Cerca

Eccellenza

Vergiatese, è rivoluzione: esonerato Alessandro Marzio, il ds Giampaolo Calzi si dimette, Paolo Crucitti è il nuovo allenatore

Costa carissima al tecnico la sconfitta nel derby con la Sestese, il dirigente lascia in disaccordo con la decisione della società

Paolo Crucitti Città di Sangiuliano

Paolo Crucitti ha allenato il Città di Sangiuliano lo scorso campionato

Epilogo shock per la Vergiatese al termine del derby perso contro la Sestese. La prima sconfitta subita in questo campionato, infatti, costa la panchina all'allenatore Alessandro Marzio, esonerato dal direttore generale Franco Tosca. Una decisione che non ha trovato tutti d'accordo in casa granata ed ha portato alle dimissioni del direttore sportivo Giampaolo Calzi. Insieme al tecnico sono stati sollevati dall'incarico anche il vice Max Dell'Ovo e il preparatore dei portieri Giacomo Dascanio.

La decisione di cambiare guida tecnica era probabilmente già più di un'idea in società, come dimostra la celerità con cui è stato affidato l'incarico a Paolo Crucitti. L'allenatore, ex Busto 81 con cui ha vinto il campionato nel 2019/20 e che ha guidato il Città di Sangiuliano nella seconda parte dello scorso torneo, è sicuramente un profilo di esperienza in grado di far scalare la classifica a Mammetti e compagni. Ad accompagnarlo ci saranno il preparatore atletico Patrizio Riboldi e il preparatore dei portieri Lorenzo Maddaloni. Crucitti dirigerà domani il primo allenamento da tecnico granata.

L'eliminazione in Coppa Lombardia e i soli tre punti conquistati in quattro giornate di campionato sono il magro bottino di questo inizio di stagione che ha spinto la società a prendere una decisione drastica. Restano però alcune perplessità, dal momento che la squadra sembra in crescita ed è uscita indenne dai difficili campi di Varzi e Vogherese. Un altro elemento a favore dell'ex tecnico sono i soli due gol presi fin qui, con la squadra che ha mostrato una notevole solidità difensiva. A mancare, invece, è stato l'apporto offensivo degli attaccanti, a secco da tre giornate di fila anche a causa delle non perfette condizioni fisiche che hanno limitato Giacomo Mammetti nelle ultime settimane.

Dietro all'allontanamento di Marzio ci sarebbero però anche altre ragioni, almeno stando a quanto ha dichiarato l'allenatore al sito paolozerbi.com, che sostiene di essere stato accusato per «non aver fatto partire titolare Becerri nella gara di oggi (ieri, ndr) contro la Sestese. Ma la panchina di Becerri era una scelta punitiva per un comportamento che il ragazzo ha tenuto durante la settimana. Evidentemente la società non ha voluto prendere una posizione nei suoi confronti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400