Cerca

Corneliano Roero-Centallo Eccellenza: Pasqualone e Dieye regalano il secondo posto a Brovia

pasqualone
Vince e convince il Corneliano Roero sotto il sole cuocente delle Langhe. Il match tra i rossoblù e il Centallo è infatti terminato 2-0 a favore dei padroni di casa grazie alle reti di Pasqualone e Dieye. Si decide tutto nel primo tempo: l'attaccante segna al 7' con un bel mancino potente all'interno dell'area di rigore mentre il centrocampista, classe 2000, ha approfittato del bel cross ben messo da Pirrotta su calcio di punizione grazie al quale ha segnato il gol del raddoppio. Nella ripresa il Centallo gioca un bel calcio nei primi venticinque minuti ma non riesce a riaprire il match anche grazie ad alcuni bei interventi di Corradino, decisivi ai fini del risultato finale. La partita termina così 2-0 a favore dei rossoblù. Grazie a questi tre punti, la squadra di Brovia guadagna aritmeticamente la seconda posizione in classifica (ben otto punti di vantaggio sul Chisola) mentre la compagine di Bianco rimane all'ottavo posto con tre punti di vantaggio sull'Acqui, ultimo in classifica. Pasqualone e Dieye on fire. Il match vede un equilibrio iniziale tra le due squadre che ben si alternano nella fase offensiva nei primi minuti. Il primo tiro della partita arriva al 4' quando Racca prova la conclusione ma Corradino blocca la palla senza particolari problemi. Trascorrono tre minuti e Pasqualone sblocca il match: defilato sulla sinistra, stoppa la palla e tira un potente mancino con cui insacca la rete portando così in vantaggio la propria squadra. Nei minuti successivi il gioco è maggiormente condotto dai padroni di casa mentre gli ospiti provano a colpire in ripartenza cercando di sfruttare gli errori in fase offensiva degli avversari. Al 19' De Peralta, dopo essere ben chiuso da Morone E., recupera palla e calcia ma non inquadra la porta. Dopo sei minuti, gli ospiti hanno nuovamente l'occasione per pareggiare grazie ad un bel recupero di Mellano che però tira troppo su Corradino. I padroni di casa reagiscono immediatamente a questi minuti di sofferenza e, al 23', Marone N. si guadagna una punizione sul limite dell'area di rigore: Pirrotta si incarica della battuta ma la sua conclusione finisce di poco a lato della porta difesa da Baudena. Latitano poi le occasioni nei minuti successivi, motivo per cui il primo vero pericolo arriva al 39' a favore dei padroni di casa: Pirrotta regala un bel lancio a Pasqualone che anticipa bene l'uscita del portiere avversario ma si allunga troppo la palla che finisce fuori dal terreno di gioco. Al 45' l'attaccante rossoblu effettua un bel passaggio filtrante per Morone N. che mette in mezzo per Dieye che però calcia alto. Il centrocampista si rifà tuttavia dopo soli due minuti: Pirrotta batte la punizione, mette ottimamente in mezzo per Dieye che, grazie al suo bel inserimento, realizza la rete del 2-0.


Dieye, centrocampista del Corneliano Roero.

Giraudo e De Peralta provano a riaprirla. La prima frazione di gioco termina così con il doppio vantaggio dei padroni di casa ma il Centallo parte subito forte nei primi minuti della ripresa. Al 1' Vallati tenta la conclusione da fuori area ma questo non impensierisce in maniera particolare Corradino. Dopo sette minuti, gli ospiti si rendono nuovamente pericoloso quando De Peralta passa la sfera a Giraudo che tira ma il portiere avversario compie una bella parata che permette di mantenere il doppio vantaggio. La squadra di Bianco continua a tenere il pallino del gioco mentre i padroni di casa mostrano un'ottima solidità difensiva. Rispetto al primo, il secondo tempo vede un ritmo di gioco decisamente più intenso e un agonismo molto più accesso tra i giocatori. Al 30' Vittone perde palla, De Peralta la recupera e tenta la conclusione ma Corradino compie l'ennesima parata sicura. Nei minuti successivi il Corneliano si impossessano nuovamente del pallino del gioco e si rifanno vedere prepotentemente in attacco. Al 37' Cornero mette in mezzo una bella palla per Pasqualone ma l'attaccante rossoblu non arriva in tempo sulla sfera per poter insaccare la rete e chiudere definitivamente il match. Dopo soli tre minuti, Cornero approfitta di una serie di rimpalli a favore colpendo ottimamente di testa ma Baudena devia in angolo con un bel colpo di reni. I padroni di casa va nuovamente vicino alla rete del 3-0 al 43' quando Dieye effettua un bel passaggio in area di rigore a Pasqualone che calcia ma Margaria compie una bella chiusura deviando in angolo. L'ultima conclusione del match arriva al 47' quando Negro prova la conclusione a rete ma il suo tiro finisce alto. La partita termina così con il risultato finale di 2-0 ma Bianco può essere contento per il bel gioco espresso dalla sua squadra nel secondo tempo. Brovia è invece estremamente soddisfatto per la vittoria e per il secondo posto conquistato aritmeticamente.


