Cerca

Coppa Eccellenza

Pinerolo-Moretta: Modini fa impazzire Rignanese, ma Maio-Sidella firmano la rimonta

Ottima gara degli ospiti di Cellerino, che nel primo tempo convincono, ma gli uomini di Rignanese vengono fuori alla distanza

Lorenzo Sidella Pinerolo

Gol all'esordio con la maglia del Pinerolo per Lorenzo Sidella, attaccante classe 2001

Ci pensano Maio e Sidella a firmare la prima vittoria stagionale del Pinerolo, vittorioso di misura contro il Moretta 2-1 dopo una partita equilibrata per grandi tratti. Bene gli ospiti di Cellerino, a cui è mancato poco per portare a casa un punto tutto sommato giusto, visto soprattutto il primo tempo giocato.
Dal 21 ottobre 2020 al 29 agosto 2021. A più di 10 mesi dall’ultima partita ufficiale Pinerolo e Moretta riabbracciano il palcoscenico dell’Eccellenza, a quasi un anno di distanza proprio da quel Pinerolo-Moretta di campionato, ultimo atto di una stagione terminata troppo presto. Ritorna la coppa Eccellenza e ritornano le formazioni di Pierpaolo Rignanese e Ettore Cellerino, con due percorsi diversi di arrivo all’esordio stagionale: i soliti acquisti mirati dei biancoblù hanno portato un ulteriore passo in avanti alla rosa pinerolese, mostrando i vari Campagna, Bosco e Manuali subito nell’11 titolare del Barbieri. Dal lato opposto il Moretta, orfano di alcuni big andati via come D’Agostino e Sperandio, propone ancora una volta la linea (bianco) verde, con 6 under titolari e 5 in panchina, con oltre metà squadra fuoriquota. Classico invece il modulo, con la solita difesa a 3 (Passerò, Morello, Faridi) ormai marchio di fabbrica del Moretta targato Cellerino, ma con un centrocampo meno folto in mezzo e 2 trequartisti “stile Atalanta” (Modini e Fioriello) alle spalle di Savino. 3-5-2 standard per Rignanese, con il rientrante Todaro al centro della difesa; Picotto, Del Buono e Maio in mezzo; Manuali e Campagna larghi a supporto delle punte Bosco e Micelotta.

Goduria Modini. Nonostante le tante settimane di assenza dal calcio vero Pinerolo e Moretta non si risparmiano e vanno in campo come se la pausa fosse stata decisamente più breve. Ottimo il ritmo, le gambe vanno e le occasioni fioccano, complici delle difese non ancora perfettamente rodate. I primi minuti sono però a tinte quasi totalmente verdi. Attore protagonista: Piergiorgio Modini, che con la casacca numero 11 sulle spalle scalda il mancino al 3’ con una bella punizione da centro destra (si distende bene Cammarota), ma al secondo tentativo al 12’ per il portiere Pinerolese non c’è nulla da fare. Piazzato da 25 metri di distanza, defilato leggermente sulla sinistra, mancino insidioso che si insacca all’incrocio e prima esultanza stagionale per il fantasista del Moretta. Il gol serve però al Pinerolo per ingranare meglio la marcia e sull’azione immediata dopo la ripresa del gioco si mette in proprio uno dei nuovi arrivati, Campagna, che si fa un coast to coast a destra saltando un paio di avversari, entrato in area calcia col sinistro sul primo palo, trovando la lieve deviazione di Trocano e il palo. La catena di destra dei padroni di casa funziona, con Soldano che pare in lieve difficoltà sia su Campagna che su Picotto, ma il Pine non passa, grazie soprattutto al lavoro dei tre centrali del Moretta, ben piazzati e pronti a far ripartire l’azione. Il resto lo fanno il centrocampo (bene in entrambe le fasi Giraudo e Sillah) e soprattutto Modini, letteralmente scatenato. Al 20’ è ancora il numero 11 a vedere un buco nella difesa in maglia blu, premiando l’inserimento preciso di Fioriello che però è timido a tu per tu con Cammarota, che neutralizza il tiro in uscita bassa. I ragazzi di Rignanese creano soprattutto con azioni individuali (Del Buono) e con traversoni dal fondo, arrivando a concludere dal limite (con Moracchiato) ma con scarsa precisione. Di conseguenza si aprono le praterie per gli avversari, sfruttate bene sul lungo (bravo Leanza a scappare a destra al 37’) ma meno nel momento clou (Modini serve troppo tardi un tutto solo Savino, finito in fuorigioco). L’ultima azione della prima frazione è per il Pinerolo, ancora grazie a un ottimo Campagna che crossa da fondo campo a destra, ma Micelotta (ingannato dal velo di Bosco) è poco lucido e calcia largo.

