Cerca

Eccellenza

Girone A: vola la Sestese col tridente in grande spolvero, il Varzi compie l'impresa al Vista Vision; domani si giocano tre recuperi

La Vergiatese vince e si affaccia ai piani alti, la Vogherese strappa un buon punto con la capolista, pari tra Accademia Pavese e Verbano

Varzi Eccellenza

Il Varzi vince a Pero nonostante l'inferiorità numerica e si rilancia in classifica

In una quattordicesima giornata azzoppata dal Covid, che ha costretto al rinvio di ben tre partite, non sono ugualmente mancati gol ed emozioni. La Sestese ne rifila quattro alla Calvairate interrompendo la striscia positiva dei milanesi e si porta a -1 dalla Castanese, fermata sul pareggio da una buona Vogherese. Il Varzi risorge dalle sue ceneri e, dopo quattro partite senza vittorie, coglie tre punti pesantissimi sul campo del Club Milano nonostante l'espulsione di Orrico nel finale di primo tempo. Il Verbano non va oltre lo 0-0 in casa dell'Accademia Pavese, che muove la classifica mettendo un altro punto tra sé e il Settimo Milanese. Continua la risalita della Vergiatese, che dopo una lunga rincorsa si affaccia nelle zone alte della classifica battendo una Rhodense combattiva ma imprecisa. Prima di analizzare nel dettaglio quanto accaduto, però, ricordiamo che solo per questa settimana trovate in edicola l'edizione cartacea del giornale al prezzo scontato di 1€ e con tanti altri vantaggi.

Castanese-Vogherese 1-1
RETI (0-1, 1-1): 7' st Romano (V), 30' st Urso (C).
CASTANESE (4-3-3): Buono 6.5, Boccadamo 6.5, Foglio 6.5, Augliera 6 (39' st Sciocco sv), Ornaghi 5 (22' st Manfrè 6), De Dionigi 6.5, Greco 6, Ababio 6.5 (29' st Barbaglia sv), Milani 5.5, Urso 7, Gibellini 5.5. A disp. Di Lernia, Colombo, Gheller, Orlandi, Persiani M., Baldazzi. All. Garavaglia 6.5.
VOGHERESE (4-4-2): De Toni 7.5, Andrini 6.5, Lorusso 7 (33' st Fasoli sv), Gabrielli 7, Calviello 6.5, Riceputi 6.5, Bollini 6, Casali 6.5, Bahirov 7, Romano 7 (36' st Franchini sv), Andriolo 6 (26' st Cinelli 6). A disp. Pittaluga, Cavaliere, Fatahllah, Buscaglia, Occhiuzzi, De Stradis. All. Giacomotti 6.5.
ARBITRO: Vittoria di Taranto 6.5.
ASSISTENTI: Turra e Corbetta.
AMMONITI: Andriolo (V), Bollini (V), Riceputi (V), Ababio (C), De Dionigi (C).

La Vogherese deve riscattare le ultime due sconfitte e riesce a imporre un pareggio alla capolista Castanese, la cui vetta è sempre più in bilico minacciata dai recuperi di Sestese e, soprattutto, Varesina. Dopo pochi minuti ci pensa Bahirov a scaldare i guantoni di Buono, poi i padroni di casa alzano i giri del motore e producono una buona occasione sull'asse Foglio-Milani, ma la girata della punta è fuori misura. Per i neroverdi ci prova anche Gibellini, ma De Toni è attento e non si fa sorprendere. I rossoneri non stanno però a guardare e in pochi minuti costruiscono due grandi occasioni. Il regista è sempre Romano, che prima mette Bahirov davanti a Buono ma il mancino dell'attaccante non supera il portiere, poi innesca Andriolo che salta secco De Dionigi e calcia rasoterra colpendo in pieno il palo. L'ultimo squillo della prima frazione è di Milani ma la sua mira è ancora sbagliata. A inizio ripresa si prende la scena Romano: prima spreca di testa da ottima posizione dopo una torre di Riceputi, poi approfitta dell'incredibile regalo di Ornaghi e porta avanti i suoi. Gli ospiti potrebbero anche raddoppiare sull'asse Andriolo-Bahirov ma il centravanti non inquadra il bersaglio, permettendo alla Castanese di restare in partita. I locali non si fanno pregare e prima si rendono pericolosi con Foglio, ipnotizzato dal portiere, poi pareggiano i conti con Urso sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Nel finale il match point capita sui piedi di Gibellini, ma il capocannoniere si fa murare da uno strepitoso De Toni. A caldo Massimo Giacomotti analizza così la partita: «Per noi è decisamente un buon risultato perché frutto di una bella prestazione. Entrambe le squadre hanno cercato di vincere fno all’ultimo minuto giocando a viso aperto. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi che sono stati bravi nonostante fossimo rimaneggiati. Non era scontato offrire una buona prestazione dopo due settimane senza giocare e diversi allenamenti su campi difficili per la neve. Il pareggio che cambia poco la classifica ma è importante per il morale, anche in vista della partita di mercoledì (rinviata per Covid nel Club Milano, ndr) per chiudere al meglio l’anno».

