Cerca

Eccellenza

Club Milano-Varzi: una bomba di Pizzini su punizione regala tre punti a dei granata eroici nonostante l'inferiorità numerica

Milanesi stoppati da un grande Murriero, strepitoso su Cuoco e Mammetti, dopo che Mazzocca e Grezzana avevano fissato l'1-1 all'intervallo

Varzi Eccellenza

I giocatori del Varzi abbracciano Pizzini dopo il gol che ha deciso la partita

Il Varzi interrompe il digiuno di vittorie espugnango il Vista Vision Stadium grazie a un gioiello di Pizzini nel finale. Eppure, dopo il vantaggio di Mazzocca e il palo colpito da Monopoli, la sfida si era messa in salita per Rebuscini e compagni, raggiunti da Grezzana e rimasti in inferiorità numerica per il doppio giallo a Orrico subito prima dell'intervallo. Con questi tre punti i granata salgono a quota 25 agganciando Verbano e Varesina, staccando i biancorossi che restano a -5 dalla zona playoff. Giuseppe Scavo, oggi in tribuna per scontare la squalifica rimediata nel concitato finale con l'Ardor Lazzate e sostituito in panchina dal vice Augusto Rasori, opta per il 4-3-1-2: Monzani in porta; linea difensiva composta da Righini, Grezzana, Benatti e Caputo; Cuoco, Costa e Truzzi in mediana; Rankovic alle spalle della coppia Comi-Mammetti. Alessandro Pagano, orfano dello squalificato Grasso, cambia assetto tattico rispetto alle ultime uscite e risponde col 3-4-1-2: Murriero tra i pali; Scarcella, Gnaziri e Lopane in difesa; Orrico, Rebuscini, Monopoli e Mazzocca a centrocampo; Crea ad agire da trequartista a supporto di Pizzini e Citterio.

Grezzana risponde a Mazzocca. Il pirmo squillo è degli ospiti, con Crea che prova a prendere le misure dal limite ma alza troppo la mira. I granata, per l'occasione in divisa gialloverde, però rischiano in un paio di circostanze provando a costruire dal basso, perdendo alcuni palloni sulla propria trequarti che i biancorossi non riescono a sfruttare. Al 18' la partita perde uno dei protagonisti più attesi: Petar Rankovic, toccato duro nei primi minuti da Scarcella, è costretto ad abbandonare il campo sostituito da Lo Monaco. Un minuto più tardi ospiti pericolosi con Orrico, che si coordina per colpire al volo da dentro l'area un pallone spiovente ma calcia sopra la traversa. Al 27' passa il Varzi: Pizzini appoggia per Monopoli che di prima intenzione premia l'insierimento dalla sinistra di Mazzocca, che una volta in area calcia forte a incrociare non lasciando scampo a Monzani. I locali provano a reagire immediatamente, con Comi che imbuca per Lo Monaco. Il trequartista salta Murriero ma si allunga troppo il pallone che termina sul fondo. Poco più tardi ci prova Comi, ma la sua volée non ha sufficiente forza per sorprendere il portiere. Un minuto più tardi Cuoco prova a servire Lo Monaco a rimorchio ma salva tutto Scarcella, che in scivolata riesce ad anticiparne la conclusione. Ospiti vicinissimi al raddoppio al 38': corner di Crea, Monopoli taglia benissimo sul primo palo anticipando Costa ma il suo colpo di testa si stampa in pieno contro il legno della porta di Monzani. A quattro minuti dall'intervallo il Club Milano pareggia con Grezzana, che in mischia trova il guizzo giusto per deviare in rete il corner battuto da Costa. Al 45' Orrico commette un fallo tanto ingenuo quanto inutile sulla propria trequarti, ricevendo il secondo cartellino giallo e finendo anzitempo la sua partita.

Super Murriero, Pizzini cecchino. Pagano ridisegna i suoi col 4-3-2, abbassando Mazzocca sulla linea dei difensori e allargando Scarcella nel ruolo di terzino destro, con Crea che arretra a centrocampo accanto a Rebuscini e Monopoli. I padroni di casa si rendono subito pericolosi con un cross di Truzzi per Cuoco, che colpisce di testa trovando l'ottima risposta di Murriero. Al 10' doppia occasione per Mammetti sugli sviluppi di un calcio d'angolo. In particolare la seconda zampata sembra vincente, ma Murriero è un gatto e riesce a smanacciare con un riflesso felino. Sul fronte opposto ci prova sempre un indomito Monopoli, ma il suo diagonale velenoso viene murato dalla difesa. Al 24' prova a entrare in partita anche Pizzini, con un diagonale rasoterra che scalda i guantoni a Monzani. A venti minuti dal termine Pagano sceglie di rimpolpare il centrocampo inserendo Iervolino per Citterio, passando così al 4-3-1-1. Gli ospiti credono al colpaccio e ci vanno vicini al 32', con Pizzini che svetta sul cross di Mazzocca ma senza inquadrare lo specchio. Al 38' Costa perde un pallone sanguinoso sulla sua trequarti e per rimediare atterra Pizzini ai 25 metri. Sul punto di battuta si presenta proprio il "Duca" che lascia partire una fucilata sopra la barriera fulminando Monzani. I padroni di casa accusano il colpo e reagiscono solo in pieno recupero, con un calcio piazzato di Costa che pesca Grezzana in mezzo all'area, ma la sua incornata termina di poco a lato. Gli ospiti interrompono così il digiuno conquistando tre punti preziosi che gli permettono di restare in corsa per il titolo. Il Club Milano tornerà in campo mercoledì al Parisi di Voghera per il recupero della quindicesima giornata, rinviata per neve lo scorso 8 dicembre. Il 2021 del Varzi, invece, termina qui: i granata di Pagano ripartiranno il 5 gennaio ospitando il Pavia al Chiappano.

