Cerca

Eccellenza Femminile

Football Leon - Acc.Vittuone: Incontenibile il ruggito di Ostini che non basta al Leon, pareggia i conti Borghi che sostiene le biancoverdi

Si conclude in parità e sostanziale equilibrio un match di rilievo nell'ottica dell'avvicinamento al podio

Football Leon

Erica Ostini, centravanti delle Leonesse di Lesmo, è marcatrice di giornata e colleziona la miglior prestazione

Pareggio d'oro per la Football Leon, amaro invece per l'Accademia Vittuone che rallenta la propria corsa dopo le prime due vittorie stagionali contro Gavirate e Minerva. Amarezza perché il valore tecnico della rosa di Ferrari è decisamente di primo livello e può giustamente ambire alla vetta di un'Eccellenza comunque complessa. Oggi però tradiscono probabilmente i "pezzi pregiati" di questa rosa, che si devono arrendere alla solidità e alla determinazione delle ragazze di Cincotta che vanno oltre le mille difficoltà e le numerose assenze regalando una prestazione piuttosto soddisfacente. Le brianzole reggono bene, trovando per prime il vantaggio salvo poi calare in un finale di gara dove le energie sono sempre di meno e solo il diagonale mancino di Borghi può far cadere il muro del duo difensivo Campagnoli-Ambrosoni. Resta però una prima parte di campionato soddisfacente: 8 punti in 4 partite maturati a seguito di 2 vittorie e 2 pareggi; numeri che non sono da prendere così tanto alla leggera, e che certificano come anche le Leonesse di Lesmo possano dire la loro nel novero delle grandi formazioni in cui troviamo appunto Vittuone e Lumezzane, solo per citarne alcune.

L’occasione per il Vittuone è di quelle importanti: Cincotta arriva al match infatti in condizioni precarie, con la rosa ridotta a 15 elementi ed i tanti infortuni che, specie in termini di ricambi, rende ancor più dura una gara già di per sé complessa. Le ragazze di Ferrari, consapevoli della propria solidità, approcciano da subito meglio al match con una buona aggressività ed un baricentro alto che permette al Vittuone di creare da subito degli importanti pericoli dalle parti di De Sanctis. Passano solo 10' di gioco ed è subito Franco ad impensierire l'estremo difensore di casa con una palombella che la numero 1 riesce a spingere sulla traversa e in corner. Dallo sviluppo proprio di questo calcio d'angolo è invece Paglia a spaventare Cincotta, con un corner diretto in porta allontanato sulla riga dalla difesa di casa. Nonostante la buona fase iniziale del Vittuone, le brianzole danno prova di riuscire comunque a rimanere nel match e di potersi giocare effettivamente le proprie carte. Ferrari ed il suo 4-3-3 inizialmente creano qualche problema a Cincotta in termini di pressione e di copertura del campo. L'asse Franco-Lo Russo e Belloni riescono infatti a tenere a bada il 4-4-2 delle padrone di casa che faticano, specie in prima battuta, a sviluppare sugli esterni con la soluzione di sviluppo affidata alla palla dentro per gli inserimenti di Di Iorio e Ostini. Alla lunga però il pressing del Vittuone viene meno, e sale il forcing offensivo della Football Leon che sblocca le fasce grazie alle sovrapposizioni di Frangi e Redaelli, andando per prime a sbloccare un match che sino alla mezz'ora pendeva dalla parte delle ragazze di Ferrari: palla giocata dentro dalla sinistra letta male da Locatelli, sfera che impatta sul palo e rimane sulla riga di porta dove Ostini ha vita facile nello spingere a rete. Un gol, quello di Ostini, che alimenta il fuoco della Football Leon che da subito in avvio di ripresa continua a fare la voce grossa andando da subito vicina al raddoppio ancora con la numero 10. La classe 2000 prima si esibisce con una veronica a liberarsi in area dove però manca la conclusione a seguito di un pallone allungato malamente. Più tardi, invece, è ancora di prestigio la giocata con la quale si libera a centro area con la conclusione di prima che però è facile presa di Locatelli. Il Vittuone riesce a rispondere, in termini di concretezza, intorno al 16', con la bella incursione a destra di Vai che rientra sul sinistro, prova il tiro deviato che passa dai piedi di Rossini la cui deviazione però è facile presa di De Sanctis. Alla lunga, viene fuori quello che è il grande problema del pomeriggio di Cincotta: i cambi. Viene fuori, tra l'altro, la stanchezza tra le fila della Football Leon e la panchina ha poco da offrire; al contrario il Vittuone, che nel finale si riversa nella metà campo avversaria, ha ampia scelta e prova a mischiare le carte dando respiro ad un reparto offensivo oggi poco brillante. Cambi che alla fine si rivelano decisivi con le ragazze che, dopo una lunga fase di pressing, riescono finalmente a trovare il pareggio. Il minuto è il 34': il pallone viene scaricato da Vai sulla neoentrata Borghi, che ha spazio e modo di prendere la mira ed esplodere un mancino preciso che s'infila sul secondo palo. Vittuone in proiezione offensiva, Football Leon che invece, oramai allo stremo delle proprie forze, si tiene unita e compatta per reggere contro le numerose sortite offensive avversarie, che alla fine si devono accontentare di un pareggio tanto amaro e che fa sorridere Cincotta.