Sestese-Calvairate 4-2
RETI (1-0, 1-1, 4-1, 4-2): 2' Pedrabissi (S), 4' Visigalli (C), 39' Selpa (S), 23' st Colombo (S), 32' st rig. Pedrabissi (S), 46' st Licciardello (C).
SESTESE (4-3-3): Menegon 6, Mandracchia 6, Frigerio 6.5 (34' st Brugni sv), Bigioni 6 (45' st Trevisan sv), Cusaro 6, Marioli 6, Lunghi 6.5, Fall 6 (41' st Zorzetto sv), Selpa 7 (39' st Tramutoli sv), Pedrabissi 7.5, Colombo 7.5 (36' st Dellavedova sv). A disp. Passaretta, Russo. All. Roncari 7.5.
CALVAIRATE (5-3-2): Silva 5.5, Torrisi 5.5 (24' st Panepinto 5), Bianchini 5, Cutolo 6, Volpini 5.5, Conte 6 (32' st Radaelli sv), Passoni 5.5 (7' st Mancuso 5.5), Zambelli 6 (13' st Zappettini 5.5), Ricupati 5.5, Visigalli 6.5, Licciardello 6. A disp. Casanova, Baiardo, Diabate, Stefanìa, Luraschi. All. Nistri 5.5.
ARBITRO: Santeramo di Monza 6.5.
ASSISTENTI: Molino e Apollaro.
AMMONITI: Visigalli (C), Passoni (C), Conte (C), Cutolo (C), Colombo (S).

La Sestese cala il poker e si porta a -1 dalla vetta interrompendo la striscia positiva della Calvairate, che era reduce da sei risultati utili consecutivi. La partita regala subito grandi emozioni: bastano poco più di due minuti, infatti, a Pedrabissi per deviare in rete il tiro di Bigioni coronando un'azione insistita della sua squadra. Sembra già tutto in discesa per i padroni di casa ma appena novanta secondi più tardi Visigalli pareggia i conti: lancio lungo di Cutolo dalle retrovie, Marioli la lascia scorrere cogliendo di sorpresa Mandracchia, il numero 10 ospite approfitta dell'indecisione e da due passi batte Menegon. A questo punto le squadre preferiscono rallentare il ritmo dando vita a una lunga fase interlocutoria, interrotta a sei minuti dall'intervallo da Selpa che approfitta di un rinvio sbilenco di Bianchini per battere Silva. Nella ripresa i rossoblù spingono alla ricerca del pareggio che sfiorano al 18', quando Cutolo impegna di testa Menegon su calcio d'angolo. Gli ospiti però si sbilanciano troppo e vengono puniti in contropiede da Colombo che, innescato in campo aperto da Fall, semina Cutolo e batte Silva con un preciso diagonale. Dieci minuti più tardi i biancazzurri chiudono definitivamente i conti: Colombo entra in area e viene atterrato da Panepinto; sul dischetto di presenta Pedrabissi che calcia forte sotto la traversa. In pieno recupero Licciardello rende meno pesante il passivo finalizzando una bella azione di Visigalli e Ricupati, ma è un gol utile solo per le statistiche. Fiorenzo Roncari tira le somme alla vigilia dell'ultima gara del 2021: «Non era facile perché la Calvairate è una squadra di buon livello tecnico, che ha fisicità e intensità e oggi ci ha reso la vita difficile. Noi siamo stati bravi e abbiamo giocato un’ottima partita. Sono contento della nostra posizione in classifica e, anche se non siamo tra le squadre più accreditate, proveremo fino in fondo ad essere una sorpresa. Da inizio stagione siamo costantemente tra le prime cinque e vogliamo continuare a restarci per raggiungere i playoff». Non fa drammi dopo la sconfitta Gianluca Nistri: «Arrivavamo da sei risultati utili consecutivi e prima o poi doveva capitare una giornata storta. Mi dispiace perché non siamo riusciti ad essere brillanti come altre volte. Abbiamo preso subito gol forse per un approccio poco felice, poi l'abbiamo rimessa in piedi ma abbiamo pagato a caro prezzo un'ingenuità subito prima dell'intervallo. La Sestese è una buona squadra che non necessita dei nostri regali per vincere, è un peccato perché potevamo prestare maggiore attenzione. Non mi esaltavo prima di oggi per la nostra classifica e non faccio drammi adesso che abbiamo perso una partita, però non dobbiamo farci ingannare dalla posizione che occupiamo ricordandoci che abbiamo soltanto quattro punti di vantaggio sulla zona playout».