 

Maio la riprende, Sidella la chiude. La ripresa sembra incominciare nel peggiore dei modi per il Pinerolo, che nel giro di pochi minuti rischia di subire il 2-0 ancora una volta in ripartenza. Contropiede condotto per vie centrali da un ottimo Giraudo, che arriva sulla trequarti a servire Savino, bravo a inserirsi ma ancora una volta è impreciso a tu per tu con Cammarota. Il Pinerolo si spaventa ma non tentenna, riorganizzando le proprie forze anche nei cambi: Rignanese getta nella mischia Sidella e Tonini e la squadra inizia a girare meglio. Nonostante un'altra chance ancora per gli ospiti al 19' (corner di Modini, la palla passa e colpisce al volo Giraudo sulla sinistra, prendendo in pieno il palo) il Pinerolo trova finalmente la soluzione efficace al 20', con una palla messa dentro alla perfezione da Del Buono: cross dalla trequarti, inserimento e stacco perfetti di Maio tra Passerò e Faridi e zuccata che non lascia scampo a Trocano. La rete del pari da fiducia ai padroni di casa, che alzano il ritmo mettendo in difficoltà la formazione di Cellerino. I biancoverdi cambiano un po' di uomini e sembrano riuscire a tenere botta all'impeto dei pinerolesi, che di fatto non riescono a creare palle gol vere nell'area di rigore ospite. Il lampo però arriva nel finale, in un modo un po' inaspettato, quando un cross apparentemente innocuo viene spazzato male da Trocano, con la palla che rimane in area a disposizione di Bosco che calcia a porta spalancata; Passerò riesce a salvare ma solo momentaneamente, perché Sidella è letale nell'area piccola a metterci la scarpa e a siglare il 2-1 finale. Il Pinerolo porta così a casa una vittoria importante non solo per la qualificazione agli ottavi, ma anche per la morale in vista del campionato. 

IL TABELLINO

PINEROLO-MORETTA 2-1
RETI (0-1, 2-1): 12' Modini (M), 20' st Maio (P), 46' st Sidella (P).
PINEROLO (3-5-2): Cammarota 7, Viretto 6, Manuali 5.5, Moracchiato 6 (8' st Tonini 6), Picotto 6.5 (8' st Sidella 7), Todaro 5.5, Campagna 7, Del Buono 7 (47' st Barbaro sv), Micelotta 6 (49' st Dedominici sv), Bosco 6, Maio 7. A disp. Bonissoni, Sinopoli, Tonello, Mensa, Ciliberto. All. Rignanese 6.5.
MORETTA (3-4-2-1): Trocano 5, Leanza 6.5 (27' st Capuano 6), Soldano 5.5 (26' st Tonini 6), Passerò 7, Morello 7, Faridi 6.5, Fioriello 5.5, Giraudo G. 6.5 (23' st Pizzolla 6), Savino 5.5 (26' st Mazzi 6), Sillah 6.5, Modini 7.5 (23' st Aiello 5.5). A disp. Lerda, Previati, Blencio. All. Cellerino 6.5.
ARBITRO: Borello di Nichelino 6.5.
COLLABORATORI: Mariut di Asti e D'Acunzi di Alessandria.
AMMONITI: 30' Picotto[03] (P), 13' st Fioriello[00] (M), 37' st Bosco (P).

