Cerca

Eccellenza: al «Picco» di Trino domenica 20 la partita dell'anno, il team di Gioia vuole blindare il 4° posto

È lotta a 3 tra RG Ticino, La Biellese e Borgovercelli per la vittoria del campionato. Ma mai come domenica 20 alle 15 ad «arbitrare» il Girone A di Eccellenza ci sarà un'altra squadra: il LG Trino di Roberto Gioia. Battendo i lanieri i trinesi otterrebbero un risultato clamoroso, blindando il 4° posto in campionato e favorendo così lo spareggio tra RG Ticino e Borgovercelli (dando per scontata la vittoria della formazione borghina contro il Lucento). Con un pareggio, invece, LG Trino che rischierebbe di restare invischiato a centro classifica ma probabile situazione di arrivo di 3 squadre a pari punti al primo posto (sempre dando per scontato un successo del Borgovercelli): e in questo caso lo spareggio sarebbe tra La Biellese e Borgovercelli. In caso di ko, infine, La Biellese vincerebbe il campionato e tornerebbe in D a ben 12 anni dall'ultima apparizione vittoriosa della stagione 2008-2009 cui poi fece seguito la mancata iscrizione alla C2 e il declino sportivo tra Eccellenza e Promozione con anche la ripartenza con una nuova matricola (quella della Libertas Carisio). Ma come detto, di mezzo, c'è un LG Trino che non si scanserà di certo. «Al momento c'è ancora una partita da giocare e siamo quarti in classifica – osserva il direttore generale Marco Aceto – le 3 squadre davanti a noi hanno qualcosa in più ma e andiamo a vedere contro la RG Ticino abbiamo perso al 90' e contro il Borgovercelli in casa abbiamo pareggiato 0-0 meritando di più noi la vittoria a livello di gioco. Ora vediamo contro La Biellese. Siamo contenti di giocare di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni, purtroppo mancato negli ultimi tempi, ma abbiamo anche il rammarico di non poter fare entrare tutti coloro che vorrebbero venire a vedere la partita visto che sono ammessi solo 300 spettatori». Nonostante ci sia la consapevolezza di un divario tecnico tra le due squadre, Aceto non molla la presa: «Il rammarico è quello di avere un paio di defezioni importanti, ma giocheremo la nostra partita come abbiamo sempre fatto in questo campionato. Se La Biellese ci batterà faremo loro i complimenti, diversamente esulteremo noi. Non vinceremo il campionato ma sicuramente dobbiamo giocare per noi stessi dando il massimo possibile in campo. E sarebbe anche un orgoglio dal momento otterremmo un grande risultato contro una signora squadra, che ha al suo interno alcuni giocatori che sono stati proprio al LG Trino, così come un dirigente come Jari Bellardita e una figura tecnica come il preparatore dei portieri Mario Bernaudo. Ora militano in una squadra competitiva e significa che all'epoca ci avevamo visto giusto a volerli con noi. Sono già contento per come è andato questo nostro campionato e mi auguro che anche l'ultima giornata sia degna di nota». Facile pensare che ci possa essere il tutto esaurito domenica al «Roberto Picco» di Trino.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400