Cerca

Ac Leon-Lumezzane Eccellenza: Bonseri firma la prima volta in Serie D dei Leoni, bresciani sconfitti

festa ac leon eccellenza
Missione impossible: completata con successo. Davide batte Golia, la Leon centra la sua prima promozione in Serie D superando il più quotato Lumezzane, che è sceso in campo praticamente solo nella ripresa dopo un primo tempo che i Leoni hanno dominato e chiuso solo in vantaggio di una rete. Motta riesce a recuperare Ferrè che riprende la sua posizione di fianco a Bonseri con Ronchi dall’altra parte, ma pronto a dare una mano al centrocampo, composto da Achenza, Moreo e Leotta. Difesa a 4 con Marzullo e Mari, centrali Scaccabarozzi e Venza. Bresciani che vedono davanti a Kaloudis una linea a quattro con Zugno e Villa sugli esterni e in mezzo Giosu e Politti. Mediana a due con Pesce e Dadson. Dietro a bomber Caracciolo il trio Inverardi-Minotti-Franchi. Bonseri, buona la terza. Leon che parte forte e con Ferrè prova a pungere con il suo sinistro da calcio piazzato. Palla a pochi passi dalla linea laterale di destra e cross tagliato, ma basso, bravo e attento Andrea Caracciolo ad allontanare. Leon che attacca con maggior costanza e veemenza, mentre i bresciani faticano ad affacciarsi nella metà campo avversaria. Al 9’ gli uomini di Motta si fanno pericolosi sempre grazie al sinistro di Ferrè che dalla bandierina con il suo sinistro pesca Bonseri, ma il destro al volo del numero 9 non inquadra la porta. L’occasione dei Leoni sveglia il Lume che nel giro di un minuto va vicino al vantaggio due volte. Prima con il colpo di testa di Inverardi, su cross di Villa, in piena area piccola sovrastando Mari, ma la sfera termina alta. Dalla rimessa dal fondo Dadson recupera subito palla e prova il destro da appena dentro l’area, ma la conclusione è troppo debole per impensierire Martignoni che fa sua la sfera. La sfida è viva e la Leon si rifà vedere poco dopo con il solito Ferrè, ma il suo sinistro, in serata di gala, viene ben bloccato da Kaloudis, bravo a trattenere un tiro pericoloso. La grande occasione per i brianzoli arriva al 14’ per Bonseri. Azione veloce sulla destra con Marzullo che pesca la corsa di Ronchi che apparecchia al limite per un tutto solo Bonseri. Il capitano dei Leoni apre il destro e prende in contro tempo Kaloudis, ma purtroppo per lui, a dirgli di no è il palo interno. Due minuti dopo, azione fotocopia sulla sinistra ma stesso esito: niente gol. Mari trova Leotta sul lato corto dell’area, palla bassa in area piccola per Bonseri, che in estirada non trova l’impatto con il pallone a due passi da Kaloudis. Dopo questa grandissima occasione la gara vive un momento di stanca che conicide con un possesso palla più lento e ragionato portato avanti dal Lumezzane, con la Leon che prova a pungere in contropiede, ma senza trovare la giocata giusta per sfondare sugli esterni, come fatto nei primi 20 minuti. A rimanere è la difficoltà di Riccardo Villa a contenere le volate di Ronchi con il terzino del Lume che, gravato da un giallo, è spesso preso in mezzo quando Marzullo sale a sostenere la manovra offensiva, quasi mai seguito da Franchi. Ed è proprio da quella fascia, la sinistra, che al 38’ i Leoni trovano meritatamente il vantaggio. Cross di Ronchi a rientrare sul secondo palo, Bonseri passa dietro a Pilotti e devia al volo di destro, palla che sbatte nuovamente sul palo interno, questa volta quello alla destra di Kaloudis, ma che torna al capitano e bomber di Motta che a porta vuota appoggia in rete, facendo vibrare la tribuna dalla gioia dei tifosi dei brianzoli. Al 42’ il Lume si fa vedere con un tiro di destro dal limite di Minotti, che raccoglie un pallone vagante al limite calcia di prima intenzione, conclusione deviata da un difensore e che termina non di molto lontano dalla porta di Martignoni.   Sofferenza, ma gioisce la Leon. Lumezzane che esce dagli spogliatoi senza spogliatoi, ma con un atteggiamento diametralmente opposto rispetto al primo tempo. E al 5' Franchi trova un buono spunto sulla sinistra e riesce a mettere in mezzo per Inverardi, che, ostacolato da un difensore, non riesce a dare forza alla sua girata di testa che viene allontanata dopo pochi centimetri dalla difesa brianzola. Leon tutta a protezione degli ultimi 30 metri con due linee ordinate di quattro giocatori. Infatti Ronchi ha arretrato la sua posizione andando a sulla linea dei centrocampisti con Ferrè a fare da seconda punta di fianco a Bonseri. Il giro palla bresciano fatica a sorprendere gli avversari e quindi iniziano i tentativi da fuori. Al 12' ci prova Franchi su punizione, ma il destro è debole per sorprendere Martignoni che blocca in due tempi. Decisamente più pericoloso Inverardi, che sfrutta una sponda con i tempi giusti di Caracciolo e in area tenta il destro, Bravissimo Martignoni a respingere sui piedi e a non farsi sorprendere con le gambe larghe. Al 20' momento teso con Franchi e Achenza che entrano in contatto con un gesto di stizza dell'ex Desenzano con l'avversario a terra. Episodio visto dall'arbitro che però non espelle Franchi, che per sua fortuna riceve solo un cartellino giallo. Passano i minuti e il Lumezzane alza la sfera in area alla ricerca della testa del proprio capitano e bomber Caracciolo. Al 24' Villa dal vertice sinistro dell'area va alla ricerca dell'Airone ex Brescia che ci arriva, ma il suo colpo di testa non inquadra la porta. Al 35' Martignoni sforna due bellissime parate entrambe con un tuffo sulla destra. Il Lume va vicinissimo al pari sempre sugli sviluppi di due calci d'angolo. Il primo Franchi lo batte fuori per Pesce che si coordina bene e lascia partire un destro che esalta l'estremo difensore dei brianzoli che smanaccia sopra la traversa. Ancora dalla bandierina Franchi opta per una battuta in mezzo e dopo una serie di rimpalli la palla arriva a Villa che gira di destro al volo dal limite, ma ancora Martignoni dice di no. Subito dopo la Leon ha la possibilità di chiudere i conti, ma Paparella lanciato in contropiede, nonostante si appena entrato in campo, si fa rimontare e prima di entrare in area si allunga la palla che finisce docile fra le braccia di Kaloudis, che frettolosamente aveva recuperato la posizione visto che si trovava sulla trequarti. Cinque minuti di recupero che terminano con una punizione alle stelle di Caracciolo. La Leon può così festeggiare, insieme ai suoi tifosi, mai in silenzio al contrario di quelli del Lume, una promozione in Serie D storica, la prima.

