Cerca

Gli Scomunicati

Grandi squalifiche e squadre ritirate non mancano mai

Nuova rubrica dedicata ai dettagli del Comunicato: tra parole di troppo e ammende economiche qualcuno ha già finito la stagione

Grandi squalifiche e squadre ritirate non mancano mai

Riccardo Poi, dirigente del Borgovercelli, inibito fino al 24 giugno

Il giovedì pomeriggio del giornalista piemontese è sacro. Tra un articolo e una fotogallery il grande atteso è sempre e solo uno: il Comunicato Ufficiale della settimana. Terra di grandi squalifiche, insulti di troppo e ammende economiche la terra del Comunicato è così vasta che spesso si rischia di perdere la bussola. E allora serve un faro nella notte a fare da guida tra le folte righe del documento. Diamo il La a "Gli Scomunicati", la rubrica che evidenzia i fatti clou del Comunicato.

ECCELLENZA

Si parte col botto. Doppia stagione finita per due tesserati "eccellenti", uno per girone. Riccardo Poi, dirigente del Borgovercelli, e Marco Fornello, allenatore della CBS, resteranno lontani dai campi fino al 24 giugno 2022.

Motivi chiari per entrambi: Poi è stato inibito a svolgere ogni attività perché «A seguito di un fallo fischiato dall'arbitro, entrava a gioco fermo sul terreno di gioco senza autorizzazione e inveiva con frasi ingiuriose contro tutta la terna. A seguito della notifica dell'espulsione, reiterava tale condotta nei confronti dell'assistente 1, accompagnando gli insulti con chiare minacce», mentre Fornello «È stato allontanato dall'arbitro per aver proferito una chiara minaccia all'indirizza dell'assistente 1. Inoltre, dopo l'espulsione, sostava nella zona antistante gli spogliatoi, dietro al cancello di ingresso del campo, per tutta la restante durata dell'incontro, benché invitato più volte anche per il tramite del dirigente e del capitano ad abbandonare tale area». 

PROMOZIONE E PRIMA CATEGORIA

Entrano nella lista nera del Giudice Sportivo, l'Avvocato Chiara Laudi, i tifosi della Cheraschese (Promozione), rei di «A partire da metà del primo tempo e sino al termine della gara, seguivano movimenti dell'arbitro insultandolo pesantemente e minacciandolo». 150€ di multa ai Lupi.

Non sono da meno le multe per Marene e Strambinese (Prima Categoria), dove le due società pagano anch'esse per il comportamento un po' sopra le righe dei propri sostenitori. Ai cuneesi 300€ di multa «Per il comportamento dei propri sostenitori (euro 200), che dal minuto 20 del primo tempo, e per tutta la restante durata dell'incontro, insultavano ripetutamente l'arbitro, nonché per aver permesso (euro 100) l'ingresso in area riservata al signor Pisano, allenatore, in costanza di squalifica», mentre per i canavesani 200€ «Per il comportamento dei propri tifosi che per tutta la durata della gara rivolgevano insulti nei confronti dell'arbitro».

Inibito fino a inizio estate anche il dirigente del Bajo Dora Stefano Bargelliti (Prima Categoria), dopo che «Veniva a contatto con un giocatore avversario a fine partita e lo colpiva con una, seppure lieve, testata. Si rappresenta come sia stato il dirigente ad affrontare il giocatore e, sempre il dirigente, il primo a colpire l'altro».

Cheraschese di Mascarello

La Cheraschese di Luca Mascarello

UNDER 18 REGIONALE

Altro ritiro nell'Under 18. Questa volta tocca al girone C a perdere una propria partecipante: si tratta dell'Onnisport che, dopo la seconda mancata presenza, viene esclusa dal campionato come da regolamento. Annata complicata per i nichelinesi, che con tanto coraggio e onore si erano lanciati nell'avventura del nuovo campionato affrontando tutti senza paura, ma raccogliendo solamente un punto contro l'Atletico Racconigi il 12 febbraio. 309€ di multa all'Onnisport e turno di riposo per tutte le squadre che avrebbero dovuto incontrare i rossoblù da qui alla fine del campionato.

Non mancano le lunghe squalifiche anche per gli Allievi 2004. L'Alessandria Lions dovrà fare a meno di Giovanni Vergano, squalificato fino al 24 giugno (stagione finita) poiché «Allontanato dal campo per condotta gravemente minacciosa nei confronti dell'arbitro. La minaccia veniva reiterata in più occasioni e veniva condita da espressioni ingiuriose nei confronti del medesimo arbitro». 

