Cerca

RC Codogno-Sant'Angelo Eccellenza: i ragazzi di Domenicali vincono il derby lodigiano e raggiungono il Varzi in vetta

Codogno Sant'Angelo Eccellenza
Vince e convince il Sant’Angelo di Domenicali. I barasini nel derby lodigiano sfoderano l’ennesima gran prestazione per qualità e compattezza del gruppo. La gara si complica subito per gli ospiti, che vanno sotto dopo soli quattro minuti. Bertani e Lazzaro si trascinano la squadra sulle spalle e si rendono protagonisti di un forcing offensivo che porta in mezz’ora i suoi frutti. Panigada e Bertani dal dischetto firmano il meritato sorpasso, e Cristofoli neoentrato nella ripresa cala il tris. La squadra di Domenicali ha nella forza del gruppo (Silla e Cristofoli neoentrati giocano una gran gara) e nella capacità immediata di reagire alle reti subite, le proprie armi migliori. A centottanta minuti dal termine del campionato, Bertani e compagni raggiungono il Varzi capolista a quota 17 punti. I pavesi, tuttavia hanno una gara in più, mentre i barasini affronteranno mercoledì l’Alcione (16 punti) fermato oggi dal Sangiuliano. Il Sant’Angelo vince una gara che proietta i ragazzi di Domenicali ad essere padroni del proprio destino nelle prossime due gare. Subito Bernazzani. Il derby lodigiano mette di fronte due squadre con ambizioni opposte. I ragazzi di Domenicali inseguono l’obiettivo promozione, essendo protagonisti di una lotta al vertice con Varzi, Alcione e Club Milano. I locali, nonostante una campagna acquisti che ha portato a Codogno giocatori del calibro di Rantier, Mastrototaro e D’Aniello non sono riusciti ad inserirsi nella lotta promozione. Lerza ha come obiettivo mostrare alla società il maggior numero di componenti della rosa, per consentire ai dirigenti ed al nuovo tecnico, Curti, una valutazione complessiva sull’intero gruppo, per selezionare i giocatori su cui poter far affidamento il prossimo anno. I locali reduci dalla vittoria esterna sul Varzi capolista non vogliono far sconti al Sant’Angelo. Lerza sceglie un 4-3-3 con la confermata coppia di centrali difensivi composta da Giavardi e Dragoni supportati ai lati da Bernazzani e Bernardini. In mezzo al campo Mavrov in cabina di regia supportato da Pezzi e Guerini ai suoi lati. Rantier e D’ Aniello sugli esterni a supportare Zamble. Domenicali, privo di capitan Scietti e Cicciu assenti per squalifica, si affida ad un 4-3-1-2 con gli under Marchese ed Alpoli a presidiare le corsie esterne di una difesa completata da De Angeli e Ortolan. Lazzaro funge da play davanti alla difesa supportato da Vaglio e Gomez ai suoi lati. Galli funge da collante fra centrocampo ed attacco, reparto nel cui torna a ricomporsi la coppia titolare Bertani-Panigada. Il Codogno passa al primo affondo della gara. Rantier cambia gioco verso Bernazzani che è abile ad accentrarsi e a lasciar partire un gran tiro dai venticinque metri, che si insacca alle spalle di Alborghetti. Gli ospiti colpiti a freddo, come già capitato contro il Sangiuliano reagiscono subito, mostrando di essere una squadra solida, soprattutto dal punto di vista mentale. Lazzaro in mezzo al campo sale in cattedra e Bertani al rientro dalla squalifica, rappresenta un vero spauracchio per la difesa locale. All’11’ il colpo di testa del numero nove barasino, termina di poco a lato. Al 13’ Cioffi respinge il tiro angolato di Alpoli, sulla respinta Bertani calcia debolmente e Giavardi salva a pochi centimetri dalla linea di porta. Si ripete il duello tra Cioffi e Bertani, con il portiere locale abile a deviare la punizione dell’attaccante ospite. Al 20’ la sponda aerea di Bertani favorisce l’inserimento di Panigada che da pochi passi insacca in rete. Gli ospiti cercano il raddoppio con la punizione di Lazzaro ma il gran tiro all’incrocio dei pali del centrocampista ospite viene deviato in corner da Cioffi. Il Codogno fatica a trovare spunti degni di nota, ma un’avventata uscita di Alborghetti, che di testa dal limite anticipa Zamble, favorisce il gran tiro di Pezzi che dai quaranta metri indirizza la sfera verso la porta. È provvidenziale l’intervento di Lazzaro volto ad evitare la rete al giovane centrocampista. Passato lo spavento gli ospiti si rituffano in avanti. Sul tiro di Panigada il direttore di gara rileva un tocco di mano in area di Dragoni ed assegna il penalty. Dal dischetto Bertani spiazza Cioffi e firma il sorpasso ospite. La meritata rete del Sant’Angelo scuote il Codogno che al 45’ va vicinissimo al pari, con la punizione dal limite di Rantier, respinta dal grande intervento di Alborghetti. Cristofoli chiude i conti. Nella ripresa il copione tattico della gara non cambia. Il Sant’Angelo continua ad attaccare alla ricerca del terzo gol, ed il Codogno fatica a creare occasioni degne di nota. Dopo soli due minuti, Panigada entra in area e prova il pallonetto a Cioffi, col pallone che termina di poco alto. Lerza al 15’ cambia tutti e tre gli interpreti del centrocampo, inserendo Mapelli, Porati ed Imprezzabile, ma sono comunque gli ospiti a sfiorare il gol, al 19’ con Bertani che ben posizionato a centro area non sfrutta un gran pallone di Panigada, calciando a lato da buona posizione. Il gol è nell’aria e poco dopo i neoentrati Silla e Cristofoli confezionano il tris. Silla effettua un gran cross a tagliare la difesa, e Cristofoli insacca, tutto solo davanti a Cioffi. I padroni di casa nonostante un attacco composto da giocatori qualità, non riescono mai ad impensierire seriamente la retroguardia avversaria, non a caso la migliore del girone, per minor reti subite. I barasini vanno vicinissimi al quarto gol con Speziale, il cui tiro centra in pieno il palo. Al triplice fischio festeggiano i ragazzi i Domenicali in mezzo al campo, ed i numerosi supporters del Sant’Angelo in tribuna. Da oggi, Bertani e compagni hanno il destino nelle loro mani: due vittorie con Alcione e Varzi vorrebbero dire promozione in serie D.

