Cerca

LG Trino-La Biellese, il film della partita raccontato dalle emozioni sugli spalti del Picco

IMG_0050
Gradinate piene, cori da stadio di Serie A e fumogeni: un’atmosfera meravigliosamente surreale, che finalmente torna ad esserci dopo tanti mesi di spalti chiusi al pubblico. La Biellese ha il match point per volare in Serie D, ma non aveva ancora fatto i conti con il LG Trino, voglioso di assicurarsi un quarto posto che, nonostante tutto, vale tanto. Il racconto di 90’ e oltre ricchi di pathos, degni di un film di Tarantino. ORE 15.05 - Dopo solamente 3’ dall’inizio del match arriva il corner di Artiglia, con susseguirsi di rimpalli e respinte pronte di Dinaro, ma l’ultima parola spetta al solito Simone Menabò, che di leggero esterno sinistro mette la palla nel sette. Gioia immensa degli oltre 60 tifosi bianconeri al Picco, con tanto di corsa sotto la curva del numero 9 biellese. 1-0 Biella, palla al centro. Nello stesso momento arriva la notizia del vantaggio del Borgovercelli: al momento i bianconeri sono in Serie D. ORE 15.11 - Dall’iniziale momento di paradiso per La Biellese inizia a intravedersi la caduta all’inferno: il Trino sfonda per vie centrali con Bussi e Agnesina lo falcia. Rosso diretto per il capitano dei lanieri e rigore per i vercellesi, realizzato perfettamente dall’altro capitano Simone Bissacco. È 1-1 e il Borgovercelli intravede lo spareggio con La Biellese. ORE 15.40 - Le notizie rimbalzano per tutta la tribuna tinta di bianconero: il Lucento ha clamorosamente pareggiato, con il rigore di Alessandro Clori. Cambia nuovamente tutto: il Borgovercelli è tagliato fuori, rientra a totale sorpresa il Ticino in ottica spareggio. ORE 15.46 - La sorpresa del Lucento dura solamente una manciata di minuti. A riportare il Borgovercelli avanti ci pensa Alessandro Rossi, che ristabilisce le gerarchie e riporta il Borgovercelli agli spareggi. A Trino termina il primo tempo: La Biellese è bloccata sul pari e fatica a trovare la via del gol. ORE 16.06 - Gelo totale al Picco: dopo un’azione da calcio champagne di Roncarolo e Bytyci il Trino va in gol con un dominante Bussi. Il tifo bianconero esorcizza la tensione provando a sostenere Rizzo e squadra: il momento è realmente critico, La Biellese è clamorosamente fuori persino dallo spareggio. ORE 16.16 - Dopo un durissimo scontro tra Latta e Bytyci il numero 3 del Trino crolla a terra privo di sensi. Una manciata di secondi di paura in campo e fuori, ma l’allarme rientra subito dopo. Nello stesso momento entra Antonino Bonura: i due eventi saranno la svolta del match per entrambe le squadre. ORE 16.30 - Corner perfetto di Bonura, la difesa biancazzurra si dimentica completamente di Dylan Kambo, che di testa fredda Dinaro e riaccende il tifo dei lanieri. Esplode la bolgia, La Biellese è ancora viva. Al momento è nuovamente spareggio tra Borgovercelli e bianconeri. ORE 16.41 - Nell’incredulità generale di tifosi neutrali, biellesi e giornalisti, arriva la notizia della doppietta del 2002 Simone Sbriccoli. Il Lucento sta riuscendo nell’impresa titanica di affondare a casa sua il Borgovercelli. Nello stesso istante Andrea Jack Latta ha l’occasione di portare sul 3-2 la propria squadra, ma di testa tira alto. È tutto ancora una volta ribaltato: il Borgovercelli si autoesclude dallo spareggio, rientra in pista l’RG Ticino. ORE 16.54 - Nonostante gli assalti finali e qualche spauracchio di troppo subito in contropiede La Biellese chiude la gara di Trino sul 2-2, assicurandosi lo spareggio. Subentrano però i dubbi sull’avversaria: il Borgovercelli sta ancora perdendo 3-2, ma nessuno sa con certezza se la partita è realmente terminata. IL FINALE - La nostra applicazione ufficializza il 2-3 del Lucento, ma altre fonti sostengono una pazzesca rimonta (e non identificata nel minutaggio) del Borgovercelli. I biellesi vanno per circa un minuto in una giustificata confusione, ma il 4-3 biancoblù è una fake news. L’harakiri dei vercellesi è confermato: lo spareggio è e sarà RG Ticino - La Biellese.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400