Cerca

Coppa Lombardia Eccellenza

Sant'Angelo-Vogherese: un pessimo primo tempo, con super Bahirov, condanna i barasini

Non basta un buonissimo secondo tempo dei rossoneri, che porta porta alle reti di Silla e di Gritti

Roberto Gatti Sant'Angelo

Roberto Gatti, nuovo allenatore del Sant'Angelo

Il Sant’Angelo cade per 2-3 in casa al cospetto della Vogherese: dopo un primo tempo da incubo, chiuso sullo 0-3, la compagine barasina reagisce nella ripresa. La prova d’orgoglio consente di ridurre lo svantaggio, mancando però la rimonta. Per conquistare la qualificazione alla fase successiva, la compagine Vogherese deve comunque battere il Varzi nello scontro diretto interno del prossimo 22 settembre.

Primo tempo barasino da incubo. Già al 4’ gli ospiti passano in vantaggio: Andriolo s’invola sulla sinistra e, da distanza ravvicinata ma decentrata, scocca un diagonale affatto irresistibile che, tuttavia, s’insacca sorprendendo il portiere locale Colnaghi, che vede la sfera passagli sotto la pancia. Peggior inizio non avrebbe potuto esserci, sia per il Sant’Angelo sia per il suo estremo difensore, ormai “in bambola” e che al 14’ smanaccia “alla meno peggio” una sventagliata mancina del solito Andriolo: buon per lui che la sfera si perda di poco sul fondo. Lo show degli oltrepadani continua al 16’ con sinistro di Lorusso su calcio di punizione dalla destra respinto a pugni uniti da Colnaghi, quindi al 20’ Bahirov finalizza un contropiede presentandosi solo dinanzi all’estremo difensore barasino (stavolta incolpevole) battendolo con un preciso sinistro. La reazione dei padroni di casa è tutta in un colpo di testa centrale di Marzeglia ribattuto sul fondo dall’attento De Toni al 34’. Due minuti più tardi, Bahirov concede il suo personale bis “bruciando” sullo scatto le “belle statuine” santangioline, inzuccando di testa il 3-0 vogherese. La prima frazione termina con la "Voghe" avanti di tre reti, col Sant’Angelo assolutamente tramortito.

Orgoglio santagiolino, ma non è sufficiente. Il Sant’Angelo della ripresa è nettamente migliore rispetto a quello della prima frazione di gara (non che ci volesse molto, peraltro). Al 9’ Vitali centra il palo con un sinistro da distanza ravvicinata, quindi gli sviluppi dell’azione vedono un tiro (quasi) a botta sicura di Silla ribattuto dal “muro” ospite. Tre minuti più tardi Marzeglia s’avventa su una palla vagante in area, dribbla De Toni e calcia a rete, trovando la pronta risposta dell’attento portiere ospite, reattivo nel rialzarsi. Dopo un destro di Bahirov finito alle stelle al 14’ e un sinistro di Vitali persosi oltre lo stadio al 21’, Quaggio spreca un’occasionissima in contropiede, mettendo alto di sinistro “a tu per tu” con Colnaghi. Al 27’ Marzeglia (il migliore dei suoi) ci prova di sinistro trovando la pronta risposta del portiere ospite, pronto a respingere anche il successivo tentativo di Vai. Immediatamente dopo, un parapiglia comporta l’espulsione di Marzeglia, che lascia il Sant’Angelo in inferiorità numerica. Messi alle strette, i barasini cercano di gettare il cuore oltre l’ostacolo: al 29’ Vitali manca la porta con una conclusione dalla distanza, quindi al 31’ lo stesso Vitali offre un pallone invitante sulla sinistra a Silla, il quale è lestissimo a insaccare con un sinistro che termina in rete grazie all’aiuto del palo. Al 36’ una confusa azione in stile flipper vede Lorusso rischiare l’autorete, quindi al 43’ i padroni di casa si portano sul 2-3 grazie a un imperioso colpo di testa di Gritti, bravo nello svettare nel cuore dell’area e nel girare in porta un calcio d’angolo dalla destra. Il forcing finale vede i  rossoneri (oggi in maglia bianca) provarci con Berto al 45’ e con Lazzaro al 49’: entrambe le conclusioni, però, si perdono nettamente a lato, senza creare alcun patema a De Toni. Finisce, quindi, col successo degli ospiti su un Sant’Angelo che ha avuto il demerito di disputare una prima frazione assolutamente sottotono: la grinta profusa nel secondo tempo ha, almeno, salvato (seppur parzialmente) l’onore dei barasini.

IL TABELLINO

SANT’ANGELO-VOGHERESE 2-3
RETI: 4’ pt Andriolo (V), 20’ pt Bahirov (V), 36’ pt Bahirov (V), 31’ st Silla (S), 43’ st Gritti (S).
Sant’Angelo (4-4-2): Colnaghi 4; Marchese 5, Confalonieri 5 (1’ st Iovine 5), Pinton 5, Gritti 6; Mauri 6 (39’ st Berto sv); Vitali 6, Gomez 5,5 (1’ st Vai 6,5), Lazzaro 6; Marzeglia 6,5, Silla 6 (39’ st J. Casali sv). Allenatore: Roberto Gatti 5.
Vogherese (4-4-2): De Toni 6,5; Bollini 6 (22’ st Manuelli 6), Lorusso 6; Fasoli 6, Calviello 6; Andrini 6,5, De Stradis 6,5 (17’ st Quaggio 6), D. Casali 6,5, Selmi 6,5 (22’ st Cavaliere 6); Bahirov 7, Andriolo 6,5. Allenatore: Paolo Tomasoni 6,5.
Arbitro: Mattia Evangelista di Treviglio (Bergamo) 6,5.
Ammonizioni: Bahirov (V), Iovine (S) e Calviello (V). Espulso Marzeglia (S) al 27’ st.

