Cerca

Cesano Boscone Idrostar Eccellenza femminile: Luca Garaffoni sogna la serie C

Moroni-Idrostar
Luca Garaffoni è il tecnico dell'eccellenza femminile del  Cesano Boscone Idrostar, realtà calcistica nel milanese. La guida delle gialloblù, prima di vestire i panni di allenatore, ha giocato per alcuni anni militando in promozione e in eccellenza come trequartista, finché a causa di un infortunio, ha dovuto interrompere l'attività sportiva. All'età di 20 anni, Luca Garaffoni inizia la sua lunga carriera come tecnico sportivo in squadre amatoriali di calcio a 5 e a 7, e spinto costantemente dalla passione per il calcio, la guida, negli ultimi 5 anni è riuscita a raggiungere notevoli traguardi con la partecipazione ai campionanti FIGC. Oltre al Cesano Boscone IdrostarLuca Garaffoni, è stato la guida del Basilio, calcio a 5, dove ha vinto una Coppa Italia, e anche tecnico delle Dreamers, questa volta con il calcio a 11. L'allenatore racconta così il suo percorso sportivo:«La mia carriera come allenatore è lunga 14 anni; dopo un periodo trascorso nelle juniores maschili come secondo, sentivo l'esigenza di tornare nel settore femminile in veste di primo tecnico. L'ingresso nel Cesano Boscone Idrostar è avvenuto così grazie ad un'idea. Avevo mantenuto buoni rapporti con le mie ex giocatrici, e insieme alla società, abbiamo deciso di creare il femminile con una squadra che si è realizzata da zero. Infatti è grazie alla passione e alla volontà delle ragazze che hanno rinunciato alla propria categoria di provenienza, l'eccellenza, per ripartire con me dalla promozione che questo progetto ha potuto realizzarsi. Questa sfida, è stata accolta dalle sportive senza timori e con piena fiducia, e posso affermare che è stata vinta con successo dato che in un solo anno la squadra è tornata in eccellenza, stupendo in maniera molto positiva». La società offre alle ragazze una rete di persone in grado di aiutarle a crescere e a migliorarsi sempre di più. Il progetto che ci racconta il tecnico per il futuro del Cesano Boscone Idrostar femminile è molto ambizioso, ma realistico, i successi raggiunti negli ultimi due anni sono stati sorprendenti e sono solo l'inizio di un cammino che si spera essere radioso e vincente:«Quest'anno la stagione era iniziata bene: abbiamo portato a casa tre vittorie ed una sola sconfitta. Il merito è anche del buon mercato fatto dalla società visto che abbiamo portato nella nostra rosa ben 10 nuovi innesti. Ad aiutare le ragazze nel loro percorso sportivo ci sono diverse figure: oltre al sottoscritto, c'è un preparatore atletico dedicato e un secondo allenatore con relativo aiutante, uno staff numeroso per questa categoria. L'idea per questo campionato è quella di prendere le misure e raggiungere una buona posizione in classifica. Vogliamo tastare il terreno, ma con l'obiettivo fisso in mente di salire di categoria. In due o tre anni vogliamo arrivare in serie C, e le basi ce le stiamo mettendo con impegno e volontà». Il Cesano Boscone Idrostar, come tutte le società, ha dovuto adeguarsi alle regole vigenti per quanto concerne gli allenamenti, ma il tecnico mi spiega come le ragazze riescano comunque a mantenersi in forma:«Fino a metà ottobre, quando ancora era possibile allenarsi, andavamo nei centri sportivi di atletica, e abbiamo così fatto una preparazione incentrata sulla corsa. Da un mese il nostro preparatore ha dato alle ragazze come esercizio individuale, delle sfide da fare a casa in cui le giovani dovranno nell'arco di trenta minuti percorrere più chilometri possibili. Le prime 3 in classifica verranno premiate appena sarà possibile tornare sui campi da gioco. Per mantenere vivo lo spirito di squadra organizziamo degli incontri settimanali il lunedì su zoom dove ci aggiorniamo e parliamo con le ragazze, anche se virtuale è un momento di socialità che fa bene ad ognuno di noi».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400