Cerca

Coppa Lombardia Eccellenza

Prevalle-Vobarno: è un dominio biancorosso, la tripletta di Roma travolge gli ospiti

Il numero 7 dei biancorossi delizia il pubblico di casa con un tris strepitoso, Guerra paga l'inesperienza e tre disattenzioni fatali

Mister Valotti, Prevalle

Fabio Valotti, allenatore del Prevalle

Trionfo Prevalle nel derby valsabbino con il Vobarno: termina 3 a 1 l'incontro che inaugura la stagione di Coppa per le due bresciane ed è un risultato frutto soprattutto della prova magistrale di Alessandro Roma, che si prende la scena e domina il match con una tripletta da stropicciarsi gli occhi. Una più bella dell'altra le reti siglate dal numero 7 dei locali (in veste AR7, giusto per tirare in ballo paragoni arditi) i quali, con tenacia e cinismo, schiacciano gli avversari guidati da Guerra e conquistano meritatamente i tre punti. Il Vobarno paga invece la difficoltà nel creare pericoli reali in fase offensiva e l'ingenuità dimostrata nelle situazioni chiave: la rosa del resto è molto giovane e ha ancora ampi margini di miglioramento.

Lampo di fine estate. Ritmi blandi da inizio stagione danno vita a una prima frazione che si accende solo in rare occasioni. Le due compagini si studiano in avvio, con il Prevalle che appare subito più spigliato e in forma rispetto a un Vobarno contratto e quasi intimorito. Al 5' il gol che sblocca la sfida nasce da un corner battuto basso: velo geniale di Maccabiti e delizioso sinistro a giro all'incrocio di Roma. 1-0 lampo e prima delizia dell'MVP di giornata che riceve i meritati applausi dei beniamini in tribuna. Il Vobarno reagisce più che altro temporeggiando, tessendo trame in mediana che faticano però a trovare spazi per le incursioni di Paghera ed Ephraim in attacco. Contribuisce a questa condizione di stasi perenne anche l'eccellente organizzazione difensiva del Prevalle, che scopre in Zanola un frangiflutti quasi insuperabile.

Freccia rossa Roma. La ripresa non cambia il ritmo generale del match, ma trova un Prevalle maggiormente in fiducia e che, difatti, alla distanza esce prepotentemente. Al 15' arriva così il raddoppio: uno spiovente profondissimo che parte dalla trequarti dei padroni di casa sorprende la linea difensiva ospite: si avventa sul pallone Roma che, con un controllo a seguire elegante e preciso, si incunea in area e trafigge Tognazzi con un mancino potente, incrociato sul secondo palo. Il raddoppio riscuote in qualche modo il Vobarno che con orgoglio si spinge in avanti e, al 20', guadagna un rigore per una trattenuta a cavallo della linea dell'area di Bonassi ai danni di Ephraim. Dal dischetto si presenta Paghera che non perdona e accorcia le distanze. La partita è riaperta e cominciano anche le prime scintille in campo (tra Beccalossi e Bettazza soprattutto). Ci pensa il solito Roma a rasserenare gli animi di casa: al 28' il capitano del Prevalle riceve palla nei pressi dell'area avversaria, s'inventa uno slalom rapido ed efficace che lo porta a centro area e infine spara una botta tremenda sotto la traversa: super gol e 3-1 che chiude la partita. Il Prevalle amministra il risultato negli ultimi minuti, giocando anche un buon calcio con gli innesti davanti e annullando anche gli ultimi tentativi di rimonta dei biancoblu.

IL TABELLINO

PREVALLE-VOBARNO 3-1
Reti: 5′ Roma (P); 15′ st Roma (P), 20′ st rig. Paghera (V), 28′ st Roma (P).
Prevalle (4-4-2): Benedetti 6.5, Beccalossi 6.5, Pelati 6, Zanola 6.5 (24' st Torchio 6), Avanzi 6.5, Avesani 6.5 (28' st Salvi sv), Roma 8, Piazza 6, Bonassi 6.5 (32' st Vernuccio sv), Maccabiti 7, Guariniello 6.5 (24' st Canciani 6). A disp. Gandini, Cò, Casella, Bignotti. All. Valotti 7.
Vobarno(4-4-2): Tognazzi 5.5, Bianchi 5 (16' st Chimini 6), Morè 5.5, Boschiroli 6.5 (48' st Guerra sv), Gannouni 5.5, Savoia 6, Rassega 6, Bettazza 5.5 (29' st Faloretti 6), Paghera 6, Salomoni 5.5 (36' st Venturelli sv), Ephraim 5. A disp. Carzeri, Nervi, Girardi, Sola, Bara. All. Guerra 6.
Arbitro: Sciolti di Bergamo 6.
Assistenti: Fantaccione di Cinisello Balsamo e Rivetti di Brescia.
Ammoniti: Avesani (P), Boschiroli (V), Pelati (P), Zanola (P), Vernuccio (P).

