Cerca

Eccellenza

Caporale sbaglia, Giovinazzo pure: al «Salussolia-Ravetto» tutti felici e scontenti

Dopo un buon primo tempo dell'Alicese Orizzonti ad inizio ripresa l'Oleggio getta alle ortiche il rigore del possibile vantaggio. Verso la fine il team di Mellano ha poi una ghiottissima occasione ma non è proprio giornata

Casarotti Giovinazzo

Il difensore dell'Oleggio Alessio Casarotti rilancia sotto gli occhi di Felice Diego Giovinazzo, attaccante dell'Alicese Orizzonti

Un punto per ciascuno che non fa male a nessuno tra Alicese Orizzonti ed Oleggio. La squadra di Marco Mellano la scampa bella ad inizio ripresa quando Caporale a tu per tu con Malune calcia fuori il rigore del possibile vantaggio novarese, ma può anche mangiarsi le mani perchè al 29’ della ripresa questa volta è Giovinazzo a tirare clamorosamente fuori una sorta di rigore in movimento, anch’egli giunto a tu per tu con Baglieri. Discorso invertito per l'Oleggio di Alessandro Ferrero, che qualora fosse passato sull'1-0 forse avrebbe gestito diversamente la partita, ed invece si è trovato a tirare un sospiro di sollievo. La prima di ritorno per entrambe le squadre non è stata comunque esaltante, e rispetto all'andata Malune e compagni hanno ora un punto in più, mentre gli orange due lunghezze in meno.
Alicese Orizzonti Sprint La partenza dell'Alicese Orizzonti è buona: al 2' sponda di Anselmino sulla sinistra per l'accorrente Giovinazzo che calcia di prima intenzione ma manca il bersaglio. Passano altri 2' e lo stesso numero 7 di casa spara fuori questa volta da destra. Mellano in campo si schiera con un 4-3-3 che in poco tempo diventa 4-4-2 con Diadoro e Gila larghi sulle fasce. Almeno all’inizio il rientrante Beretta «si accomoda» in difesa a marcare praticamente a uomo il velocista Blanda. Ferrero invece schiera i suoi con un tipico 4-2-3-1, sempre molto ricco di fuoriquota. L'Oleggio nel primo quarto d'ora è in difficoltà e inizia a farsi vedere nella metà campo avversaria al 17' quando Iemmi ha spazio ma una volta di fronte a Ramundo, ultimo baluardo a protezione di Malune, si fa anticipare dal difensore avversario. Molto pericolosi poi gli orange al 20': punizione quasi al limite dell'area verso sinistra, Caporale calcia a rientrare in porta e Malune deve volare sulla sua destra per ribattere la sfera. Le emozioni ritornano poi nel finale di parziale. Al 39' c'è un controllo incerto di Legnani che riesce ad anticipare Diadoro centralmente a pochi metri dalla porta dell'Oleggio, Baglieri fa due passi in avanti e calcia velocemente lontano. Dalla parte opposta al 41' Iemmi rientra da sinistra e calcia di destro in porta provocando un'altra bella risposta di Malune, Roveda è in buona posizione per il tap-in vincente ma non riesce a coordinarsi.
Malune ipnotizza Nella ripresa al 4' l'Oleggio ha subito l'occasione più ghiotta per il vantaggio. Roveda sulla destra rientra dal fondo e cade in area dopo essere stato affrontato da Beretta, che interviene in maniera piuttosto leggera. Per l'arbitro è rigore ma dal dischetto Caporale cerca di piazzare il tiro finendo però per calciare troppo sulla sinistra senza centrare la porta di Malune. L'Alicese Orizzonti cambia qualcosa arretrando Ramundo e riportando Beretta a ruoli più offensivi e al 9' è proprio quest'ultimo a impegnare alla presa in due tempi Rota con un gran tiro da fuori. Il parziale prende però presto la via della noia, considerando che entrambi gli allenatori cambiano parecchio ma nessuno trova il bandolo della matassa. Tanti contrasti dunque, gioco spezzettato e zero occasioni da rete.
Rota fa lo stesso Bisogna attendere il 29' per capire che l'incontro terminerà 0-0: una palla filtrante trova pronto Giovinazzo che scappa oltre i difensori novaresi. Arrivato però a tu per tu con Rota l'attaccante dell'Alicese Orizzonti prova un improbabile tocco di esterno destro che spiazza sì il portiere avversario ma non centra clamorosamente la porta spegnendosi sul fondo. Il finale è molto blando, con l'Oleggio che conferma la sua scarsa verve offensiva di giornata: punizione dal limite al 44’, va a battere Martella ma la sfera è molto alta. Non poteva che finire 0-0 ed entrambe le squadre possono definirsi rammaricate ma allo stesso tempo possono tirare un sospiro di sollievo.

IL TABELLINO

ALICESE ORIZZONTI-OLEGGIO 0-0
ALICESE ORIZZONTI (4-4-2): Malune 7, Ramundo 7, Pelle 7.5, Moussaif M. 6, Beretta 7, Gila G. 7, Giovinazzo 4.5 (34' st Mane 5), Diadoro 6 (21' st Verna 6), Anselmino 6 (16' st Ippolito 5.5), Caamano 6.5, Edalili 6 (6' st Raffa 6.5). A disp. Capodici, Carra, Petrocelli E., Cordera, Fiorino. All. Mellano 6.5.
OLEGGIO (4-2-3-1):
Rota 6, Punzo 5.5, Gioria 6 (9' st Martella 5.5), Legnani 6, Sironi 7, Casarotti A. 5.5, Blanda 5.5, Caporale 5, Iemmi 6 (15' st Riginelli 6), Antonioli 6 (39' st El Akri sv), Roveda 6.5. A disp. Baglieri, Rivetti, Passarella, Zuliani, Oronsaye Ma.. All. Ferrero 6.5.
ARBITRO:
Gasparetto di Collegno  6.
COLLABORATORI:
Cosmin Budianu  e Dragos Alexandru Mariut.
AMMONITI:
Riginelli (O).