IL TABELLINO

AC LEON-LUMEZZANE 1-0 RETE: 38’ Bonseri (Le). AC LEON (4-3-3): Martignoni 8, Marzullo 7.5, Mari 6.5 (18' st Villa G. 6), Leotta 6.5, Venza 7, Scaccabarozzi 7.5, Ferrè 6.5 (25' st Paparella 6), Achenza 7, Bonseri 8 (38' st Cesana sv), Moreo 6.5 (25' st Biraghi 6), Ronchi 7.5 (30' st Marinoni 6). A disp. Perego, Gasperini, Calloni, Ferrario. All. Motta 8. LUMEZZANE (4-2-3-1): Kaloudis 6, Zugno 6 (29' st Zullo 6), Villa R. 5.5 (45' st Razziti sv), Politti 4.5, Giosu 6, Pesce 6.5, Inverardi 5 (25' st Serpelloni 6), Dadson 6.5, Caracciolo 5.5, Minotti 4.5 (36' st Pedrinelli sv), Franchi 6. A disp. Agliardi, Fattori, Stankevicius K., Paderno, Straozzini. All. Stankevicius 5. ARBITRO: Leone di Avezzano 6. ASSISTENTI: Monelli di Busto Arsizio e Tinelli di Treviglio. AMMONITI: Villa R. (Lu), Politti (Lu),  Bonseri (Le), Franchi (Lu), Pesce (Lu).


Martignoni compie la prima delle sue due super parate sul tiro di Pesce

CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAGELLE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400