Cerca

Eccellenza

Girone A: terminano in parità i big match Pavia-Sestese e Varesina-Varzi, ne approfitta la Base 96 che vola in testa; Castanese fatale a Zenoni

Prossimo turno con ben tre derby: Ardor Lazzate-Base 96, Sestese-Vergiatese e Varzi-Accademia Pavese. Ma il clou sarà Vogherese-Varesina

Salvatore Catta Base 96

Salvatore Catta sta trascinando la Base 96 a suon di gol

La terza giornata di campionato non ha riservato grosse sorprese né provocato scossoni importanti alla classifica. I duelli più attesi, quelli tra Pavia e Sestese e tra Varesina e Varzi, sono infatti terminati in parità. Ad approfittarne è la sorprendente Base 96 di Fabio Corti che rimonta la Rhodense e balza in testa alla classifica. Sfuma nel finale la prima vittoria della Vogherese, raggiunta da un eurogol di Tartaglione che regala un punto d'oro al Gavirate. Si scuote finalmente il Verbano, che espugna il Battista Re di Settimo Milanese e si porta a centro classifica. La Vergiatese si conferma granitica in difesa ma ancora troppo sterile in zona gol, ne approfitta la Calvairate che strappa un ottimo punto. Continuano le crisi di Accademia Pavese e Club Milano, ancora in cerca della prima vittoria tra campionato e Coppa: i pavesi cadono per la quarta volta consecutiva, stavolta ad opera dell'Ardor Lazzate; i milanesi crollano sotto i colpi della Castanese che banchetta a Pero.

Pavia-Sestese 1-1

Al Fortunati va in scena lo scontro diretto tra le due capoliste del girone, le uniche a punteggio pieno dopo le prime due giornate. A partire meglio sono i ragazzi di Fiorenzo Roncari, che nella prima mezz'ora prendono il controllo delle operazioni chiamando più volte in causa Boari. A sbloccare il risultato sono però i padroni di casa: al 22' Razzitti è glaciale nel trasformare il calcio di rigore assegnato dal direttore di gara per un fallo su Donadio. Una doccia fredda che metterebbe ko diverse squadre ma non la Sestese, che reagisce immediatamente e dopo soli 5 minuti pareggia grazie al più giovane in campo, Abdalaye Fall, dopo la traversa colpita da Selpa. Il giovane talento, classe 2004, può così festeggiare il primo gol in Eccellenza nello stadio probabilmente più prestigioso della categoria. Lo schiaffo subito scuote la formazione di Omar Albertini, che entra finalmente in partita ed alza il proprio baricentro. Gli azzurri non riescono però a concretizzare le occasioni create, soprattutto nella ripresa, anzi falliscono anche la più ghiotta delle opportunità quando Zingari stampa sulla traversa il secondo rigore fischiato a loro favore. Un penalty molto contestato dai varesini e apparso effettivamente piuttosto generoso. Un pareggio che lascia diversi rimpianti ma che in fondo può accontentare entrambe le squadre, ancora imbattute in questo inizio di stagione e sempre in testa alla classifica.

Base 96-Rhodense 3-1

La sorprendente Base 96 di Fabio Corti supera in rimonta la Rhodense e raggiunge al comando la coppia Pavia-Sestese. Una situazione che sembrava impossibile solo 135 minuti prima, quando i rossoverdi erano sotto di due reti al Battista Re di Settimo Milanese a fine primo tempo. Da quel momento sembra essere scattato qualcosa nella testa dei giocatori che ha ribaltato completamente l'inerzia di una stagione che poteva mettersi in salita, e che adesso ha un sapore completamente diverso. Eppure a passare in vantaggio sono i ragazzi di Raspelli: Messaoudi è imprendibile sulla destra, il suo suggerimento perfetto così come il movimento di Mari, che s'inserisce coi tempi giusti e batte Citterio. La partita cambia però al 15': su palla inattiva s'innesca una mischia nell'area arancionera e Gentile, d'istinto, respinge il pallone sulla linea con la mano. Calcio di rigore ed espulsione automatica per l'attaccante, che lascia i suoi in inferiorità numerica per 75 minuti. Sul dischetto si presenta Marinaci che non lascia scampo a Mantovani. Nonostante l'uomo in meno gli ospiti dimostrano di essere in gran forma e sfiorano il vantaggio con Mari e Malvestiti, ma le loro conclusioni sbattono contro la traversa della porta brianzola. Nella ripresa la Rhodense abbassa il baricentro provando a chiudere gli spazi e colpire in contropiede, ma capitola al 27' quando Catta viene dimenticato dalla difesa e trafigge Mantovani da posizione ravvicinata. Per il centravanti rossoverde si tratta già della quarta rete stagionale, la terza in campionato, che gli permette di salire al secondo posto in classifica marcatori alle spalle dello scatenato Gibellini. Gli ospiti accusano il colpo e la situazione si aggrava ulteriormente con l'espulsione di Mari per somma di ammonizioni. Gettandosi in avanti alla disperata ricerca del pareggio espongono il fianco alle ripartenze della Base 96, che nel recupero chiude definitivamente i conti col neoentrato Riboldi e si gode un primato tanto inatteso quanto meritato.

