Cerca

Eccellenza

LG Trino-Pro Eureka: botta e risposta fulmineo, Brugnera dal dischetto raggiunge i settimesi

Il match del «Picco» si risolve già nel primo quarto d'ora: un cross teso dalla destra di Recano trova la devazione beffarda di Alì, buona la reazione trinese

rigore di Brugnera per l'1-1

L'attaccante brasiliano Joao Brugnera sta per calciare il rigore che fissa il match tra LG Trino e Pro Eureka in parità

Un 1-1 non troppo sbagliato quello che esce al Picco tra LG Trino e Pro Eureka. La formazione di Roberto Gioia è combattiva ma ha qualche amnesia di troppo in difesa, dove l'assenza di Francia porta all'inedita coppia-difensiva Baggio-Bytyci. Più numerose infatti le occasioni settimesi anche se di super-parate Cioffi non ne deve fare. Indubbio che i trinesi perdano un'occasione per guadagnare qualcosa in classifica. Un'identità di squadra comunque ora sembra esserci. L'occasione persa è allo stesso modo per la Pro Eureka di Sandro Siciliano: il tecnico ospite va sul pratico tentando di mettere i suoi davanti al portiere senza badare troppo al sodo, ma più di un errore sotto porta costa la vittoria. Particolarmente il frettoloso tiro di Galietta a metà primo tempo.
Botta e risposta Subito un'occasione per la squadra di Gioia, che sfrutta un errore della difesa ospite al 3': Chiaria colpisce di destro ma una deviazione fa allargare la sfera e rende agevole il recupero della Pro Eureka senza affanno. Si distende in avanti la formazione settimese e al 9' colpisce già: palla sulla destra per Recano che scende bene e mette in mezzo un cross sul quale Cioffi lascia passare ma viene infilato dal fuoco amico di Alì, che anticipa nella maniera più beffarda Bandirola. 0-1. Il LG Trino si riorganizza e pareggia subito: al 15' Daidola entra in area da sinistra e cade sul contrasto con un avversario. Per l'arbitro è rigore e dal dischetto Brugnera spiazza Benini incastrando la palla nell'angolino di sinistra. 1-1. Match dunque vivace.
Chance Pro Eureka Difatti al 18' Galietta taglia per vie centrali la difesa trinese e a tu per tu con Cioffi calcia addosso al portiere esaltandone i riflessi, facendo però allo stesso tempo infuriare il compagno Pititto, libero a sinistra. Poi ancora Cioffi al 21' controlla bene un mancino a giro di Bandirola su punizione e al 26' anticipa molto bene lo stesso attaccante lanciato verso la porta da un passaggio di Luz Dos Santos. I biancoazzurri dal canto loro non fanno molto a livello di azioni ma guadagnano comunque un paio di corner e fanno passare in area alcuni palloni pericolosi. Prima del riposo la chance più evidente per passare di nuovo in vantaggio ce l'ha la Pro Eureka: al 37' punizione ben diretta verso l'area da Sinisi con un destro a rientrare, irrompe Di Savino che prolunga la sfera verso Cioffi proprio davanti all'estremo difensore trinese ma di pochissimo il tocco termina alto.
Pari incartato Nella ripresa velleitario il LG Trino al 2' con un cross di Capocchiano fermato da Benini sulla linea di porta. A farsi sentire è ancora la Pro Eureka. Al 5' altra punizione di Sinisi a rientrare, il tiro è teso e trova una deviazione che lo fa finire contro la traversa per poi alzarsi sul fondo. Altro pericolo al 7' quando da destra Regaldo cede a Bandirola che si fa sfilare palla davanti per poi mirare l'angolino lontano e vedere la palla allargarsi Lo stesso attaccante al 14' è servito in profondità ma non aggancia da posizione favorevole ed Cioffi recupera. Al 34' riecco la squadra di Gioia in area settimese (a metà tempo Cassins non era riuscito a girarsi nel cuore dell'area e andare al tiro) e questa volta molto pericolosa: cross da destra di Brugnera e salvataggio provvidenziale di Recano, riprende però Laneve a sinistra e mette la palla di nuovo in mezzo, il tocco a mettere fuori gioco l'avversario è questa volta di Di Savino. Il LG Trino rischia però molto al 37' quando subisce un contropiede da angolo a favore, Luz Dos Santos ara il campo centralmente e serve in profondità Pititto che però si allarga e quando calcia manca lo specchio della porta. Chiude il match un'occasione per parte. Ma è la girata di Caposele nel recupero a far gridare maggiormante al gol: la palla sfila di un niente sul fondo alla destra di Benini.

