Cerca

In risalto Eccellenza: Riccardo Villa da esterno a terzino del Lume sotto l'ala di Simone Pesce

riccardo villa
Arrivato durante il mercato invernale dalla Real Calepina Riccardo Villa, terzino sinistro classe 2000, non ha impiegato molto a trovare spazio nelle gerarchie di Stankevicius guadagnando il posto da titolare fisso sulla fascia sinistra. Queste le parole del giocatore riguardanti il suo arrivo in rossoblù: «La proposta mi ha subito convinto in quanto conoscevo già l’importanza della piazza e la serietà e ambizione del progetto societario; ovviamente anche i nomi altisonanti all’interno della rosa sono stati uno stimolo in più per accettare. Giocare con certi giocatori è un privilegio anche solo a livello visivo, io Pesce e Caraccciolo li vedevo in televisione quando ero piccolo perciò allenarsi con loro è davvero un fattore in più, sono molto umili e disponibili a dare consigli di cui faccio tesoro». Parlando del momento sicuramente difficile vissuto dalla squadra dopo la sconfitta contro lo Zingonia Villa si esprime così: «Dopo la sconfitta contro gli uomini di Luzzana sembravamo fuori dai giochi, ciò nonostante non abbiamo mai perso quella convinzione e la fame necessaria; abbiamo lavorato duro e anche grazie ad un buon incastro di risultati siamo riusciti a riagganciare la vetta». Riguardo ai rapporti instaurati con compagni e allenatore in questi mesi il terzino svela chi è il compagno che maggiormente lo sprona a fare meglio: «Ho un buon rapporto con tutti all’interno della squadra, ma Pesce è sicuramente il compagno che mi martella di più perché mi vuole bene, mi sprona sempre e mi aiuta a mantenere alta la concentrazione in allenamento e in partita. Ho un rapporto molto bello anche con Stankevicius, lui essendo stato a sua volta un terzino mi da consigli a 360° sul campo. Lo ringrazio perché mi ha accolto bene nel gruppo e ad introdurmi nei meccanismi di gioco». Riguardo alle principali qualità di questo giocatore, come molti terzini moderni la parte offensiva è quella preferita, ecco le sue parole in merito: «Amo cento volte attaccare rispetto a difendere, da piccolo infatti giocavo esterno alto, la corsa è sicuramente la mia caratteristica più importante oltre ad una certa qualità nel puntare saltare l’uomo e fare i cross». Avendo disputato diverse stagioni in Serie D Villa sa già com’è la categoria per la quale sta lottando, questo la sua impressione riguardo al Girone C: «Questo campionato io non lo reputo di Eccellenza, la maggior parte delle squadre hanno partecipato per dire la loro e provare a vincere, ogni squadra ha all’interno nomi altisonanti e ci tiene a fare bene, anche perché l’opportunità di salire in Serie D in sole dieci partite penso sia più unica che rara»
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400