LE PAGELLE

PINEROLO
Cammarota 7 Esserci nel momento del bisogno è fondamentale per un portiere. Il Moretta nell'arco della partita ha almeno 3 nitide palle gol, rispondendo presente con interventi puntuali. Se continua così può diventare un valore aggiunto per tutti.
Viretto 6 Gara in costante movimento, parte dalle retrovie per poi arrivare nelle parti avanzate del campo. In difesa tiene bene la posizione e chiude buona parte dei pericoli.
Manuali 5.5 Ha bisogno di crescere ancora e di entrare meglio negli schemi del Pinerolo. Ha capacità importanti per la categoria, che però contro il Moretta non si sono viste.
Moracchiato 6 Dal suo lato si passa a tratti: prendendosi delle libertà in fase di spinta lascia inevitabilmente degli spazi liberi, senza però conseguenze gravi per la squadra. Meglio comunque in fase avanzata, sfiorando anche il gol nel primo tempo.
8’ st Tonini 6 Elemento di raccordo tra difesa e centrocampo, così come Moracchiato si concede qualche sgroppata in avanti.
Picotto 6.5 Gioca poco più di un tempo ma lo fa bene: ottimo dinamismo, fatto di inserimenti tra le linee che danno una grossa mano sulla corsia di Campagna.
8’ st Sidella 7 L'uomo degli esordi colpisce ancora. In gol alla prima gara con il Corneliano e in gol alla prima con il Pinerolo: la sua avventura al Barbieri non poteva iniziare meglio.
Todaro 5.5 Il carattere che ci mette in campo è sempre lodevole, ma a volte pare troppo irruento e ai punti il Pinerolo ne risente. Suo il fallo che porta alla punizione del gol di Modini, nella ripresa il suo rendimento resta costante e qualche sbavatura di troppo resta.
Campagna 7 Esordio da incorniciare, tra grandi cavalcate a destra e cross serviti al bacio per i compagni. Lodato anche da Rignanese a fine partita, Campagna può diventare una freccia dorata nella faretra pinerolese.
Del Buono 7 Assist perfetto che sblocca la partita dei padroni di casa: l'unico modo per schiodare il Moretta era inventare qualcosa da dietro e il numero 8 in blu ha tirato fuori dal cilindro una palla geniale, poi conclusa da Maio. Al di là dell'assist la gara è più che positiva. (47' st Barbaro sv)
Micelotta 6 Impestato tra i difensori avversari, non si stanca mai di battagliare per creare spazi per i compagni e per sé stesso. Anche se ha poche occasioni ha sudato ampiamente la maglia. (49' st Dedominici sv)
Bosco 6 Da lui ci si aspetta sempre tantissimo e il match non è stato dei migliori, però a conti fatti anche il suo contributo è stato importante ai fini della prestazione. Può crescere e l'ex Canelli lo sa.
Maio 7 Uno dei grandi canterani pinerolesi inizia la rimonta con un gran colpo di testa nel cuore dell'area di rigore. I suoi inserimenti, se saranno come questo, possono diventare l'arma X della formazione di Rignanese.
All. Rignanese 6.5 Prendere gol da calcio piazzato può capitare, così come le sbavature difensive a inizio stagione. Nel primo tempo manca un po’ di concretezza offensiva, ritrovata nella ripresa con i gol di Maio e Sidella. Vincere aiuta a vincere e l’esordio è positivo.

