Cerca

Vis Nova-Leon Eccellenza: le montagne russe condannano le lucertole, decisiva un'autorete del grande ex

vis nova leon eccellenza

Gli undici scelti da Alberto Motta, allenatore del Leon, che nel match esterno contro il Vis Nova ribaltano un doppio svantaggio e portano a casa un preziosissimo punto

Come spieghi ad un bambino cosa si prova dopo un giro sulle montagne russe? È difficile dirlo in poche parole, ma basta semplicemente rileggere gli episodi della partita tra Vis Nova e Leon, che si danno battaglia e chiudono un match dalle infinte polemiche con un rocambolesco 2-2. Il primo tempo poggia le sue basi su due fasi: la prima caratterizzata da un ottimo gioco offensivo da parte degli ospiti che si rendono più volte pericolosi, la seconda, invece, in cui i padroni di casa ribaltano letteralmente le sorti del match e mantengono il pallino del gioco. Parte molto forte il Leon, che al quarto d’ora sfiora il vantaggio con un contropiede di ottima fattura, che si sviluppa sulla catena di destra: Schiavo serve Mari, che di prima a sua volta pesca a centro area Bonseri, che al volo trova una grande risposta di Formentoni, che attende l’ultimo istante per lanciarsi e devia in corner. Se cinque minuti più tardi è solo De Lisio, con un grande intervento in ‘estirada’ a salvare le lucertole, gli uomini di Motta, alla mezz’ora allentano la presa e concedono il vantaggio: Proserpio sfrutta il momento battendo con rapidità un calcio di punizione sulla trequarti, pesca sul filo del fuorigioco Brighenti, che si invola verso la porta e non sbaglia, scavalcando Perego con un colpo da calcio a cinque, palla in fondo al sacco e vantaggio Vis Nova. Sono in fiducia i ragazzi di Mastrolonardo, che esattamente dieci minuti più tardi raddoppiano con Della Torre, bravo a sfruttare di prepotenza lo spazio costruito di sponda da Brighenti e a calciare con un mancino potentissimo, che Perego non riesce a trattenere. Durante l’intervallo Motta è una furia e suona la carica ai suoi ed al rientro in campo delle squadre è tutto un altro Leon: al 3’ arriva subito la rete che accorcia le distanze, con Bonseri, bravo a staccare di testa e a raccogliere un cross di Ronchi proveniente dalla sinistra. La rimonta viene poi completata alla mezzora, quando il cross rasoterra di Leotta trova la deviazione sfortunata di De Lisio nella propria porta, per la rete che pareggia i conti e manda in estasi Motta e i suoi. L’atmosfera si surriscalda e le lucertole perdono la testa, prima con l’espulsione per doppio giallo di Tremolada (36’) e poi quella di Brighenti (37’) che lascia i suoi in 9 a causa di un applauso ironico nei confronti del direttore di gara, più volte contestato ambo i lati durante la gara. Il Leon così alza la testa, ruggisce, ma nell’assalto finale non trova nessuna rete, ma trova solo l’espulsione di uno scatenato Motta, che viene allontanato dalla propria panchina per aver esagerato con le proteste. Finisce, così, in parità tra Vis Nova e Leon, con un 2-2 che lascia emozioni forti e contrastanti, che richiamano la tipica sensazione che si prova dopo un giro sulle montagne russe.

IL TABELLINO DI VIS NOVA LEON ECCELLENZA

VIS NOVA-LEON 2-2 RETI (2-0; 2-2): 33’ Brighenti (V), 43’ Della Torre (V), 3’ st Bonseri (L), 33’ st aut. De Lisio (L). VIS NOVA (4-3-3): Formentoni 6.5, Caruso 6, Ferrario 6.5, Tremolada 5.5, Dugnani 7, De Lisio 6.5, Della Torre 7 (38’ st Boga sv), Proserpio 6 (13’ st Molteni 5.5), Brighenti 6.5, Cavalli 6, Viganò 5.5 (16’ st Orellana Cruz 6). All. Mastrolonardo 6.5. A disp. Sanvito, Monteleone, Fossati, Riboldi, Ferrari, Sulis. LEON (3-5-2): Perego 5.5, Mari 6.5 (26’ st Paparella 6.5), Corti 6 (26’ st Cereda 5.5), Leotta 6.5, Calloni 6, Cusaro 6, Ronchi 6.5, Achenza 6.5, Bonseri 7, Biraghi 5.5 (45’ st Cogliati sv), Schiavo 5.5 (26’ st Chiaria 6). All. Motta 6.5. A disp. Vavassori, Colombo, Rovati, Benedetti, Riminucci. AMMONITI: Tremolada (V), Proserpio (V), Ronchi (L), Achenza (L), Biraghi (L). ESPULSI: 36’ st Tremolada (V), 37’ st Brighenti (V), 41’ st Motta (all. L). ARBITRO: Magagna di Collegno 5.

