Cerca

Zing.Verdellino Prevalle Eccellenza: non serve uno strepitoso Guariniello, alla compagnia di Luzzana bastano gli ultimi 5'

Zing.Verdellino Prevalle Eccellenza-Inizio
Vittoria in zona Cesarini per lo Zingonia Verdellino che in casa riesce a raddrizzare una partita nata male contro un Prevalle, guidato da uno straripante Guariniello, che nel primo tempo arrivava sempre per primo sul pallone. Sorpreso dall’impostazione degli ospiti, Luzzana ha dovuto correggere l’assetto a gara in corso e gli ingressi in campo di Lizzola e Sakho hanno dato maggior linfa al reparto offensivo. Tre punti importanti, ma che non permettono il balzo di categoria: a detta del presidente «pesano i punti persi contro il Castegnato a causa di un arbitraggio insufficiente». La perla di Guariniello. Il Prevalle parte fortissimo sorprendendo i padroni di casa che già al primo giro d’orologio vanno sotto: Guariniello ruba palla alla difesa di Luzzana, serve Bignotti che dal centro dell’area strozza troppo il tiro che diventa un assist involontario per Crivella che da due passi riesce ad insaccare. Il Zingonia Verdellino prova a riorganizzarsi: Luzzana si mette a specchio spostando Lambiase in una posizione più avanzata per sfruttare le combinazioni nello stretto con Gullotta, ma al 7’ la sfera finisce comoda tra le braccia di Benedetti. Al 26’ però i padroni di casa riescono a riequilibrare la gara: percussione centrale di Noris L. che entra in area e crossa in mezzo, ma Caldara intercetta il pallone con il braccio obbligando Poggi ad indicare il dischetto. È Lamera ad incaricarsi della battuta e dagli undici metri non sbaglia. Subito dopo è ancora lo stesso Noris a rendersi pericoloso, ma Kamalu in area lo atterra con un contrasto ruvido: il rigore sembra poterci stare, ma per il direttore di gara è tutto regolare e lascia proseguire. Il pari però dura davvero poco perché la risposta del Prevalle arriva perentoria con Crivella che crossa dalla trequarti per Guariniello che in rovesciata infila il pallone all’angolino basso alla destra del portiere. Lo Zingonia Verdellino però deve registrare la fase difensiva perché ad ogni azione avversaria rischia di prendere gol e al 39’ ci va davvero vicino: cambio di sessanta metri di Guariniello per la corsa di Ephraim che entra in area, scarica per Bignotti che arriva a rimorchio, ma la conclusione è centrale e troppo facile per Sangalli che blocca sicuro. Nel finale una doppia occasione per i gialloverdi: Marino crossa in mezzo per Lambiase che fa la sponda per Gullotta che calcia, ma la sfera finisce di poco a lato. Subito dopo, Chimenti sfrutta un errore in impostazione da parte degli ospiti e serve velocemente Lamera che calcia, ma la traiettoria è imprecisa e il pallone finisce a fil di palo. Il recupero finale. Inizia la ripresa e sono gli ospiti a sfiorare il gol al 10’ quando Guariniello serve dall’altra parte dell’area Crivella che calcia al volo: il tiro sembra innocuo e la difesa lo lascia sfilare, ma la palla fa la barba al palo facendo tirare un sospiro di sollievo ai padroni di casa. La risposta dei ragazzi di Luzzana non si fa attendere e vanno vicino al gol con un colpo di testa di Lambiase che però finisce comodo tra le braccia di Benedetti. Prova ad incitare i suoi Luzzana, invita a darci dentro ma lo Zingonia Verdellino soffre l’offensiva di Guariniello che è in forma smagliante: l’attaccante di Nicolini prende palla dentro l’area, mette a sedere Noris E. e calcia in porta, ma è super-Sangalli a salvare la propria porta e a mantenere in bilico il risultato. Disorganizzata e sciupona la squadra di Luzzana che al 30’ ha un’occasione ghiottissima con Lambiase che ha la palla sul sinistro da dentro l’area, ma calcia con poca convinzione facilitando il compito a Benedetti. Poco dopo è lo stesso portiere a regalare il pallone a Chimenti che serve Lizzola che a porta spalancata tira centrale. Tutto sembra far presagire ad un’imminente sconfitta del Verdellino, ma nel calcio le cose possono cambiare in una frazione di secondo e al 43’ i locali agguantano il pari: Sakho alza i giri del motore, allunga la falcata e crossa in mezzo per Gullotta che allarga per un isolato Lizzola che si fa perdonare l’errore precedente ed insacca. Accusano il colpo gli ospiti che dopo poco vanno sotto: cross di Gullotta che viene smorzato da Stefanescu. Il pallone sembra finisca comodo tra le braccia di Benedetti che ha un’incertezza e lascia andare la sfera in porta. Grave errore per il portiere di Nicolini che consegna i tre punti allo Zingonia Verdellino, punti però inutili ai fini della classifica e i ragazzi di Luzzana saranno costretti a riprovare l’anno prossimo a fare il salto di categoria.

