Cerca

Eccellenza

Pavia, il rocambolesco pareggio nel derby con l'Accademia Pavese costa la panchina ad Omar Albertini

Il tecnico paga la lunga serie di partite senza vittorie, sette tra campionato e Coppa, e una fase difensiva che ha concesso troppi gol

Omar Albertini Pavia

Da questa sera Omar Albertini non è più l'allenatore del Pavia

La notizia era ormai nell'aria: Omar Albertini non è più l'allenatore del Pavia. L'ufficialità è arrivata in questi minuti con un comunicato stampa diffuso dalla società, ma che queste potessero essere le sue ultime ore sulla panchina azzurra lo si era già capito ieri sera quando la dirigenza si era presa ventiquattr'ore per decidere. A condannare il tecnico, che soltanto pochi mesi fa aveva guidato l'Alcione a una storica promozione in Serie D, non è stato tanto il rocambolesco pareggio di ieri nel derby con l'Accademia, quanto la serie di risultati negativi che si è succeduta nell'ultimo mese e mezzo.

Per tornare all'ultima vittoria di Zingari e compagni bisogna infatti tornare al 13 ottobre, giorno della vittoria nel derby sulla Vogherese negli ottavi di finale di Coppa Italia Lombardia. Da lì in poi 3 pareggi e 4 sconfitte, tra cui la macchia dell'eliminazione ai quarti subita in rimonta dal Forza e Costanza in un Fortunati festante per i 110 anni di storia del club. Per cercare gli ultimi tre punti conquistati dagli azzurri in campionato bisogna tornare addirittura al 26 settembre, quando le reti di Negri e Donadio permisero di espugnare il campo della Calvairate.

A sorprendere in negativo, oltre ai risultati, una fase difensiva non all'altezza: su 14 partite, l'unica volta che la porta di Boari è rimasta inviolata è stata lo scorso 22 settembre nell'1-0 in Coppa sull'Accademia Pavese. I numeri raccontano di una retroguardia che ha già concesso 26 gol agli avversari nelle due competizioni, troppi per una formazione che in estate ambiva al salto di categoria. Un obiettivo che pare già sfumato in autunno, considerando l'enorme svantaggio che separa gli azzurri dalla vetta: sono 14 i punti di ritardo dalla capolista Castanese, 11 quelli da Varzi e Varesina. Perfino la Vogherese, partita ad handicap con soli due punti nelle prime quattro giornate, dall'arrivo di Giacomotti ha cambiato marcia e ha superato i cugini a doppia velocità volando sul +10.

Un andamento che ha provocato forti malumori nella piazza, già orfana del direttore generale Ettore Menicucci che ha dato le dimissioni da ormai un mese. A provare a rassicurare i tifosi ci ha pensato così il presidente Giuseppe Nucera, che ieri sera ha assicurato il massimo impegno negando ogni ipotesi di passo indietro. Il nome del prossimo allenatore dovrebbe essere reso noto nei prossimi giorni, se non già nelle prossime ore, scongiurando così l'ipotesi di una soluzione interna per la partita di domenica prossima con la Base 96.

Questo il comunicato diffuso dalla società: «L’AC Pavia 1911 dopo una lunga e attenta analisi delle prestazioni e dei risultati ottenuti dalla squadra è arrivata alla conclusione di sollevare dall’incarico l’allenatore Omar Albertini e il suo staff. L’obiettivo di dare un’immediata svolta positiva alla stagione in corso e la necessità di scendere in campo con serenità e grinta indispensabili per le partite future, hanno spinto a malincuore Proprietà e Dirigenza a prendere questa decisione. Il Club ringrazia il tecnico e il suo staff per il lavoro svolto, l’impegno e la passione sempre dimostrati e gli augura le migliori fortune professionali».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400