Cerca

FBC Saronno e Sporting Cesate, e matrimonio fu: unione di intenti nel motto "stronger together"

sporting cesate e fbc saronno
Lo avevamo anticipato la scorsa settimana, ma ora è ufficiale: Sporting Cesate e FBC Saronno sono pronte a unirsi in una collaborazione per quanto riguarda il settore giovanile e della pre agonistica. Il progetto è quello di un'iniziativa che potrà cambiare il concetto di calcio giovanile nell'hinterland milanese: " Stronger together" lo slogan di questa nuova realtà.


I due presidenti di Sporting Cesate ed FBC Saronno, Claudio De Angelis e Simone Sartori

Presenti alla conferenza stampa i due presidenti di Sporting Cesate ed FBC Saronno; il primo a prendere parola è stato Claudio De Angelis, numero uno dello Sporting Cesate: «Va anzitutto fatto ovviamente riferimento al periodo che abbiamo vissuto, dove il calcio, i nostri figli, i nostro tesserati sono stati quelli più penalizzati. Inutile dire che lo slogan scelto significa solo una cosa, con l'unione di intenti ci si fa forza. Quando si mettono insieme più risorse è più semplice andare incontro alle persone e creare quel binomio qualità-quantità. Io e Simone (n.d.r Simone Sartoni, presidente FBC Saronno) ci siamo incontrati e abbiamo iniziato a discutere su quello che potevamo offrire al nostro territorio, ed è naturale dire che c'è tanta ambizione: vogliamo diventare un polo per settore giovanile e anche per quello dilettantistico. Il riuscire a mettere insieme le professionalità, le strutture e le capacità delle due realtà potrà creare qualcosa di bello e di importante». Pensieri e filosofia analoghi quelli di Simone Sartori, presidente dell'FBC Saronno che prosegue: «Nulla di nuovo, tante realtà vicino a noi hanno già fatto questo tipo di collaborazioni, vedi Varesina o Chiasso. L'obiettivo di questa cooperazione nasce dal voler creare un'eccellenza: riuscire ad approdare ai campionati Elite e regionali con le giovanili è sicuramente quello che vorremmo raggiungere nel breve. Tengo a precisare che l'FBC non vuole portare fuori da Saronno il settore giovanile, ma creare un vivaio che possa in futuro alimentare la prima squadra; attualmente al "Matteotti" stiamo rifacendo i campi, in modo da creare una struttura all'avanguardia. Vorrei anche dire che aiuteremo le persone in difficoltà di spostamento mettendo in dotazione dei pullmini che collegheranno i due centri sportivi». Dunque non una vera e propria fusione - con lo Sporting Cesate che così continuerà a mantenere le due categorie regionali - tanto che nessuna delle due realtà sportive prevarrà sull'altra, ma una sinergia totale: allenatori e strutture verranno messi in comune, con due figure di riferimento che supervisioneranno agonistica e pre agonistica della SC United (probabile nome della nuova realtà sportiva). Le domande fioccano e una su tutte spicca: perché non pensare a una collaborazione che coinvolgesse anche Robur Saronno e Amor Sportiva? La risposta la fornisce Sartori: «Onestamente non lo so, ma siamo aperti a qualsiasi soluzione. Poteva essere una buona opportunità per aggregare anche le altre saronnesi, ma credo che non sia ancora il momento storico per fare questo tipo di passaggio, nonostante i rapporti con Robur e Amor siano buoni». Ma le novità non sono finite: i due presidenti anzitutto hanno deciso di mettere a disposizione dei propri tesserati un nuovo kit (con tanto di nuova maglia con il nuovissimo logo) gratuitamente grazie soprattutto all'aiuto concreto degli sponsor, in primis a Giovanni Di Luccio, titolare del ristorante “El Primero” (dove si è svolta la conferenza stampa). In più da settembre sarà disponibile anche il giornalino mensile "Sporting News" dove verranno raccontare le storie di campo ed extra calcistiche di FBC Saronno e Sporting Cesate. Attenzione poi al settore femminile: i due presidenti non si nascondono, c'è la voglia di portare sempre più “rosa” nella nuova realtà calcistica.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400