Cerca

Acc.Pavese-Alcione Eccellenza: magia Salzano, milanesi padroni del proprio destino

Acc.Pavese Alcione Eccellenza Roberto Salzano match winner!

Acc.Pavese Alcione Salzano match winner!

L’Alcione conquista un'altra vittoria per uno a zero come tre giorni fa e, grazie ai risultati degli altri campi, potrà decidere il proprio destino nelle ultime tre partite della stagione. La firma sui tre punti è sempre la solita della gara con il Sancolombano; RS7, Roberto Salzano con una magia di sinistro indirizza il match dopo quattro minuti. Volenterosa dalla parte opposta la squadra di Balestra che nonostante le diverse assenze ha provato a mettere insidie sul percorso Orange ma oggi i biancorossi sono mancati in fase conclusiva. Albertini rispetto a 72 ore fa cambia solo due pedine in difesa: dentro Giugno e Della Volpe, fuori Marinoni e Volpini. Balestra aggiorna la lista degli indisponibili con Balesini e Di Gennaro, recupera Cobucci in attacco; scegliendo i giovani Ragucci e Poliani dal primo minuto per Brugni e Petrillo. Mago Salzano. Non passa neanche un minuto e primo brivido per il pubblico che torna oggi sugli spalti dalla ripresa della stagione con il nuovo format. Riceve palla Salcone avanza e libera un destro potentissimo. Ruzzoni si salva con l’aiuto del palo alla sua sinistra; la sfera finisce tra i piedi di Maione che conclude trovando la risposta del portiere. Dalla parte opposta Salzano comincia a prendere le misure della porta di Migliari calciando indisturbato da fuori area. Nell’azione seguente vantaggio orange, oggi in divisa biancoblù. Cornaggia perfeziona un ottimo anticipo a metà campo la sfera prima arriva a Scaramuzza e poi sul divino sinistro di Salzano prima di andare a morire sotto l’incrocio dei pali. Reagisce Catania sulla sinistra, semina il panico ma il suo assist al centro non trova l’appuntamento con nessun compagno di squadra. Maione al 16' dribbling e tiro parata bassa di Ruzzoni. Salcone ci riprova a metà tempo ma il suo diagonale finisce a lato. Mazzocca prova con “la specialità della casa”, il tiro da lontano a sorprendere il portiere come avvenuto a S.Giuliano. Stavolta la sfera finisce si in rete ma quella dietro la traversa. Bonelli di testa riesce a girare il cross di Salcone ma per Ruzzoni è troppo semplice. Si rivedono i milanesi, bella combinazione Salzano-Lacchini al limite dell'area; il numero undici viene atterrato fallosamente ma Salzano calcia alle stelle col destro. Obiettivo D. La seconda frazione vede l’Accademia calare un po’ d’intensità e l’Alcione abile a ripartire con un Scaramuzza trasformato rispetto ai primi quarantacinque minuti. Infatti dopo due minuti gli ospiti raddoppiano con il dieci su assist perfetto di Lacchini ma il guardalinee annulla per fuorigioco di Scaramuzza apparso a molti inesistente. Risponde Maione col destro che viene deviato in corner e Mazzucca che riesce a sfondare sulla sinistra ma conclude su Ruzzoni in parata bassa. Scaramuzza sulla sinistra sale di livello e serve una palla al centro fantastica ma Selpa sbaglia clamorosamente calciando a lato. L’argentino potrebbe rifarsi a cinque minuti dal termine ma di testa schiaccia troppo la sfera che termina sul fondo. L’ultimo tentativo biancorosso è del solito Maione che si gira bene ma trova un attento Ruzzoni sulla strada del pareggio. L’arbitro fischia la fine e gli ospiti festeggiano in mezzo al campo. La sconfitta del Varzi in casa con il Codogno e il pareggio tra Sant’Angelo e Club Milano portano virtualmente in testa i ragazzi di Albertini. Ora gli Orange avranno domenica la gara interna con il San Giuliano e poi recupereranno il 9 lo scontro diretto con il Sant’Angelo e in data ancora da ufficializzare la trasferta di Pavia; tre sfide toste che separano i milanesi dal sogno chiamato serie D.

IL TABELLINO

Acc.Pavese-Alcione 0-1 RETE: 4’ Salzano (AL). ACC.PAVESE (4-3-3): Migliari 6, Salcone 6.5, Mazzocca 7, Ragucci 6 (7’ st Petrillo sv), Tambussi 6, Poliani 6 (34’ st Gaudio sv), Maione 6.5, Maggi 6.5, Cobucci 5.5 (7’ st Oviahon sv), Catania 5.5. Bonelli 6 (23’ st Brugni sv). A disp. Picone, Airoldi, Cavallini, Pasi, Cornaghi. All. Balestra 6.5. ALCIONE (4-3-3): Ruzzoni 6.5, Giugno 6 (10’ st Marinoni sv), Negri 6, Della Volpe 6.5, Filadelfia 7, Cornaggia 7, Salzano 7 (14’ st Grossi sv), Moratti 6, Valenti 5 (10’ st Selpa 5.5), Scaramuzza 6.5 (41’ st Carlini sv), Lacchini 6.5. A disp. Festinese, Volpini, Diabate, Hapau, Guedegbe. All. Albertini 7. ARBITRO: Scarano di Seregno 6. ASSISTENTI: Lanzetta di Lodi e Madaschi di Bergamo. AMMONITI: Maione (AC), Ragucci (AC), Lacchini (AL), Poliani (AC), Albertini (AL), Negri (AL), Salcone (AC).

