Cerca

News

Il VIDEO-scandalo: tre gol dal 90’ al 94’ ma non è il Real Madrid... Scattano denuncia e inchiesta

Clamoroso in Toscana: nel girone per la promozione in Serie D è ‘virale’ il video dei gol tra Tau e Figline che obbliga il Livorno a vincere domenica. Guardare per (non) credere… E scatta la doppia denuncia

Tre gol dal 90’ al 94’ ma non è il Real Madrid: il video-scandalo. Scattano denuncia e inchiesta

Le immagini della 'discordia': alcuni frane del video dei gol subiti in pochi minuti dal Figline nella gara col Tau dell'11 maggio

Si potrebbe dire che ‘il pesce puzza dalla testa’ ma in questo caso a ‘puzzare’ sono le immagini incredibili che stanno circolando sui minuti finali della gara di Eccellenza tra Tau Altopascio e Figline, penultima gara del girone a tre per decidere la promossa in Serie D. Una situazione ingarbugliata, figlia anche della decisione del comitato regionale di obbligare le vincenti dei tre giorni di Eccellenza a disputare un girone all’italiana con gare in andata e ritorno (situazione delicata che spesso ha visto anche in passato i calcoli prevalere sul campo e non solo in competizioni regionali e non solo nel calcio) per decidere la promossa in Serie D.


Situazione che, beffardamente, forse, avevano previsto prima della loro ultima gara contro il Tau, quelli del Figline. Con una situazione ingarbugliatissima ed equilibratissima nel girone, qualcuno forse aveva fatto prima della gara tutti i calcoli, magari da attuare ‘in caso di necessità’. E con la storia a metterci lo zampino. Il Figline infatti in caso di vittoria sul Tau si sarebbe preso primo posto e promozione in Serie D. Senza vittoria, via a infiniti calcoli su classifica avulsa, scontri diretti ecc… E il Figline va in vantaggio, salvo però poi, vedersi prima raggiunto e poi superato nel finale sul 2-1 dal Tau. E a quel punto, qualcuno i calcoli li doveva aver fatto perchè, dalle immagini dei gol della partita, si intuisce che ‘qualcosa di strano’ sia accaduto in campo. In pochissimi secondi il Figline subisce ben tre gol e in un modo che le immagini rendono inevitabili le polemiche e le denunce.


Presente alla partita incriminata infatti, il presidente del Livorno, Toccafondi, coinvolto nella lotta e che domenica a Livorno ospiterà il Tau nell’ultima gara del girone e decisivo per decidere la promossa in Serie D. Presidente Toccafondi che ovviamente ha reagito con fermezza a ciò che ha visto e quanto accaduto, facendo immediato esposto alla Procura Federale che ha aperto un’indagine. Con la curiosità che sia arrivata anche la denuncia da parte della società del Tau, vittoriosa per 5-1 ma che respinge ogni accusa di aver influenzato in qualche modo gli avversari del Figline al fine di concedergli quel tipo di finale. Doppia denuncia quindi e inchiesta della Procura Federale già partita. I tempi della Giustizia Sportiva però non potranno precedere quelli sportivi e del campo che già domenica vedrà Livorno e Tau giocarsi sul campo la Serie D. Poi a seconda del risultato, altri possibili film tutti da vivere.


IL COMUNICATO DELLA SOCIETA' LIVORNO

L’Unione Sportiva Livorno 1915 comunica di aver presentato ufficialmente, nella giornata di giovedì 12 maggio, in forma congiunta con l’associazione sportiva dilettantistica Tau Calcio Altopascio, un esposto alla procura federale in merito ai fatti avvenuti mercoledì 11 maggio, in occasione della partita Tau-Figline conclusa con il punteggio di 5-1. L’esposto è stato firmato dal presidente dell’Us Livorno 1915, Paolo Toccafondi, e dal presidente del Tau Calcio Altopascio, Antonello Semplicioni.

Ma perchè il Figline si è “scansato” in quel modo nel finale? Come detto, il tutto nasce dai possibili calcoli che vengono generati dai gironi all’italiana con classifica, punti, e differenza reti a recitare un possibile ruolo. Figline a 5 punti, Livorno a 4 e Tau a 1 prima della partita incriminata. Ed ecco che col 5-1 per il Tau (salito a 4 punti a pari col Livorno) la miglior differenza reti ora è proprio del Tau, che di conseguenza in caso di pari a Livorno festeggerebbe la Serie D matematica, in virtù del vantaggio negli scontri diretti proprio col Figline e con dietro a 4 punti il Livorno. Lasciando allo spareggio Figline e labronici (ipotesi, visto il precedente, altamente ‘sconsigliabile’….).

In pratica, una volta svanita la possibilità di vittoria e promozione contro il Tau, il Figline in questo modo ha legato a doppio filo  il proprio destino con quello del Livorno; insieme in Serie D se il Livorno vincerà domenica col Tau, insieme agli spareggi in caso di pari. C’è ovviamente l’ipotesi della promozione congiunta di Figline e Tau se quest’ultima dovesse espugnare l’Armando Picchi domenica. Verdetti del campo che però potrebbero tra qualche settimana o mese essere ribaltati da una sentenza? Speriamo che alla fine, i conti tornino solo sul campo…

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400