Cerca

Eccellenza

Calvairate-Settimo Milanese: Ricupati inventa, Beccaria e Licciardello rifiniscono, Nistri porta a casa tre punti pesantissimi

Il Calvairate la spunta nel finale imponendosi 2–1 sul Settimo, vittoria cruciale

Volpini Calvairate

Volpini della Calvairate in contrasto

Partita di attesa quella disputata dai ragazzi di Nistri che con pazienza, intelligenza e qualità portano a casa tre punti fondamentali per il proseguo della loro stagione. Ennesima sconfitta per i ragazzi di Castellazzi che nel finale perdono la testa e rimangono addirittura in dieci uomini. A nulla serve il pareggio nel finale di primo tempo da parte di Favilla. Gli ospiti nonostante la sconfitta partono forte e nel primo tempo in diverse circostanze chiudono la Calvairate nella propria metà campo. Il gol subito a freddo dopo 4 minuti condiziona la partita; la Calvairate infatti sfrutta al meglio la qualità dei propri uomini. Ricupati sulle palle inattive è sempre bravo a smarcarsi e a rendersi pericoloso. Ed è proprio su un suo assist a seguito di un corner battuto dalla destra che Beccaria trova il gol del vantaggio, sprecato nel finale del primo tempo: a trenta secondi dal gong dell'intervallo i padroni di casa sbagliano le marcature in area di rigore e subiscono il gol del pareggio. Nella ripresa la partita è un gioco a dama: il primo a muoversi male perde la partita. Visigalli, oggi parso sottotono rispetto alle uscite precedenti, non riesce a trovare la giocata giusta. Il Settimo ci prova con delle ripartenza su cui Silva compie due volte dei veri e propri miracoli ed a questo punto servono le giocate: Nistri butta nella mischia Licciardello e il bomber dei padroni di casa in un momento in cui la partita sembrava chiusa, ricevendo palla da Ricupati autore del secondo assist di giornata, di sinistro distrugge l’angolino battendo Angeleri e regalando ai suoi tre punti fondamentali. Da sottolineare la partita preparata da Nistri: difatti oggi è stato autore di un capolavoro giocando la partita ai centimetri con i suoi ragazzi e rimanendo lucido fino alla fine. Il cambio di Visigalli fantasista e fuoriclasse dei locali a 15’ dalla fine è stata una mossa di grande personalità. Ennesimo passo falso invece per i ragazzi di Castellazzi: ora la rincorsa alla salvezza diventa ancora più dura.

Beccaria apre Favilla chiude. Primo tempo in cui la Calvairate schiera il suo solito 4-5-1 con Ricupati unica punta a dare profondità, Visigalli a girare da trequartista, Volpini e Ferrari a chiudere i tentativi dell’attacco ospite e Conte e Stefania a lottare a centrocampo. Il Settimo di Castellazzi risponde con un 4-4-2 ridisegnato più volte durante la partita, con cambi in più momenti del match spesso confusionari. A partire forte sono gli ospiti con due cross tagliati di Maugeri che fanno la barba al palo, mentre al 3’ risponde la Calvairate con un bel diagonale di Bianchini a lato di pochissimo. Un minuto dopo arriva il vantaggio della Calvairate: angolo ben battuto da Passoni, Ricupati fa la sponda e scodella per Beccaria, che da pochi passi ribadisce in rete il gol del momentaneo vantaggio. La Calvairate continua la sua partita in contropiede: all’11’ Visigalli serve Passoni che calcia debolmente centrale. Al 14’ squillo del Settimo: Maugeri calcia una punizione sulla barriera e sulla respinta arriva Martinoia che calcia però debolmente e centrale. Due minuti più tardi Ricupati prova ancora a rendersi pericoloso, ma la difesa ospite sventa il suo tentativo: al 24’ è lo stesso Ricupati a calciare trovando la mano di un difensore, ma per l’arbitro il braccio è attaccato al corpo e si può proseguire. Il ritmo del gioco viene rallentato con falli e infortuni con cui le squadre riescono a rifiatare e i padroni di casa addormentano la partita. Al 31’, però, Silva pasticcia con i piedi ma non ne approfitta Fabozzi. Paloschi risponde per i locali con un tiro cross alto. Il neo entrato Coulibaly ci prova con un tiro centrale su cui Silva non ha problemi a intervenire, ma quando la partita sembra scorrere liscia sul risultato di 1-0, il Settimo a trenta secondi dalla fine del primo tempo conquista un corner sul quale Favilla impatta la palla distruggendo la porta con un'incornata che prima tocca la parte basse della traversa e poi si deposita alle spalle dell’incolpevole Silva facendo concludere il primo tempo sul risultato di 1-1.

Licciardello decide il match. Nella ripresa Nistri effettua subito un cambio rilevando Ferrari e inserendo Cutolo autore di un ottima partita. Al 4’ la Calvairate ci prova con una giocata del suo uomo più rappresentativo: Ricupati sforbicia a lato. Cinque minuti più tardi l’occasione capita a Maugeri che ben imbeccato da Coulibaly spreca calciando debole tra le braccia di Silva. Visigalli prova ad accendersi, ma oggi non è proprio la sua giornata e una bella punizione conquistata da Ricupati termina alta di poco sulla traversa. Maugeri e Fabozzi ci provano una volta a testa ma il loro tiro è centrale e Silva non ha problemi a intervenire. Al 20’ Nistri inizia la sua girandola di cambi rivelatasi decisiva: Licciardello prende il posto di Conte e inizia a fare a sportellate con tutti, Visigalli ci prova al 26’ per l’ultima volta in spaccata da terra prima di essere rilevato e sostituito da Zappettini. La partita sembra terminare in parità, nessuno riesce a sbloccarla, ma al 27’ Ricupati uomo assist serve Licciardello che con un tiro da calcetto di sinistro distrugge l’angolino e porta il punteggio sul definitivo 2-1. Nel finale la Calvairate subisce un contropiede pericolosissimo su cui Cicogna vede Silva compiere un vero e proprio miracolo.