LE PAGELLE

ACC.PAVESE Migliari 6 Sul gol non può nulla poi interventi facili. Salcone 6.5 Parte fortissimo sfiorando il vantaggio dopo pochi secondi, prestazione convincente a destra. Mazzocca 7 Gioca con una sicurezza rara; è il migliore dei biancorossi. Ragucci 6 Il giovane ha grande dinamismo, generoso in pressing sugli avversari. (7’ st Petrillo sv). Tambussi 6 Non si nota particolarmente come altre volte ma guida il reparto senza difficoltà evidenti. Poliani 6 Con l’aiuto di Tambussi disputa una discreta partita, senza paura. (34’ st Gaudio sv). Maione 6.5 Nello stretto si trova sempre a suo agio, pericoloso diverse volte senza però trovare la rete. Maggi 6.5 Il capitano organizza la manovra e corre tanto forse troppo. Cobucci 5.5 Difende qualche pallone ma non ha occasioni. (7’ st Oviahon sv). Catania 5.5 Prova sulla sinistra le sue proverbiali accelerazioni ma da lui ormai ci si aspetta sempre che decida le partite. Bonelli 6 Interessante primo tempo dove lotta ed è tra i migliori poi cala d' intensità fino al cambio. (23’ st Brugni sv). All. Balestra 6.5 La squadra è ai minimi termini e ha poche scelte ma onora il campionato con un discreto primo tempo.

Acc.Pavese Alcione
Acc.Pavese Alcione Manuele Maione con il dirigente Repetti prima della partita.

ALCIONE Ruzzoni 6.5 Reattivo fin dall’inizio su Salcone poi dà sicurezza alla difesa nonostante la sua giovane età. Giugno 6 L’avversario è tra i più forti della categoria, riesce a limitarlo. (10’ st Marinoni sv). Negri 6 Bella la sua sfida nel primo tempo con Salcone, terzino di temperamento; garanzia. Della Volpe 6.5 Ha una buona velocità e la usa per anticipare le punte biancorosse. Filadelfia 7 L’ex di turno è principe nelle letture, davanti alla difesa si posiziona sempre nella zona giusta per subire fallo o chiudere su Maione. Cornaggia 7 Il suo anticipo fa partire l’azione della vittoria poi guida il reparto come se fosse un veterano. Salzano 7 Il suo sinistro infiamma S. Alessio e apre una gara non semplice, non perfetto sui piazzati ma è abile nei fraseggi con i compagni. (14’ st Grossi sv). Moratti 6 Molto agile in mezzo al campo, si propone più volte. Valenti 5 Si mette al centro dell’attacco ma di palloni ne vede pochi con Tambussi. 10’ st Selpa 5.5 Ha due occasioni per chiudere la gara ma spreca malamente a lato. Scaramuzza 6.5 Nel primo tempo è il destinatario degli imprechi di Albertini, nel secondo segna una rete forse valida e distribuisce “cioccolatini” ai compagni. (41’ st Carlini sv). Lacchini 6.5 Combina bene con Salzano creando problemi alla difesa di casa, ottima tecnica. All. Albertini 7 Conosce perfettamente i punti di forza dei biancorossi, imbavaglia Catania e le fonti di gioco; la vittoria e gli altri risultati lo lanciano verso un finale di stagione da protagonista.

Acc.Pavese Alcione
Acc.Pavese Alcione Fabio Filadelfia e Mattia Cornaggia, certezze Orange.

ARBITRO Scarano di Seregno 6 Partita corretta, distribuisce cartellini da ambedue le parti e lascia giocare abbastanza. Dubbi sul gol di Scaramuzza, ma li è compito del guardalinee.

LE INTERVISTE

Al termine della gara Omar Albertini, tecnico dell’ Alcione analizza la vittoria: «Nessuno ti regala niente, l’Accademia ha fatto salire Migliari per ben due volte nel finale per cercare il pareggio. Sapevamo che c’era lo scontro diretto tra Sant’Angelo e Club Milano, ora con la vittoria esterna del Codogno siamo padroni del nostro destino. Siamo corti, diversi indisponibili e giochiamo ogni tre giorni. Oggi riposiamo e domani torneremo a lavorare per preparare la partita di domenica con il Città di Sangiuliano. Loro vengono dal riposo e saranno freschi, io spero di non perdere altri giocatori».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400