Acc.Pavese-Verbano 0-0
ACC.PAVESE (3-4-1-2): Alio 7, Tambussi 7, Russo 6.5 (5' st Fiorani 6), Provasio 6, Bernini 6.5, Becchi 6.5, Casiroli 6 (27' st Dioh 6), Maggi 6, Anelli 5.5 (3' st Masella 6), Vassallo 6 (42' st Quaranta sv), Dioh 5.5. A disp. Di Mango, Filadelfia, Tomassone, Laraia, Di Chio. All. Molluso 6.5.
VERBANO (3-4-1-2): Ruzzoni 6.5, Santagostino 6.5, Costa L. 6 (18' st Antonucci 6), Fogal 6, Piagni 6.5, Scognamiglio 6.5, Dalia 6, Malvestio 6.5, Dervishi 5.5, Galli 6, Barranco 5.5. A disp. Margariti, Beu, Costantini, Sana A., Arienti, Bertoli, Zangrillo, Okaingni. All. Galeazzi 6.5.
ARBITRO: Tagliaferri di Lovere 6.5.
ASSISTENTI: Damato e Domenghini.
AMMONITI: Malvestio (V), Santagostino (V).

Accademia Pavese e Verbano non si fanno male e si spartiscono la posta in palio muovendo entrambe la propria classifica. Per i biancorossi si tratta del primo punto conquistato davanti al proprio pubblico dopo quattro sconfitte, risultato che permette di allungare a cinque punti il vantaggio sul fanalino di coda Settimo Milanese. I rossoneri invece si confermano ai piani alti della classifica, agganciando al terzo posto la Varesina che però deve recuperare due partite. I padroni di casa adottano un approccio prudente alla partita, cercando una maggiore solidità e determinati a non uscire sconfitti dal proprio campo per la quinta volta consecutiva. Sul fronte opposto i ragazzi di Galeazzi accusano la fatica delle tante partite giocate in pochi giorni e faticano ad alzare i giri del motore. Ne esce così un primo tempo abbastanza soporifero in cui i due portieri svolgono il ruolo privilegiato di spettatori non paganti. Le uniche emozioni le regalano Malvestio da un lato, che da metà campo prova a sorprendere Alio fuori dai pali mancando di poco il bersaglio, e Anelli dall'altro, che riceve in area da Provasio e prova a battere Ruzzoni sul primo palo da posizione defilata. Decisamente più frizzante la ripresa, con l'undici di Molluso che prende il controllo delle operazioni nel primo quarto d'ora ma senza riuscire a sfruttare la mole di gioco prodotta. Col passare dei minuti sale di tono anche il Verbano, pericolosissimo alla mezz'ora con Barranco che scalda i guantoni di Alio. Quattro minuti più tardi l'estremo difensore biancorosso è ancora miracoloso nel respingere coi piedi il tiro a botta sicura di Malvestio dal dischetto del rigore. Quando il match sembra ormai indirizzato verso il pareggio, a dieci secondi dal triplice fischio Malvestio trova l'ultimo guizzo pescando Barranco in area ma l'attaccante argentino colpisce male sparando alto sopra la traversa. A commentare la sfida è Matteo Meduri, vice di Molluso: «Finalmente siamo riusciti a fare punti anche in casa spezzando questa maledizione. Ora dobbiamo provare a dare continuità ai risultati a partire dalla sfida di mercoledì sul campo della Base 96. Per le qualità dei nostri giocatori siamo una squadra che non vale la posizione che occupa, dobbiamo acquisire un po’ di fiducia per riuscire a risalire la classifica».

