Cerca

Eccellenza

Il grande ex Ba lancia il Rivoli, ma Rizq spegne l'entusiasmo e fa X dal dischetto

Pareggio tra i gialloblù di Nisticò e il Chisola di Meloni: primo tempo eroico dei padroni di casa, polemica per il penalty assegnato ai vinovesi

Il grande ex Ba lancia il Rivoli, ma Rizq spegne l'entusiasmo e fa X dal dischetto

Il Rivoli di Fabio Nisticò gioca una delle migliori partite della stagione, ma rimedia solamente un punto contro il Chisola

Un gol per parte, un punto per parte, un tempo per parte. Tra Rivoli e Chisola finisce 1-1, con distanze invariate ma umori diversi: i padroni di casa del grande ex Fabio Nisticò, dopo un primo tempo a dir poco eccezionale chiuso in vantaggio, si fanno recuperare dal rigore calciato da Kamal Rizq, che ha suscitato più di qualche polemica sulla panchina gialloblù. D'altro canto per i vinovesi il risultato può dirsi buono, anche se è mancata in certi frangenti la grande qualità spesso vista dagli uomini in tenuta biancoblù. Distanze che rimangono invariate tra le due formazioni (7 i punti di distanza), mentre si allunga la distanza dalla capolista Cuneo, vincente sul campo del Lucento
Padroni di casa del Rivoli in campo con un 4-3-3: in porta l'ex Biellese Vero; in difesa la new entry Di Biagio sulla destra e Pavia sulla sinistra, con Noia e Grillo al centro; in regia il solito Bellino, con ai lati l'altra novità ex Chieri Gerbino e l'ex Chisola Ba; tridente composto da bomber D'Antoni al centro con ai lati Esposito e il terzo nuovo acquisto Gerthoux, ex Rivoli. I vinovesi rispondono con un 4-4-2, che vede Marcaccini in porta; Cristiano, Grancitelli, Russo e Bolla a comporre la linea difensiva; in mezzo al campo Menon e Germinario, pronti ad innescare i laterali Perotti e Bottale; davanti al fianco Kamal Rizq il nuovo acquisto del Chisola Maikol Negro.

Ba fa lo sgarbo da ex. Partita che promette fuoco e fiamme, vista la voglia di rimettersi in carreggiata dopo la sosta natalizia. Primi minuti targati Chisola, con i vinovesi che ben impattano la partita con il giusto ritmo. Nei primi minuti subito un’importantissima occasione per i biancoblù di Meloni, ma arrivati nel momento clou ci pensa uno straordinario Di Biagio a metterci una pezza. L’episodio dà la scossa al Rivoli, che al 9’ trova la fiammata per portarsi avanti: sviluppi di corner, palla a Bellino che disegna un cross fantastico dall’out sinistro, inserimento perfetto di Ba che stacca con il tempismo giusto su Grancitelli e insacca alle spalle di Marcaccini. Il Chisola sente un po’ il contraccolpo psicologico, soprattutto sulle fasce dove i vari Esposito e Gerthoux sembrano in stato di estasi. A spiccare tra tutti è l’ex Saluzzo, autore di un primo tempo strepitoso: al 14’ azione super sull’out mancino, conclusa con un cross interessante inizialmente smanacciato da Marcaccini, ma sulla palla vagante è Ba a raccogliere, ma dopo un ottimo dribbling in area spara alle stelle. Gli ospiti vinovesi patiscono tanto l’enorme aggressività della squadra di Nisticò, eccezionale nel pressare in tutti i reparti: il Chisola prova a reagire giocando più rapidamente, ma raramente riesce a presentarsi dalle parti di Vero. Uno dei pochi acuti in attacco per i vinovesi arriva dalla testa di Kamal Rizq, bravissimo a farsi trovare pronto sul corner di Negro, ma il tiro termina alto. Mentre la premiata ditta Gerthoux-Ba si tranquillizza nel finale di primo tempo, a salire in cattedra è lo strapotere di Alessandro D’Antoni: dal 38 fino alla fine della partita il bomber del Rivoli fa letteralmente impazzire la retroguardia avversaria. Si parte con una punizione dal limite calciata perfettamente che sfiora il palo alla sinistra di Marcaccini; sul rilancio del portiere del Chisola arriva subito la palla al 9 del Rivoli che tira immediatamente da 40 metri defilato a destra, costringendo Marcaccini a un gran colpo di reni per salvare il gol; al 41’ sempre D’Antoni si fa trovare sul passaggio lungolinea di Esposito sulla destra, riuscendo a saltare il portiere ma concludendo sul palo esterno; chiude la quarta azione dell’ex Chieri con tanto di doppio sombrero in area e tiro troppo debole per siglare il 2-0. Ulteriore nota negativa nel primo tempo del Chisola l’infortunio di capitan Russo, uscito per un guaio muscolare al 40’.

