Cerca

Coppa Eccellenza

Club Milano-Castanese: botta e risposta tra le squadre in campo, apre Locati e risponde Urso

Mancano due punti a Club Milano e Castanese al triplice fischio, ma ciò che non è mancato è sicuramente lo spettacolo, in un match carico di emozioni e di occasioni

Lo Monaco Club Milano

Mattia Lo Monaco, uno dei migliori del Club Milano: ha messo in mostra tutta la sua qualità

Partita spettacolare nel secondo turno di coppa per l'Eccellenza tra Club Milano e Castanese. Il match è avvincente e ricco di colpi di scena, con Locati che illumina la partita con uno squillo che è il diamante della sua prestazione veramente maiuscola. Gli avversari però non si abbattono e infatti Urso risponde con un'incornata, sporcata da una deviazione. La partita termina con un pirotecnico 1-1: gli errori sotto porta sono tanti e certamente con un po' di precisione una squadra delle due avrebbe potuto fare bottino pieno, ma il pubblico sugli spalti di certo non può lamentarsi, perché ad averne giovato è sicuramente lo spettacolo.

Locati di rapina. I padroni di casa schierano un 4-3-3 ricco di triangoli e schemi con cui impensieriscono più di una volta gli ospiti, il 4-5-1 della Castanese regge l’impatto offensivo del Club Milano e quasi la spunta nel finale. Inizio scoppiettante, infatti al 5’ ci provano prima Lo Monaco, con un tiro cross che attraversa tutta l’area piccola, e successivamente Serralunga, che rimette in mezzo dalla parte opposta non trovando Locati al centro. La Castanese risponde con un'ottima giocata di Pacchieni, che trova attento De Rosa sul primo palo, ma anche con un gran diagonale di Martelli di poco a lato. Pochi minuti più tardi una grande apertura di Ornaghi trova di nuovo solo Martelli, ma la sua botta finisce di poco a lato. Nel momento migliore della Castanese, è il Club Milano a passare in vantaggio grazie a un'ottima giocata di Serralunga: dopo una serpentina in area di rigore, l’esterno alto dei padroni di casa scarica una botta centrale che Mainini non trattiene e sulla respinta il più lesto di tutti è Locati che scarica in rete a porta vuota portando il risultato sull’1-0. Dopo il vantaggio dei padroni di casa il primo tempo subisce un calo di ritmo, la partita viene interrotta da infortuni e ammonizioni. Prima dell'intervallo gli ospiti si rendono pericolosi solo allo scadere grazie a una gran giocata di Dioh che sfiora il pareggio con un tiro incrociato.

Pari e spettacolo. Ripresa scoppiettante che regala grandi emozioni: il piede fatato di Lo Monaco disegna traiettorie che per la prima parte della seconda frazione chiamano agli straordinari Mainini. La girandola di cambi e ammonizioni ridisegna le sorti della partita, perché gli interpreti cambiano e cambia anche l'andamento del match. Al 4’, da un corner tagliato di Orlandi, stacca sul primo palo Ursi, la palla colpisce Locati e finisce alle spalle di De Rosa sul secondo palo. Dopo il pareggio degli ospiti la partita si scalda e gli episodi dubbi non mancano. Al 13’ Caputo cade in area dopo un intervento dubbio di Dedionigi ma per l’arbitro è tutto regolare. Non mancano le polemiche, perché per i padroni di casa invece era rigore netto. Una delle tante azioni corali del Club Milano porta la squadra vicina al gol del nuovo vantaggio: al 18’ Kouadio lancia Locati in area di rigore, il bomber fa una sponda di tacco magnifica ma nessuno arriva a rimorchio per concludere. I ritmi si alzano ed è un botta e risposta: le occasioni per vincere capitano da ambo le parti, la prima sui piedi di Cuoco che con una staffilata da fuori, deviata, per poco non trova la rete del 2-1, mentre la seconda nel finale del match arriva sui piedi di Gibellini: Dioh si libera di due avversari lasciandoli sul posto con un bel colpo di tacco e lanciandosi sulla fascia destra, solo verso la porta avversaria. Con la coda dell’occhio vede solo al centro Gibellini, che per questione di centimetri non tocca la palla e non riesce a portare gli ospiti in vantaggio. I due allenatori, Garavaglia e Zenoni, hanno dimostrato di essere due abili giocatori di scacchi inserendo e togliendo i giocatori al momento giusto, peccato non siano riusciti ad affondare il colpo decisivo.