LE PAGELLE DI VIS NOVA LEON ECCELLENZA

VIS NOVA (4-3-3) Formentoni 6.5 Provvidenziale su Schiavo e Bonseri, forse poteva fare qualcosa in più in occasione del 2-2, ma la sua prova resta comunque positiva. Caruso 6 Meno brillante del solito, forse spiccherebbe di più da ala. Ferrario 7 Una macchina da guerra, è continuo nelle discese sulla fascia e nei contrasti non molla. Tremolada 5.5 Un’espulsione ingenua macchia la solita prova da direttore. Dugnani 7 Sempre sul pezzo per tutti i 90’, nel finale leva un pallone dalla testa di Bonseri, quasi come un gol fatto. De Lisio 6.5 È vero, il suo autogol decide la partita, ma che partita di spessore contro la sua ex squadra, insuperabile. Della Torre 7 Fiamma viva il suo sinistro, difende col fisico, sfrutta e crea inserimenti. Proserpio 6 Sfrutta la sua grande visione di gioco, poi è costretto ad uscire per infortunio. Brighenti 6.5 L’applauso ironico nei confronti dell’arbitro è più che un’ingenuità, la prova era ottima. Cavalli 6 Alterna giocate da fuoriclasse a svarioni più che evitabili, si vede l’esperienza. Viganò 5.5 Non dà un gran contributo alla causa, sottotono. All. Mastrolonardo 6.5 Nel dopogara dichiara che la prova non è stata brillante, i suoi giocano un ottimo primo tempo ma chiudono in 9 contro 11. [caption id="attachment_161583" align="aligncenter" width="900"] vis nova leon eccellenza Vis Nova: gli undici titolari scelti da Agostino Mastrolonardo per la partita contro il Leon, che finirà in parità con un 2-2[/caption]   LEON (3-5-2) Perego 5.5 La conclusione di Della Torre era sì potente, ma anche piuttosto centrale. Mari 6.5 Giocatore perfetto per il 3-5-2, corsa da vendere e ottimo in entrambe le fasi. Corti 6 Non eccelle ma nel complesso tiene a bada gli attaccanti avversari. Leotta 6.5 La rete del 2-2 è per metà opera sua, sempre pungente e vivo. Calloni 6 Stesso discorso del compagno di reparto Corti, prova sufficiente. Cusaro 6 Si dispone al centro del terzetto difensivo, controlla e gestisce. Ronchi 6.5 Gioca sulla sinistra non risparmiandosi, a piede invertito punge. Achenza 6.5 Graziato dall’arbitro per un contatto a palla lontana, la sua vivacità emerge alla lunga. Bonseri 7 Non trova la via del gol nei primi 45’, appena rientrato in campo implacabile di testa. Biraghi 5.5 Entra sì in molte azioni del Leon, però è troppo nervoso, rischia moltissimo. Schiavo 5.5 Polveri bagnate, non crea grossi grattacapi a Formentoni. All. Motta 6.5 La strigliata all’intervallo i suoi se la ricorderanno per molto tempo, salva due punti già persi.   ARBITRO: Magagna di Collegno 5 Nel secondo tempo perde il controllo della gara e compie delle scelte a volte un po' troppo azzardate e discutibili.  

ASCOLTA L'INTERVISTA NEL DOPOGARA A MASTROLONARDO (VIS NOVA)

ASCOLTA L'INTERVISTA NEL DOPOGARA A MOTTA (LEON)

  Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d'Aosta e Lombardia il lunedì mattina e nello store digitale
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400