Rizq firma il pari. È un altro Chisola quello che scende in campo nella ripresa. Meloni riassetta i suoi soprattutto sul piano mentale e i vinovesi tornano a giocare come sanno. Il Rivoli risente un po' delle fatiche del primo tempo e sembra restare un po' in apnea rispetto ai biancoblù un po' più freschi. Rizq e compagni aumentano i giri del motore e al 10' ecco la svolta: Menon si inserisce nella parte sinistra dell'area di rigore, andando poi a contrasto con Vero in uscita, che sembra prendere palla e gambe del centrocampista vinovese. Per il fischietto Limonta di Lecco è rigore e dal dischetto Kamal Rizq è implacabile nel siglare il pari. Il gol carica ulteriormente il Chisola, che prova ad alzare ancora il ritmo nella seconda parte della ripresa, comunque meno ricca di emozioni rispetto ai primi 45'. Al 27' è bravo Germinario a trovare un buon corridoio per Bottale, che però poco prima di colpire con il mancino si fa anticipare da un ottimo Vero in uscita. Meloni getta nella mischia anche Sardo per provare il colpo grosso, ma ad illuminare è Negro, che al 33' disegna una bella traiettoria sulla punizione dalla trequarti pescando l'inserimento di Grancitelli, che però di testa colpisce troppo debolmente per impensierire Vero. Nelle battute finali le occasioni per sbloccarla sono poche e tolto un colpo di testa messo a referto da Benucci (corner di Bellino al 41' e colpo di testa del 22 deviato sul fondo) le emozioni sono poche. Termina quindi il big match tra Rivoli e Chisola, con un pari più dolce per Meloni e più amaro per Nisticò.

IL TABELLINO

RIVOLI-CHISOLA 1-1
RETI (1-0, 1-1): 9' Ba (R), 10' st rig. Rizq (C).
RIVOLI (4-3-3): Vero 6, Di Biagio 7, Ba 6.5 (36' st Benucci sv), Esposito 6.5 (41' st Di Carlo sv), Noia 6, D'Antoni 6.5, Bellino A. 6.5, Grillo 6.5, Gerthoux 7 (34' st Romani sv), Gerbino 6.5, Pavia 6. A disp. Zampaglione, Valente, Bernard, Ricca, Scavone, Celesti. All. Nisticò 7.
CHISOLA (4-4-2): Marcaccini 6, Cristiano G. 6, Bolla 6 (30' st Sardo 6), Russo L. 5.5 (40' Zeni 6.5), Germinario 6.5, Grancitelli 6, Rizq 7, Perotti 6.5, Negro 6 (39' st Geraci sv), Menon 6.5, Bottale 5.5. A disp. Curreli, Coscia, Bagnulo, Bernardon, Viano, Merlo. All. Meloni 6.5.
ARBITRO: Limonta di Lecco 5.5.
COLLABORATORI: Angelo Berta e Samuele Flagetonte.
AMMONITI: 43' Perotti[03] (C), 43' Pavia[02] (R), 45' Ba (R), 8' st Gerbino[02] (R), 10' st Vero[00] (R), 28' st Germinario[02] (C), 44' st Grancitelli (C).