LE PAGELLE

ALICESE ORIZZONTI
Malune 7
Si fa notare per la solita classe in un paio di interventi nel primo tempo su una punizione di Caporale e su un tiro a giro di Iemmi. Mette in campo invece tutta la sua esperienza ad inizio ripresa nel far sbagliare proprio Caporale.
Ramundo 7
Una buona partenza da terzino destro, va subito ad estirpare dai piedi di Iemmi un pallone pericoloso. Nella ripresa invece scala al centro a far coppia con Pelle e anche qui si dimostra solido.
Pelle 7.5
Grande prestazione di carattere in una partita nella quale si trovava ad essere l’unico difensore centrale di ruolo disponibile. Sparacchia via senza tanti problemi quando è ora e contrasta sempre con vigore.
Moussaif 6
Scende sulla sinistra ma non è travolgente come in altre occasioni. E nel finale commette qualche errore in serie di troppo.
Beretta 7
Gara di grande sacrificio al rientro dopo mesi: nel primo tempo si francobolla a Blanda e non gli lascia granchè spazio. Nella ripresa risale ben presto il campo andando verso posizioni a lui più congeniali.
Gila 7
Garantisce un buon dinamismo a centrocampo. Staziona largo per accentrarsi quando arriva da dietro Moussaif e in ogni caso riversa in area molti filtranti da sinistra.
Giovinazzo 4.5
Autore di un paio di gol sbagliati anche in bello stile. Subito calcia di prima intenzione al volo ma non inquadra la porta, ben più clamoroso l'errore della ripresa: ha tutto il tempo per decidere come spedire la palla in fondo al sacco ma sceglie un esterno destro improduttivo.(34’ st Mane sv).
Diadoro 6
Qualche incursione pericolosa da destra, nella ripresa cala. Pare trovarsi meglio con ruoli più offensivi che non da esterno di centrocampo.
21' st Verna 6
Dà una discreta mano a centrocampo.
Anselmino 6
Parte subito con una buona sponda per Giovinazzo, poi continua a sgomitare centralmente sul fronte offensivo ma non trova più spazio.
16' st Ippolito 5.5
Pochi spunti sul fronte offensivo seppur si dimostri mobile.
Pigozzi 6.5
Dirige il centrocampo anche se rimane comunque nella norma. Qualche passaggio illuminante che ribalta l’azione.
Edalili 6
Parte con molta verve nei primi minuti della gara, poi si trova un po' inchiodato a centrocampo inserendosi di meno.
6' st Raffa 6.5
Si piazza sul lato destro della difesa e contiene ogni avversario. Funzionale al cambio di uomini in campo dell’Alicese Orizzonti nella ripresa.
All. Mellano 6.5
Pur senza l'infortunato Fiorenza e con Gai ancora non disponibile ha ottenuto comunque un buon punto. Si presenterà ora a Stresa con il morale alto.

OLEGGIO
Rota 6
Non ha praticamente ricevuto tiri nello specchio della porta. Attento su qualche palla vagante così come sui rilanci anche se a volte ritarda troppo nel rimettere in gioco la palla facendo perdere l'attimo giusto alla squadra.
Punzo 5.5
Inizia male come un po' tutti, ma dal suo lato l'Oleggio sembra davvero molto permeabile. Migliora strada facendo pur registrando ancora qualche sbavatura.
Gioria 6
Attento nel periodo in cui sta in campo. Ha controllato bene Diadoro.
9' st Martella 5.5
Ha i numeri per fare la prima punta, ma si perde un po' troppo reclamando il fallo. Quando era ora sarebbe stato meglio centrare la porta, quanto meno per saggiare i riflessi di Malune.
Legnani 6
Molta pressione quando ha la palla tra i piedi, imposta poco e si occupa più che altro di rilanciare in maniera abbastanza rapida.
Sironi 7
Mantiene i nervi saldi in tantissime circostanze e quando c'è da essere pratico in retroguardia si dimostra sempre il numero uno spazzando via senza tanti complimenti.
Casarotti 5.5 Partenza totalmente in balia dell'avversario. Non riesce a marcare e viene saltato molto facilmente. Un po' meglio nella ripresa.
Blanda 5.5
Gioca da punto di riferimento in attacco, ma così facendo ha pochi margini per sorprendere l'avversario sfruttando la sua arma migliore della velocità. Non si fa comunque notare neppure quando torna in fascia nella ripresa. Giornata no.
Caporale 5
Bravo a ringhiare sulla tre quarti campo, ma sulla sua domenica pesa tantissimo il conto salato del rigore sbagliato. Sarebbe stata la svolta della partita.
Iemmi 6
Impegna Malune al tramonto del primo tempo con un bel tiro, prima ancora dalla stessa posizione si era invece fatto anticipare in maniera secca da Ramundo.
15' st Riginelli 6.
Tenta di portare nuova linfa in avanti ma ci riesce solo in parte.
Antonioli 6
Fa poco filtro all'inizio e la squadra fatica. Poi diventa più dinamico e i ritmi aumentano. (39' st El Akri sv)
Roveda 6.5
Un po' in difficoltà nell'attivarsi ma in fondo è lui che va a guadagnarsi il rigore del possibile vantaggio. L'episodio gli dà fiducia e il suo livello si alza strada facendo.
All. Ferrero 6.5
Fa fronte a non poche assenze con una squadra che sembra poter emergere comunque. Certo, fosse entrato il rigore c'è da scommettere che si sarebbe parlato dell'ennesima vittoria orange in questo campionato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400