Cerca

Eccellenza

Borgaro beffato allo scadere, Bacaloni e Bonicelli firmano il successo e l'avvicinamento in classifica

Molinaro si gode la coppia argentina e azzecca il cambio nei minuti finali che ribalta il vantaggio di Orofino

Bacaloni-Bonielli

Bacaloni - Bonicelli, la coppia argentina che ha steso il Borgaro

Vittoria "albiceleste" in casa del Borgaro per l'Accademia Borgomanero, che ribalta l'iniziale vantaggio firmato Orofino su rigore con due argentini della rosa Bacaloni e Bonicelli, quest'ultimo entrato in campo da appena due minuti. Successo importante per la classifica, perché permette ai ragazzi di Molinaro di portarsi a meno due proprio dal Borgaro, che ci ha messo del suo per non portare a casa il risultato mancando a più riprese il gol del vantaggio che poteva chiudere la partita.

La squadra di Cacciatore fa vedere sin da subito quelle che sono le intenzioni, battendo il calcio d'inizio cercando subito la porta con il tiro di Tindo che mette in apprensione Albertini per l'aggressività e si rifugia in angolo. Va detto che il Borgaro non si dimostra lucido sotto porta sin da subito, infatti è al 5' la prima potenziale occasione, con Sarao che raccoglie una sponda di testa di Orofino ma sbuccia la conclusione da buona posizione permettendo il recupero della difesa. Borgaro che comunque appare in palla, con i tre di centrocampo riesce sempre a creare soluzioni per il palleggio ed eludere la pressione uomo su uomo dell'Accademia. Sviluppo che si concentra per lo più sulla fascia sinistra, dove si finisce per dar sfogo al cross di Benassi Luca, ma la stoccata vincente non arriva, prima con Orofino in spaccata e poi con Tindo in girata debole. Verso il finale di tempo si vede l'Accademia che crea recuperando palla sulle uscite del Borgaro: Giordani mandato a rete da Pagliaro calcia fuori, poi Sogno e Piraccini sono fermati da Finamore. Ma a passare è il Borgaro: Sarao serve il taglio di Orofino che alza nel mezzo, Fimognari calcia e la conclusione finisce nella disponibilità di Molfetta, bravo a eludere l'intervento di Papa e conquistarsi il rigore. Dal dischetto va Orofino che come al solito non sbaglia e firma il vantaggio sul finale di tempo.

Il secondo tempo si apre con una doccia fredda per il Borgaro, che dopo dieci minuti di studio subisce il pareggio da calcio d'angolo, Pagliaro batte da destra nel mezzo, Bacaloni arriva in corsa e stacca col tempo giusto, movimento incontrastabile e impatto col pallone perfetto che fulmina Finamore. Gol che dà coraggio all'Accademia e a Pagliaro, che alza il livello della sua partita e inizia ad essere davvero pericoloso tra le linee. Fase di gioco che vede le due squadre più lunghe, il Borgaro inizia a perdere efficacia nel palleggio e alza di più il pallone per trovare gli avanti, ma Samina e Bacaloni sono ossi duri, mentre l'Accademia trova di meno la riconquista con le pressioni e vive di più sugli spunti di Pagliaro che viene dentro al campo. 

L'ingresso di Taraschi diventa un fattore importante, anche perché Mosca e Tindo stanno molto alti e trovare uomini per il fraseggio è complicato. Allora ci pensa Taraschi a far soffrire Molinaro e Pisanello, al 20' mette per Mosca che gira fuori, poi ci prova col suo mancino ma il tiro finisce di poco largo. Nel mezzo ci si metta l'occasione  mancata da Giordani su servizio di Pagliaro. Poi ancora Taraschi mette dentro da destra, Mosca che si inserisce ma da buona posizione calcia sul fondo vanificando il buon inserimento. Borgaro che però ci crede e vuol vincere, forse troppo, perché perde le misure e al 47' Pagliaro recupera palla e lancia Giordani che conquista palla su Gilio e si accentra, Bonicelli segue a una volta completata la sovrapposizione il compagno lo serve in area, sinistro a pelo d'erba e Finamore freddato a passo di Tango. 

IL TABELLINO

BORGARO-A.BORGOMANERO 1-2
RETI
(1-0, 1-2): 42' rig. Orofino (B), 11' st Bacaloni (A), 47' st Bonicelli (A).
BORGARO (4-3-3): Finamore 6, Benassi A. 6 (34' st Zunino sv), Benassi L. 6.5, Fimognari 6, Costa 6.5, Fontana M. 6 (14' st Mosca 5), Gilio 6, Tindo 6, Molfetta 6.5 (15' st Bianco 5.5), Sarao 5.5 (21' st Taraschi 6.5), Orofino 6.5 (34' st Gerardi M. sv). A disp. Aseglio Gianinet, Leccese, Quaceci, Cassetta. All. Cacciatore 6.
A.BORGOMANERO (4-3-3): Albertini 6, Bressan 6, Pisanello 6, Papa 6 (35' st De Bei sv), Bacaloni 7, Samina 7, Giordani 6.5, Giuliano 6, Sogno 6.5 (45' st Bonicelli 7), Pagliaro 7, Piraccini 6. A disp. Salina, Rekkab, Grippo, Barbaglia, Guidotti E., Galli, Poletti. All. Molinaro 7.
ARBITRO: Zini di Udine 5.5.
COLLABORATORI: Bertaina e Mandarino.
AMMONITI: Fontana M. (B), Sarao (B).