IL TABELLINO

FOOTBALL LEON - ACC.VITTUONE 1-1

RETI: 27' Ostini (F), 34' st Borghi (A).

FOOTBALL LEON: De Sanctis, Redaelli, Frangi, Sessa, Campagnoli, Ambrosoni, Caspani (23' st Ciambrone), Postiglione, Di Iorio (26' st Romeo), Ostini, Spagna. A disp.: Colombo, Vismara. All. Cincotta. 

ACC.VITTUONE: Locatelli, Recagno (41' st Rinaldi), Cataldo, Cantoni, Fontana, Franco (19' st Baratti), Paglia, Belloni, Rossini (26' st Borghi), Lo Russo (31' st Guidi), Vai. A disp.: Pellegrini, Piovani, Borin. All. Ferrari. 


LE PAGELLE

FOOTBALL LEON:

De Sanctis 6 Tiene a lungo botta contro i tentativi, sopratutto dalla distanza, del Vittuone. Sicura e attenta può però poco sul diagonale tremendo di Borghi.
Redaelli 6.5 Il duello contro Vai non è dei più semplici e riesce, alla fine, a fare la voce grossa contro una dei grandi talenti di questo Vittuone. Sicura in ogni intervento, tiene al meglio anche nel momento di massima difficoltà.
Frangi 6 Commette l'errore di intestardirsi spesso con la solita giocata poi ben letta e neutralizzata dalle avversarie. Oggi è meno brillante e presente in avanti, dove comunque di spazi per avanzare ne ha.
Sessa 6 Chiamata a sostituire la squalificata Talarico, offre dei buoni spunti che di sicuro possono far piacere a Cincotta. Alterna qualche alto e basso ma alla fine il suo lavoro lo svolge con grande attenzione.
Campagnoli 6.5 Al momento la prova più difficile della stagione la riesce a superare praticamente indenne e col massimo dei voti. Qualche errore qua e là, che fa contorno alla solita prestazione di sostanza e quantità al centro della difesa.
Ambrosoni 6 Inizialmente in difficoltà nel trovare la giusta sintonia con la compagna di reparto, difatti spesso alle sue spalle si aprono delle voragini che Rossini prova a sfruttare.
Caspani 5.5 Scarso l’apporto alla fase offensiva dove spesso è in posizione arretrata e quindi lontana dalle sortite offensive delle compagne. Dietro offre un apporto non sempre brillante alla fase difensiva (23' st Ciambrone 6).
Postiglione 6.5 Ottima prestazione in termini di qualità e continuità. Prova a fare la voce grossa in mezzo al campo e ci riesce tenendo comunque a galla le compagne. Prestazione maiuscola.
Di Iorio 5.5 Lavoro sporco in quanto a movimenti per creare spazi che poi Ostini sfrutta sempre alla perfezione. Manca però quel lavoro che è nelle sue corde di protezione palla per far salire le compagne (26' st Romeo 6).
Ostini 7.5 Si prende la scena con una prestazione eccelsa. Giornata a suo favore, come certificano i tanti palloni giocati sempre con sapienza e l'enorme lavoro di gestione della sfera quando le compagne devono riposizionarsi.
Spagna 5.5 Oggi non brilla come suo solito, trovando pochi varchi per fare male in fase offensiva. Football Leon che oggi infatti sviluppa spesso per le vie centrali e lei di conseguenza è spesso lasciata ai margini.
All. Cincotta 6 Punto d'oro per assenze e qualità dell'avversario. Il primo tempo dice che le sue ragazze possono giocarsela a viso aperto con chiunque, la ripresa invece è sofferenza e unità d'intenti.