MORETTA
Trocano 5 Parate vere ce ne sono poche, anche perché di palle pericolose dalle sue parti se ne vedono raramente nel corso dei 90’. Sul gol di Maio può poco, vista la distanza ravvicinata del tiro, ma sul 2-1 le responsabilità sono sue: la smanacciata poco convinta favorisce il gol di Sidella.
Leanza 6.5 Il lato più utilizzato dal Moretta per far male in contropiede, il laterale in maglia verde interpreta bene il ruolo, dimostrando di avere già i polmoni pronti per il campionato. Esce esausto, conscio però di aver dato tutto.
27’ st Capuano 6 Entra con il giusto piglio, dando un po' di benzina in più alla manovra del Moretta.
Soldano 5.5 Rimasto bloccato a causa di uno straripante Campagna, soffre le discese del numero 7 pinerolese, facendo fatica nell’arginare sia lui che gli inserimenti di Picotto. Di conseguenza cerca poca gloria in fase offensiva.
26’ st Tonini 6 Fa leggermente meglio del compagno, complice il risultato di parità. Un paio di sgroppate, ma senza incantare particolarmente.
Passerò 7 Gara di livello in zona difensiva, piazzandosi al centro della difesa e impostando da dietro con precisione. Unico calo di concentrazione sul cross di Del Buono, lasciando passare Maio che insacca l’1-1. Per un momento sembra salvare il 2-1 sul tiro di Bosco, ma non può nulla sul secondo tiro di Sidella.
Morello 7 L’unico che non rientra tra i “colpevoli” nel gol di Maio e il 7 in pagella se lo porta a casa senza remore. Chiude e rimane concentrato, nonostante dal suo lato ci sia un cliente scomodo come Campagna.
Faridi 6.5 Difesa a 3 gestita con sapienza, anche con qualche fallo onesto a spezzare il fiato agli avversari. Unica pecca, che però pesa, sulla partita è il buco lasciato in occasione del gol: Maio passa tra lui e Passerò, colpendo indisturbato.
Fioriello 5.5 Gara fatta di alti e bassi, il gemello di Modini sulla trequarti è quello che brilla di meno nella partita. Ha un paio di occasioni potenzialmente pericolose, ma non le sfrutta.
Giraudo 6.5 Quantità e tanto movimento, spezza il gioco in fase di non possesso e percorre tanti chilometri senza palla per creare superiorità numerica in contropiede. Poco prima di uscire sfiora il 2-0 con un tiro al volo in area, che colpisce però il palo.
23’ st Pizzolla 6 Fa densità in mezzo al campo, facendo rifiatare compagni di reparto e non solo.
Savino 5.5 Combatte tanto e si danna per creare spazi, ma di fatto è poco concreto. Potrebbe avere delle palle interessanti per andare in rete, ma o è poco freddo davanti a Cammarota o lo sono i compagni che non lo servono in tempo.
26’ st Mazzi 6 Non entra in un momento facile della gara, ma comunque si impegna a dovere per farsi valere.
Sillah 6.5 Il vero regista della partita, da lui passano tutti i palloni delle manovre avanzate del Moretta. Il primo tempo è da top player del ruolo, un calo fisiologico nella ripresa.
Modini 7.5 Mattatore assoluto del primo tempo del Moretta. Serve assist e calcia piazzati con grande facilità, seminando il panico tra i tre centrali del Pinerolo. Con un pizzico di freddezza in più da parte dei compagni il Moretta poteva chiudere la gara già nei primi 45’.
23’ st Aiello 5.5 Non riesce a dare lo stesso contributo di Modini: tenta di dare fastidio al Pinerolo, ma gli avversari vivono il miglior momento della partita e lui ne risente.
All. Cellerino 6.5 Al di là del risultato, il primo tempo è veramente eccezionale, considerando lo stop da 10 mesi e l’ostico avversario. Dopo il gol la squadra si è compattata bene, lasciando ben poche occasioni vere ai pinerolesi. I margini di miglioramento ci sono e le premesse sono sicuramente positive.

ARBITRO: Borello di Nichelino 6.5 Esordio positivo anche per la terna, che sbaglia poco e risponde presente in buona parte dei momenti clou.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400