IL TABELLINO

Club Milano-Castanese
RETI: Locati 26’ (Cl), Urso 5’ st (C).
CLUB MILANO (4-3-3): De Rosa 7, Tumino 6.5, Caputo 7, Grezzana 7(33’ st Ferretti sv), Piras 7, Diouck 6.5, Kouadio 7, Cuoco 6.5 (31’ st Russo sv), Locati 6.5 (31’ st Nenadovic sv), Lo Monaco 7, Serralunga 6.5 (31’ st Bastos sv). A disp. Monzani, Righini, Antonucci, Sofia, Amabile. All. Zenoni 7.
CASTANESE (4-5-1): Mainini 7, Boccadamo 6.5, Pacchieni 6.5 (9’ st Gheller 6.5) Martelli 6.5 (9’ st Sciocco 6), Ornaghi 6.5 (14’ st Garavaglia 6) , Dedionigi 6.5, Greco 6, Milani 6 (37’ Urso 7) , Dioh 7, Orlandi 7, Gibellini 6.5 . A disp. Di Lernia, D’Aversa, Foglio,Persiani. All. Garavaglia 7.
ARBITRO: Santeramo di Milano 7
ASSISTENTI: Zanichelli di Legnano e Mapelli di Treviglio
AMMONITI: Boccadamo (C), Sciocco (C), Orlandi (C), Cuoco (Cl).

LE PAGELLE

CLUB MILANO
De Rosa 7 Su disimpegna al meglio salvando il risultato in più occasioni, meravigliosa la parata nel finale su Orlandi che salva il pareggio.
Tumino 6.5 Compie una fase difensiva perfetta sbagliando poco e niente, quando può di propone anche in avanti.
Caputo 7 Leader e capitano vero, ci prova a più riprese con delle fucilate dalla destra neutralizzate da Mainini.
Grezzana 7 Corre in ogni zona del campo proponendosi in fase offensiva e aiutando la squadra in fase difensiva.
Piras 7 Pilastro difensivo di categoria superiore, guida compagni e squadra per gli interi 90 minuti.
Diouck 6.5 Dalle sue parti non passa nessuno crea con Piras una diga difficile da superare.
Kouadio 7 Una spina nel fianco della difesa avversaria le sue accelerate impensieriscono sempre gli ospiti.
Cuoco 6.5 I piedi non sono dei migliori ma la grinta è da vendere, per poco non trova il goal del vantaggio.
Locati 6.5 Pimpante e velenoso, punge quando viene lasciato solo come nel goal dell’uno a zero, peccato per la deviazione sfortunata nella sua porta.
Lo Monaco 7 Piede magico che disegna geometrie e aperture che pochi possono lontanamente immaginare.
Serralunga 6.5 Freccia offensiva che insieme a Kouadio mette in grave difficoltà gli ospiti, peccato per l’imprecisione sotto porta.
All. Zenoni 7 Tocca lo scacchiere solo nel finale, il suo 4-3-3 ricco di schemi e triangoli farà parlare tanto di se.

CASTANESE
Mainini 7 Dalle sue parti non passa nulla, smanaccia ogni tentativo ospite ed è battuto una sola volta da posizione ravvicinata non avendo colpe.
Boccadamo 6.5 Applica al meglio ambo le fasi facendosi superare poche volte.
Pacchieni 6.5 Non effettua particolari errori arginando come può gli esterni offensivi dei locali.
9’ st Gheller 6.5 entra e lotta su ogni pallone facendo incolpare poche volta in porta gli ospiti.
Martelli 6.5 A centrocampo oggi non era facile vista la forza dei locali, ma lui filtra e smista con tranquillità.
9’ st Sciocco Entra ed effettua ambo le fasi in maniera diligente.
Ornaghi 6.5 Ottima prova, le sue aperture nel primo tempo impensieriscono i locali peccato scompiglia un po’ nella ripresa.
14’ st Garavaglia 6 entra ed effettua solo il suo compito, aiutando poco i suoi compagni.
Dedionigi 6.5 Gran prova peccato si perda Locati sul goal subito arrivando dopo sulla palla.
Greco 6 Gran prova lotta su ogni palla è una vera e propria diga, conquista falli astuti che dimostrano tutta la sua esperienza.
Milani 6 Si infortuna subito nonostante una mezz’ora giocata a un buon livello.
37’ Urso 7 Entra a freddo e si rivela uno dei migliori in campo.
Dioh 7 Si muove da solo contro tutta la difesa avversaria e per poco allo scadere da una sua gran giocata non nasce il goal del vantaggio.
Orlandi 7 Piede indiscutibile da cui nasce il cross del pareggio, peccato per l’occasione sbagliata nel finale.
Gibellini 6.5 Lascia per strada un goal già fatto non arrivando sulla palla per centimetri, prestazione comunque più che sufficiente.
All. Garavaglia 7 Muove lo scacchiere nel migliore dei modi, intensificando il centrocampo e limitando la forza offensiva dei locali.

ARBITRO
Santeramo di Milano 7 Nonostante gli episodi dubbi e il clima caldo mantiene la partita saldamente nelle sue mani.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400