Cerca

Eccellenza B, tante riconferme e poche novità in panchina; per il San Domenico Savio spunta Cascino

fabio nisticò
Questa annata particolare di Eccellenza è ormai terminata, ma già tutte le società hanno già la testa alla prossima stagione che, si spera, vedrà il suo regolare svolgimento a pieno regime. Con gli arrivi di Nisticò (Rivoli) e Fornello (CBS), quelli probabili di Telesca (Corneliano Roero) e Brovia (Albese) e i già sicuri addii di Gardano e Perlo restano da chiarire una serie di situazioni al momento molto intricate. Situazione Canelli SDS • Scavino subentrerà nell’Asti, Gardano andrà via e il grande polo del Canelli SDS resta un grosso punto interrogativo. Nel corso di questa stagione c’era già stata la separazione tra la parte dirigenziale canellese e quella astigiana, con l’ex vicepresidente Floriano Poggio e le figure a lui più vicine tornate nella nuova società della Virtus Canelli, ripartita nella stagione 2020/21 dalla Terza Categoria astigiana. Al di là dell’avvicinamento di Scavino all’Asti molto probabilmente il prossimo anno non vedremo più il Canelli SDS, ma tornerà la vecchia denominazione di San Domenico Savio, con il campo base che sarà quello di Rocchetta Tanaro in cui si è disputata questa Eccellenza 2.0. Chi sarà però il tecnico della futura formazione gialloverde? Il candidato numero uno al momento è Camillo Cascino: l’ex allenatore del Corneliano Roero è stato vicinissimo all’Albese qualche settimana fa, ma nel momento della chiusura è mancato l’accordo tra le parti, con i biancazzurri langaroli che hanno poi virato su un altro ex Corneliano Roero come Gianluca Brovia. Poco dopo per il presidente dell’AIAC della provincia di Asti si è avvicinato alla società di Bruno Scavino per il ruolo di tecnico del San Domenico Savio, con le parti attualmente in trattativa. Resta da vedere cosa resterà del gruppo squadra dell’ormai ex Massimo Gardano: probabilmente i gialloverdi avranno un parziale ridimensionamento, ma prima bisogna ufficializzare la guida tecnica e poi lavorare concretamente sulla squadra. Un’estate di riconferme • Al momento le novità sulle panchine nel girone B di Eccellenza sembrano essere finite. Tante società guardano al futuro partendo dalle proprie basi, ad iniziare dalla guida tecnica. Tra le squadre che hanno finito di giocare in questa ripresa di campionato ha già ufficializzato la conferma del proprio allenatore il Centallo, che continuerà ancora con Danilo Bianco, mentre sono ufficiose le conferme di Meloni al Chisola, Nobili al Castellazzo, Caridi alla Pro Dronero e Arturo Merlo all’Acqui, ma manca ancora l’ultima parola delle dirigenze. Particolare la situazione dell’Olmo, o per meglio dire del Cuneo: con il cambio di denominazione e il ritorno dello storico marchio del capoluogo della Granda la situazione dirigenziale e tecnica è rimasta un po’ in dubbio, ma a quanto pare l’unico vero cambio rilevante sarà il nuovo presidente, Mauro Bernardi, e il “trasferimento” di Andreis a vicepresidente. Magliano dovrebbe restare, così come gran parte del gruppo squadra grigiorosso: una ottima base per riportare il Cuneo in alto. Infine è stata definita ufficialmente la panchina della CBS, con l’annuncio di Marco Fornello sui canali ufficiali rossoneri. Situazione analoga anche per le formazioni che non hanno preso parte all’Eccellenza 2.0: il Pinerolo si è già ritrovato con Pierpaolo Rignanese e pensa già ad impostare il mercato (con gli addii di Alfiero e Todaro servono degli elementi importanti per rimpiazzarli), così come il Moretta ed Ettore Cellerino, che punteranno forte sulle conferme in massa della scorsa stagione (mancheranno solamente D’Agostino e Sperandio, andati al BSR Grugliasco) e su qualche nuovo arrivo sul fronte fuoriquota. Seguono a ruota Benarzole e Vanchiglia, che già nel corso della stagione avevano annunciato di proseguire rispettivamente con Alberto Merlo e Ramin Binandeh.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400