Zing.Verdellino Prevalle Eccellenza-Zing
L'undici scelto da Luzzana.

IL TABELLINO

  ZING.VERDELLINO-PREVALLE 3-2 RETI (0-1, 1-1, 1-2, 3-2): 1’ Crivella (P), 26’ Lamera rig. (Z), 28’ Guariniello (P), 43’ st Lizzola (Z), 45’ st aut. Stefanescu (P). ZING.VERDELLINO (4-2-3-1): Sangalli M. 7, Marino 5 (1’ st Micheletti M. 6), Micheletti E. 5.5, Bonacina 6 (28’ st Villa 6), Sangalli D. 5.5, Carminati 5 (1’ st Noris E. 6), Noris L. 6 (20’ st Sakho 6.5), Chimenti 6, Gullotta 6.5, Lamera 5.5 (14’ st Lizzola 7), Lambiase 5. A disp. Taiocchi, Cugini, Gaverini, Sala. All. Luzzana 6.5 PREVALLE (4-3-1-2): Benedetti 5, Vernuccio 6.5, Crivella 7, Gestra 6, Kamalu 6, Caldara 5.5 (14’ st Stefanescu 5.5), Comotti 6 (26’ st Buco 6), Fusar Bassini 6.5, Ephraim 7 (34’ st Vigani sv), Bignotti 6 (34’ st Serafini sv), Guariniello 8. A disp. Felotti, Prati, Taccolini. All. Nicolini 6.5. ARBITRO: Poggi di Forlì 6.5. ASSISTENTI: Maraboli di Monza e Cappelletti di Lodi. AMMONITI: Chimenti (Z), Lizzola (Z), Gullotta (Z), Kamalu (P).

Zing.Verdellino Prevalle Eccellenza-Prevalle
L'undici scelto da Nicolini.

LE PAGELLE

ZINGONIA VERDELLINO Sangalli M. 7 È suo il merito per cui la propria squadra rimane in partita fino alla fine. Senza le sue parate il Prevalle avrebbe consolidato prima il risultato. Marino 5 In costante difficoltà sulla sua corsia di competenza, non riesce a prendere le misure a Vernuccio. 1’ st Micheletti M. 6 Prova a cambiare volto alla squadra dando maggior freschezza al centrocampo. Micheletti E. 5.5 Sempre in affanno: costretto sempre a tenere due uomini non riesce a far esplodere la sua corsa. Migliora nella ripresa. Bonacina 6 Fa da diga in mezzo al campo andando a chiudere diverse situazioni pericolose. Prova a caricare i suoi fino all’ultimo. (28’ st Villa 6). Sangalli D. 5.5 Anche lui paga la giornataccia del reparto difensivo, ma risulta comunque il meno peggio del quartetto. Carminati 5 Giornata nera per l’esperto centrale. La velocità di Ephraim gli fa girar la testa e sui gol ha delle grosse responsabilità. 1’ st Noris E. 6 Inizia non al meglio, ma presto prende le misure agli avversari e non si scompone. Noris L. 6 Cambia tanti ruoli e posizioni in campo, ma non fa mai mancare il suo generoso apporto. 20’ st Sakho 6.5 Molto bravo a lasciar sul posto gli avversari e a far esplodere la propria velocità in progressione. Chimenti 6 Va un po’ in sofferenza in centrocampo, ma da spesso il la alle azioni offensive e regala due cioccolatini ai propri compagni. Gullotta 6.5 Lotta e si batte come una tigre feroce. Bravo a tenere su palla, a far salire i propri compagni e sui gol c’è il suo zampino. Lamera 5.5 Trasforma bene il rigore del momentaneo pari, ma la sua prestazione è troppo a corrente alternata. 14’ st Lizzola 7 Cambia il volto alla gara creando diverse situazioni pericolose. Si divora un gol, ma si fa perdonare subito. Lambiase 5 Cerca il guizzo e la giocata, ma il più delle volte perde palla e favorisce la ripartenza del Prevalle. All. Luzzana 6 Il primo tempo dei suoi è molto brutto. I cambi poi raddrizzano la gara.

