secca in casa della meglio piazzata) 2ª vs 5ª e 3ª vs 4ª. Se il divario di punti in classifica tra le squadre 2ª e 5ª classificata è pari o superiore a 8, l’incontro di playoff non verrà disputato e la società 2ª classificata passerà al turno successivo. Se il divario di punti in classifica tra le squadre 3ª e 4ª classificata è pari o superiore a 8, l’incontro di playoff non verrà disputato e la società 3ª classificata passerà al turno successivo. Se il divario di punti in classifica tra le squadre 2ª e 3ª classificata è pari o superiore a 8, gli incontri di playoff non verranno disputati e la società 2ª classificata accederà direttamente alla seconda fase.
2ª fase playoff. Le 4 vincenti della prima fase, una per ciascun girone, si affronteranno in un tabellone dove la vincente dei playoff del girone A giocherà contro la vincente del girone B, così come le vincenti dei playoff dei gironi C e D. Gli incontri si disputeranno in casa della meglio classificata nella regular season, altrimenti in campo neutro in caso di parità di posizione in classifica. In base alle retrocessioni di formazioni piemontesi dalla Serie D si potranno verificare differenti ipotesi.
1ª IPOTESI – 0 retrocessioni dalla Serie D
Ammesse all'Eccellenza 2022/23 tutte e 4 le vincenti della fase 1 dei playoff.
2ª IPOTESI – 1 retrocessione dalla Serie D
3 promozioni in Eccellenza, decretate attraverso il tabellone sopra specificato: le vincenti delle semifinali e la squadra vincitrice dal match tra le perdenti delle semifinali verranno promosse in Eccellenza.
3ª IPOTESI – 2 retrocessioni dalla Serie D
2 promozioni in Eccellenza, decretate attraverso il tabellone sopra specificato: le vincenti delle semifinali verranno promosse in Eccellenza.
4ª IPOTESI – 3 retrocessioni dalla Serie D
1 promozione in Eccellenza, decretata attraverso il tabellone sopra specificato: la vincente della "final four" verrà promossa in Eccellenza.
5ª IPOTESI – 4 retrocessioni dalla Serie D
Nessuna promozione in Eccellenza. La seconda fase si disputa regolarmente, ma solo al fine di determinare una graduatoria dal 1° al 4° posto da tenere in conto in caso di ripescaggio.
Playout e retrocessioni. Le retrocessioni totali al termine dei playout saranno 8. Parteciperanno ai playout le formazioni classificate dalla 12ª alla 15ª posizione di ciascuno dei 4 gironi, secondo l'abbinamento 12ª vs 15ª e 13ª vs 14ª (gara secca in casa della meglio piazzata). In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari e in caso di ulteriore parità verrà considerata vincente la squadra meglio piazzata al termine del campionato. Le squadre perdenti retrocederanno in Prima Categoria. Qualora i punti in classifica che separano la 12ª e 15ª classificata siano pari o superiori a 8, la 15ª classificata retrocederà in Prima Categoria, senza dare esecuzione alla gara di playout. Qualora i punti in classifica che separano la 13ª e 14ª classificata siano pari o superiori a 8, la 14ª classificata retrocederà in Prima Categoria, senza dare esecuzione alla gara di playout.

PRIMA CATEGORIA

Le vincenti dei 7 gironi verranno promosse in Promozione.
1ª fase playoff. Parteciperanno ai playoff le squadre classificatesi al 2°, 3°, 4° e 5° posto in ciascun girone (accoppiamenti: 2ª vs 5ª e 3ª vs 4ª, gara secca in casa della meglio piazzata). Se il divario di punti in classifica tra le squadre 2ª e 5ª classificata è pari o superiore a 8, l’incontro di playoff non verrà disputato e la società 2ª classificata passerà al turno successivo. Se il divario di punti in classifica tra le squadre 3ª e 4ª classificata è pari o superiore a 8, l’incontro di playoff non verrà disputato e la società 3ª classificata passerà al turno successivo. Se il divario di punti in classifica tra le squadre 2ª e 3ª classificata è pari o superiore a 8, gli incontri di playoff non verranno disputati e la società 2ª classificata accederà direttamente alla seconda fase. Successivamente, in ciascun girone, le squadre vincenti nei due accoppiamenti si sfideranno per determinare le 7 squadre che accederanno alla seconda fase.
2ª fase playoff. Le 7 squadre che usciranno vincenti dalla prima fase verranno suddivise in un quadrangolare (vincenti gironi A-B-C-D) ed un triangolare (vincenti gironi E-F-G), con gare di sola andata. Al termine di questa fase, il numero di squadre che potranno festeggiare la Promozione dipenderà dalle retrocessioni delle squadre piemontesi dalla Serie D.
1ª IPOTESI – 0 retrocessioni dalla Serie D
La 1ª, 2ª e 3ª classificata del quadrangolare, più la 1ª e 2ª classificata del triangolare accedono al Campionato di Promozione 2022/2023.
2ª IPOTESI – 1 retrocessione dalla Serie D
La 1ª e 2ª classificata del quadrangolare, più la 1ª e 2ª classificata del triangolare accedono al Campionato di Promozione 2022/2023.
3ª IPOTESI – 2 retrocessioni dalla Serie D
La 1ª e 2ª classificata del quadrangolare, più la 1ª classificata del triangolare accedono al Campionato di Promozione 2022/2023.
4ª IPOTESI – 3 retrocessioni dalla Serie D
La 1ª classificata del quadrangolare e la 1ª classificata del triangolare accedono al Campionato di Promozione 2022/2023.
5ª IPOTESI – 4 retrocessioni dalla Serie D
La 1ª classificata del quadrangolare e la 1ª classificata del triangolare si affrontano in gara unica su campo neutro. La vincente accede al Campionato di Promozione 2022/2023.
Playout e retrocessioni. L'ultima classificata di ogni girone retrocede direttamente in Seconda Categoria. Le squadre classificate dalla 12ª alla 15ª posizione accederanno invece ai playout (accoppiamenti: 12ª vs 15ª e 13ª vs 14ª, gara secca in casa della meglio piazzata). In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari e in caso di ulteriore parità verrà considerata vincente la squadra meglio piazzata al termine del campionato. Le squadre perdenti retrocederanno in Seconda Categoria. Qualora i punti in classifica che separano la 12ª e 15ª classificata siano pari o superiori a 8, la 15ª classificata retrocederà in Seconda Categoria, senza dare esecuzione alla gara di playout. Qualora i punti in classifica che separano la 13ª e 14ª classificata siano pari o superiori a 8, la 14ª classificata retrocederà in Seconda Categoria, senza dare esecuzione alla gara di playout.