Margaria, difensore del Centallo.

IL TABELLINO

CORNELIANO ROERO-G.CENTALLO 2-0 RETI: 7' Pasqualone (C), 47' Dieye (C). CORNELIANO ROERO (4-3-3): Corradino 7, Trevisan 6 (31' st Massucco 6), Utieyin 6.5 (17' st Pianetti 6.5), Dieye 7.5, Morone E. 7, Vittone 7, Cornero 7, Pirrotta 7.5 (20' st Negro 6), Pasqualone 7.5, Morone N. 6.5 (31' st Managò 6), Nastasi 6 (20' st Galasso 6.5). A disp. Cafaro, Carfora, Sidella, Celeste. All. Brovia 7. G.CENTALLO (4-2-3-1): Baudena 6.5, Molardo 6.5, Bongiovanni 6 (1' st Morra 6.5), Vallati 7, Mozzone 6, Giordana 6.5, Giacca G. 5.5, Mellano 6.5 (1' st Margaria 7), Giraudo S. 5.5 (24' st Moino 5.5), De Peralta 6.5, Racca J. 6 (13' st Magnino 6). A disp. Reinaudo, Rocca, Giorgis. All. Bianco 6. ARBITRO: Graziano di Rossano 7. COLLABORATORI: Sita' di Torino e Marra di Torino. AMMONITI: 23' Bongiovanni[03] (G), 4' st Vittone (C), 10' st Dieye[00] (C), 16' st Trevisan[01] (C), 45' st Vallati (G).

