Cerca

Eccellenza

Settimo Milanese-Base 96: doppietta di Catta e sigillo decisivo di Odone, rimonta nella ripresa e tre punti per gli uomini di Corti

Mille emozioni al Comunale: uno-due biancorosso nel primo tempo, l'espulsione di Spaggiari complica i piani e il Base ribalta

Salvatore Catta - Base 96

Salvatore Catta, numero 9 ospite e autore delle prime due reti nella rimonta vincente

Cinque gol, tante occasioni per segnare, la rimonta ospite dopo essere andati sotto di due reti: Settimo Milanese e Base 96 regalano una partita appassionante e dai numerosi colpi di scena, al termine della quale ad esultare è la squadra di Corti, che dà continuità alla vittoria in coppa contro la Pontelambrese. Gli ospiti si presentano con un 4-3-3 in cui a fare da play davanti alla difesa è capitan Marinoni, alla ricerca della profondità su Catta e sulle ali, Cesana e Marinaci. Invernizzi schiera i suoi con un modulo speculare in cui i terzini, Curci e Spaggiari, sono bloccati dietro e in cui si affida soprattutto alle iniziative sulla destra di Maugeri. La pioggia sembra dare tregua alle due squadre pronte ad iniziare, ma proprio poco prima del fischio d'avvio il maltempo si scatena, rendendo il campo fin da subito pesante e costringendo le due compagini a cercare spesso di alzare palla, evitando il più possibile passaggi corti per paura che la palla si fermi sulle pozze.

Equlibrio spezzato nel finale di primo tempo Settimo e Base mostrano fin dalle prime battute di essere entrate in campo con l'approccio giusto; nei ventidue in campo non mancano intensità ed agonismo, con numerosi contrasti decisi nella zona centrale. Le prime occasioni sono per gli uomini di Corti, con Gerosa che impegna Paradiso con un destro insidioso e Catta che mette alto di poco su sviluppi di angolo. A metà tempo è però Marinoni a rendersi molto pericoloso, con una punizione dal limite potente che Paradiso è bravissimo a respingere con l'aiuto della traversa. Dopo questa occasione, il Settimo alza maggiormente il pressing, rendendo ancora più faticosa l'uscita palla a terra da dietro del Base, complicata già dalla pioggia e dal campo. Gli uomini di Invernizzi recuperano spesso palla sulla trequarti ospite e da qui creano minacce: prima Cicogna calcia alto appena dentro l'area, poi Spaggiari trova una gran risposta di Porro in angolo. Dopo un'opportunità per Lorino su angolo (colpo di testa salvato a pochi metri dalla linea), sempre su sviluppi da corner arrivano le due reti di casa. Nel primo caso, dopo aver battuto corto, Caon guadagna il fondo e mette al centro un pallone deviato su cui Coulibaly è lesto nel girare in porta col sinistro; nel secondo, sponda di Lorino, palo di Cicogna e, dopo mischia, Cantoni sigla il raddoppio con un destro che passa in mezzo ad una selva di gambe.

Succede di tutto Corti, ad inizio ripresa, presenta due cambi che però non modificano tatticamente la squadra. A complicare tutto, per il Settimo, è Spaggiari: già ammonito nel corso del primo tempo, trattiene ingenuamente Cesana a metà campo e lascia i suoi in dieci dopo solo cinque minuti della seconda frazione. Maugeri ha però un'enorme occasione per mettere il lucchetto alla partita: lanciato in campo aperto, si fa ipnotizzare da Porro, autore di una strepitosa parata. Scampato il pericolo e con un uomo in più, il Base - schierato ora con un 4-4-2, in cui il neoentrato Riboldi fa coppia davanti con Catta - alza notevolmente il baricentro, schiacciando i padroni di casa negli ultimi 30 metri di campo e cominciando ad assediare la porta di Paradiso. Dopo una chance per Cesana, il cui destro finisce di poco alto, gli ospiti la riaprono sempre su sviluppi di corner: il cross preciso ancora di Cesana pesca la testa di Catta, abile nel trovare la precisione giusta per battere il portiere di casa. La squadra di Corti prende ancora più coraggio, quella di Invernizzi si mette invece paura: arrivano un'altra occasione per Catta e una per Gerosa, che di testa sfiora il pari. Il 2-2 arriva pochi minuti dopo: è ancora Catta, ancora di testa, a trovare la doppietta personale. Il Base sente di poterla portare a casa e continua ad attaccare: la rete decisiva è di Odone, che dopo una mischia in area di rigore trafigge Paradiso da pochi metri. Il Settimo non riesce a trovare una reazione nel finale, complici stanchezza e nervosismo: i tre punti vanno così agli uomini di Corti, che possono festeggiare il primo successo in campionato.