ACC.VITTUONE:

Locatelli 5.5 L'unico errore della sua gara è anche quello che porta al gol del vantaggio in favore delle padrone di casa. Il pallone che arriva dalla sinistra non è cosi pericoloso e lei ne legge male la traiettoria per il tocco facile di Ostini.
Recagno 6 Ottima la fase di gioco quando Spagna e Frangi si propongono con continuità dalle sue parti, dove lei regge l’urto concedendo poco o nulla alle avversarie (41' st Rinaldi sv).
Cataldo 6 Ha il difetto di non affondare mai in fase offensiva nonostante abbia gli spazi per farlo. Lo scarso apporto in attacco è però ricambiato da un grande sacrificio in fase difensiva.
Cantoni 6 Qualche difficoltà che viene fuori specie quando Ostini e Di Iorio giocano palla a terra e qui vengono fuori tutti i suoi limiti tecnici. Nel finale però tira fuori il carattere vincendo tanti duelli e propiziando le ripartenze delle compagne.
Fontana 6.5 Come Cantoni ha qualche difficoltà quando la palla è a terra e gira veloce. Riesce però ad essere più concreta negli interventi ad anticipare le giocate delle avversarie e spesso mette una grande pezza in situazioni tanto pericolose.
Franco 6 L'unica delle sue che nel primo tempo va a calciare nella porta difesa di De Sanctis andando a colpire due legni, prima con l’allungo in extremis di De Sanctis poi con la punizione chirurgica infranta sull’incrocio dei pali (19' st Baratti 6).
Paglia 5.5 Prestazione in chiaroscuro: la grande assente dell'arsenale offensivo di Ferrari, oggi poco brillante e incisiva. Nella ripresa gira a lungo su tutto il fronte offensivo giocando pochi palloni risultando poco brillante.
Belloni 6 Premiato il suo enorme lavoro in mezzo al campo dove sia in fase d’interdizione che di possesso palla fa vedere tante ottime cose. Lotta su ogni pallone per poi rigiocarlo con sapienza seppur rimanga qualche giocata affrettata e poco precisa.
Rossini 5.5 Paga una gara in cui dai suoi piedi passano parecchie palle gol importanti che però lei non riesce a sfruttare. Su tutte l'uno contro uno con De Sanctis vanificato da un tocco sotto poco preciso con il pallone che si spegne sul fondo (26' st Borghi 6.5 Ingresso di personalità e grande qualità: il primo pallone giocabile lo trasforma in un sinistro potentissimo e di rara precisione che non lascia scampo a De Sanctis).
Lo Russo 5.5 Gara più ombre che luci. Li in mezzo al campo non riesce a far valere le sue ottime doti di palleggio e il duro lavoro in fase difensiva alla fine è vanificato da un lavoro offensivo deficitario (31' st Guidi 6).
Vai 6.5 Viene fuori solamente alla lunga con una ripresa di pura qualità. Nei secondi 45' di gioco trova infatti una maggiore confidenza con il gioco delle compagne e prende nel finale in mano il pallino del gioco dando maggior qualità all'attacco biancoverde.
All. Ferrari 6 Pagato un primo tempo iniziato a mille e chiuso in calando. Ripresa di puro agonismo e determinazione per un pareggio meritato seppur rimanga l'amaro in bocca per una vittoria ampiamente alla portata.

ARBITRO:

Guglielmo Bruno sez. Monza 6 Gara condotta senza troppe problematiche e favorito da un clima piuttosto corretto tra tutte le giocatrici. Vicino all'azione e deciso negli interventi, seppur con qualche chiamata spesso al limite.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400