IL TABELLINO

LG TRINO-PRO EUREKA 1-1
RETI:
9' aut. Ali (P), 16' rig. Brugnera (L).
LG TRINO (4-3-2-1):
Cioffi 7, Ali 5.5, Capocchiano 6.5, Bytyci 6.5, Baggio 6, Pareira 5.5, Laneve 6, Begolo 6 (31' st Chiappino 6), Daidola 6, Brugnera 6.5, Chiaria 6 (5' st Caposele 6.5). A disp. Losa, Battista, Troplini, Aimaro, Daka, Birolo, Coppola. All. Gioia 6.
PRO EUREKA (4-4-2):
Benini 6, Recano 7, Verlucca 6.5, Galietta 5.5, Paris 7, Di Savino 6, Regaldo 6 (35' st Golfarelli sv), Sinisi 7, Pititto 5.5, Bandirola 5.5 (35' st Tabone sv), Luz Dos Santos 7. A disp. Petruzzella, Gallace, Palestro, Capriolo, Starnai, Frizzi, Actis Grande. All. Siciliano 6.
ARBITRO:
Puddu di Pinerolo  6.
COLLABORATORI:
Blasi  e Della Sala.
AMMONITI:
Laneve (L), Verlucca (P), Regaldo (P), Paris (P).

LE PAGELLE

LG TRINO
Cioffi 7 Ben sollecitato nel primo tempo. Ha risposto alla grande sul tiro ravvicinato di Galietta.
Alì 5.5 Un po’ ingenuo in occasione dell’autorete iniziale. Tenta di rimediare, ma con altrettanta confusione.
Capocchiano 6.5 Buona verve nei cross che propone da sinistra.
Bytyci 6.5 Centrale per necessità, non lascia scoperta la posizione e si integra bene con Baggio.
Baggio 6 Non sembra il solito difensore roccioso. Qualche varco di troppo lo lascia.
Cassins 5.5 Molto schiacciato sulla difesa, finisce per impostare poco.
Laneve 6 Assai volenteroso sulla linea dei centrocampisti.
Begolo 6 Tenta di fare il massimo, ma il motore non è ancora a pieni giri.
31' st Chiappino 6 Buoni movimenti.
Daidola 6 Si prende il rigore, per il resto fa poco da punto di riferimento e non ha grandi occasioni.
Brugnera 6.5 Si propone ma non sempre è servito dai compagni. Rigore calciato alla perfezione.
Chiaria 6 Si trova in una posizione in cui deve rientrare verso il campo e a volte fa un po’ fatica a saltare l’uomo.
6' st Caposele 6.5 Molto dinamico.
All. Gioia 6 Fa il meglio che può nonostante qualche assenze pesante (vedi Francia).

PRO EUREKA
Benini 6 Non deve compiere moltissime parate.
Recano 7 Mette in mezzo da destra la palla che vale il vantaggio con una delle sue proverbiali discese.
Verlucca 6.5 Oltre ad una fase di controllo si occupa anche di andare ad aiutare Luz Dos Santos in sovrapposizione o coprendogli le spalle.
Galietta 5.5 Sciupone a metà primo tempo quando si divora un gol già fatto.
Paris 6.5 Grande repertorio di interventi di successo sulle palle aeree.
Di Savino 6 Tutto bene sul versante difensivo. Però verso la fine del primo tempo ha addosso a sè un’occasionissima per riportare in vantaggio la Pro Eureka e la sfrutta male.
Regaldo 6 Una prova nella quale non ha commesso grossi errori, né prodotto cose eccelse. (35’ st Golfarelli sv).
Sinisi 7 Illumina la Pro Eureka con il suo destro educato e ogni sua punizione è praticamente un pericolo.
Pititto 5.5 Non sempre è lucido sul fronte offensivo. Spreca una buona occasione in contropiede nella ripresa.
Bandirola 5.5 Sotto porta non è decisamente in una delle sue giornate migliori. Vari tiri fuori e qualche aggancio mancato. (35’ st Tabone sv).
Luz Dos Santos 7 Molto tenace nonostante avversari più esperti, e anche propositivo per i compagni con alcuni filtranti ben assestati
All. Siciliano 6 Torna a casa da Trino con 2 punti persi, anche se si è addirittura rischiato qualcosa nel finale. In avanti c’è poca lucidità e si finisce per sprecare ciò che si produce.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400