SECONDA CATEGORIA

Le vincenti degli 8 gironi verranno promosse direttamente in Prima Categoria.
1ª fase Playoff. Parteciperanno alle gare di playoff le squadre classificatesi dalla 2ª alla 5ª posizione in ciascun girone (accoppiamenti: 2ª vs 5ª e 3ª vs 4ª, gara secca in casa della meglio piazzata). Se il divario di punti in classifica tra le squadre 2ª e 5ª classificata è pari o superiore a 8, l’incontro di playoff non verrà disputato e la società 2ª classificata passerà al turno successivo. Se il divario di punti in classifica tra le squadre 3ª e 4ª classificata è pari o superiore a 8, l’incontro di playoff non verrà disputato e la società 3ª classificata passerà al turno successivo. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari e in caso di ulteriore parità, accederà al secondo turno la società meglio classificata in campionato. Successivamente, in ciascun girone, le società vincitrici i due accoppiamenti si incontreranno sul campo della società meglio classificata in campionato. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari e in caso di ulteriore parità verrà considerata vincente la società meglio piazzata al termine del campionato. Le otto squadre vincenti accederanno al campionato di Prima categoria 2022/2023. Le otto squadre perdenti parteciperanno alla seconda fase di playoff.
2ª fase playoff. Le otto squadre perdenti la gara di finale della 1ª fase saranno inserite in due quadrangolari (quadrangolare 1: gironi A-B-C-D; quadrangolare 2: gironi E-F-G-H), composti con criterio di vicinorietà che si svilupperanno con gare di sola andata. Anche qui, al termine di questa fase, il numero di squadre che potranno festeggiare la promozione in Prima Categoria dipenderà dalle retrocessioni delle squadre piemontesi dalla Serie D.
1ª IPOTESI – 0 retrocessioni dalla Serie D
Le squadre 1ª e 2ª classificata in entrambi i quadrangolari sono promosse in Prima Categoria.
2ª IPOTESI – 1 retrocessione dalla Serie D
Le prime classificate in entrambi i quadrangolari sono promosse in Prima Categoria. La 2ª classificata del quadrangolare 1 e la 2ª classificata del quadrangolare 2 si affrontano in gara unica su campo neutro. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari, seguiti, se serve, dall’esecuzione dei calci di rigore. La vincente è promossa in Prima Categoria.
3ª IPOTESI – 2 retrocessioni dalla Serie D
Le prime classificate in entrambi i quadrangolari sono promosse in Prima Categoria.
4ª IPOTESI – 3 retrocessioni dalla Serie D
La 1ª classificata del quadrangolare 1 e la 1ª classificata del quadrangolare 2 si affrontano in gara unica su campo neutro. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari, seguiti, se serve, dall’esecuzione dei calci di rigore. La vincente è promossa in Prima Categoria.
5ª IPOTESI – 4 retrocessioni dalla Serie D
Non si disputano gli incontri della 2ª fase.
Retrocessioni. Le ultime due classificate di ciascun girone retrocedono direttamente in Terza Categoria.

TERZA CATEGORIA

La prima classificata di ogni girone di ogni Comitato Provinciale accederà di diritto alla Seconda Categoria 2022/2023. In caso di parità di classifica verranno considerate le modalità previste dall'articolo 51 delle NOIF. Non verranno svolti i playoff.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400