Cerca

Eccellenza

Trevigliese-Scanzorosciate: prima Binetti, poi due volte Bosis stendono i padroni di casa

Prima vittoria del nuovo corso di Valenti sulla panchina degli ospiti, che conquistano tre punti chiave per la lotta salvezza

Bosis Scanzorosciate

Fabrizio Bosis, qui a segno nella vecchia sfida con il Luciano Manara

Lo Scanzorosciate trova la prima vittoria sotto la nuova gestione di Valenti in casa della Trevigliese. Un successo netto quello dei giallorossi, che rifilano il tris ai biancocelesti in un sfida già incanalata nel primo tempo dalle reti di Binetti e Bosis. Nella ripresa il numero 9 ospite trova anche la via della personale doppietta e manda anticipatamente in archivio la sfida, consegnando tre punti fondamentali per ribaltare le gerarchie nella zona rossa della classifica. Con questa vittoria, infatti, lo Scanzo approfitta del passo falso della Pontelambrese in casa della Vertovese e della domenica di riposo forzato della Speranza Agrate per uscire dalla zona retrocessione diretta e inserirsi nella lotta playout. Dall'altro lato, invece, il ko mette in guardia la Trevigliese, a ridosso proprio del gruppetto di 4 squadre che con i recuperi in vista potrebbero invischiarla nei bassifondi della graduatoria.

B-Factor. La sfida tra le due bergamasche si apre con un miglior approccio da parte della formazione ospite, che dopo un quarto d'ora di gioco si porta in vantaggio alla prima occasione: palla per Binetti e conclusione da fuori area in diagonale che si spegne alle spalle di Miori, arrivato nelle ultime settimane a Treviglio dalla Tritium per prendere il posto di Pelati, tra i pali proprio dello Scanzo. Ex di giornata che al 30' viene chiamato in causa su Bertocchi, che da buona posizione calcia addosso all'estremo difensore e si divora l'occasione per pareggiare i conti. È uno dei pochi spunti in una fase della gara in cui la Trevigliese prova con poca lucidità a rimettersi in carreggiata, mentre gli ospiti si dimostrano più cinici e al 38' lasciano ancora una volta il segno: cross dal fondo verso destra per Bosis, che sbuca sul primo palo e di testa raddoppia. Lo 0-2 pone di fatto una prima pietra sul match, la cui prima frazione di gioco si chiude senza altre emozioni.

È quasi magia Bosis. Nella ripresa il canovaccio dei primi minuti è lo stesso del primo tempo, con gli ospiti che al 12' trovano di nuovo la via del gol, sempre con Bosis e sempre con un cross dal fondo che il numero 10 devia in rete posizionandosi sul primo palo. È il tris che di fatto congela la partita, che vive di rare emozioni nella sua ultima parte. Su tutte la più grande è quella che regala sempre Bosis, che dalla trequarti prova a la magia di giornata con un pallonetto che lambisce la parte superiore della traversa. Nel finale la Trevigliese ha l'ultimo moto d'orgoglio, ma la rete della bandiera non arriva e il match si chiude sulle 0-3.

IL TABELLINO

TREVIGLIESE-SCANZOROSCIATE 0-3
RETI: 15' Binetti (S), 38' Bosis (S), 12' st Bosis (S).
TREVIGLIESE: Miori, Rinaldi, Chinelli, Brugali, Motta, Garbero (31' st Del Prato), Maffei G. (1' st Pilenga), Maffei D., Filomeno (20' st Coati), Gueye (5' st Vigani), Bertocchi (14' st Longhi). A disp. Rota, Caputo, Longaretti, Fanzaga. All. Redaelli.
SCANZOROSCIATE: Pelati, Lancini, Zamboni, Gestra, Sangalli D., Noris, Franchini, Baggi, Bosis (27' st Pedroni), Cariello (39' st Cerea), Binetti. A disp. Berardelli, Arici, Dalzini, Ravasio, Prometti, Giossi. All. Valenti.
ARBITRO: Isoardi di Cuneo.
AMMONITI: Sangalli D. (S), Maffei D. (T), Motta (T), Brugali (T), Chinelli (T).

LE INTERVISTE

TREVIGLIESE
Riconosce una prestazione non eccezionale Cristian Redaelli, tecnico della Trevigliese, che sulla sconfitta afferma: «Abbiamo avuto l'occasione per pareggiare nel primo tempo, ma tendenzialmente abbiamo fatto male. Il resto delle occasioni sono arrivate sullo 0-3. Oggi abbiamo steccato tutti, ho visto poca cattiveria e lucidità».

SCANZOROSCIATE
Soddisfatto invece Nicola Valenti, allenatore dello Scanzorosciate, che commenta: «Abbiamo fatto quasi subito gol, poi c'è stato un attimo di sofferenza prima del raddoppio. Potevamo segnare di più, ma anche subirlo, però siamo stati bravi a non prenderlo. A parte le tre reti siamo andati almeno altre due volte davanti al portiere in cui non siamo stati abbastanza freddi, ma comunque oggi era importante fare punti e questi tre sono fondamentali».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400