LE PAGELLE

CORNELIANO ROERO Corradino 7 L'estremo difensore rossoblu termina la propria stagione con un clean sheet e un'ottima prestazione. Compie infatti tre belle parate nel corso del match con cui contribuisce ottimamente alla vittoria della propria squadra. Trevisan 6 Classe 2001, è autore di una bella prestazione sulla fascia destra dove assicura una buona copertura difensiva. Spostato sulla corsia sinistra nel corso della ripresa, sembra soffrire la velocità degli avversari concludendo in affanno il match. 31' st Massucco 6 Disputa i minuti finali del match in cui garantisce la giusta freschezza necessaria ad affrontare gli attacchi avversari. Utieyin 6.5 Il terzino sinistro, classe 2003, regala una bella prestazione sulla propria corsia di competenza grazie alla sua velocità, con cui si fa notare nella metà campo avversaria, e la sua copertura in fase difensiva. 17' st Pianetti 6.5 Posizionatosi sulla fascia destra nel suo ingresso in campo, compie alcuni bei anticipi sui giocatori avversari mettendo così una buona tranquillità nella retroguardia rossoblù. Dieye 7.5 Uno dei migliori in campo della partita. Garantisce un'ottima sostanza a centrocampo, dove recupera tanti palloni, e si fa spesso vedere in fase offensiva. Va vicinissimo al gol al 45' del primo tempo e, dopo soli due minuti, si rifà realizzando la rete del raddoppio. Morone E. 7 Neutralizza ottimamente il reparto offensivo avversario nel corso di tutta la partita grazie alla sua sicurezza che gli permette di compiere tanti bei interventi. Vittone 7 Insieme al suo compagno di reparto, Morone E., si dimostra essere insuperabile in questo match. Compie infatti un gran numero di chiusure sugli attaccanti avversari nel corso di tutta la partita. Cornero 7 L'esterno destro d'attacco è sempre nel vivo del gioco, in particolar modo nel secondo tempo dove si rende spesso pericoloso grazie alla sua velocità e alla sua qualità. Unico neo, non aver trovato la via del gol. Pirrotta 7.5 Un vero e proprio metronomo di centrocampo. Gestisce infatti ottimamente la manovra della propria squadra e offre tanti bei passaggi di qualità ai compagni di squadra. Dai suoi piedi nasce infatti il gol del raddoppio del 2-0, realizzato da Dieye al 47' del primo tempo. 20' st Negro 6 Si posiziona al posto di Pirrotta e gestisce anche lui bene la manovra di gioco con la giusta freschezza senza però creare particolare sussulti. Si fa poi notare per la conclusione, finita però alta, al 47' della ripresa. Pasqualone 7.5 Il numero nove sblocca il match al 7' del primo tempo con un bel mancino potente, imparabile per Baudena. Gioca poi molto bene nei restanti minuti grazie alla sua fisicità con cui crea spazi nella difesa avversaria. Morone N. 6.5 L'esterno destro d'attacco ci mette tanta buona volontà nel tentativo di essere pericoloso. A volte ci riesce ottimamente, altre meno ma regala comunque una bella prestazione. 31' st Managò 6 Classe 2003, entra molto bene in campo facendosi notare per la sua freschezza grazie alla quale è spesso nel vivo del gioco. Nastasi 6 Prestazione in crescendo per la mezzala destra. Nei primi minuti del match trasmette la sensazione di non riuscire a trovare la posizione giusta ma, una volta, individuata, offre una buona sostanza grazie alla sua determinazione. 20' st Galasso 6.5 Al suo ingresso in campo, offre la freschezza necessaria alla gestione del doppio vantaggio grazie a cui riesce a recuperare diversi palloni e a far ravviare più volte la manovra rossoblù. All. Brovia 7 La sua squadra conclude il proprio campionato con una bella prestazione e la conseguente vittoria con cui si assicura aritmeticamente il secondo posto. I rossoblu possiedono il pallino del gioco nell'intero primo tempo e negli ultimi minuti della ripresa. G. CENTALLO Baudena 6.5 Grazie al suo splendido colpo di reni, compie una bella parata sul colpo di testa al 40' della ripresa con cui evita il terzo gol degli avversari. Molardo 6.5 Prestazione positiva per il terzino destro. Classe 1998, offre una buona spinta sulla propria corsia di competenza, motivo per cui un gran numero delle sue azioni passano sulla destra e su suoi piedi. Bongiovanni 6 Classe 2003, il terzino sinistro soffre in alcune occasioni le azioni offensive degli avversari ma, talvolta, riesce anche a neutralizzarle senza particolari affanni. 1' st Morra 6.5 Rispetto al compagno a cui è subentrato, garantisce una maggiore spinta sulla fascia sinistra, motivo per cui la propria squadra attacca di più sulla sua corsia dopo il suo ingresso. Vallati 7 Gestisce ottimamente i tempi di gioco del proprio centrocampo. Gran parte delle azioni nascono infatti dai suoi piedi. Si rende poi pericoloso al 1' della ripresa ma il suo tentativo non impensierisce Corradino. Mozzone 6 Il primo gol degli avversari nasce nella sua zona di competenza ma, nel corso del match, si rifà grazie ad alcuni suoi interventi precisi e puntuali sugli attaccanti avversari. Giordana 6.5 Garantisce una buona copertura difensiva per gran parte del match con cui riesce a neutralizzare molto bene alcune azioni dei rossoblù. Giacca G. 5.5 Perno di centrocampo insieme a Vallati, non trasmette mai la sensazione di essere nel vivo del gioco, in particolar modo nel secondo tempo, frazione di gioco in cui non tocca infatti molti palloni. Mellano 6.5 E' uno dei giocatori più pericolosi della sua squadra. Classe 2003, è sempre nel vivo del gioco e compie tante belle incursioni nell'area di rigore avversaria ma non riesce mai a trovare la via del gol. 1' st Margaria 7 Classe 2004, il difensore centrale compie tante belle chiusure determinanti tra cui quella compiuta su Pasqualone al 43' della ripresa: in questo modo evita più volte il terzo gol degli avversari. Giraudo S. 5.5 Fatica a toccare un gran numero di palloni nel primo tempo e, di conseguenza, ad essere particolarmente pericolo. Il numero nove non incide così molto nel corso del match. 24' st Moino 5.5 Disputa poco più di venti minuti ma non riesce ad entrare nel vivo del gioco. Non tocca infatti molti palloni e non riesce così a riaprire il match. De Peralta 6.5 Insieme a Mellano, è uno dei giocatori più attivi in fase offensiva. Il numero nove tenta più volte di entrare nel tabellino dei marcatori grazie alle sue conclusioni senza però riuscirci. Racca J. 6 E' sempre nel vivo del gioco, motivo per cui è uno dei principali fulcri offensivi della propria squadra, ma non riesce ad incidere particolarmente nel corso del match. 13' st Magnino 6 Disputa più di trenta minuti in cui ci mette tanta buona volontà nel tentativo di far male alla retroguardia avversaria. Anche lui non crea però particolari sussulti. All. Bianco 6 La sua squadra soffre il gioco dei padroni di casa nel corso di tutta la prima frazione di gioco, motivo per cui è piuttosto sterile in fase offensiva. Nei primi venticinque della ripresa i suoi giocatori offrono invece un bel calcio ma non riescono a trovare la via del gol anche grazie ad un ottimo Corradino. ARBITRO Graziano di Rossano 7 Il direttore di gara arbitra in modo impeccabile un match in cui non vi sono comunque stati grossi episodi da giudicare. Non si lascia inoltre mai condizionare dalle proteste dei giocatori e delle persone presenti in tribuna.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400