Cerca

Sancolombano-Città di Sangiuliano Eccellenza: gialloverdi sciuponi, la serie D è utopia

Sancolombano Città di Sangiuliano Eccellenza Matteo Spedini

Sancolombano Città di Sangiuliano Eccellenza Matteo Spedini autore di una grande partita

Il Città di Sangiuliano non va oltre lo zero a zero in trasferta e solo la matematica non lo condanna a dire addio ai sogni di serie D. Infatti i punti che lo separano dal super Varzi di Pagano sono ora sei a tre giornate dalla fine con lo scontro diretto già perso dai ragazzi di Crucitti. I gialloverdi si presentano al “Riccardi” con la stessa formazione che tanto aveva convinto nella vittoria col Pavia di domenica scorsa, con la sola novità del tecnico Crucitti in tribuna per l’espulsione subita nel concitato primo tempo con gli azzurri. Dalla parte opposta Tassi deve fare i conti ancora con gli infortuni, stavolta in tribuna tra gli altri si accomodano i “pezzi da novanta” Ioance e Provasio reduci da una prova positiva nel pareggio di Sant’Alessio. In porta Tassi sceglie Rancati, Di Frisco sempre più convincente va a destra per Ioance, Pignatiello torna nel suo ruolo naturale a fianco del “Principe” Botturi. L’arduo compito di sostituire Provasio va ad Albertini e Pinciroli arretra a centrocampo. Primo tempo. Il Sangiuliano sa che se vuole continuare a crederci deve assolutamente portare a casa i tre punti e prova fin da subito ad accelerare soprattutto con Zingari sulla destra e Cossetti abile più volte nella prima frazione ad accentrarsi per configurare il destro. È proprio del numero 8 la prima iniziativa. Palla al piede galoppa verso il centro sulla trequarti evita le entrate in scivolata di Orlandini e Botturi e lucidamente appoggia per l’accorrente Zingari che calcia in porta ma la sfera finisce tra le braccia di Rancati. La partita è molto bloccata tatticamente, i gialloverdi sanno che non possono permettersi errori. La seconda occasione capita ancora a Zingari che con una girata di sinistro non dà particolari fastidi al numero uno banino. Provano ad accelerare al minuto 30 gli ospiti con la coppia Grasso-Zingari ma la conclusione è deviata in corner dalla difesa; sui suoi sviluppi sul secondo palo ci arriva a malapena Ababio ma può solo alzarla di testa sopra la traversa. A cinque minuti dall’intervallo Farina deve arrendersi ad un infortunio alla mano al suo posto dentro Negri. Tassi perde in profondità e imprevedibilità ma guadagna in fisicità. Un minuto più tardi, palla persa in uscita di capitan Orlandini, Grasso non si fa pregare, entra in area ed esplode il tiro che viene ribattuto da un super intervento in scivolata di Pignatiello che toglie agli ospiti la gioia del probabile vantaggio. Prima dei due fischi del direttore di gara c’è tempo per osservare un reattivo Rancati abile a bloccare l’ennesima conclusione di Zingari. Polveri bagnate. Ci si aspetta un secondo tempo ancor di più di marca gialloverde ma la prima occasione capita al Sancolombano. Pernice, molto vivace oggi, si sgancia e serve col piattone una bella palla in profondità che Pinciroli purtroppo spreca calciando malamente. Robbiati, entrato da una manciata di minuti, sull’out destro sbaglia la mira sul cross ma la palla sorvola Rancati andando vicino a spegnersi sotto l’incrocio opposto, per quello che sarebbe stato un gol da “mai dire gol” degli anni novanta. Il Sangiuliano guadagna campo ma non riesce clamorosamente a finalizzare nonostante le tante soluzioni offensive a disposizione. Ababio da trenta metri sgancia un missile che si stampa sulla traversa. Subito dopo è Grasso ad impegnare il portiere in tuffo. Domenico prova a prendersi le sue responsabilità, aggancia una super palla in area di rigore ma calcia clamorosamente alto da ottima posizione. Siamo al novantesimo, Grasso si sposta sulla destra, è libero e disegna un cross tagliato molto invitante; nessuno dei suoi compagni arriva puntuale con l’impatto che poteva significare la posta in palio di giornata. Il forcing ospite si fa pesante nel recupero, Colonna velocissimo è protagonista di un interessante inserimento in area ma non riesce a coordinarsi e termina la sua corsa sul fondo, perdendo il tempo della giocata. Ultima chance per Grasso che si gira bene e calcia centralmente; vola Rancati a deviare in angolo. Nasali e Piagni, generosi; ci provano in spaccata nei calci da fermo successivi ma anticipano solo il triplice fischio dell’arbitro che sancisce una giornata da dimenticare per i propri colori.

IL TABELLINO

Sancolombano-Città di Sangiuliano 0-0 SANCOLOMBANO (4-3-3): Rancati 6.5, Pernice 6.5, Di Frisco 7 (34’ st Cascone sv), Pinciroli 6.5 (26’ st Spera sv), Pignatiello 7, Botturi 7, Spedini 7.5 (43’ st Ferrari sv), Orlandini 6.5, Di Toma 6 (41’ st Fasan sv), Farina 6 (39’ Negri 5.5), Albertini 6. A disp. Ramella, Hatia, Stroppa, Cavenaghi. All. Tassi 7. CITTA’ DI SANGIULIANO (4-4-2): Boari 6, Mazzei 6 (30’ st Parissenti sv), Zicari 6 (12’ st Robbiati sv), Ababio 6.5, Nasali 6.5, Piagni 6, Colonna 6.5, Cossetti 6.5, Grasso 5.5, Zingari 6.5, Parodi 5.5 (21’ st Licciardello sv). A disp. Regina, Colombi, Sabatucci, Pedrazzini, Trovato, Orrico. All. Martegani 5.5. ARBITRO: Dell’ Oro di Sondrio 6.5. ASSISTENTI: Maraboli di Monza e Facchinetti di Lovere. AMMONITI: Pernice (S), Di Frisco (S), Ababio (CS), Piagni (CS), Grasso (CS).

