Cerca

Eccellenza

Borgaro - Aygreville: Cacciatore domina la sfida con Pasteris, il Borgaro può davvero pensare a inserirsi in vetta

Orofino sblocca dal dischetto, Sarao e Molfetta mandano fuori giri la squadra Valdostana che finisce in dieci

Andre Sarao

Andrea Sarao, doppietta contro l'Aygreville e grande iniezione di fiducia

Altra prova di forza per il Borgaro, questa volta tocca all'Aygreville patire la furia dei ragazzi di Cacciatore e subire un 4 a 0 legittimato da quanto visto sul terreno di gioco. Entrambe le squadre hanno alcune defezioni importanti, ma queste le paga molto di più Pasteris, vuoi per maggiore qualità della rosa, vuoi per uno stato mentale e fisico migliore, il Borgaro questa volta si dimostra superiore in modo netto e vince la gara gestendo e interpretando meglio i diversi momenti della partita e colpendo gli avversari ad ogni loro errore. L'Aygreville la prepara con una pressione forte sul giro palla ospite e per i primi minuti questo funziona bene, ma l'errore in costruzione che porta al rigore trasformato da Orofino cambia la gara, aumentando la convinzione del Borgaro e smontando pian piano le certezze dell'Aygreville. 

Il fatto accade all'8', con Favre Erve e Mugione che pasticciano con in costruzione, Molfetta si infila, conquista e si butta in area, Mugione scivola in modo avventato e lo stende per un rigore più che solare, Orofino si prende la palla e la mette sul dischetto, apre il destro e spiazza Pomat per il vantaggio. Piove sul bagnato in casa Aygreville che perde Cuneaz per infortunio, Pasteris inserisce Bonel sotto punta e abbassa Monteleone, la manovra ne risente per forza di cose in qualità e a pungere ci prova Daynè, prima su punizione e poi con un tiro da dentro l'area ben parato da Aseglio. Ma è il Borgaro che ha in mano il pallino del gioco e approfitta delle pause dell'Aygreville, come in occasione della parata di Pomat su Sarao mandato in porta da Costa che aveva conquistato palla su un'uscita frettolosa degli ospiti. Borgaro che ha l'occasione del due a zero prima da angolo di Sarao, con Molfetta che prende il tempo a tutti e centra la traversa di testa, poi lo realizza prima del fischio finale: Molfetta si accentra e scodella in area per Zunino, Mugione chiude ma al palla resta sul dischetto per Sarao che fredda Pomat di prima. 

La ripresa si apre con la mazzata finale per l'Aygreville che perde ancora un pallone in fase offensiva, Zunino taglia il campo palla al piede puntando la difesa, ai suoi lati Orofino e Sarao lo appoggiano, il dieci allarga a sinitra per Sarao che da dentro l'area mette sotto al traversa con il mancino per il 3 a 0. A questo puntola gara si può dire chiude, con i valdostani in gran difficoltà a uscire bene dalle pressioni ma che imbastiscono una buona azione con Dayné che manda in porta Monteleone che però calcia fuori disturbato da Benassi. Il quarto gol è un premio alla gara di Molfetta, che poco prima aveva portato Mugione a prendersi il secondo giallo, azione personale in velocità su Bonel che non lo tiene, una volta in area si aggiusta palla sul destro e trafigge ancora una volta Pomat. Vince il Borgaro che si dimostra più concreto, più maturo e di certo in un momento di forma migliore rispetto l'Aygreville, che nonostante il suo buon potenziale sta pagando tanto, forse troppo, alcune assenze di qualità. 

IL TABELLINO

BORGARO-AYGREVILLE 4-0
RETI: 9' rig. Orofino (B), 42' Sarao (B), 6' st Sarao (B), 32' st Molfetta (B).
BORGARO (4-3-3): Aseglio Gianinet 6.5, Benassi 6.5 (33' st Cassetta sv), Benassi L. 7, Fimognari 6 (35' st Alterio sv), Costa 7, Leccese 6, Molfetta 7.5, Tindo 6.5, Sarao 7.5 (26' st Gerardi M. 6), Zunino 7 (24' st Quaceci 6), Orofino 7 (20' st Zullo 6). A disp. Paratore, Montesanto, Fontana M., Ameno. All. Cacciatore 7.
AYGREVILLE (4-2-3-1): Pomat A. 6, Favre 5, Marchesano 5.5, Favre J. 5.5, Bonomo 6, Mugione 5, Dayne 6, Monteleone 5 (22' st Battilani 5.5), Brunod 5, Cuneaz sv (15' Bonel 5.5), Bidese 5 (41' st Distasi sv). A disp. Grande, Auletta, Prola, Dago, Borettaz, Furfori. All. Pasteris 5.5.
ARBITRO: Morello di Tivoli 5.
COLLABORATORI: Fumagallo e Flagetonte.
AMMONITI: Pomat A. (A), Benassi[01] (B), Bonel (A), Leccese[02] (B), Zunino[01] (B), Gerardi M.[01] (B), Mugione[02] (A), Monteleone (A).
ESPULSI: 25' st Mugione (A).