Club Milano-Castanese 1-4

Al Vista Vision Stadium crolla il Club Milano sotto i colpi di una Castanese sensibilmente cresciuta nelle ultime settimane. Il tonfo dei biancorossi costa la panchina a Cristian Zenoni, che lascia così i milanesi senza aver ottenuto nemmeno una vittoria nelle cinque partite disputate tra campionato e Coppa. «Ringraziamo Zenoni per il lavoro svolto. Restiamo legati a lui da un ottimo rapporto ma serviva dare una scossa alla squadra», il commento del presidente Guido Marrone. Da domenica sarà Giuseppe Scavo, ex tecnico della Pro Sesto Primavera e alla guida della formazione Under 19 in questo inizio di stagione, a guidare Monzani e compagni. I neroverdi partono subito forte e passano in vantaggio già dopo 7' grazie a un gran gol di Milani, che riceve da Greco e infila il portiere con una pregevole conclusione all'angolino. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e il pareggio arriva già dopo 3', grazie a un eurogol di Pelle dai 25 metri. Prima dell'intervallo l'episodio che spacca la partita: Gibellini mette Urso solo davanti a Monzani e l'attaccante ex Varesina non si fa pregare beffando l'estremo difensore col tocco sotto. Nella ripresa la scena se la prende tutta Stefano Gibellini: il numero 11 prima realizza il 3-1 dagli undici metri, poi chiude definitivamente i conti a un quarto d'ora dal termine con una conclusione ravvicinata. Per l'attaccante classe 1996 si tratta della terza doppietta in altrettante giornate che gli permette di prendere il largo in classifica marcatori.

Varesina-Varzi 0-0

Il big match di giornata è senza alcun dubbio quello di Venegono, che vede contrapposte due delle grandi favorite per la vittoria del campionato. Entrambe le formazioni giocano una partita attenta, consapevoli del valore dell'avversario, ma senza rinunciare a tentare di conquistare i tre punti. Così la scena se la prendono i due portieri: prima è Murriero a uscire coi tempi giusti sui piedi di Sarr anticipandolo prima del tiro; poi sale in cattedra Spadavecchia che si oppone ai tentativi di Grasso e Rebuscini. Alla mezz'ora i padroni di casa devono soffocare in gola l'urlo del gol perché il mancino da centro area di Kate, pescato perfettamente da Nejmi, gira troppo e fa la barba al palo. L'occasione più clamorosa delle fenici arriva nella ripresa e vede sempre il numero 26 protagonista: sul filtrante di Mira gira di prima intenzione costringendo il portiere a respingere come può. Il pallone s'impenna e diventa preda di Sarr, che a porta vuota colpisce di testa dal limite dell'area piccola mandando incredibilmente alto. Nel finale la partita si accende. Grasso prima spaventa Spadavecchia con un destro velenoso che accarezza il palo, poi libera in area il neoentrato Toledo che colpisce in pieno la traversa a portiere battuto. Sul ribaltamento di fronte Erbini vince il duello con Gnaziri ma sul più bello si fa ipnotizzare da Murriero. Finisce così 0-0 tra due squadre che si dimostrano molto solide, essendo rispettivamente la prima e la terza miglior difesa del campionato, ma che devono ancora sbloccarsi in fase offensiva.

Gavirate-Vogherese 1-1

Un ottimo Gavirate ferma una Vogherese ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato. L'undici di Caon gioca una partita molto ordinata e imbriglia i rossoneri, che evidenziano ancora dei problemi in fase offensiva. Dopo un primo tempo avaro di emozioni è Besirevic a scuotere il pubblico di Vedano Olona, ma De Toni si conferma uno dei migliori portieri del campionato e lo ipnotizza. Per sbloccare la gara serve una giocata da campione e a trovarla è Bollini, che al 60' pesca il jolly dai 35 metri fulminando Oniscodi. I padroni di casa reagiscono e provano a pareggiare ma né TartaglioneMondoni sono fortunati. Quando ormai il traguardo sembra vicino per i ragazzi di Tomasoni, ecco che al 90' Tartaglione estrae il coniglio dal cilindro e trova il gol del definitivo 1-1 con una fantastica conclusione al volo che nemmeno De Toni può neutralizzare. Un risultato che lascia l'amaro in bocca agli ospiti, col presidente Oreste Cavaliere che si lascia andare a uno sfogo contro le scelte del suo allenatore. Raggiunto telefonicamente, il numero uno rossonero assicura però che la panchina di Tomasoni non è assolutamente a rischio. Tuttavia, dopo le belle vittorie di Coppa su Sant'Angelo e Varzi che sono valse il passaggio del turno (mercoledì prossimo gli ottavi di finale contro il Pavia), al tecnico è chiesto un cambio di passo anche in campionato, a partire dalla sfida di domenica contro la Varesina.