LE PAGELLE

SANT’ANGELO
Colnaghi 4 Prova da incubo. Si fa goffamente passare sotto la pancia il lemme diagonale di Andriolo (1-0), quindi rischia il bis su un sinistro dello stesso attaccante ospite: buon per lui che in tal caso la sfera finisca sul fondo. Respinge poi “alla meno peggio” un calcio di punizione di Lorusso. Se ci consentite una battuta, come portiere andrebbe meglio Raffaele Giordano (Patrizio Rispo) di “Un posto al sole”.
Marchese 5 Una delle belle statuine rossonere. Assai disattento.
Confalonieri 5 Molto confusionario, spesso in difficoltà.
1’ st Iovine 5 Si nota solo per l’ammonizione rimediata.
Pinton 5 I passaggi sbagliati sono più di quelli azzeccati.
Gritti 6 Non impeccabile. Guadagna la sufficienza grazie al bel gol che riaccende le speranze rossonere.
Mauri 6 Non impeccabile, ma almeno ci mette il cuore. (39’ st Berto sv).
Vitali 6 Si rende pericoloso con tentativi dalla distanza: almeno ci prova. Autore dell’assist per l’1-3 di Silla.
Gomez 5.5 Troppa confusione e poco sangue freddo.
1’ st Vai 6.5 Entrato nel secondo tempo, è spesso pericoloso con guizzi sulla fascia sinistra. Molto ispirato. Fosse sceso in campo dall’inizio dell’incontro…
Lazzaro 6 Cerca quantomeno di creare gioco, ma predica (quasi) nel deserto.
Marzeglia 6.5 Gara di grande sacrificio. Sfiora più volte la rete. L’espulsione nulla toglie alla sua positiva prestazione.
Silla 6 Bravo negli spazi e nel gioco senza palla. Realizza l’1-3 con un preciso diagonale mancino. (39’ st J. Casali sv).
All. Gatti 5 Il Sant’Angelo è autore di un primo tempo da incubo: solo nella ripresa riesce a rivitalizzare i suoi.

VOGHERESE
De Toni 6.5 Molto bravo quando chiamato in causa. Dice di no a a Marzeglia sul 2-0, ripetendosi nel convulso secondo tempo, quando i suoi hanno già triplicato, Incolpevole sulle due reti.
Bollini 6 Compie il proprio dovere, senza infamia e senza lode.
22’ st Manuelli 6 Entra in campo nel convulso finale, riuscendo a tenere i nervi ben saldi.
Lorusso 6 Gara di grande attenzione e precisione. Nulla di straordinario ma neppure errori degni di nota.
Fasoli 6 La sua partita si potrebbe riassumere nella frase:  «Dimmi quello che c’è da fare e io lo faccio».
Calviello 6 Capitano e guida degli oltrepadani. Sempre reattivo.
Andrini 6.5 Bravo sulla difensiva, non disdegna qualche giocata.
De Stradis 6.5 Cerca di mettere ordine sulla linea mediana del campo, il più delle volte riuscendoci.
17’ st Quaggio 6 Svolge il suo compito in copertura, proprio quando la partita comincia a scaldarsi. Spreca una buona occasione, ma la prova è comunque positiva.
D. Casali 6.5 Inizia molto bene, con buone giocate, per poi spegnersi pian piano. Prova comunque più che positiva.
Selmi 6.5 Prova di grande qualità. Sempre attento a dettare i ritmi di gioco.
22’ st Cavaliere 6 Nel finale riesce a tenere palla, facendo rifiatare i suoi.
Bahirov 7 Autore di una bella doppietta. Mezzo punto in meno per l'esultanza poco condivisibile ("ziitisce" i tifosi locali).
Andriolo 6.5 Sblocca la situazione con un sinistro sul quale il portiere locale non è impeccabile (eufemismo). Sfiora anche il bis. Trottolino molto insidioso.
All. Tomasoni 6.5 Prepara benissimo la partita, quindi nel finale è bravo a far tenere i nervi saldi ai suoi uomini.

ARBITRO
Evangelista di Treviglio 6.5 Nessun errore. Bravo nel non far scaldare troppo gli animi. Gara di personalità e di serenità.

LE INTERVISTE

Roberto Gatti (Sant'Angelo): «Brutta sconfitta, frutto di un primo tempo nel quale ho visto un brutto atteggiamento. Nella ripresa c’è stata una bella reazione d’orgoglio, fruttata due gol. Abbiamo commesso degli errori, che non vanno affatto dimenticati: anzi, dobbiamo ricordaceli e imparare da essi, per non ripeterli. Abbiamo sbagliato tutti, ora dobbiamo riprenderci subito».

Paolo Tomasoni (Vogherese): «Buon primo tempo. Alcuni giocatori sono in ritardo di preparazione, quindi alla lunga abbiamo sofferto la freschezza degli avversari. Nel secondo tempo non abbiamo fatto tanto, però credo sia una vittoria meritata. Sono abbastanza soddisfatto».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400