LE PAGELLE

BORGARO (4-3-3)
Finamore 6 Sui gol può far poco, si dimostra attento sulle conclusioni dentro l'area di Sogno e Piraccini. 
Benassi A. 6 Non sempre perfetto nei suoi cross, nel primo tempo si gioca poco dalla sua parte, ma in fase difensiva l'Accademia trova spazi dalla nella sua zona. 
Benassi L. 6.5 Nei primi minuti mette traversoni interessanti. Ha anche una buona intuizione su punizione battuta veloce, ma Tindo non sfrutta. 
Fimognari 6 Gara di sostanza, protegge la linea difensiva e dà pulizia nel palleggio. 
Costa 6.5 Controlla la sua zona e non fa girare per il tiro il suo diretto avversario. 
Fontana M. 6 Puntuale nel gestire l'impostazione e rendere innocui i palloni che non hanno padrone. 
14' st Mosca 5 Il suo ingresso allunga la squadra, meno presente nella costruzione e più in area, ma manca due volte la stoccata. 
Gilio 6 Una buona gara da equilibratore dei movimenti di Tindo, ma nel finale non riesce ad avere la meglio su Giordani che lavora bene il pallone decisivo. 
Tindo 6 Si accende e crea problemi, poi sparisce per poi ripresentarsi, un'altalena che non fa troppo bene alla squadra. 
Molfetta 6.5 Crea apprensioni a Bacoloni che si aggiusta come può, lesto anche in occasione del rigore. 
15' st Bianco 5.5 Non punge mai, soccombe nella morsa dei centrali avversari e non tenta di venirne fuori. 
Sarao 5.5 Timido con alcune giocate impostanti, ha spunto quando viene dentro al campo partendo da sinistra, ma non varia più di tanto il suo gioco e diventa prevedibile. 
21' st Taraschi 6.5 Le sue prediche non vengono prese sul serio, finisce che mette i palloni per chiuderla ma nessuno coglie l'occasione. 
Orofino 6.5 Nel primo tempo deve arrivare a chiudere i cross di Benassi perché si sviluppa poco dalla sua parte. Non perde lucidità in occasione del rigore. 
All. Cacciatore 6 Primo tempo giocato da solito Borgaro dove è mancato il gol, nel secondo i suoi cambi lo tradiscono. 

A.BORGOMANERO (4-3-3)
Albertini 6 Qualche cos da rivedere sui rinvii che finiscono in tribuna, per il resto fa buona gestione. 
Bressan 6 Esce forte in pressione, ma dalla sua parte è spesso in inferiorità perché Sarao-Benassi e la mezza ala di turno lavorano bene da quella parte. 
Pisanello 6 Buona spinta, anche col tiro da fuori, ma l'ingresso di Taraschi mette in luce la sua difficoltà nel ripiegare. 
Papa 6 Si fa trovar bene come appoggio della manovra, ingenuo in occasione del rigore. 
Bacaloni 7 Soffre Molfetta sul quale si aggiusta come può, ma in marcatura è un osso duro, come anche nel terzo tempo offensivo. 
Samina 7 In uscita alta fuori dalla linea o in marcatura le sbavature sono davvero poche. 
Giordani 6.5 Impreciso nelle scelte offensive, ma una l'azzecca e frutta il gol che vale la partita. 
Giuliano 6 Si prodiga nel fare le pressioni con i tempi giusti, ci va molto dal punto di vista fisico, cosa che si ripercuote nelle gestione del pallone. 
Sogno 6.5 Viene basso per legare i reparti e si crea le due occasioni che ha per andare al tiro in porta. 
45' st Bonicelli 7 Gioca poco, tocca pochi palloni, anzi, solo uno. Ma è quello che gli vale il sette in pagella. 
Pagliaro 7 Partita in crescita, primo tempo timido, nel secondo aumenta i giri il suo movimento a venire dentro al campo non viene sempre assorbito dal Borgaro. 
Piraccini 6 Di grinta si crea tiro verso al porta respinto da Finamore. Di carattere gestisce la gara nelle occasioni in cui si deve sporcare la giocata. 
All. Molinaro 7 Prepara una gara per andare a inibire il Borgaro, all'inizio non viene benissimo, ma ha il merito e la fortuna di indovinare il cambio vincente. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400