LE PAGELLE DEL RIVOLI (a cura di Fabio Tartarotti)

Vero 6 Non si sporca quasi mai i guanti durante il match, ma incide sul gol del pareggio. Viene ammonito in occasione del rigore, viene valutata fallosa l’uscita in presa bassa su Menon. Verso il finale ferma Bottale che si era trovato tutto solo davanti a lui.
Di Biagio 7 Debutto più che sufficiente per il neo arrivato dalla Serie D laziale. Grande intervento su Menon nel primo tempo che salva i suoi. Non si ferma un secondo sulla corsia di destra, spinge molto ma rientra subito per la fase difensiva.
Ba 6.5 Sigla il gol dell’ex, incornata di testa che spiazza Marcaccini. Ha sui piedi l’occasione del 2-0 dove spara alto di sinistro, e subito dopo un altro tiro dove poteva fare qualcosa in più. Graziato dal direttore di gara per il cartellino giallo ricevuto, brutto l’intervento falloso ai danni di Menon (36’ st Benucci sv).
Esposito 6.5 Tanta corsa e tanta agilità nel recuperare palla sulla corsia di destra, serve due ottime palle a D’Antoni ma i legni negano il gol al numero 9 di casa (41’ st Di Carlo sv).
Noia 6 Gioca in mezzo alla difesa creando la coppia con capitan Grillo, buoni interventi nel tentativo di anticipare gli avversari, respinge il possibile 1-2 dopo la rasoiata in mezzo di Negro.
D'Antoni 6.5 Punta di sfondamento di casa, da vero bomber si costruisce le occasioni più nitide. Punizione che esce di un soffio dai 20 metri e subito dopo calcia al volo spalle alla porta alla Quagliarella colpendo la traversa. Colpisce anche un palo dopo aver saltato l’estremo difensore ospite.
Bellino 6.5 L’ex Chisola agisce da pendolo di centrocampo che imposta a tutto campo. Al minuto 9’ del primo tempo confeziona l’assist al bacio sul secondo palo dove Ba si fa trovare tutto solo e incrocia di testa, portiere battuto.
Grillo 6.5 Più che positiva la gara del Capitano di casa, ferma Rizq in più occasioni con scivolate pulite, guida la difesa e striglia i compagni nel non mollare quando mancavano pochi minuti.
Gerthoux 7 Ottima la prima del neo arrivato da Saluzzo, dribbling e velocità nel sangue, ogni volta che punta l’avversario crea pericoli, esce stremato dopo le fiammate sulla corsia di sinistra (34’ st Romani sv).
Gerbino 6.5 Tanta rapidità in mediana, dribblare è il suo movimento preferito e gli riesce molto bene, buon debutto del neo arrivato ex Chieri, ammonito al minuto 7 della seconda frazione di gioco per perdita di tempo.
Pavia 6 Agisce da terzino sinistro, in più occasioni cerca la verticalizzazione verso Gerthoux e D’Antoni, ha l’occasione per il 2-1 al 15' del secondo tempo con un colpo di testa che termina a lato.
All.Nisticò 7 Imposta molto bene la gara, i suoi sono quasi perfetti fino al pareggio, tante occasioni create dove forse potevano fare di più, viene ammonito per proteste.