Club Milano-Varzi 1-2
RETI (0-1, 1-1, 1-2): 27' Mazzocca (V), 41' Grezzana (C), 39' st Pizzini (V).
CLUB MILANO (4-3-1-2): Monzani 6, Righini 5.5 (40' st Ramos sv), Caputo 6 (17' st Saronni 6), Costa 5.5, Grezzana 7, Benatti 6.5, Cuoco 6.5, Truzzi 6, Mammetti 6.5, Rankovic 6 (18' Lo Monaco 6.5, 28' st Locati sv), Comi 5.5 (36' st Serralunga sv). A disp. De Carlo, Piras, Codarri, Bastos. All. Rasori 6.
VARZI (3-4-1-2): Murriero 7.5, Gnaziri 7, Scarcella 6 (12' st Calloni 6), Lopane 6.5, Orrico 5, Rebuscini 6.5, Monopoli 7, Mazzocca 7, Crea 6.5, Pizzini 7, Citterio 5.5 (25' st Iervolino 6). A disp. Stropeni, Ruggieri, Domenichetti, Bouchefra, Marcinnò, Ranzetti, Franceschinis. All. Pagano 7.
ARBITRO: D'Andria di Nocera Inferiore 5.5.
ASSISTENTI: Pozzi e Bonicelli.
ESPULSO: 45' Orrico (V).
AMMONITI: Citterio (V), Pizzini (V), Crea (V), Rebuscini (V), Scarcella (V), Truzzi (C), Cuoco (C), Costa (C), Caputo (C).