LE PAGELLE

SANCOLOMBANO Rancati 6.5 Deve elevare la sua sicurezza in generale; bravo su Grasso nel recupero. Pernice 6.5 Molto bene rispetto alla scorsa, regala una palla d’oro a Pinciroli che poteva portare al vantaggio. Di Frisco 7 Cresce ogni partita questo ragazzo e Tassi non può fare altro che concedergli il giusto spazio. (34’ st Cascone sv). Pinciroli 6.5 Oggi più arretrato, molto generoso; copre più sezioni del campo. (26’ st Spera sv). Pignatiello 7 “Thiago” torna nel suo ruolo naturale, chiusure da applausi; concentrato. Botturi 7 Il “Principe” non guarda in faccia agli avversari, mette il guinzaglio a tutti dal più esperto al più promettente. Spedini 7.5 Tenta sempre la giocata, corre allo sfinimento; MVP! (43’ st Ferrari sv). Orlandini 6.5 Orfano di Provasio al suo fianco, oggi ha più responsabilità, nel finale sembra trascinarsi in campo ma solo perché butta il cuore in ogni contrasto; o capitano mio capitano! Di Toma 6 Non è ancora decisivo ma cresce; piccolo leone azulgrana. (41’ st Fasan sv). Farina 6 Sfortunato, si era appena sbloccato; un infortunio lo toglie dalla contesa troppo presto. 39’ Negri 5.5 Litiga spesso e volentieri con il fuorigioco, col fisico prova a mettere giù qualche pallone tra le maglie gialloverdi; troppo solo. Albertini 6 Commette qualche errore ma non demerita; non ha la qualità di Provasio ci mette quantità. All. Tassi 7 Non è facile ogni volta stravolgere la formazione per i continui infortuni, non è ancora arrivata la vittoria ma sarà avversario tosto per tutti da qui alla fine. CITTÀ DI SANGIULIANOù Boari 6 Non si ricordano parate, solo disimpegni in tranquillità. Mazzei 6 Fa il suo compito, con l’uscita di Farina non ha particolari difficoltà. (30’ st Parissenti sv). Zicari 6 Spedini dalla sua parte lo fa dannare ma riesce a limitare i danni, salvandosi più volte. (12’ st Robbiati sv). Ababio 6.5 Fisicità assoluta, compensa la poca velocità con un ottimo senso della posizione e ha piede educato come dimostra la traversa centrata nel secondo tempo. Nasali 6.5 Fa valere l’esperienza, ha poco da fare dietro; si propone anche in avanti appena ne ha occasione. Piagni 6 Usa il fallo nelle poche volte in cui va in difficoltà, prova discreta. Colonna 6.5 Giovane interessante come alcuni slalom che ha fatto vedere oggi pomeriggio. Cossetti 6.5 Nel primo tempo è quello che prova a dare lo strappo decisivo alla sfida; nella seconda parte scende di livello. Grasso 5.5 Ha movenze da categoria superiore ma non trasforma in rete le due, tre occasioni che gli capitano. Zingari 6.5 Nella prima parte uno dei migliori poi sparisce nella confusione generale. Parodi 5.5 Ha tecnica sopraffina che fa vedere a sprazzi; sostituito. (21’ st Licciardello sv). All. Martegani 5.5 Partita da vincere assolutamente; qualsiasi altro esito significava fallimento dell’obiettivo stagionale. ARBITRO Dell' Oro di Sondrio 6.5 Ha personalità nonostante la giovane età, potrebbe usare qualche cartellino in più.

LE INTERVISTE

Maurizio Tassi, tecnico del Sancolombano, nel dopo gara racconta: «Abbiamo perso in mattinata Provasio e ho inserito Albertini che ha caratteristiche completamente diverse. Dopo quaranta minuti esce Farina per l’infortunio alla mano. Sono soddisfatto della gara, per 75 minuti abbiamo giocato alla pari poi ho inserito 2004 e 2003; era logico soffrire un po’ nel finale quando Orlandini e Spedini hanno finito la benzina. Avevamo davanti una signora squadra con quattro uomini offensivi di assoluto livello e siamo riusciti a non subire gol». Vito Di Frisco, stella nascente degli azulgrana, dà un giudizio sulla gara: «Sono molto contento, abbiamo fatto una gara intensa con la cattiveria sportiva che ci chiede il tecnico contro una squadra che è stata costruita per vincere il campionato; pareggio per me giusto vince chi segna». Marco Negri, entrato per Farina: «Ero pronto, mi sono scaldato bene fin dall’ inizio, spero di aver fatto una buona gara; ci sono molte differenze con le categorie con cui ero abituato a confrontarmi in passato». Andrea Botturi leader della difesa: «Abbiamo fatto un ottima partita, ci sono stati troppi infortuni compreso il mio, ci stiamo adattando; nel finale siamo calati anche per l’inesperienza dei molti giovani in campo ma è comunque un passo avanti in questo campionato». Dall’altra parte si presenta un deluso Alessio Battaglino DS del Città di Sangiuliano: «La squadra aveva l’obiettivo della promozione in D ed è quasi svanito, non siamo stati incisivi e precisi. Ci è mancato l’ultimo passaggio, abbiamo tutte le carte in regola per segnare ma oggi non ci siamo riusciti; ci prendiamo come società le nostre responsabilità».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400