LE PAGELLE DEL CHISOLA (a cura di Simone Napoli)

Marcaccini 6 Incolpevole in occasione del gol di Ba, compie un paio di interventi nel primo tempo che evitano un parziale più pesante. Dà sicurezza alla retroguardia biancoblù dall'alto della sua esperienza.
Cristiano 6 Fatica a prendere le misure a un Gerthoux in stato di grazia. Con l'uscita di Russo, viene dirotto al fianco di Grancitelli e cresce di prestazione contenendo bene D'Antoni e Ba sulle palle aeree. Personalità anche col pallone fra i piedi.
Bolla 6 14 anni di differenza tra Esposito e lui, ma in campo non si evince tutta questa disparità: mezz'ora per prendere le misure all'esperto esterno e terminare, dopo poco più di un'ora di gioco, una partita dignitosa e ordinata.
30' st Sardo 6 È bastato un quarto d'ora e spiccioli al veterano classe '86 per rendersi pericoloso nell'area avversaria, serve un intervento provvidenziale della difesa gialloblù per evitare il gol.
Russo 5.5 Giornata storta per il capitano biancoblù: concede con troppa sufficienza l'angolo dal quale nasce il gol del vantaggio di Ba, non riesce a contenere D'Antoni e lo stesso Ba nei duelli aerei e infine è costretto ad uscire per via di un risentimento muscolare.
40' Zeni 6.5 Diesel: ingresso in sordina nel centrocampo biancoblù, ma cresce esponenzialmente nella ripresa. Giocatore tutta tecnica, con quel mancino fatato nasconde il pallone a Pavia e soci agendo sulla trequarti destra.
Germinario 6.5 Cervello della squadra di Meloni: tutti i palloni passano dai piedi del ragazzo cresciuto in casa Chisola. Perfetto a mettere ordine in ogni frangente del campo con la sua qualità e personalità, tutto questo abbinato ad un carisma da "vecchio" e ad una intelligenza tattica che lo rendono prezioso anche in fase di interdizione.
Grancitelli 6 Nel complesso una buona prestazione per la colonna dei vinovesi: si perde la marcatura di Ba in occasione del vantaggio degli avversari. Nella ripresa riesce a prendere le misure a D'Antoni rendendosi pericoloso anche nell'area gialloblù dagli sviluppi di calcio piazzato.
Rizq 7 Defilato sulla destra non riesce a trovare la posizione corretta per pungere, l'unico che ci prova con un colpo di testa da sviluppi di corner che non centra il bersaglio grosso. La svolta arriva col cambio tattico di Meloni che lo avvicina alla porta avversaria: servito con continuità sulla trequarti, riesce a macinare gioco per i compagni. Rigore decisivo col saltino alla Jorginho che fredda Vero. Glaciale.
Perotti 6.5 Cambia 3 ruoli nel giro di 40 minuti partendo esterno sinistro ritrovandosi a dover marcare Gerthoux. Nella ripresa prende le misure all'ex Saluzzo e cresce nettamente con personalità e corsa e un paio di ottime chiusure difensive. Duttilità e cuore.
Negro 6 Attaccante dal baricentro basso che prova a non dare riferimenti a Noia e Grillo. Lotta e si dà molto da fare con tanto lavoro sporco lontano dalla porta. Nella ripresa va vicinissimo al gol da posizione angolatissima, serve Noia sulla linea per salvare il risultato. (39' st Geraci sv)
Menon 6.5 Centrocampista box to box con licenza di offendere: è lui che si procura il rigore del pari di Rizq. Non si risparmia mai in alcun frangente anche dopo aver rimediato un calcione da Ba a fine primo tempo.
Bottale 5.5 Prestazione sottotono per il classe '03 di Meloni: non aiuta Cristiano in fase difensiva e non è pericoloso in zona offensiva.
All. Meloni 6.5 Se Nisticò sembra un leone in gabbia, il tecnico biancoblù, molto zen, mantiene sempre la calma e prova a mischiare le carte in tavola spostando i suoi uomini per non dare punti di riferimento. Riesce a recuperare il match dopo un primo tempo sottotono, può dunque ritenersi soddisfatto della reazione dei suoi ragazzi nonostante i punti persi dalla vetta.

L'INTERVISTA A FABIO NISTICÒ (RIVOLI)

L'INTERVISTA A MARCELLO MELONI (CHISOLA)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400