Cerca

Club Milano-Varzi Eccellenza: Rankovic all'ultimo respiro lancia Scalise, primo ko per Pagano

Petar Rankovic Club Milano
Si decide all'ultimo secondo dei sei minuti di recupero il big-match del girone B di Eccellenza tra l'inseguitrice Club Milano e la capolista Varzi, Rankovic di testa regala ai padroni di casa i tre punti, al termine di una partita piuttosto equilibrata. Si fa preferire il Club Milano nel primo tempo mentre gioca meglio il Varzi nella ripresa e le migliori occasioni da rete sono le sue. Quando tutto sembra deciso per un pareggio Turano pesca libero Rankovic con un perfetto cross e la vittoria sorride al Club Milano ben allenato da Scalise. Molto malumore nella dirigenza del Varzi a fine partita per le occasioni da rete non sfruttate soprattutto nei secondi 45 minuti e immediato briefing con il tecnico Pagano per analizzare la situazione. Equilibrio. A mille all'ora parte il Club Milano che prova a sorprendere la capolista Varzi, in special modo, sul settore sinistro: al 3' con Vitali e al 4' con Pagliaro, entrambi i diagonali di sinistro finiscono larghi, con Murriero che li controlla perdersi a fondo campo. Atteggiamento sornione, invece, del Varzi con il suo schema molto variabile, si passa in un baleno dal 4-3-3 al 4-3-2-1 con Romano unica punta centrale; dei cambi repentini che non danno punti di riferimento agli avversari. Partita e pallino del gioco sono in mano al Club Milano, che però non riesce a stanare il Varzi, abile nel difendersi e ripartite con la sapiente regia di Rebuscini. Non ci sono per i milanesi dei pertugi verso la porta difesa dall'ottimo Murriero. Nessuna emozione particolare nella parte centrale del primo tempo, lo schema è sempre il Club Milano che cerca spazi e il Varzi che non glieli concede; ci prova Rebuscini, così, a ravvivare la sfida al 41', il destro dal limite del n. 12 del Varzi si perde sul fondo, non molto lontano dalla porta di Monzani. Al 45' si registra l'opportunità migliore per segnare per il Varzi; a pochi secondi dal doppio fischio del signor Petraglione di Termoli, Romano salta Monzani in uscita, però finisce a terra senza poter raggiungere il pallone e il direttore di gara non interviene mandando le formazioni negli spogliatoi per l'intervallo. Risultato di parità a reti inviolate che non fa una piega, con un Club Milano frizzante e un Varzi che lo attende coperto senza far correre rischi eccessivi a Murriero. Rankovic all'ultimo respiro. Alla ripresa della contesa c'è un Varzi più deciso e con il baricentro più alto così da poter rendersi più pericoloso sul fronte offensivo, così al 5' Serralunga serve in profondità Romano che appena dentro l'area calcia a colpo sicuro e Monzani cala il miracolo. 21'. accelerazione del Club Milano, Doria incrocia da sinistra e Murriero respinge con il piedone. Risponde al 22' il Varzi con il nuovo entrato Zanellati che combina con Romano e scarica un destro, però troppo centrale, respinto a mani aperte da Monzani. Incredibile salvataggio di Costa al 25' su un contropiede condotto da Rebecchi per Romano, piattone a colpo sicuro e il n. 4 di casa salva Monzani che questa volta sembrava battuto. La capolista sale di giri e al 38' ha un'altra buona opportunità per sbloccare il risultato con il nuovo entrato Bilardo, a Monzani si supera di nuovo. La cosa più importante della giornata di Vimodrone, però, deve ancora succedere; al 6' minuto di recupero, percussione di Fronda per il Club Milano, pallone allargato sulla destra per Turano, cross perfetto, Murriero non ci arriva e Rankovic di testa la mette in rete da pochi centimetri. Gol pesantissimo da tre punti, capolista Varzi sconfitta per la prima volta e discorso promozione riaperto nel girone B di Eccellenza.

IL TABELLINO

Club Milano-Varzi 1-0 RETE: 51' Rankovic (CM). CLUB MILANO (4-3-3): Monzani 7, Tondini 6.5 (45' st Turano sv), Caputo 6, Costa 6, Fronda 7, Diouck 6.5, Vitali 6 (43' st Diaferio sv), Cuoco 6.5 (29 st Mahimer 6), Doria 6.5, Pagliaro 5.5 (13' st Antonucci 6), Rankovic 7.5. A disp.: Bonicelli, Schieppati, Russo, Campanati, Locati. All. Scalise 6.5. VARZI (4-3-3): Murriero 7, Domenichetti 5.5, Di Placido 6.5, Cicagna 6.5, Lopane 6, Rebuscini 7.5, Monopoli 6, Rebecchi 7 (43' st Moltini sv), Serralunga 6 (19' st Zanellati 5.5), Iervolino 6.5 (45' st Grippo sv), Romano 6 (33' st Bilardo 6.5). A disp.: Barbieri, Bernareggi, Marcinno, Salvioni, Pellegrini. All Pagano 6.5. ARBITRO: Petraglione di Termoli 6. ASSISTENTI: Pozzi di Varese e Cicognani di Busto Arsizio. AMMONITI: Costa (CM), Rebecchi, Serralunga, Dominichetti (V).

