Cerca

Castiglione-Atletico Castegnato Eccellenza: Valente domatore di Mastini, i franciacortini vogliono il torneo

Castiglione-Castegnato Eccellenza

Castiglione-Castegnato Eccellenza

Un Castegnato molto Valente al comunale Ugo Lusetti di Castiglione Delle Stiviere. Con questo fantastico 2-5 a domicilio, quasi tutto firmato da Gianmaria Valente, l’Atletico è svolazzato come un condor sulla carcassa dei Mastini, mai in partita e parsi fin da subito senza i denti digrignati e la bava alla bocca. Alla squadra di Pretti è infatti bastata solamente una mezz’ora per mettere il suo imprinting alla partita, incanalandola sul binario giusto, al fine così di inanellare la seconda vittoria consecutiva dopo quella rimediata 7 giorni fa contro il Mapello. Allo scoccare della mezz’ora il risultato era già sul 3-0, divenuto 4 ad inizio secondo tempo e all’ora di gioco una manita. Il protagonista? Chi, se non lui, l’indiscusso Cigno di Coccaglio: bomber Gianmaria Valente. Infatti è il suo pragmatismo ad indirizzare il match, la sua praticità e facilità nell’andare a segno a sparigliare le carte. Mentre Maccabiti dava accademia, lui concludeva con una rapidità di pensiero disarmante. Erano i suoi dribbling secchi a lasciare l’avversario sul posto, in definitiva, a fare la differenza. E dopo la rete contro il Mapello, con questo poker è volato sul trono dei bomber con 5 marcature in 2 gare. In pratica se non segnasse più da qui alla fine la sua media rimarrebbe di 0,5 gol a partita… spaventoso. La danza del cigno. Il primo è un distillato di tecnica e lucidità. Chini dal fondo ha rimesso per Capelli che, avendo campo libero, è sceso quasi fin metà campo dove, da lì, ha pescato con un lancio il taglio di Valente in profondità. Qui il bomber aggancia, rientra e la piazza nel sette. Da applausi. Il secondo è avvenuto verso il 20’, quando ha sradicato il pallone dai piedi di Chiarini sulla trequarti ed è andato fino al limite, da dove ha lasciato partire una rasoiata imprendibile. In mezzo a questa danza del cigno c’è stato anche il tris firmato da Rusconi, bravissimo nell’inserirsi sull’invito di Sinigaglia e chiudere il match con una buona ora di anticipo. Nel frangente, erroraccio del rossoblù Ghirardi e gran contropiede franciacortino, con Taylor divino nell’intercettare e sventagliare in profondità per Sinigaglia. Fase down per il Castiglione, mentre ospiti in surplass. Cinquina di stagione. A questo punto, ad impreziosire la propria prova, il poker calato alla prima azione del secondo tempo, quando su cross di Sinigaglia, il solito Valente è stato il più lesto nel risolvere in rete il parapiglia che si era creato davanti a Piccinardi. Tripletta Valente e poker Castegnato, cosa chiedere di più? Ma Valente aveva ancora fame, non era ancora pago. Ecco dunque la manita: gran palla di Fossati per Sinigaglia, scattato sul filo dell’offside, e bravo quest’ultimo nel servire Valente tutto solo dall’altra parte. La manita è servita, così come il poker di sua maestà Gianmaria Valente, colui che da solo ha risolto una partita. Big Mac. I padroni di casa non sono mai stati in gara, il primo tempo è stato da dimenticare e la squadra ha prodotto solo un buon possesso-palla sterile, privo di incisività davanti e fortemente prestato al contropiede franciacortino. Nella ripresa e dopo i cambi sono arrivate anche buone cose, ma la partita era ormai del tutto compromessa. A tener alto l’orgoglio aloisiano ci ha pensato nel finale Maccabiti, con un bolide da fuori e un’altra rete su rigore. Troppo poco, dopo 2 gare i sogni di gloria dei mantovani si sono già dileguati. E la prossima, i Mastini dovranno incontrare un branco famelico di leoni, auguri.

IL TABELLINO

CASTIGLIONE-ATLETICO CASTEGNATO 2-5 RETI (0-5, 2-5): 10’ st Valente (A), 19’ st Valente (C), 30’ st Rusconi (A), 1’ st Valente (A), 14’ st Valente (A), 16’ st Maccabiti (C), 34’ st rig. Maccabiti (C). CASTIGLIONE (4-3-1-2): Piccinardi 5.5, Mambrin 6 (41’ st Silajdzija sv), Canziani 5 (5’ st Perani 6), Mangili 6, Cigala 5.5, Guagnetti 5, Narcelli 5.5 (23’ st Shima sv), Chiarini 5 (10’ st Fantoni sv), Ghirardi 5 (12’ st Ekuban sv), Maccabiti 6, Salomoni 6. A disp. Segna, Daeder, Morselli, Russo. All. Gianluca Manini 5. ATL. CASTEGNATO (4-3-1-2): Chini 6, Rossetti 6 (42’ st Bontempi sv), Fossati 6.5, Veron 6.5, Coly 6, Capelli 7, Gaye 6.5, Rusconi 7 (23’ st Giardini sv), Sinigaglia 7 (23’ st Marrazzo sv), Taylor 7 (1’ st Cavagnis 6), Valente 9 (17’ st Tettamanti sv). A disp. Barresi, Morè, Marcandelli, Zanotti. All. Stefano Preti 7. ARBITRO: Francesco Palmisano di Saronno 6. ASSISTENTI: Corbetta (Como), Maraboli (Monza). AMMONITI: Salomoni (C), Mambrin (C), Manini (all. C), Capelli (A), Fossati (A).