LE PAGELLE

BORGARO (4-3-3)
Aseglio 6.5 Chiamato all'intervento da Dayné nel primo tempo risponde presente e respinge.
Benassi 6.5 Spesso dà superiorità sulla fascia, favorendo le giocate di Molfetta o Sarao che agiscono in quella zona. 
Benassi L. 7 Buona prova da centrale vista l'emergenza, tiene bene Brunod e gli lascia pochi spazi. 
Fimognari 6 Gioca a due tocchi puliti senza strafare, usa il fisico per schermare la difesa e avere buon gioco sulle mezze palle che circolano in mezzo al campo. 
Costa 7 Alta prova da leader difensivo. Alcuni anticipi sono ad alto tasso di difficoltà, lui li prova con coraggio e li porta a casa. 
Leccese 6 Contenimento, come può su Dayné, in fase offensiva non si vede ma non è la sua dote migliore. 
Molfetta 7.5 Entra da protagonista in tre dei quattro gol. Una presenza costante nella manovra offensiva. 
Tindo 6.5 Servono meno guizzi in fase offensiva, ci pensano Sarao e Molfetta, può dedicarsi a dare qualità nel palleggio e guidare le pressioni della squadra. 
Sarao 7.5 Doppietta e prova generosa, sempre a disposizione per dare una soluzione di scarica in fase offensiva. 
26' st Gerardi M. 6 Un paio di guizzi in fascia, su uno si prende un giallo fiscale per una presunta simulazione...
Zunino 7 Bravo nell'essere sempre vivo durante la gara con giocate sempre importanti, a riprova di essere in una buona fase di crescita. 
24' st Quaceci 6 Gioca ordinato davanti alla difesa, cerca gloria con un tiro dal limite non molto preciso. 
Orofino 7 Sempre più concreto, meno strappi e accelerazioni e più gestione di momenti e palloni. Maturo e freddo dal dischetto. 
20' st Zullo 6 Si presenta con una punizione che attraversa l'area e spaventa Pomat.
All. Cacciatore 7 La crescita è importante, oggi più del solito gioco è da elogiare la maturità con la quale la squadra ha condotto la gara nei suoi vari momenti. Non patire assenze come Alasia, Fontana, Mosca e Taraschi fa capire che la forza del Borgaro non sta nei singoli.

AYGREVILLE (4-2-3-1)
Pomat A. 6 Bravo a opporsi a Sarao nel primo tempo, sui gol può davvero farci poco. 
Favre 5 Si vede con alcune incursioni nel secondo tempo, ma in fase di contenimento appare molto distratto.
Marchesano 5.5 Prova a dare una direzione al reparto ma le misure e i riferimenti si perdono presto, così si imbarca acqua.
Favre J. 5.5 Schiacciato dal maggior ritmo degli avversari ha poche occasioni per pensare alla giocata da fare. 
Bonomo 6 Sul finale di primo tempo trova una buona coordinazione e per poco non trova la porta col suo sinistro da fuori. 
Mugione 5 Avventato il suo intervento in scivolata su Molfetta in occasione del rigore, forse poteva accompagnare. Secondo giallo ingenuo ma ormai era in affanno. 
Dayne 6 Uno dei pochi che trova la porta di Aseglio, qualche guizzo gli valgono una sufficienza. 
Monteleone 5 Appare parecchio spaesato, ha una sola occasione su inserimento ma arriva al tiro annebbiato. 
22' st Battilani 5.5 Anche lui cade sotto la pressione del Borgaro e spreca in possesso.
Brunod 5 Si danna con disordine e poca convinzione. La profondità non la trova, spalle alla porta è preda di Benassi e Costa.
Cuneaz sv
15' Bonel 5.5 Non ha il passo della gara, si vede quando Molfetta lo svernicia in occasione del quarto gol. 
Bidese 5 Sta sempre nel mezzo, ma non del campo, bensì del movimento in pressione da fare o della giocata. Finisce per non riuscire a concludere molto e lasciare campo alle sue spalle per la sofferenza di Favre.
All. Pasteris 5.5 Squadra apparsa lontana da altre sue prestazioni. Qui le assenze pesano, ma la differenza grossa è sul piano mentale, dove la squadra è sembrata scarica e incapace di reagire a un avversario più aggressivo. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400