IL TABELLINO

Club Milano-Varzi 1-2
RETI: 27' Mazzocca (V), 41' Grezzana (C), 39' st Pizzini (V).
CLUB MILANO (4-3-1-2): Monzani 6, Righini 5.5 (40' st Ramos sv), Caputo 6 (17' st Saronni 6), Costa 5.5, Grezzana 7, Benatti 6.5, Cuoco 6.5, Truzzi 6, Mammetti 6.5, Rankovic 6 (18' Lo Monaco 6.5, 28' st Locati sv), Comi 5.5 (36' st Serralunga sv). A disp: De Carlo, Piras, Codarri, Bastos. All. Rasori 6.
VARZI (3-4-1-2): Murriero 7.5, Gnaziri 7, Scarcella 6 (12' st Calloni 6), Lopane 6.5, Orrico 5, Rebuscini 6.5, Monopoli 7, Mazzocca 7, Crea 6.5, Pizzini 7, Citterio 5.5 (25' st Iervolino 6). A disp: Stropeni, Ruggieri, Domenichetti, Bouchefra, Marcinnò, Ranzetti, Franceschinis. All. Pagano 7.
ARBITRO: D'Andria di Nocera Inferiore 5.5.
ASSISTENTI: Pozzi di Varese e Bonicelli di Bergamo.
AMMONITI: Caputo (C), Scarcella (V), Citterio (V), Cuoco (C), Rebuscini (V), Costa (C), Pizzini (V), Truzzi (C), Crea (V).
ESPULSO: 45' Orrico (V).

LE PAGELLE

CLUB MILANO
Monzani 6 Sorpreso dalla punizione di Pizzini, forse perché si aspettava che a calciare fosse Rebuscini. Per il resto viene impegnato poco soprattutto nella ripresa, anche in virtù della superiorità numerica della squadra.
Righini 5.5 Stringe troppo in occasione del vantaggio di Mazzocca lasciando scoperta la sua corsia.  (40’ st Ramos sv).
Caputo 6 Gioca una partita ordinata sulla fascia sinistra, provando a spingere quando ne ha l’occasione ma senza mai riuscire a lasciare il segno. Eppure nella ripresa il Varzi abbassa molto il baricentro e di spazio da attaccare ne avrebbe parecchio.
17’ st Saronni 6 Rileva Caputo ma non cambia la musica. Si fa notare poco in proiezione offensiva mentre dietro non viene praticamente mai attaccato.
Costa 5.5 Rovina una partita sontuosa con la palla persa, e il conseguente fallo tattico, da cui nasce il gol di Pizzini. Un vero peccato, anche perché di qualità ne ha da vendere come dimostrano i suoi calci piazzati sempre insidiosi.
Grezzana 7 Sua la zampata in mischia che vale il momentaneo pareggio. Prova a ripetersi di testa nel recupero ma la mira non è altrettanto precisa. Si fa notare anche per una grande prova in marcatura su Pizzini e Citterio, a cui lascia le briciole.
Benatti 6.5 Se le punte del Varzi riescono a incidere poco è anche per merito suo, che si destreggia molto bene sia in copertura che nell’anticipo.
Cuoco 6.5 I suoi inserimenti in area sono sempre pericolosi. Ne sa qualcosa Murriero che deve rifugiarsi in angolo sul suo colpo di testa a inizio ripresa.
Truzzi 6 A parte il cross per la testa di Cuoco nei primi minuti del secondo tempo, non mette in mostra la sua qualità come ha fatto in altre occasioni.
Mammetti 6.5 Fa a sportellate coi difensori granata e fatica a rendersi pericoloso, ma quando sembra trovare la zampata giusta solo un prodigioso riflesso di Murriero può negargli il gol che avrebbe portato avanti i biancorossi.
Rankovic 6 La sua partita dura soltanto pochi minuti, perché dopo un duro fallo di Scarcella è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Una perdita pesante per Scavo.
18’ Lo Monaco 6.5 Entra a freddo ma col piglio giusto e si rende protagonista in diverse occasioni da rete della squadra. Sfortunatamente anche lui deve abbandonare il campo prima del novantesimo. (28’ st Locati sv).
Comi 5.5 Gioca tanti palloni ma non è incisivo come ci si aspetterebbe, probabilmente perché deve ancora assimilare le idee di gioco di Scavo. (36’ st Serralunga sv).
All. Rasori 6 La squadra tiene bene il campo nel primo tempo e comanda il gioco nella seconda frazione. Solo gli episodi lo condannano alla sconfitta, anche se a fare più male è probabilmente l’infortunio di Rankovic che scombina i piani tattici dopo soltanto pochi minuti. 

