Cerca

Ciliverghe-Lemine Almenno Eccellenza: nel segno di Mair Cogliandro fa la manita a Zambelli

mair_ciliverghe
A Mazzano va in scena un roboante 5-0 tra Ciliverghe e Lemine Almenno. Al debutto tra le fila gialloblù Kullaj in porta e Rigamonti terzino destro, Ait Bakrim sostituisce Ricupati come terzo membro del tridente offensivo. Dopo soli nove minuti di gara passano in vantaggio i padroni di casa grazie alla rete siglata da Valotti. Azione nata da una rimessa laterale sulla sinistra battuta da Broli per Quaggiotto, che mette in mezzo per Mair il quale appoggia per Fonjock che prova la botta da fuori, deviata da un difensore che però innesca Valotti, bravo a controllare e calciare di interno destro all'angolino lasciando senza speranza di intervenire Tavola. Manovra insistita del Cili, palla in mezzo per Mair su cui si avventa Tavola, la respinta va però sui piedi di Bakrim che viene ingenuamente steso da Pellegrinelli. Rigore concesso giustamente dal direttore di gara Tagliaferri e trasformato dal numero nove giallblù Denis Mair che spiazza il portiere piazzando il pallone alla propria destra. Al 21' dunque è 2-0 Cili. Le condizioni meteo però non sono affatto agevoli per il gioco del calcio, su Mazzano si abbatte infatti un violentissimo acquazzone con forti raffiche di vento che costringono il direttore di gara a sospendere la partita per più di mezz'ora. Rientrati in campo al minuto 25 Mair trova subito il 3-0 con una grande girata da fuori area che va ad infilarsi sotto l'incrocio dei pali lasciando Tavola di sasso. Poco prima del 40' è ancora il numero nove e capitano gialloblù ad andare in gol realizzando così la sua prima tripletta in questo campionato. In questo caso il gol è arrivato sugli sviluppi di un calcio piazzato e Mair è stato il più lesto di tutti ad avventarsi sulla ribattuta segnando un classico gol di rapina. La gara viene gestita con tranquillità dagli uomini di Cogliandro anche nella ripresa, con il subentrato Pasotti che segna il gol della manita sempre sugli sviluppi di un calcio piazzato, sempre di rapina.   Questo il commento della gara del tecnico gialloblù Vincenzo Cogliandro:«Buona partita, il merito è dei ragazzi perché non era facile rialzarsi dopo le partite di Castegnato e Leon in cui in sei minuti abbiamo perso punti importantissimi per la lotta promozione. Ci siamo rialzati anche grazie alla società che ci ha permesso di lavorare con tranquillità; forse abbiamo accusato il peso di partire da favoriti, perché ora  stiamo lavorando con molta più tranquillità e umiltà. L'atteggiamento di questo ultimo mese è stato totalmente diverso rispetto agli inizi di campionato e questo è un aspetto che sicuramente dovremo analizzare.  L' unico rammarico è che domenica saranno 950 minuti di campionato e ne abbiamo sbagliati sei; il minuto di Castegnato e i 5 contro la Leon dove avevamo dominato. Io voglio comunque arrivare più in alto possibile ora anche per la questione dei possibili ripescaggi, anche se c'è 1% di possibilità vogliamo provarci, contro il Mapello giocheremo al massimo con la miglior squadra possibile».      

 
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400