Cerca

Milano City-Pontelambrese Eccellenza: Toure e Papa rilanciano Aiello al secondo posto in classifica

Toure Milano City
La sfida tra Milano City e Pontelambrese finisce a favore della squadra di casa che batte l'avversario per 2-0 dopo una gara fin subito in discesa per i padroni di casa, guidati da un'altra prestazione da incorniciare di Toure, che riesce a imporsi senza grossi problemi sulla difesa ospite siglando il gol dell'1-0 e procurandosi il rigore realizzato da Papa. Un successo che certifica il secondo posto in classifica dei ragazzi di Aiello, ora a due punti di distanza dalla capolista solitaria, ovvero la Varesina, complice il rinvio di Brianza Olginatese-Sestese. Per la Pontelambrese, invece, il ritorno in campo dopo la settimana di riposo offre già un dato su cui riflettere: in trasferta i ragazzi di Rione hanno fin qui incassato due sconfitte, subendo sei gol e non riuscendo mai a segnare. Risultati opposti rispetto a quelli emersi tra le mura amiche, dove alla seconda giornata gli Orange erano riusciti a imporsi sulla Luciano Manara per 3-0. Toure infermabile. La sfida inizia subito con un grande guizzo di Compagnone che dribbla quattro avversarsi ma alla fine perde il pallone. Il match è equilibrato, anche se il primo brivido arriva al 5': bell'azione dell'undici del Milano City, Toure, che realizza un gran dribbling ma viene steso da Galimberti. Sullo sviluppo di questo calcio di punizione, si rende molto pericolosa la squadra di casa, in particolare con Sakho che non colpisce bene la palla dopo che il portiere esce a vuoto. La gara si sblocca quasi al quarto d'ora di gioco, con una grande azione di Faye che si smarca bene saltando il terzino sinistro della Pontelambrese, serve un pallone rasoterra in mezzo all'area per Toure, che calcia di mancino e insacca la palla all'angolino a destra del portiere. Subito dopo il gol, reagisce la squadra ospite cercando di rendersi pericolosa con un bel cross da parte di Galatà, ma Nava non sfrutta l'occasione e calcia alto sopra la traversa. Al 17' fallo in area di Karamoko che gli costa l'espulsione dopo un grave errore difensivo e conseguente calcio di rigore per il Milano City: Papa dal dischetto non sbaglia e porta la sua squadra al doppio vantaggio, dopo neanche venti minuti di gioco. Gli ospiti provano a ribaltare la partita, ma il Milano City si difende molto bene, concedendo poco agli avversari e uscendo dalla difesa giocando palla a terra. Al 30' calcio di punizione dal limite dell'area per gli ospiti, ma Rinaldi esce bene bloccando la palla. Gli ospiti non riescono a imporsi sull'avversario, creano poche occasioni e si trovano davanti una difesa molto dura da battere, senza riuscire a calciare nello specchio in 45 minuti di gioco. A poco dalla fine del primo tempo, palla persa da parte del centrocampista della Pontelambrese, Nava, che consente una ripartenza a Faye che spreca una grande occasione per poter chiudere la partita nel primo tempo. Gara difficile per gli ospiti che si ritrovano in dieci uomini e sotto di due reti dopo neanche venti minuti di gioco. Milano City solido, ma sprecone. La seconda frazione di gioco inizia con la squadra di casa che si rende subito pericolosa con Papa che non riesce ad agganciare una palla servita da Faye. Dopo qualche minuto dall'occasione, i ragazzi di Aiello sembrano aver il dominio del gioco, creando palle gol con facilità. Questa volta il cross arriva dal neoentrato Fofana che serve in modo perfetto Faye, che colpisce di testa ma esce di poco a lato sotto l'incrocio. Gli ospiti provano a riaprire la gara con un cross dalla fascia sinistra per Niang che non colpisce bene e la gara si fa sempre più in salita per la Pontelambrese, che con un uomo in meno non riesce a imporsi. Il Milano City gestisce la partita con calma, girando bene la sfera e facendo correre gli avversari, creandosi lo spazio necessario per arrivare in area a calciare o guadagnandosi qualche punizione dal limite, cosi come accadde al quarto d'ora di gioco: punizione dal limite molto pericolosa calciata perfettamente sulla testa del difensore centrale Imbriola, che da due passi sbaglia un gol incredibile non centrando la porta. Secondo tempo in cui la squadra di casa fino al 20' gestisce molto bene il vantaggio del 2-0 e quello numerico in campo, facendo correre a vuoto gli avversari. Al 30' ci prova da fuori Hamidi, centrocampista della Pontelambrese, ma il tiro viene deviato in corner. L'occasione di chiudere la partita è fra i piedi di Dampha, centrocampista della squadra di casa, che viene servito perfettamente nello spazio dal solito Toure, ma davanti al portiere calcia con poca potenza sbagliando una grande occasione. Pochi minuti dopo, il Milano City spreca un'altra occasione, questa volta con Buzzi che si fa anticipare dal portiere sbagliando il tempo per calciare in porta. Tanta stanchezza a causa dell'uomo in meno e poca precisione nei passaggi sono i due fattori che alla fine costringono alla sconfitta la Pontelambrese. Nel recupero, la squadra di casa ha un'altra occasione per segnare, questa volta su corner, con Benvindo che colpisce la palla di testa ma il portiere ospite è attento e blocca il pallone. Un secondo tempo con pochi spunti per gli ospiti che non riescono a ribaltare il match, molto brava la squadra di Aiello che gestisce al meglio la partita, peccato per le occasioni sprecate.