IL TABELLINO

RC Codogno-Sant'Angelo 1-3 RETI: 4’ Bernazzani (Rc), 20’ Panigada (S), 35’ rig. Bertani (S), 32’ st Cristofoli (S) RC CODOGNO (4-3-3): Cioffi 6.5, Bernazzani 6.5, Bernardini S 6., Giavardi 5.5, Dragoni 5.5, Mavrov 5.5 (15’st Porati 6), Guerini 5.5 (15’st Mapelli 6), Pezzi 6 (15’st Imprezzabile 6), Bi Zamble 5.5, Rantier 6 (27’st Bertocchi 6), D'Aniello 6. A disp. Ossola, Anelli, Camara, Troka, Gazzola. All. Lerza 5.5. SANT'ANGELO (4-3-1-2): Alborghetti 6, Marchese 7, Alpoli 6 (5’st Barulli 6), Lazzaro 7 (35’st Speziale sv), Ortolan 7, De Angeli 7, Vaglio 6.5 (23’st Etcheogoyen 6), Gomez 6.5, Bertani 7, Galli 6 (23’st Silla 6.5), Panigada 7 (27’st Cristofoli 6.5). A disp. Minerva, Radaelli, Florindo, Raimondi. All. Domenicali 7.5. ARBITRO: Evangelista di Treviglio 6.5. ASSISTENTI: Bonicelli di Bergamo e Monelli di Busto Arsizio. AMMONITI: Rantier (Rc), Alpoli (S), Galli (S)