LE PAGELLE

CASTIGLIONE Piccinardi 5.5 Non ha molte colpe sui primi due gol di Valente, i tiri sono imprendibile e lui fa quel che può. Poi l’Atletico dilaga e la partita perde la piega sbagliata. Mambrin 6 Partita in crescendo, nel secondo tempo spinge di più e grazie al suo tiro murato di mano da Fossati procura almeno il rigore del 5-2. Uno dei pochi da salvare (41’ st Silajdzija sv). Canziani 5 Non fa nulla di particolare sulla sinistra, si propone qualche volta in sovrapposizione ma per il resto non estrae mai il coniglio dal cilindro. 5’ st Perani 6 Buon impatto sul match, giocatore giovane e dinamico. Mangili 6 Peccato per il gol annullato, avrebbe potuto ridare ossigeno agli aloisiani, per il resto si è visto qualcosa, ma nulla di trascendentale. Cigala 5.5 Quando si prendono 4 gol è difficile trovare una scusante per i centrali di difesa, comunque l’età è dalla sua: sarà per la prossima. Guagnetti 5 Gli attaccanti viola scendono come dei fulmini e abbagliano le tenui difese di casa, meglio archiviare la pratica. Narcelli 5.5 Si mangia un gol fatto da buona posizione che avrebbe potuto ridestare i suoi: errori di gioventù. Chiarini 5 Perde palle in occasione della seconda rete di Valente, troppe disattenzioni condizionano la sua partita. (10’ st Fantoni sv). Ghirardi 5 Fatuo, non incide minimamente davanti, i palloni non sono il massimo e lui non fa granché per creare scompiglio. Perde anche molte palle. (11’ st Ekuban sv). Maccabiti 6 Lente e scontate le sue giocate, è marcato benissimo e ciò asfissia la sua manovra. Troppo solista, ma d’altronde non è assistito a dovere, anche se sul 5-0 trova la botta dell’orgoglio e poco dopo anche la doppietta su rigore. Salomoni 6 Per festeggiare il suo compleanno prova in apertura la volée: nulla di fatto; distribuisce bene i palloni a disposizione, è il più propositivo nel mortorio casalingo. All. Gianluca Manini 5 La squadra ha un gioco lento e macchinoso, giostra bene la palla fino alla trequarti ma è un possesso privo di pericolosità, che conta ben poco. Testa e piedi rimangono stavolta altrove. ATLETICO CASTEGNATO Chini 6 Non ha molte occasioni per mettersi in luce, i suoi fanno buona guardia anche se sul gol di Maccabiti sembra partire con un attimo di ritardo. Rossetti 6 Corre molto e ci mette grande verve sulla corsia di destra, il suo apporto è fondamentale per i viola. Peccato per la volata che avrebbe potuto concretizzare meglio (42’ st Bontempi sv). Fossati 6.5 Grande prova dell’esterno basso viola, è una delle quote migliori intraviste finora in questo spezzone di campionato d’Eccellenza. Gran passaggio per il 4-0 di Valente a Sinigaglia. Veron 6.5 Arrivato da pochissimo dall’Indipendiente ma non sembra soffrire di jet lag: delle pampa argentine alla Franciacorta è un salto che non lo spaventa. Coly 6 Grande lucidità nel gestire le situazioni di pericolo dietro, è sul pezzo e lo dimostra governando alla perfezione la difesa. Capelli 7 Gran sventagliata per Valente sull’1-0, gioca divinamente e questo permette alla squadra di chiudere il match in mezz’ora: impressionante. Gaye 6.5 Ottimo apporto sulla destra, corre tanto ed è una spina nel fianco da quella parte per i rossoblù. Gran prova. Rusconi 7 Si fa trovare al momento giusto nel posto giusto, bellissima l’azione del suo gol, nel mezzo ha una marcia in più. Sinigaglia 7 Lavora tantissimo per i compagni, non ha l’occasione per segnare ma fa l’assist a Rusconi e Valente. Gioca per la squadra, sostituisce alla grande Marrazzo. (23’ st Marrazzo sv). Taylor 7 Grande partita, velocizza il gioco con ottime sventagliate in profondità, il suo apporto è senza dubbio eccellente sulla trequarti. Giusto il cambio precauzionale per evitare guai muscolari. 1’ st Cavagnis 6 Buon impatto sul match. Valente 9 Alla prima palla utile ha avuto tutta la freddezza necessaria per creare un capolavoro: quando è in giornata non ce n’è per nessuno, e lo dimostra poco dopo col bis, il tris e alla fine il poker. Top player. (17’ st Tettamanti sv). All. Stefano Preti 7 La squadra è fortissima e gioca con grande personalità, sembrando quasi consapevoli della propria forza. Interpretazione perfetta del match. ARBITRO: Palmisano (Saronno) 6 Non sbaglia troppe cose, gestisce bene l’emotività del match e quando necessario lascia correre: il rigore era ineccepibile.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400