Cerca

Eccellenza Femminile

Mandelli-Sessantini, Doverese quasi perfetta nella trasferta lecchese

Debutta al meglio il nuovo tecnico giallonero Simone Maraschi. 2-0 alla 2B per continuare la rincorsa

Giulia Mandelli, esterno della Doverese

Giulia Mandelli, MVP dell'incontro

La Doverese e il suo nuovo allenatore, Simone Maraschi, cominciano rispettivamente il 2022 e la propria avventura sulla panchina giallonera nel migliore dei modi: vittoria in scioltezza per 2-0 sulla Polisportiva Oratorio 2B e primi tre punti dell’anno conquistati. Il successo matura grazie a una rete realizzata per tempo, anche se buona parte del merito va attribuita a Mandelli, autrice di una prestazione superlativa. La numero 7 ospite firma il gol del vantaggio e propizia nella ripresa il raddoppio (siglato da Sessantini), oltre ad essere nel corso di tutta la gara una minaccia costante per le giocatrici lecchesi. La Polisportiva 2B – penalizzata dall’assenza di otto calciatrici – disputa una prova difensiva discreta, reggendo bene soprattutto nei primi 25 minuti, ma si dimostra troppo sterile in fase offensiva, non riuscendo mai a creare pericoli concreti al portiere giallonero. Con questa vittoria le ragazze di Maraschi consolidano il 4º posto e salgono a 22 punti in classifica, mentre quelle di Sangiorgio rimangono 9º a quota 12.

Mandelli show. La Doverese cerca da subito di fare la partita, partendo da dietro con una manovra ragionata e con triangolazioni e fraseggi rapidi. La Polisportiva 2B risponde con un pressing intenso nel tentativo di recuperare più palloni possibili e di non concedere spazi alle avversarie. Per i primi 25 minuti la squadra di casa riesce nel proprio intento, al punto da non concedere opportunità significative alle ospiti. A spezzare però la quiete di occasioni ci pensa Mandelli, che si mette in proprio con una serpentina dalla sinistra e scarica un tiro con parabola discendente che sembra infilarsi sotto alla traversa, ma Balestrieri è fenomenale a deviare in angolo con un colpo di reni. Tre minuti dopo la numero 7 giallonera semina nuovamente il panico tra le fila lecchesi: dopo un paio di dribbling entra in area e conclude, ma la traversa le nega la gioia del gol. Dopo una mezzora più che discreta, la retroguardia della Polisportiva inizia a scricchiolare. Mentre in zona d’attacco la formazione di Sangiorgio non sembra essere mai pervenuta. Inevitabilmente, al 36’ è costretta a capitolare. La solita, scatenata Mandelli viene lanciata in profondità e davanti a Balestrieri realizza l’1-0 con un pallonetto delizioso. Sbloccato il risultato, la Doverese aumenta i giri del proprio motore in termini di produzione offensiva. Nei minuti finali sfiora il raddoppio due volte con Moramarco: prima il suo tentativo da centro area termina tra le braccia del portiere, poi la conclusione splendida in girata sibila alla destra del secondo palo. La prima frazione finisce 1-0, ma forse a sorridere - tutto sommato - è la Polisportiva, sotto di una sola rete.

Risultato in cassaforte. A inizio ripresa si alza immediatamente il livello di agonismo: si lotta su ogni pallone, con nessuna giocatrice disposta a tirare indietro la gamba e tantomeno intenzionata a mollare. Nonostante l’elevata intensità e competitività in mezzo al campo, dal punto di vista delle occasioni si genera poco e niente. Come accaduto nel primo tempo, anche nella seconda frazione per 25 minuti dalle parti dei due portieri non si rilevano pericoli. Ma, ancora una volta, è Mandelli a spezzare la quiete. Su un cross dalla sinistra, la fantasista giallonera si inserisce alla grande tra i difensori lecchesi e con un tocco in allungo supera Balestrieri; tuttavia, poco prima che il pallone varchi la linea di porta, la subentrata Sessantini tocca la sfera quel tanto che basta per iscriversi ufficialmente al tabellino e firmare il 2-0. La Polisportiva, fin lì ancora in partita vista la sola rete di svantaggio, appare tramortita dal raddoppio e di conseguenza anche meno motivata. Invece la Doverese, sentendosi più al sicuro in seguito al nuovo punteggio, pare accontentarsi del risultato e di fatto amministra i due gol di scarto con l’obiettivo primario di non correre inutili rischi. Nei minuti finali c’è giusto lo spazio e il tempo per le ultime occasioni (poco pericolose) dell’incontro, ma alla fine la sostanza non cambia: per Maraschi e la Doverese è buona la prima, ora tocca alle prossime.