LE PAGELLE

PREVALLE

Benedetti 6.5 Sempre molto attento, anche sulle uscite alte.
Beccalossi 6.5 Talento e tantissimo carattere per un terzino (classe 2002) di grande prospettiva.
Pelati 6
A sinistra amministra la fase difensiva, lasciando pochissimi spazi agli avversari.
Zanola 6.5
Domina la mediana con esperienza e reattività.
24' st Torchio 6
Subentra con lo stesso spirito combattivo dei compagni.
Avanzi 6.5
Inamovibile: colonna portante di una difesa che non conosce debolezze.
Avesani 6.5
Gestisce con personalità la fase difensiva dei suoi. Si fa sempre trovare pronto all'intervento scaccia-pericoli. (28' st Salvi sv).
Roma 8 Tripletta da incorniciare: si porta a casa il pallone e forse anche un paio di difensori avversari...
Piazza 6
Svolge il suo compito con precisione chirurgica. Non sbaglia mai un passaggio.
Bonassi 6.5
Tanto lavoro di spinta: crea problemi alla linea difensiva ospite ed esce stremato. (32' st Vernuccio sv).
Maccabiti 7 Attaccante preziosissimo: lavora di sponda e mantiene tra i piedi palloni difficili, aiutando i suoi a salire.
Guariniello 6.5
Sgroppa a sinistra, si sposta al centro, inventa a destra: è ovunque!
24'st Canciani 6
Dà il suo contributo alla causa.
All. Valotti 7
Ha il merito di allestire una squadra di grande carattere e personalità, ben organizzata dietro. Roma gli rende tutto più facile.

VOBARNO

Tognazzi 5.5 Sui gol, forse, qualcosa di più si poteva fare.
Bianchi 5
Fatica tantissimo a destra, dove deve contenere l'indomabile Roma.
16' st Chimini 6
Offre forze fresche in un settore delicato: fa il suo.
Morè 5.5
Non trova la spinta che servirebbe per svoltare il match.
Boschiroli 6.5
Intelligente a metà campo, funge sia da perno che da filtro; poi però assiste alla caduta dei suoi. (48' st Guerra sv).
Gannouni 5.5 Alcune gravi sbavature in fase di passaggio e costruzione gli costano la sufficienza.
Savoia 6
Prova a tenere a galla una difesa che però non convince del tutto nei momenti chiave.
Rassega 6
A destra non offre l'estro che servirebbe: limita i danni provando, senza successo, a limitarsi alla fase difensiva.
Bettazza 5.5
Fatica in fase di costruzione e s'innervosisce nella ripresa.
29' st Faloretti 6
Un quarto d'ora di cuore in cui prova a cambiare le cose in attacco.
Paghera 6
Il rigore è perfetto, ma per il resto si vede ben poco.
Salomoni 5.5
Svaria un po' dappertutto, ma le idee sono confuse e non portano a reali occasioni. (36' st Venturelli sv).
Ephraim 5 Troppo impreciso al momento del passaggio decisivo, ha il merito di procurarsi il rigore. Ma non basta.
All. Guerra 6
Risultato pesante, ma ha una rosa giovane e di buone prospettive: si può solo migliorare.

LE INTERVISTE

Così il tecnico Valotti, del Prevalle: «Sono soddisfatto soprattutto per l'atteggiamento dimostrato e per la voglia di battagliare dei miei ragazzi; i meccanismi di gioco verranno poi nel corso della stagione. Peccato perché per un'ingenuità abbiamo riaperto la partita: del resto un derby è sempre un derby e, dopo un primo tempo equilibrato, siamo usciti nettamente nella ripresa. Roma è un giocatore di livello superiore, non lo scopro di certo io: ha dato un gran contributo e sono contento anche per come abbiamo gestito la fase difensiva».

Guerra del Vobarno dichiara invece ai nostri microfoni: «Abbiamo fatto un buon primo tempo, giocando bene da dietro e tenendo palla; paghiamo purtroppo tre errori individuali e di gioventù che ci sono costati i gol subiti. Può capitare quando una squadra giovane come la nostra si trova di fronte una squadra più esperta. Per migliorare dobbiamo continuare a fare ciò che abbiamo fatto bene oggi: mantenere la palla tra i piedi e amministrare, costruendo e creando gioco».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400