Il Varzi interrompe il digiuno di vittorie espugnango il Vista Vision Stadium grazie a un gioiello di Pizzini nel finale. Con questi tre punti i granata salgono a quota 25 agganciando Verbano e Varesina, staccando il Club Milano che resta a -5 dalla zona playoff. Al 18' la partita perde uno dei protagonisti più attesi: Petar Rankovic, toccato duro nei primi minuti da Scarcella, è costretto ad abbandonare il campo sostituito da Lo Monaco. Un minuto più tardi ospiti pericolosi con Orrico, che si coordina per colpire al volo da dentro l'area un pallone spiovente ma calcia sopra la traversa. Al 27' passa il Varzi: Pizzini appoggia per Monopoli che di prima intenzione premia l'insierimento dalla sinistra di Mazzocca, che una volta in area calcia forte a incrociare non lasciando scampo a Monzani. I locali provano a reagire immediatamente, con Comi che imbuca per Lo Monaco. Il trequartista salta Murriero ma si allunga troppo il pallone che termina sul fondo. Ospiti vicinissimi al raddoppio al 38': corner di Crea, Monopoli taglia benissimo sul primo palo anticipando Costa ma il suo colpo di testa si stampa in pieno contro il legno della porta di Monzani. A quattro minuti dall'intervallo il Club Milano pareggia con Grezzana, che in mischia trova il guizzo giusto per deviare in rete il corner battuto da Costa. Al 45' Orrico commette un fallo tanto ingenuo quanto inutile sulla propria trequarti, ricevendo il secondo cartellino giallo e finendo anzitempo la sua partita. Nella ripresa i padroni di casa si rendono subito pericolosi con un cross di Truzzi per Cuoco, che colpisce di testa trovando l'ottima risposta di Murriero. Al 10' doppia occasione per Mammetti sugli sviluppi di un calcio d'angolo. In particolare la seconda zampata sembra vincente, ma Murriero è un gatto e riesce a smanacciare con un riflesso felino. Proprio quando la gara sembra ormai indirizzata verso il pareggio, al 38' Costa perde un pallone sanguinoso sulla sua trequarti e per rimediare atterra Pizzini ai 25 metri. Sul punto di battuta si presenta proprio il "Duca" che lascia partire una fucilata sopra la barriera fulminando Monzani. I padroni di casa accusano il colpo e reagiscono solo in pieno recupero, con un calcio piazzato di Costa che pesca Grezzana in mezzo all'area, ma la sua incornata termina di poco a lato. Augusto Rasori, in panchina al posto dello squalificato Scavo, commenta così: «L'infortunio di Rankovic ha pesato non poco, speriamo che gli esiti siano benevoli. Abbiamo dovuto rivedere l'assetto tattico e ce la siamo giocati alla pari contro una squadra di grande esperienza, purtroppo la partita è stata decisa da un episodio. I ragazzi hanno dato tutto quello che potevano fino all'ultimo, in queste circostanze dobbiamo essere più attenti a non concedere occasioni su calcio piazzato. Ora ci lecchiamo le ferite e ci riorganizziamo perché mercoledì ci aspetta un'altra partita contro una squadra spigolosa come la Vogherese (rinviata per covid, ndr)». Nell'ultima mezz'ora ai biancorossi è mancata un po' di lucidità negli ultimi venti metri: «Siamo stati troppo frenetici per la voglia di andare a vincere la partita, purtroppo in questi casi paghiamo un po' di inesperienza». Si gode invece i tre punti Alessandro Pagano: «Finché siamo rimasti in undici eravamo padroni del campo, poi una volta in dieci è diventato tutto più difficile. Nel secondo tempo i ragazzi si sono compattati, hanno sofferto ma poi hanno saputo trovare il gol su punizione conquistando la vittoria. Sono tre punti importanti soprattutto per il morale che ci aiutano a passare un Natale felice, ma lo saremmo stati anche col pareggio date le circostanze. Adesso stacchiamo un attimo la spina godendoci qualche giorno di vacanza prima di preparare la partita col Pavia, l'ultima del girone d'andata». Riguardo all'espulsione: «Siamo abituati perché purtroppo è la quarta volta che finiamo il primo tempo con un uomo in meno. In questi casi negli spogliatoi ci si ricompatta, si aggiustano un paio di posizioni e si torna in campo».

Vergiatese-Rhodense 1-0
RETE: 10' st Becerri (V).
VERGIATESE (4-3-1-2): Russo 6.5, Crispo 7, M'Zoughi 6.5 (25' st Rossi 6), Dal Santo 6.5 (34' st Scampini sv), Parini 7, Lucarino 7, Pandiani 6.5, Mhaimer 6.5, Pedergnana 6.5, Becerri 7.5 (43' st Markeci sv), Broggi 6.5 (19' st Mondoni 6). A disp. Barbieri, De Angelis, Vitulli, Rando, Cavallaro. All. Crucitti 7.
RHODENSE (3-5-2): Mantovani 6, Messaoudi 6, Di Noto 6.5, Mari 5.5 (35' st Formato sv), Zanus 5.5, Malvestiti 6.5, Romanò 6 (35' st Sabbadin sv), Castelnuovo 6.5 (47' st De Giorgio sv), Schingo 6.5 (38' st Belbusti sv), Di Lernia 5.5, Bianchi 5.5 (16' st Miculi 6). A disp. Tabaglio, Bertolini, Boetti. All. Digiglio 6.
ARBITRO: Saffioti di Como 6.
ASSISTENTI: Algieri e Monardo.
AMMONITI: Messaoudi (R), Di Lernia (R), Pandiani (V), Pedergnana (V), Zanus (R).