UNDER 15 REGIONALE

Stagione finita per Giacomo Carnino del Vanchiglia. Il calciatore granata starà fuori dai campi fino al 24 giugno. Dal Comunicato: «Espulso per somma di ammonizioni, delle quali la seconda comminata per un intervento in scivolata scomposta su un avversario […]. La sanzione comminata tiene conto della condotta […], irrispettoso e provocatorio da questi tenuto per tutta la durata della gara e sino all'espulsione, come riportato dal direttore di gara, condotte valutate con maggior rigore anche alla luce del fatto che il Sig. Carnino vestiva la fascia di capitano». Ma che era stata una partita "agitata" ne avevamo dato conto nel giornale in edicola a pagina 29.

COPPA ITALIA FEMMINILE

Come anticipato sul giornale uscito lunedì 21 marzo, l'Alessandria vince a tavolino la gara di coppa contro il Toro, proprio perché le granata non si sono presentate alla sfida in programma il 16 marzo. La squadra di Pilly Piantella aveva chiesto il rinvio, non accettato dalle Grigie. 

Alessandria Femminile

Le ragazze dell'Alessandria Femminile (credits: Photo Agency Andrea Amato)

TRIBUNALE FEDERALE

Deferita La Pianese da parte della Procura Federale. Responsabilità oggettiva per la società biancorossa, chiamata a rispondere degli atti e comportamenti di Tenorio Sanangelo Vincenzo Reynoso (ora alla Torinese), reo di aver dichiarato falsamente di non essere mai stato tesserato da federazioni estere. La Procura Federale «Deferiva al giudizio di codesto Tribunale Federale Territoriale, per violazione dei principi di correttezza, lealtà e probità sportiva, a titolo di responsabilità oggettiva La Pianese, in considerazione del fatto che il giocatore Reynoso Tenorio Sanangelo Vincenzo, cittadino peruviano, in occasione della richiesta di tesseramento per la società stessa, aveva dichiarato di non essere mai stato tesserato per alcuna federazione estera. Al contrario, in base alle dichiarazioni rilasciate dalla Federazione Calcio Peruviana, si era accertato che il predetto calciatore risultava essere stato tesserato per le società “SPORT HUANCAYO “, “CIENCIANO” e “CULT LOS PRECURSORES”, alla stessa federazione regolarmente affiliate».

Inizialmente La Pianese era stata sanzionata con l'ammenda di 500€, però il Tribunale Federale Territoriale ha ridotto l'ammenda a 150€, poiché «Le effettive difficoltà di accertare tali circostanze da parte della società deferita e la sua apparente buona fede giustificano l’applicazione di una sanzione decisamente più ridotta rispetto a quella richiesta dalla Procura Federale».

DALLE DELEGAZIONI: TORINO (CLICCA QUI PER IL COMUNICATO)

In risalto il ricorso respinto del Don Bosco Rivoli Under 19: il Giudice Sportivo non ha accettato il ricorso dei biancorossoblù, omologando il 2-2 maturato sul campo. Motivo del reclamo l'utilizzo dei fuoriquota: «La società Don Bosco Rivoli, ha inoltrato reclamo, chiedendo l'assegnazione della vittoria a proprio favore, per il fatto che la consorella Caselette abbia schierato nelle proprie fila TRE calciatori fuori quota nati dal 1/1/2001, contravvenendo, secondo la stessa, a quanto stabilito dal Consiglio Direttivo Comitato Regionale e riportato sul C.U. nº 1. punto 1.17 articolo C, dove ha deliberato di consentire in ciascuna gara del campionato Juniores Provinciale l'utilizzo fino ad un massimo di otto giocatori fuori quota, di cui 6 (sei) nati dal 01/01/2002 in poi e, 2 (due) nati dal 01/01/2001 in poi. Difatti, dalla lettura degli atti ufficiali la società U.S.D. CASELETTE, ha effettivamente inserito in distinta tre giocatori nati dal 01/01/2001, ma ne ha effettivamente utilizzati solo due, il terzo è rimasto per tutta la durata della gara in panchina non prendendo parte alla stessa».

Doppia sconfitta a tavolino invece per il Barracuda: perdono 3-0 sia l'Under 17 che l'Under 16 (qui l'articolo)

DALLE DELEGAZIONI: PINEROLO (CLICCA QUI PER IL COMUNICATO)

A Pinerolo la ormai ex capolista Villar Perosa Under 15 perde il big match con il Villafranca a tavolino. Dopo le pesantissime sanzioni di qualche settimana fa per i gialloblù prosegue il calvario: -1 in classifica dopo che non si sono presentati contro il Villafranca sabato 19 marzo e primo posto perso proprio ai danni dei giallorossi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400