LE PAGELLE

CLUB MILANO Monzani 7 È decisivo in un paio di occasioni, in cui dimostra di avere riflessi felini e di meritare platee più prestigiose. È uno dei protagonisti di giornata. Tondini 6.5 Autorevole sia in fase difensiva sia quando scende sulla fascia destra e partecipa alla costruzione del gioco. (45' st Turano sv). Caputo 6 Prestazione senza particolari acuti, però non commette errori e difende discretamente la propria zona. Costa 6 Non si nota tanto, la sua partita è impreziosita da un recupero in extremis su Romano. Fronda 7 Guida la difesa con grande maestria e ha il pregio di far partire l'azione del gol. Diouck 6.5 Con Fronda compone una coppia di centrali dal luminoso e lungo. Vitali 6 Il capitano parte a spron battuto e disputa un buon primo tempo; poco presente nella ripresa. (43' st Diaferio sv). Cuoco 6.5 Corre e allo stesso tempo imposta il gioco per la formazione di Scalise. 29' st Mahimer 6 Subentra a Cuoco e dà un discreto apporto di corsa e presenza nella zona mediana del terreno di gioco. Doria 6.5 Come un diesel parte lentamente e cresce mano a mano con il passare dei minuti; corre fino all'ultimo secondo. Pagliaro 5.5 Si muove molto sul fronte sinistro dell'attacco, poco incisivo alla conclusione 13' st Antonucci 6 Si spende per la causa tendendo impegnata l'arcigna difesa ospite. Rankovic 7.5 il suo voto era 6 e mezzo fino al 95' minuto e 59'' secondi; gol all'ultimo sospiro e un punto in più, meritato, in pagella. All. Scalise 6.5 Squadra pimpante che ci crede sino alla fine ed è premiata.

VARZI Murriero 7 Portiere da altre categorie, non ci arriva, per poco, soltanto sul cross di Turano per Rankovic. Domenichetti 5.5 È l'anello debole dell'arcigna difesa di Pagana, si fa sorprendere spesso alle spalle. Di Placido 6.5 Centrale difensivo rocciosissimo, difficile da superare specialmente se si insiste con palloni centrali e alti. Cicagna 6.5 Anche lui come Di Placido usa bene il fisico ma non disdegna anche qualche sortita difensiva. Lopane 6 Dalla sua parte c'è meno spazio per gli attaccanti del Club Milano. Rebuscini 7.5 Regista sontuoso, dove si mette lui passa sempre il pallone; non sbaglia un passaggio o un assist. Monopoli 6 Guarda le spalle a Rebuscini, fa da frangiflutti davanti alla difesa. Rebecchi 7 Sapienza calcistica e alcuni numeri con il pallone da applausi; quasi 38 anni e non sentirli. (43' st Moltini sv). Serralunga 6 Si sposta a seconda delle esigenze tra attacco e centrocampo, entra in un paio di occasioni importanti. 19' st Zanellati 5.5 Piuttosto fumoso, non conduce al meglio alcuni contropiede che potrebbero essere decisivi. Iervolino 6.5 Ha la dote migliore negli inserimenti in attacco, meriterebbe una miglior fortuna. (45' st Grippo sv). Romano 6 Da punta centrale e sia riferimento per i compagni che ultimo terminale; Monzani è più bravo di lui in un paio di occasioni ma anche lui dovrebbe essere più preciso. 33' st Bilardo 6.5 Va vicinissimo a essere decisivo come sette giorni fa. All. Pagano 6.5 Formazione duttile e attenta, manca solo il gol e non è poco.

ARBITRO Petraglione di Termoli 6 Direzione lineare, partita corretta e sempre sotto controllo.

LE INTERVISTE

Si toglie qualche sassolino nelle scarpe l'allenatore del Club Milano, Manuel Scalise, al termine della preziosa e prestigiosa vittoria al fotofinish contro la capolista Varzi: «Siamo stati finora considerati pochissimo dalla stampa e e dagli addetti ai lavori – ha dichiarato -, siamo secondi in classifica, abbiamo appena battuto la capolista, e lo stiamo facendo avendo speso infinitamente meno di quasi tutte le altre squadre del girone, che sono andate in giro per l'Italia per rinforzarsi. Stiamo, inoltre, facendo giocare i giovani in ruoli chiave come difensore centrale, regista o attaccante, non li releghiamo sulle fasce come gli altri». Tre punti arrivati all'ultimo secondo con Rankovic, sono meritati? «Penso proprio di sì - ha risposto Scalise -, soprattutto per l'ottimo primo tempo in cui non abbiamo raccolto per ciò che avevamo costruito in attacco. Nella ripresa, invece, ci siamo intestarditi a voler sfondare centralmente contro una formazione che sa difendersi benissimo e che ha delle individualità eccellenti per la categoria. L'azione del gol è la dimostrazione che dovevamo manovrare diversamente, il pallone è passato velocemente da un versante all'altro del campo, cross in mezzo e gol». C'è ancora speranza per la promozione dopo questa vittoria? «Abbiamo un ruolino di marcia di cinque vittorie e due sconfitte - ha concluso il tecnico del Club Milano -, abbiamo lavorato benissimo fino a ora e dobbiamo continuare così. Siamo in alto in classifica e vedremo cosa ci riserverà il futuro». Una sconfitta inattesa per il Varzi per come è arrivata e con più di un rammarico per l'allenatore dei pavesi Alessandro Pagano. «Abbiamo sofferto soltanto nei primi venti minuti di partita l'intensità messa sul campo dal Club Milano – ha spiegato -, poi per i restanti 70 minuti di gara più recupero l'abbiamo avuto noi in mano. Sono state, però, troppe le occasioni da gol sprecate, soprattutto nel secondo tempo, e all'ultimo secondo del match abbiamo subito la beffa con la rete di Rankovic. Quando ne abbiamo l'occasione dobbiamo chiudere le partite, le sorprese in questa categoria sono sempre dietro l'angolo e a Vimodrone ne abbiamo avuto la prova»
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400