IL TABELLINO  

Settimo Milanese-Base 96 2-3
RETI (2-0, 2-3): 42' Coulibaly (S), 46' Cantoni (S), 22' st Catta (B), 29' st Catta (B), 32' st Odone (B).
SETTIMO MIL. (4-3-3): Paradiso 6.5, Curci 6, Spaggiari 5, Caon 5.5 (34' st Laraia sv), Cantoni 6.5, Lorino 6, Coulibaly 6.5 (10' st Talamo 5), Martinoia 5.5, Cicogna T. 6 (16' st Fabozzi 5.5), Cipullo 6.5 (28' st Favilla sv), Maugeri 5.5. A disp. Puglia, Pica, Locatelli, Cicogna G. All. Invernizzi 5.5.
BASE 96 (4-3-3): Porro 7, Sala 6, Gerosa 6.5, Siviero 6 (10' st Riboldi 6), Deri 6, Nasali 6, Cesana 7, Barbera 5.5 (1' st Odone 7), Catta 7.5, Marinoni 6, Marinaci 5.5 (1' st Mosca 6). A disp. Citterio, Boga, Reyes, Arienti, Elezi, Carraro. All. Corti 6.5.
ARBITRO: Leone di Avezzano 6.5.
ASSISTENTI: Fantini di Busto Arsizio e Mapelli di Treviglio.
AMMONITI: Spaggiari (S), Barbera (B), Deri (B), Laraia (S).
ESPULSO: 5' st Spaggiari (S) per doppia ammonizione.

LE PAGELLE

Settimo Milanese
Paradiso 6.5 Gran parata nel primo tempo sulla punizione di Marinoni, è sempre coraggioso nelle uscite e infonde sicurezza. Nulla può sulle reti del Base.
Curci 6 Si limita a mantenere la posizione, senza spingere. Non soffre nè Marinaci nè Mosca, non commette sbavature.
Spaggiari 5 Ammonito nel primo tempo, soffre il duello con Cesana; rovina la gara dei suoi trattenendo il 7 ospite in un duello a metà campo. Ingenuo.
Caon 5.5 Avvia l'azione del gol di Coulibaly, ma nei duelli individuali ha spesso la peggio; nella ripresa deve solo pensare a difendere ed è spesso in ritardo nei contrasti (34' st Laraia sv).
Cantoni 6.5 Cattivo e deciso nel finalizzare la mischia del 2-0, soffre nella ripresa ma non ha grosse responsabilità sui gol subiti.
Lorino 6 Sempre pericoloso davanti sugli angoli a favore, dietro però non fa altrettanto bene: perde Catta in occasione del pareggio ospite.
Coulibaly 6.5 Il Settimo attacca più sull'altra fascia e lui si nota poco; è però puntuale nel farsi trovare a centro area e abile nel girare in porta il gol dell'1-0. (10' st Talamo 5 Entra dopo l'espulsione di Spaggiari e si piazza al suo posto, terzino sinistro: Cesana lo punta sempre e lo fa ammattire, lui non ci capisce granchè).
Martinoia 5.5 Si vede poco in mezzo al campo, sia in interdizione che in inserimento. Gara anonima, più ombre che luci.
Cicogna T. 6 Si sbatte tantissimo in mezzo ai centrali ospiti, aiutando la squadra a salire e portando per primo pressing; non calcia però mai in porta, ed è un attaccante (16' st Fabozzi 5.5 Sostituisce nel ruolo di prima punta il compagno, ma non vede mai palla, complice il baricentro bassissimo della squadra).
Cipullo 6.5 Più lotta che qualità, dei tre centrocampisti di Invernizzi è quello che dimostra di avere più gamba. Esce stremato. (28' st Favilla sv).
Maugeri 5.5 Nel primo tempo è il più attivo dei suoi; dopo l'espulsione di Spaggiari si mangia però un'occasione clamorosa, che avrebbe potuto chiudere la partita.
All. Invernizzi 5.5 Ottimo primo tempo per grinta e determinazione, chiuso avanti con merito; rimanere in dieci complica tutto, la squadra però si schiaccia troppo negli ultimi metri e subisce costantemente l'assedio ospite, fino alla sconfitta.