 

IL TABELLINO

 

Polisportiva 2B-Doverese 0-2
RETI: 36’ Mandelli (D), 24’ st Sessantini (D).
POLISPORTIVA 2B (4-2-3-1): Balestrieri 7, Benaglia 5.5 (21’ st Rusconi 6), Lambertini 6, Valsecchi 6 (31’ st Vergani sv), Valtolina 6, Martina 6.5, Sturda 5.5, Colleoni 6 (45’ st Sottocornola sv), Comi 5.5, Tarantino 5, Limonta 5 (1’ st Colombo 5.5). A disp: Del Viscio. All: Sangiorgio 5.5.
DOVERESE (4-3-3): Gagliardo 6, Tramelli M. 6, Vicini 6.5, Zanaboni 6.5 (34’ st Meraldi sv), Tramelli A. 6.5 (34’ st Bruni sv), Balistreri 7, Mandelli 8, Pagliari 6.5, Moramarco 6.5 (13’ st Sessantini 7), Macchi 7 (20’ st Cavallotti 6.5), Amatulli 6 (47’ st Fusar Bassini sv). A disp: Veluti, Oldoni, Moscatello, Mori. All: Maraschi 7.
ARBITRO Galimi di Milano 6.5.
AMMONITI: Vicini (D).



LE PAGELLE

 

POLISPORTIVA ORATORIO 2B
Balestrieri 7 Compie una parata sensazionale sulla conclusione decisamente insidiosa di Mandelli. Brava e attenta anche nelle uscite con i piedi e in generale in tutte le conclusioni ospiti. Assolutamente incolpevole sulle due reti subite.
Benaglia 5.5 La cliente che deve fronteggiare, Mandelli, è tra le peggiori possibili, soprattutto quest’oggi in cui sembra riuscire a fare quello che vuole. Si arrabatta come può.
21’ st Rusconi 6 Disputa una gara sufficiente in cui non rischia giocate complicate, ma non commette nemmeno sbavature.
Lambertini 6 Gioca praticamente a uomo su Amatulli cercando di non concederle mai lo spazio per girarsi. Alla fine, la limita discretamente.
Valsecchi 6 Mediano di fisico ma anche di qualità. Si occupa di imbastire la manovra della squadra lecchese. 31’ st Vergani sv.
Valtolina 6 Lotta contro le attaccanti giallonere con caparbietà e grinta. Non si tira mai indietro nei contrasti, a prescindere dall’avversario. Come il resto della difesa, un po’ rivedibile nelle reti subite.
Martina 6.5 Il capitano guida la squadra, in particolare la retroguardia, con indicazioni e incoraggiamenti continui. Leader.
Sturda 5.5 Ingaggia un duello sulla fascia con Tramelli e prova a vincerlo a forza di sportellate. Alla fine, però, non è lei a uscirne vincitrice. 
Colleoni 6 Nonostante l’esile statura, prova a farsi valere in mediana: ci riesce a correnti alterne. 45’ st Sottocornola sv.
Comi 5.5 Lavora con il fisico nel tentativo di difendere i palloni per far poi salire la squadra. Malgrado là davanti non riceva grande supporto, con l’avanzare della partita si perde via.
Tarantino 5 Troppo imprecisa nella gestione del pallone quando lo ha tra i piedi, sbaglia diversi appoggi anche abbastanza semplici. Sulla trequarti non riesce ad imporsi.
Limonta 5 Prestazione impalpabile nella quale non si fa praticamente mai vedere. Totalmente annullata, in giornata no. 
1’ st Colombo 5.5 A livello di impegno, non le si può recriminare nulla. Ma in termini di quanto prodotto concretamente, anche lei non combina più di tanto. 
All: Sangiorgio 5.5 Le assenze e l’avversario complicato possono essere un alibi per la sconfitta. Ma se la prestazione difensiva è tutto sommato discreta, quella offensiva è decisamente insufficiente.