LE PAGELLE

RC CODOGNO Cioffi 6.5 Compie almeno tre interventi degni di nota. Bernazzani 6.5 Apre le marcature con un gran destro. Offre buoni spunti in fase offensiva per buona parte della gara. Il migliore dei suoi. Bernardini 6 Si limita alla fase difensiva. Qualche sbavatura ma gioca una gara efficace. Giavardi 5.5 Nella prima frazione Bertani è incontenibile. La difesa concede molte occasioni agli ospiti. Dragoni 5.5 Causa il rigore e soffre il duello con i fortissimi attaccanti barasini. Mavrov 5.5 Fatica nell’ impostare l’azione. Galli lo limita. 15’ st Porati 6 Prova a mettere ordine nel centrocampo locale. Guerini 5.5 Di solito gioca terzino, non convince pienamente nella posizione di mezzala. 15’ st Mapelli 6 Entra a gara già compromessa, fa il suo. Pezzi 6 Gioca con personalità rara a quell’età. Buon prospetto per il futuro. 15’ st Imprezzabile 6 Mostra tutte le sue qualità tecniche. Entra con il piglio giusto. Zamble 5.5 Fatica nel duello con Ortolan e De Angeli. Non riesce mai a girarsi e calciare verso la porta barasina. Rantier 6 Tante giocate di qualità. Fornisce l’assist a Bernazzani ed impegna Alborghetti con una punizione insidiosa. 27’ st Bertocchi 6 Qualche spunto interessante. D’Aniello 6 Prova con la sua velocità a mettere in difficoltà la retroguardia avversaria. Ci riesce a tratti. All. Lerza 5.5 La sua squadra parte meglio. Viene fuori col passare dei minuti la miglior qualità dei barasini. SANT’ANGELO Alborghetti 6 Incolpevole sul gol subito. Gran parata sulla punizione di Rantier. Marchese 7 Dalle sue parti non si passa. Esce vincitore nello scontro con D’Aniello. Alpoli 6 Contiene Rantier con personalità. Qualche spunto interessante in avanti. 5’ st Barulli 6 Porta a termine il compito iniziato da Alpoli. Lazzaro 7 Leader tecnico della squadra. Ogni pallone passa da lui e la squadra riesce ad imporre il proprio gioco. (35’st Speziale sv). Ortolan 7 Giganteggia su Zamble. Mostra sicurezza in ogni intervento. Contro di lui oggi non si passa. De Angeli 7 Dirige la difesa con personalità. Assume le vesti del leader, in assenza di Scietti. Vaglio 6.5 Un autentico “tuttocampista”. Inserimenti, interdizione e visione di gioco. 23’ st Etcheogoyen 6 Garantisce fisicità e qualità. Gomez 6.5 Rompe ed imposta il gioco. Mette grinta e fisicità a servizio della squadra. Prestazione maiuscola. Bertani 7 Gol e assist. È decisamente il migliore in campo. È un pericolo costante per la difesa locale. Giocatore di categoria superiore. Galli 6 Mantiene bene la posizione sulla trequarti. Giocatore utilissimo nello scacchiere di mister Domenicali. 23’ st Silla Assist al bacio per Cristofoli. Panigada 7 Sigla il gol del pareggio e conquista il rigore trasformato da Bertani. Un gran pallonetto, terminato di poco alto a negargli la meritata doppietta. 27’ st Cristofoli 6.5 Entra e sigla la rete della sicurezza. All. Domenicali 7.5 La squadra vince e convince. Una sola pecca: concretizza poco vista la mole di occasioni create. ARBITRO Evangelista di Treviglio 6.5 Buona distribuzione dei cartellini. Giusta l’assegnazione del rigore.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400