La Vergiatese chiude nel migliore dei modi il suo 2021 superando la Rhodense tra le mura amiche. I granata raggiungono così il Club Milano al sesto posto a quota venti, staccati cinque lunghezze dalla zona playoff. A rendersi pericolosi per primi sono gli ospiti, con Bianchi che tenta la conclusione da posizione defilata alzando troppo la mira. Col passare dei minuti i padroni di casa alzano il ritmo e prima dell'intervallo si rendono due volte pericolosi con Becerri, che prima si presenta a tu per tu col portiere ma angola troppo sfiorando il palo, poi costringe Mantovani a superarsi per mettere in calcio d'angolo. A spezzare l'equilibrio allora è un errore di Di Noto nel tentativo d'impostare dal basso, che si complica la vita servendo un pallone non semplice a Mantovani. Il rinvio del portiere è preda degli avversari che innescano subito Becerri, il quale non si fa pregare e batte il portiere con un preciso diagonale. Gli arancioneri però non mollano e hanno una grande occasione per pareggiare i conti con Schingo, che si presenta davanti a Russo sfruttando un errore della difesa ma sbaglia clamorosamente la mira. Paolo Crucitti fa i complimenti alla sua squadra: «Questa vittoria ci voleva per passare un Natale più tranquillo. I ragazzi ci hanno messo l’anima offrendo una buonissima prestazione, anche se la vittoria è stata sudata fino alla fine col risultato sempre in bilico. Purtroppo abbiamo sbagliato le occasioni per chiuderla, d'altra parte abbiamo concesso poco agli avversari. Sono contento perché in queste ultime settimane ci siamo tirati fuori da una situazione complicata con una classifica che non rispecchiava le aspettative della società. Ora possiamo giocarci le nostre chance con più tranquillità provando a impensierire le squadre che ci precedono. Quello che mi lascia ben sperare in chiave playoff è il continuo miglioramento da parte di tutti: ho una squadra molto versatile che può cambiare modulo anche in corso d’opera perché le caratteristiche dei giocatori lo permettono». Mastica amaro invece Gabriele Raspelli: «È stata una partita equilibrata. Nel primo tempo loro hanno avuto due belle occasioni con Becerri e Pedergnana, noi ci siamo resi pericolosi con Di Lernia e un paio di discese di Messaoudi sulla destra. Purtroppo abbiamo commesso un errore sul loro gol e da lì la partita è stata in salita, anche se sono contento dell'atteggiamento perché abbiamo provato fino all'ultimo a pareggiarla e ci siamo anche andati vicini con una grande occasione capitata a Schingo. In queste partite serve maggiore cattiveria sotto porta per poter sfruttare le poche opportunità che gli avversari ci concedono».

Varesina-Base 96 rinviata per covid

Pavia-Ardor Lazzate rinviata per covid

Gavirate-Settimo Milanese rinviata per covid

Prossimo turno mercoledì 22 dicembre

Domani si disputeranno tre recuperi della quindicesima giornata, che si sarebbe dovuta svolgere inizialmente l'8 dicembre ma che è stata rinviata a causa della copiosa nevicata che si è abbattuta sulla Lombardia. Con Ardor Lazzate-Vergiatese già giocata mercoledì scorso e terminata in parità, delle sette partite che restano da giocare tre avranno luogo domani, due a inizio gennaio e altre due sono state rinviate a data da destinarsi per alcuni casi di Covid. Le sfide che si terranno domani vedranno la Sestese impegnata a Besozzo col Verbano in quello che, a tutti gli effetti, è da considerarsi uno scontro diretto; il Base 96 ospitare l'Accademia Pavese per provare ad allungare sulla zona playout; la Rhodense affrontare il Gavirate nella più classica delle sfide salvezza.

Verbano-Sestese ore 14:30

Base 96-Accademia Pavese ore 18:00

Rhodense-Gavirate ore 20:30

Vogherese-Club Milano rinviata per covid

Settimo Milanese-Varesina rinviata per covid

Varzi-Pavia 05/01 ore 14:30

Calvairate-Castanese 06/01 ore 14:30

Ardor Lazzate-Vergiatese 1-1 (giocata il 15/12)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400