Settimo Milanese-Verbano 0-2

Qualcosa sembra essersi inceppato nel Settimo Milanese, che rimedia la seconda sconfitta consecutiva in casa dopo quella subita domenica scorsa in rimonta dalla Base 96, sempre al Battista Re. Si sblocca invece il Verbano, che conquista la prima vittoria stagionale e risale a metà classifica. La partita è fin dalle prime battute molto tattica e le occasioni latitano da entrambi i lati. La prima vera occasione arriva allora in contropiede: Cicogna difende tenacemente il pallone e lo serve a Coulibaly, il cui sinistro viene deviato in corner da Ruzzoni. Padroni di casa ancora pericolosi prima dell'intervallo sempre col numero 11, che si fionda sulla corta respinta del portiere sul tiro di Cicogna ma spara incredibilmente a lato a porta sguarnita. Nella ripresa gli uomini di Galeazzi tornano in campo con un piglio diverso e sfiorano subito il vantaggio con Scognamiglio, che colpisce di testa in mischia chiamando Puglia al grande intervento. Il tentativo di Martinoia è così un fuoco di paglia, con gli ospiti che ormai hanno preso il controllo della sfida. Inevitabile quindi il gol del vantaggio firmato da Antonucci, bravo ad arrivare puntuale sul cross di Okaingni. Una volta in vantaggio gli ospiti si abbassano consentendo ai biancorossi uno sterile possesso di palla, ma non rinunciano a colpire in contropiede. Arriva così la rete del definitivo 2-0, con Dervishi che pesca liberissimo Galli a centro area per il più comodo dei gol. Una vittoria che permette a Malvestio e compagni di tirare il fiato dopo un inizio di stagione tutt'altro che semplice, complici anche i tanti infortuni.

Accademia Pavese-Ardor Lazzate 1-2

Continua la crisi dell'Accademia Pavese, che incassa la quarta sconfitta consecutiva tra campionato e Coppa. Stavolta a uscire da Sant'Alessio con Vialone col bottino pieno è l'Ardor Lazzate, che dopo un'avvio di stagione al di sotto delle aspettative pare aver finalmente ingranato la marcia giusta. A portare in vantaggio gli ospiti al 31' è Luca Artaria, che costringe la formazione di Molluso a inseguire come già accaduto in ogni partita disputata fin'ora. Il raddoppio di Manta, subentrato nella ripresa a Berberi, sembra una sentenza, ma a regalare qualche minuto di emozioni ci pensa un altro giocatore alzatosi dalla panchina: Alessandro Quaranta, classe 2002, che riapre i giochi a tre giri di lancette dal novantesimo. Non basta però ai biancorossi per raccogliere il primo punto in campionato, acuendo così un momento di difficoltà non ipotizzabile ad inizio stagione considerando la qualità e l'esperienza dei giocatori arrivati a San Genesio.

Vergiatese-Calvairate 0-0

Restano ancora a secco di vittorie Vergiatese e Calvairate, che si dividono la posta al termine di una partita in cui entrambe avrebbero potuto fare bottino pieno ma sono mancate in fase realizzativa. Per i granata è un problema ricorrente, avendo realizzato una sola rete in tre giornate, mentre Nistri può essere soddisfatto per aver mantenuto la porta inviolata per la prima volta in stagione. Nella prima frazione sono i padroni di casa a fare la partita ma Broggi, Becerri e Pedergnana non trovano la zampata vincente. Il secondo tempo si apre coi milanesi più intraprendenti e vicini al vantaggio, ma Russo salva prima sull'incornata di Ricupati e poi sul rasoterra di Mancuso. Scampato il pericolo la formazione di Marzio torna a guadagnare campo ma produce soltanto uno sterile predominio territoriale, così nel recupero il match point ce l'hanno gli ospiti col giovane Baiardo, a cui manca la freddezza necessaria per battere Russo.

Il prossimo turno:

Sono diverse le partite interessanti in programma domenica, a partire dai tre derby: quello brianzolo tra Ardor Lazzate e Base 96, rivincita del rocambolesco 2-2 di Coppa di un mese fa, quello varesino tra Sestese e Vergiatese, anch'esso andato in scena poche settimane fa con la vittoria dei ragazzi di Roncari per 3-0, e quello pavese tra Varzi e Accademia. I riflettori saranno però puntati sul Parisi, dove una Vogherese ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato ospiterà una Varesina che ha assoluto bisogno dei tre punti dopo i pareggi con Ardor Lazzate e Varzi. Per l'occasione i padroni di casa recupereranno un tassello importante come Federico Riceputi, al rientro dopo la squalifica rimediata all'esordio al Fortunati. Castanese e Vergiatese sono i due ostacoli impegnativi che Pavia e Sestese dovranno superare per provare ad andare in fuga: l'impresa non sarà affatto scontata per nessuna delle due squadre. Molto interessanti in chiave salvezza saranno le sfide Calvairate-Gavirate e Rhodense-Settimo Milanese.

Ardor Lazzate-Base 96

Calvairate-Gavirate

Castanese-Pavia

Rhodense-Settimo Milanese

Sestese-Vergiatese

Varzi-Accademia Pavese

Verbano-Club Milano

Vogherese-Varesina

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400