 

DOVERESE

Gagliardo 6 Rischia un po’ nella gestione del pallone con i piedi, facendo provare qualche brivido di troppo alle compagne. Si riscatta nel finale con una bella uscita su Comi.
Tramelli M. 6 Diligente in fase difensiva, contiene bene Sturda e non fa correre rischi alla propria retroguardia nella fascia di sua competenza.
Vicini 6.5 Terzino destro propositivo, si fa vedere di frequente in zona offensiva con alcune sovrapposizioni interessanti. Brava anche a chiudere con i tempi giusti nelle diagonali difensive. Nella ripresa sfiora la rete con una discreta punizione dai 20 metri. Zanaboni 6.5 Cerca di imporsi a centrocampo con la sua fisicità e si rende pericolosa con alcune conclusioni da fuori. Riguardo alla visione di gioco, dimostra di avere ottime qualità. 34’ st Meraldi sv.
Tramelli A. 6.5 È lei ad occuparsi dell’impostazione dal basso. Impeccabile nel primo tempo, mentre nella ripresa si rivela leggermente più pasticciona. 34’ st Bruni sv.
Balistreri 7 Estremamente sicura quando interviene in anticipo sui rilanci delle giocatrici lecchesi. Mostra anche di saper gestire il pallone tra i piedi con grande fiducia nei propri mezzi. 
Mandelli 8 Ha una classe decisamente superiore alla media, rubarle la palla è pressoché impossibile. Quando si mette in proprio semina letteralmente il panico e dà la sensazione di poter fare quello che vuole. Crea le prime due occasioni del match, ma Balestrieri e la traversa le negano il gol. Che poi realizza pochi minuti dopo con un pallonetto delizioso. Nella ripresa mette lo zampino anche sul 2-0. 
Pagliari 6.5 Mediano tutto muscoli che argina ogni problematica si aggiri nei pressi della linea di centrocampo. 
Moramarco 6.5 Punta centrale del tridente giallonero, viene spesso incontro al pallone per effettuare uno scarico rapido che inneschi un esterno o un centrocampista. Nel finale di primo tempo sfiora due volte il raddoppio, ma il portiere avversario e la sfortuna le sbarrano la strada. 
13’ st Sessantini 7 Anche lei lavora bene al servizio della squadra e porta nell’attacco la profondità giusta. Segna un gol di rapina con cui mette in cassaforte la vittoria ospite.
Macchi 7 Va alla continua ricerca di un corridoio illuminante in cui servire una compagna. Effettua dribbling di pregevole fattura, ma all’occorrenza sa anche sacrificarsi in difesa.
20’ st Cavallotti 6.5 Entra con il giusto spirito, senza alcuna paura di battagliare a centrocampo.
Amatulli 6 Prestazione generosa condita da corsa e voglia di lottare su ogni pallone. Poco produttiva dal punto di vista strettamente offensivo. 47’ st Fusar Bassini sv.
All: Maraschi 7 Debutta sulla panchina giallonera nel migliore dei modi, portandosi a casa i tre punti e disputando nel complesso una buona prestazione.

 

ARBITRO Galimi di Milano 6.5 La partita risulta abbastanza corretta e tranquilla, senza che ci siano episodi controversi da dover gestire. Ad ogni modo, lui si fa trovare sempre pronto e dirige la gara con la giusta attenzione.

 

LE INTERVISTE

 

Nel post-partita Walter Sangiorgio, tecnico della Polisportiva 2B, si esprime così: «Oggi sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, per mille motivi. In particolare, avevamo fuori otto giocatrici per il Covid. Però non posso dire nulla alle ragazze, abbiamo disputato una prestazione di cuore e di carattere. Accettiamo il risultato, consapevoli che ognuno ha dato il 100% e nessuno si è tirato indietro. Adesso come adesso, abbiamo ancora diverse ragazze che hanno un po’ di paura ad allenarsi e a giocare, speriamo di toglierci di dosso questa cosa qui. Ad ogni modo, non rimprovero nulla a nessuno e, viste le assenze e la conseguente squadra rivoluzionata, credo che abbiamo dato il massimo. Peccato per i due gol subiti, soprattutto il 2-0 che ci ha tagliato le gambe quando eravamo ancora in partita».

Invece Simone Maraschi, allenatore della Doverese, afferma: «Sono molto contento della prestazione perché io sono arrivato da sole sei settimane e, nonostante abbiamo avuto diverse defezioni causa Covid, abbiamo fatto veramente bene, a maggior ragione essendo abituati a giocare su un campo diverso. Per quanto riguarda il risultato, forse avremmo potuto fare qualcosa di più in termini di cinismo, visto che ci siamo mangiati diverse occasioni da gol. Fortunatamente, almeno la metà delle ragazze le conoscevo già, e quindi da questo punto di vista sono stato avvantaggiato. Loro sanno quello che voglio e oggi hanno dimostrato di poter dare tanto. Come obiettivo di fine stagione speriamo di poter raggiungere il 4° posto, che sarebbe il miglior risultato della Doverese nella categoria».

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400