Zing.Verdellino Prevalle Eccellenza-Lizzola
Lizzola Zingonia Verdellino

PREVALLE Benedetti 5 Due svarioni in impostazione che possono costare caro e sul terzo gol risulta parecchio goffo. Vernuccio 6.5 Spinge bene sulla sua corsa di competenza, mettendo per più di un tempo in crisi la difesa di Luzzana. Crivella 7 L’attaccante aggiunto della sua squadra, sempre pronto a proporsi in fase offensiva. Gestra 6 Amministra il possesso con ordine e disciplina davanti alla difesa. Ripulisce diverse situazioni pericolose. Kamalu 6 Rischia sul contatto in area, ma l’arbitro lo giudica regolare. Bravo a sbrogliare le situazioni con lo strapotere fisico. Caldara 5.5 Il contatto di braccio sembra esserci. Non mostra una grande sicurezza nelle giocate. 14’ st Stefanescu 5.5 Ingresso non fortunato, deviando il pallone in porta e causando la sconfitta finale. Comotti 6 Corre tanto e ringhia su tutti i palloni, prova a creare occasioni con la propria qualità. Fusar Bassini 6.5 Nella prima frazione arriva sempre prima su tutti i palloni, andando poi a spaccare a metà il centrocampo locale. Ephraim 7 Una vera e propria spina nel fianco del Verdellino. La sua maggior velocità e rapidità hanno deciso per più di un’ora. Senza di lui la squadra cala vistosamente. Bignotti 6 Sciupa un paio di occasioni ghiotte che avrebbero potuto mettere la parola fine alla gara. Guariniello 8 Onnipresente: è lui il vero MVP della gara. Trova un gol strabiliante in acrobazia e per tutta la gara va alla ricerca disperata della doppietta, negata da Sangalli. All. Nicolini 6.5 Per 70’ i suoi ragazzi giocano alla grande. Peccato per il calo nel finale che non può cancellare quanto di buono fatto.

Zing.Verdellino Prevalle Eccellenza-Guariniello
Guariniello Prevalle

ARBITRO Poggi di Forlì 6.5 Il rigore sembra esserci. Ci può stare giudicare il contrasto di Kamalu come contrasto di gioco. LE INTERVISTE È felice del risultato Luzzana che al termine dei 90’ commenta così: «Abbiamo vinto una partita molto difficile, facendo il nostro dovere e onorando il campionato fino alla fine. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi che hanno tenuto botta fino all’ultimo: se fino ad oggi eravamo in difficoltà fisica, oggi abbiamo proprio raschiato il fondo del barile dando fino all’ultima briciola. Nel primo tempo ci hanno sorpreso: pensavamo giocassero a tre dietro e nel primo tempo non avevamo le misure. Non riuscivamo mai a prenderli e facevano girare bene palla. Poi ho cambiato il nostro assetto, mettendoci a specchio e poi inserendo dei giovani freschi che hanno cambiato la partita. Sono felice per il campionato, abbiamo fatto ventidue punti: sappiamo che non bastano, ma la società ci riproverà l’anno prossimo». Anche Nicolini è soddisfatto della gara: «Abbiamo fatto una buonissima partita. Siamo partiti molto bene: loro non riuscivano a prenderci e negli ultimi 20’ abbiamo commesso qualche errore di troppo che ci ha penalizzato nel risultato. È un peccato perché abbiamo avuto tante occasioni per passare in vantaggio ma non siamo riusciti a concretizzarle. Quando sbagli tanti gol si sa che prima o poi vieni castigato ai primi errori individuali. Voglio fare i complimenti allo Zingonia per il campionato che ha fatto, non solo per la partita di oggi ma per tutto il girone. Penso che riprendere a giocare sia stato importante per tutto il movimento e a posteriori ripartire penso sia stata la scelta più giusta».      

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400