IL TABELLINO

MILANO CITY-PONTELAMBRESE 2-0 RETI: 13' Toure (M), 17' rig. Papa (M). MILANO CITY (4-3-1-2): Rinaldi 6, Petriccione 6.5, Piras 6.5 (46' Fofana 6), Mbengue 6, Benvindo 6, Sakho 6 (30' Imbriola 6), Tine 6 (7' st Rinaldi 6), Dampha 7, Papa 6.5 (7' st Buzzi 6), Faye 6.5, Toure 7. A disp. Selva, Diop, Thiaw, Volta, Fofana , Spano. All. Aiello 7. PONTELAMBRESE(4-1-3-2): Milani 6, Pelucchi 6.5, Calandra 6, Cannataro 5.5, Karamoko 5, Galimberti 6, Compagnone 5.5 (20' Triveri 6), Nava 5.5 (7' st Aldegani 6), Niang 6, Casiroli 5.5 (26' st Ajouli 6 ), Galatà 6 (46' Hamidi 6). A disp. Pirovano, Magno, Brumana, Amraoui, Poggio. All. Rione 5.5. ARBITRO: Tassano di Chiavari 6.5. ASSISTENTI: Pozzi di Varese e Cappelletti di Lodi. AMMONITI: Sakho (M), Nava (P), Piras (M), Niang (P), Aldegani (P). ESPULSO: 17' Karamoko (P).

LE PAGELLE

MILANO CITY Rinaldi 6 Pochi tiri nello specchio, ma si fa trovare sempre pronto in ogni occasione. Petriccione 6.5 Entrambi i terzini hanno fatto una gran partita per aver concesso poco ai propri avversari, annullandoli in quasi tutte le azioni offensive. Piras 6.5 Non concede spazio e occasioni al suo avversario di fascia, cosi come il suo compagno di reparto opposto. (46' Fofana 6). Mbengue 6 Imposta e fa uscire bene la squadra con grande calma agonistica, recuperando anche qualche pallone sulle ripartenze avversarie. Benvindo 6 Prestazione sufficiente per i tempi e gli interventi giusti che non permettono all'attaccante avversario di imporsi. Sakho 6 La sua gara è sufficiente, bravo negli interventi e nelle scelte, ma un contrasto lo costringe a uscire al 30' del primo tempo. (30' Imbriola 6). Imbriola 6 Gestisce bene la situazione, non è facile entrare a gara in corso, ma si inserisce bene nei meccanismi, concedendo poco. Tine 6 Corre molto e salta con facilità l'uomo, costringendo l'avversario a qualche fallo al limite. (7' st Rinaldi 6). Dampha 7 Potenza fisica e tanta corsa, queste sono le due caratteristiche di questo grande centrocampista che oggi ha giocato una bella gara. Papa 6.5 Gioca sempre per i compagni, venendo a prendersi il pallone e prendendo anche molti calci. Freddo dal dischetto che vale il 2-0 per i suoi. (7' st Buzzi 6). Faye 6.5 Gara più che sufficiente, crea occasioni e fa segnare i suoi compagni. Molto bravo anche nel saltare l'uomo e trovare spazi. Toure 7 Migliore in campo della sua squadra, salta l'uomo con facilità creando occasioni pericolose e fornendo assist per la sua squadra. Si procura il rigore per il gol che vale il 2-0. All. Aiello 7 Partita preparata molto bene, andando in vantaggio di due gol dopo venti minuti. La voglia di giocare e la grinta sono visibilmente superiori a quelle dell'avversario, è sicuramente merito suo. PONTELAMBERESE Milani Incolpevole sui gol, la difesa è poco stabile e gli avversari si fanno penetrare con troppa facilità. Pelucchi 6.5 Prestazione più che sufficiente, riesce a tener bene il suo avversario in più occasioni, con i tempi e le scelte giuste. Calandra 6 In difficoltà sul primo gol, con la discesa di Feye che poi fornirà l'assist a Toure. Il resto della gara è stata sufficiente, senza concedere grosse occasioni sulla sua fascia. Cannataro 5.5 Poco preciso in alcune occasioni, sbaglia e perde qualche pallone. Non in giornata. Karamoko  5 Primo tempo sotto tono, sbaglia qualche intervento e i tempi sugli attaccanti che lo saltano facilmente, infatti la sua partita dura venti minuti e condanna la sua squadra a giocare in un uomo in meno. Galimberti 6 Gara sufficiente, non concede grosse occasioni ma gli avversari riescono ad arrivare in area con facilità. Bravo in alcuni interventi. Compagnone 5.5 Il tecnico preferisce toglierlo nel primo tempo dopo l'espulsione, fino a quel momento la sua prestazione era stata insufficiente. 20' Trivieri 6 Entra dopo poco tempo, ma sicuramente fa una prestazione migliore del suo compagno di reparto espulso. Nava 5.5 Nel primo tempo perde un paio di palloni veramente disastrosi per la sua squadra, permettendo la ripartenza in campo aperto da parte degli avversari. Niang 6 Gioca per la squadra ma si impone poco grazie alla grande prestazione dei difensori avversari. Viene a prendersi la palla a centrocampo molte volte, facendo un gran lavoro, permettendo alla squadra di salire. Casiroli 5.5 Poco incisivo, quasi inesistente sulla fascia. Neutralizzato dalla prestazione del suo avversario. (26' st Ajouli 6). Galatà 6 Le azioni offensive partono da lui, gara sufficiente perché ci prova. (46' Hamidi 6). All. Rione 5.5 Non preparata nel migliore dei modi, i suoi non hanno creato occasioni pericolose nel primo tempo, non calciando mai nello specchio. La gara si è messa fin da subito in salita con l'espulsione del difensore e sotto di due reti. ARBITRO: Tassano di Chiavari 6.5 Il rosso a Karamoko è una scelta difficile da prendere dopo appena venti minuti, ma giusta. Dirige bene una gara insidiosa.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400