Cerca

Borgaro - Atletico Torino Eccellenza: Pavia sblocca e Gennaro pareggia, a Cacciatore serve la zampata di Zullo nel finale

zullo
Classica gara da fine campionato che impersona la stagione del Borgaro: ottima partenza con buon ritmo e idee, poi il calo e la squadra che si slega, Gennaro ne approfitta per trovare il pari, ma Zullo riacciuffa i tre punti poco prima del recupero. Cacciatore schiera la squadra col solito modulo e i soliti principi, pressione alta, giocate verticali e inserimenti, tutto ciò funziona a buon ritmo per la prima parte di gioco, ma è evidente sempre il solito problema, la mancanza di un finalizzatore, un uomo d'area che sappia attaccare i palloni messi in mezzo dagli esterni, dove Tine Papa ha avuto buon gioco in questa partita. L'Atletico sembra soffrire il ritmo degli avversari e il solo Carlos Torres cerca di opporsi con efficacia in mezzo al campo, le ripartenze sono affidate alla ricerca della verticale lunga, ma i difensori di Cacciatore lavorano bene sulle coperture e non corrono grossi pericoli. Sarao sente che questa è la gara giusta per trovare una segnature e parte convinto, risultando uno degli uomini più pericolosi: nei primi minuti trova una conclusione da dentro l'area murata da Brian Torre, poi al 25' si accentra da sinistra e calcia da fuori, qui si allunga bene Sprocatti quel che basta per deviare in angolo. Dal corner nascono una serie di occasioni pericolose: da destra batte Benassi che spaventa il portiere direttamente dalla bandierina e si rifugia ancora in corner, poi Sarao dalla destra trova sul secondo palo Lamantia che colpisce male e fa arrivare palla ancora a Sarao, mentre la difesa dell'Atletico osserva lui serve Mosca a centro area, stop e tiro murato dalla difesa in extremis. C'è spazio anche per un'occasione ospite però, che va bene in verticale con Herrera per Gennaro, uno contro uno contro Aseglio che chiude bene lo specchio in uscita e salva la porta. Poi il primo tempo si avvia alla conclusione accompagnato dall'ennesimo tentativo di Sarao, destro alto dopo il servizio di Benassi. Ripresa aperta da un colpo di genio di Di Vanno, palla persa da Puppione e lui ci prova dai 35 metri trovando Sprocatti fuori dai pali, la conclusione finisce però di poco larga e l'intuizione non è premiata. Poco dopo Papa Tine sbaglia in impostazione, Tindo si invola e serve Di Vanno in area dalla sinistra, l'attaccante però perde un tempo di gioco e Papa Tine recupera l'errore murando la conclusione in scivolata. Il cross dalla sinistra di Benassi è sempre un'opzione per il Borgaro, al 16'st si rivela  decisiva: palla che arriva in area Pavia, controllo a eludere il diretto avversario e sinistro potente che batte Sprocatti. L'Atletico fatica a ribaltare l'azione, la palla lunga a sfruttare la velocità degli avanti è un'opzione sempre più cercato, anche se l'occasione grossa è sui piedi di Herrera che non sfrutta un pallone sfuggito dalle mani di Aseglio dopo un cross di Curto. Aseglio si riscatto poco dopo quando i allunga sulla conclusione dal limite di Scapino, bravo a girarsi dopo aver ricevuto spalle alla porta. Nulla può però quando Gennaro scappa alla marcatura di Lamantia e si presenta davanti a lui, destro aperto e palla nell'angolino per il pareggio. Qualche infilata di troppo di nel finale per la difesa del Borgaro, che rischia anche su Brian Torre lanciato da Caruso. Ma prima del recupero i ragazzi di Cacciatore ritrovano lucidità e imbastiscono l'azione che sorprende la difesa ospite, Sarao riceve largo a sinistra e serve Tindo nel suo classico inserimento tra i difensori, sguardo al centro e servizio per Zullo che con freddezza salta Sprocati e mette dentro, regalandosi una gioia personale durante questa esperienza.

IL TABELLINO

BORGARO-ATLETICO TORINO 2-1 RETI (1-0, 1-1, 2-1): 16' st Pavia (B), 35' st Gennaro (A), 45' st Zullo (B). BORGARO (4-3-3): Aseglio Gianinet 6.5, Leanza 6.5 (1' st Pavia 6.5), Benassi L. 6.5, Bernard 6, Alasia sv (16' Lamantia 6), Leccese 6.5 (14' st Zunino 6), Di Vanno 6, Tindo 6.5, Sarao 7, Mosca 6 (14' st Gilio 6), Orofino 6 (31' st Zullo 6.5). A disp. Cecconello, Montesanto, Gerbaudo, Ballone. All. Cacciatore 6. ATLETICO TORINO (4-2-3-1): Sprocatti 6, Corneljy 6 (20' st Musio 6), Puppione 6, Lombardo 6 (20' st Coni 6), Tinepapa 6.5, Torre B. 6.5, Herrera 5.5 (27' st Caruso 6.5), Torre C. 6.5, Scapino 6.5, Curto 6, Gennaro 6.5. A disp. Sommi, Palmiere, Tesauro, Pisaturo. All. Rubino 6. ARBITRO: Puddu di Pinerolo 5.5. COLLABORATORI: Mandarino di Bra e Bertaina di Bra. AMMONITI: 18' st Tindo (B), 38' st Scapino[01] (A).