Base 96
Porro 7 Nel primo tempo nega la rete a Spaggiari, ad inizio ripresa è determinante nell'opporsi a Maugeri con una parata strepitosa. Sliding door della partita.
Sala 6 Gerosa spinge molto, lui si ferma ad aiutare i centrali formando spesso una catena a tre. Non patisce le iniziative avversarie, gara senza sofferenze.
Gerosa 6.5 Nel primo tempo è spesso più avanti di Marinaci, scambiandosi quasi i ruoli. Sua la prima occasione del match, cala nel corso della ripresa.
Siviero 6 Lascia l'impostazione a Marinoni e pensa più alla quantità. Tanti duelli, alcuni vinti e altri persi, ma con buona intensità (10' st Riboldi 6 Si piazza davanti insieme a Catta, che però gli ruba la scena. Contributo discreto alla causa).
Deri 6 Senza infamia e senza lode; non soffre Cicogna, ma fatica a guidare i suoi in occasione dei calci piazzati del Settimo.
Nasali 6 Giudizio molto simile a quello per Deri, la squadra soffre sui calci da fermo. Bene invece nel tenere la linea e nel contenere gli attaccanti avversari.
Cesana 7 Primo tempo senza troppi spunti, ma in cui comunque è il più vivace dei suoi; guida la rimonta con continui spunti personali a destra e un cross delizioso che Catta mette in porta di testa.
Barbera 5.5 Manca la giusta cattiveria in mezzo al campo; ammonito nel primo tempo, lascia la contesa all'intervallo (1' st Odone 7 Buon impatto sulla gara, con gamba e concentrazione; ha il merito di risolvere con gol la mischia decisiva per il risultato finale).
Catta 7.5 Una sola occasione nel primo tempo, alta di poco; nella ripresa trasforma perfettamente due cross dalle fasce, trascinando i compagni nel ribaltone.
Marinoni 6 Sfiora il gol con gran punizione, su cui è bravo Paradiso; tocca un'infinità di palloni, non sempre li gestisce con la dovuta precisione.
Marinaci 5.5 In campo solo nella prima frazione, in cui è quasi invisibile. Pochi palloni toccati, nessuna iniziativa degna di nota (1' st Mosca 6 Svaria più del compagno che va a sostituire, andando a cercare palla anche centralmente. Contribuisce alla rimonta).
All. Corti 6.5 La squadra soffre il pressing del Settimo, che produce le due reti nel finale di primo tempo. Complice l'espulsione di Spaggiari, i suoi però nella ripresa mostrano grande carattere e ottengono una vittoria alla fine meritata.

ARBITRO Leone di Avezzano 6.5 Ineccepibili i cartellini a Spaggiari, che gli costano l'uscita anticipata dalla partita. Perde il controllo della partita nel finale, in cui manca qualche cartellino.

LE INTERVISTE

Gianluca Invernizzi, allenatore del Settimo Milanese, nonostante la sconfitta fa comunque i complimenti ai suoi ragazzi: «Abbiamo giocato una signora partita, chiudendo il primo tempo meritatamente avanti. Abbiamo anche avuto l'occasione per chiuderla, peccato non esserci riusciti; ringrazio comunque i miei giocatori perchè si sono impegnati al massimo. Meritavamo un altro risultato». Il tecnico di casa continua poi la sua analisi: «Abbiamo una squadra giovane, ci è mancata l'esperienza per gestire meglio la situazione di vantaggio. Non dobbiamo però trovare colpevoli, ma soluzioni per ripartire subito».

L'allenatore del Base 96, Fabio Corti, non nasconde la soddisfazione per i tre punti odierni: «È stata una battaglia intensa; abbiamo pagato caro dei nostri errori sulle reti subite. Durante l'intervallo mi sono fatto sentire e i ragazzi hanno dimostrato di essere un gran gruppo, con una reazione importante soprattutto a livello caratteriale». Il tecnico ospite chiude poi facendo i complimenti al proprio portiere: «Ringrazio Porro perché a inizio ripresa con la sua parata ci ha aiutato tanto; subire il terzo gol avrebbe potuto tagliarci le gambe».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400