IL TABELLINO

CALVAIRATE-SETTIMO MILANESE: 2-1
Reti (1-0, 1-1, 2-1): 4’ Beccaria (C), 47’ Favilla (S), 38’st. Licciardello (C).
CALVAIRATE (4-5-1): Silva 8, Paloschi 7, Bianchini 6.5, Beccaria 7.5 (45’ st. Zambelli sv), Volpini 7.5, Ferrari 7 (1’ st. Cutolo 6.5), Conte 7 (20’ st. Licciardello 8), Stefania 7, Ricupati 8 (37’ st. Radaelli sv), Visigalli 7.5 (30’ st. Zappettini sv), Passoni 7.5. A disp. Casanova, Diabate, Torrisi, Baiardo. All. Nistri 8.
SETTIMO MILANESE (4-4-2): Angeleri 6.5, Curci 5.5, Talamo 5.5, Cantoni 5.5, Caon 5.5, Trionfo sv (24’ Culibaly 5.5, 30’ st. Cicogna sv), Favilla 6.5, Martinoia 6, Fabozzi 6, Laraia 5.5, Maugeri 5.5. A disp. Paradiso, Pica, Lorino, Spiaggiari, Cipullo, Altamura, De Marco. All. Castellazzi 5.
ARBITRO: Ghinelli di Roma 6.5.
ASSISTENTI: D’Orzo di Busto Arsizio, Algeri di Milano.
AMMONITI: 34’ Cantoni (S), 30’ st. Coulibaly (S).
ESPULSO: 44’ st. Laraia (S).

 LE PAGELLE

CALVAIRATE
Silva 8 Nel finale sbarra la porta agli avversari con un miracolo che gli vale la palma di migliore in campo.
Paloschi 7 La sua esperienza si nota sempre di più, spinge e rifiata con intelligenza ma ogni tanto sbaglia qualche passaggio.
Bianchini 6.5 Sulla corsia si propone in fase offensiva e difensiva, svirgola qualche cross e non è cinico nei tiri, ma può crescere tanto.
Beccaria 7.5 Partita sontuosa, spacca la porta da pochi passi in mischia su un cross di Ricupati e si muove benissimo in fase difensiva. (45’ st Zambelli sv).
Volpini 7.5 Un leader, una diga, un pilastro difensivo pazzesco: ingabbia Fabozzi per 90 minuti.
Ferrari 7 La sua prova nei primi 45 minuti è sontuosa, poi probabilmente esce per problemi muscolari.
1’ st. Cutolo 6.5 Entra e si muove alla grande in sintonia con Volpini.
Conte 7 Metronomo e centrocampista di qualità, lancia più volte con i tempi giusti i suoi compagni.
20’ st Licciardello 8 L’infortunio lo ha bloccato nelle prime giornate, oggi entra con la fame e sbatte la palla all’angolino alla sua maniera.
Stefania 7 Esperienza e grinta a disposizione della squadra, intelligente in tutte le giocate.
Ricupati 8 Ormai non ci sono più aggettivi per descriverlo: imponente su tutti i contrasti aerei, inventa due assist che lo legittimano “Re” della Calvairate. (37’ st. Radaelli sv).
Visigalli 7.5 La qualità è sempre la stessa ma oggi in ombra rispetto alle precedenti partite. Il suo tocco di palla è unico nel girone. (30’ st. Zappettini sv).
Passoni 7.5 Ottima partita di qualità e sostanza, le punizioni non girano. Forse quando rientrerà Licciardello sarà meglio lasciarle al suo mancino; la sua partita è giocata comunque a ritmi elevatissimi.
All. Nistri 8 La prepara da stratega, non sbaglia una mossa, attende e colpisce, porta a casa un match decisivo.

SETTIMO MILANESE
Angeleri 6.5 Se non fosse stato per lui il punteggio avrebbe assunto sembianze più ampie.
Curci 5.5 Lasciato tutte le volte sul posto, perde tutti i duelli sulla fascia.
Talamo 5.5 Passoni lo lascia varie volte sul posto. Come Curci oggi non nella giornata migliore.
Cantoni 5.5 Contro Ricupati è dura per chiunque. Nei contrasti aerei perde tutte le volte.
Caon 5.5 Si perde Licciardello, errore fatale che costa la partita ai suoi.
Trionfo sv
24’ Culibaly 5.5 Entra e dà velocità alla squadra, il suo tocco non è dei migliori come il suo atteggiamento dopo il cambio. (30’ st. Cicogna sv).
Favilla 6.5 Il più positivo tra i suoi, incornata sontuosa.
Martinoia 6 I suoi tentativi dalla distanza impensieriscono Silva a centrocampo.
Fabozzi 6 Si impegna e conclude come può dalla distanza, visto il ruolo e l’età può crescere.
Laraia 5.5 Si fa espellere nel finale.
Maugeri 5.5 Tra i più propositivi dei suoi, ci prova in diverse circostanze.
All. Castellazzi 5 Cambi confusionari, squadra che non colpisce mai in zona offensiva come dovrebbe.
ARBITRO
Ghinelli di Roma 6.5
Bravo nella gestione del match e nell’imporsi nel confronto con i giocatori. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400