LE PAGELLE

BORGARO (4-3-3) Aseglio Gianinet 6.5 Una piccola indecisione su quel cross di Curto, ma si fa trovare presente sulle conclusioni dal limite dell'Atletico. Leanza 6.5 Gioca bene quando cerca di riconquistare alto. Nel primo tempo si lancia e dopo un tunnel prova una conclusione da fuori che non esce di molto. 1' st Pavia 6.5 Segnali di crescita sempre più convincenti, gioca bene da centrale e si toglie anche la soddisfazione della marcatura. Benassi 6.5 Suo l'assist per Pavia, il suo sinistro è sempre velenoso, in particolare da calcio d'angolo, sia quando va lungo sia quando cerca lo schema sul primo palo. Bernard 6 Si limita a far girare palla orizzontale, ordinato ma poco determinante nelle giocate. Alasia sv 16' Lamantia 6 Deve entrare per l'infortunio ad Alasia e ha un buon impatto, lavorando bene con Leccese sui lanci lunghi dell'Atletico. Leccese 6.5 Parte forte negli interventi, senza paura si cimenta anche in alcune buone aperture per trovare gli esterni nell'uno contro uno.   14' st Zunino 6 Questa volta ha un buon piglio e duetta bene con Zullo sulla sinistra. Di Vanno 6 Si vede poco nel primo tempo, apre la ripresa con un quasi euro gol ma poco dopo si perde sul servizio di Tindo. Tindo 6.5 Lui è l'ago della bilancia, soprattutto in fase offensiva, infatti l'assist che decide la gara parte da un suo inserimento classico. Sarao 7 Va premiato per la caparbietà, si vede che gli manca il gol e nel primo tempo ci prova più volte. Non lo trova ma non perde lucidità e continua la sua gara a buon livello. Mosca 6 Si fa trovare bene nel paleggio e dà il suo contributo, manca la zampata decisa quando si trova in area di rigore.  14' st Gilio 6 Gara ordinata, si mette basso a destra e non corre pericoli. Orofino 6 Pochi spunti, non trova mai la conclusione nel 90' infatti. La condizione non è al meglio ma non smette di crederci.  31' st Zullo 6.5 Entra pimpante e si vede, lucido a saltare il portiere in uscita e insaccare. All. Cacciatore 6 Può dirsi soddisfatto di quanto visto nel primo tempo, considerato anche il calco. Squadra che ha qualche amnesia nel secondo. ATLETICO TORINO (4-2-3-1) Sprocatti 6 Chiude bene gli spazi, in particolare sulle conclusioni di Serao, beffato da Zullo nel finale. Corneljy 6 Una sola sovrapposizione in avanti per servire Herrera, nonostante i movimenti di Curto gli creino lo spazio per andare. 20' st Musio 6 Tocca pochi palloni nel mezzo ma non perde la posizione. Puppione 6 Un suo errore a inizio ripresa favorisce la giocata di Di Vanno. Lombardo 6 L'inferiorità numerica nel mezzo non lo aiuta, Mosca e Tindo gli trovano bene gli spazi dietro di lui, una giornata non semplice che affronta con determinazione. 20' st Coni 6 Qualche affanno in impostazione, resta bloccato dietro, dalla sua parte si alza Benassi e non è semplice. Tinepapa 6.5 Le lunghe leve lo aiuto in numerosi intercetti decisivi nel primo tempo. Torre B. 6.5 Tutto fare, dirige la difesa e poi si alza sulla linea degli attaccanti nel finale. Qui sfiora anche il gol del raddoppio. Herrera 5.5 Tante imprecisioni, si nel servizio ai compagni sia in fase di conclusione. 27' st Caruso 6.5 Buon gioco su un paio di anticipi e trovare una buona profondità a liberare Brian Torre. Torre C. 6.5 Nel primo tempo si carica le responsabilità sulle spalle e tiene in piedi il centrocampo, nel secondo finisce la benzina e si vede poco. Scapino 6.5 Sguscia via e trova anche alcuni buoni spunti. Bravo nel girarsi e calciare sul finale di gara. Curto 6 Sembra non trovare la sua posizione, spesso fuori dal gioco non riesce ad incidere con le sue giocate. Gennaro 6.5 Bene quando va in profondità, nel primo tempo Aseglio gli chiude la strada, nel secondo ha lui la meglio. All. Rubino 6 Gara impostata a cercare la velocità dei giocatori offensivi per ripartire. La squadra regge bene e non perde le misure sul campo, fino quando la condizione regge.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400