VARZI
Murriero 7.5 Compie una gran parata sul colpo di testa di Cuoco a inizio ripresa, poi fa ancora meglio volando a togliere dalla porta la zampata di Mammetti che sembrava ormai destinata a terminare in fondo al sacco.
Gnaziri 7 Gioca una partita sontuosa in marcatura su Mammetti e concede le briciole agli attaccanti avversari anche quando la squadra rimane in inferiorità numerica.
Scarcella 6 Si fa sentire entrando deciso più di una volta e rimediando troppo presto un giallo che inevitabilmente lo condiziona.
12’ st Calloni 6 Entra per aiutare la squadra a difendere almeno il pareggio e svolge il compito assegnato con grande ordine, concedendo poco o nulla sulla sua corsia.
Lopane 6.5 Non trema né da terzo di sinistra nella difesa a tre, né quando deve scalare centrale col passaggio al 4-3-2.
Orrico 5 Rimedia la seconda ammonizione in modo ingenuo e completamente inutile subito prima dell’intervallo, costringendo i suoi compagni a giocare il resto della partita in inferiorità numerica.
Rebuscini 6.5 La solita garanzia in mezzo al campo, tanta qualità e quantità al servizio della squadra.
Monopoli 7 Serve l’assist per l’1-0 di Mazzocca, poi prova a mettersi in proprio svettando sul primo palo e colpendo di testa un legno clamoroso. Pericoloso anche nella ripresa con un diagonale velenoso murato dalla difesa.
Mazzocca 7 Apre le marcature segnando il suo primo gol in campionato con un mancino violentissimo che s’insacca sul secondo palo. Nel secondo tempo deve abbassarsi nel ruolo di terzino sinistro ma continua a supportare la manovra offensiva ogni volta che ne ha l’occasione.
Crea 6.5 A inizio partita ci prova da limite ma sbaglia mira, poi pennella il corner su cui Monopoli svetta colpendo il palo. Nella seconda frazione si sacrifica come mezz’ala per difendere il risultato.
Pizzini 7 Poco incisivo per ottanta minuti, poi sfodera un gioiello balistico che vale molto più dei tre punti in palio.
Citterio 5.5 Tanta generosità ma poca concretezza, anche per merito dei difensori avversari che fanno ottima guardia su di lui.
25’ st Iervolino 6 Prova qualche giocata delle sue ma senza riuscire a lasciare il segno.
All. Pagano 7 Interrompe il digiuno di quattro giornate senza vittorie su un campo tutt’altro che facile e giocando per un tempo con l’uomo in meno. Cos’altro si può chiedergli?

ARBITRO
D'Andria di Nocera Inferiore 5.5 La partita è tutt’altro che semplice, lui ci mette del suo a innervosirla con una direzione a dir poco confusionaria.

LE INTERVISTE

Augusto Rasori (vice all. Club Milano): «L'infortunio di Rankovic ha pesato non poco, speriamo che gli esiti siano benevoli. Abbiamo dovuto rivedere l'assetto tattico e ce la siamo giocati alla pari contro una squadra di grande esperienza, purtroppo la partita è stata decisa da un episodio. I ragazzi hanno dato tutto quello che potevano fino all'ultimo, in queste circostanze dobbiamo essere più attenti a non concedere occasioni su calcio piazzato. Ora ci lecchiamo le ferite e ci riorganizziamo perché mercoledì ci aspetta un'altra partita contro una squadra spigolosa come la Vogherese». Nell'ultima mezz'ora ai biancorossi è mancata un po' di lucidità negli ultimi venti metri: «Siamo stati troppo frenetici per la voglia di andare a vincere la partita, purtroppo in questi casi paghiamo un po' di inesperienza».

Alessandro Pagano (all. Varzi): «Finché siamo rimasti in undici eravamo padroni del campo, poi una volta in dieci è diventato tutto più difficile. Nel secondo tempo i ragazzi si sono compattati, hanno sofferto ma poi hanno saputo trovare il gol su punizione conquistando la vittoria. Sono tre punti importanti soprattutto per il morale che ci aiutano a passare un Natale felice, ma lo saremmo stati anche col pareggio date le circostanze. Adesso stacchiamo un attimo la spina godendoci qualche giorno di vacanza prima di preparare la partita col Pavia, l'ultima del girone d'andata». Riguardo all'espulsione: «Siamo abituati perché purtroppo è la quarta volta che finiamo il primo tempo con un uomo in meno. In questi casi negli spogliatoi ci si ricompatta, si aggiustano un paio di posizioni e si torna in campo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400