Cerca

Eccellenza

Chisola dominante: Germinario e Negro regalano la vetta a Meloni

L'Alba Calcio di Telesca fatica più del solito: una battuta d'arresto che può starci dopo tante prestazioni d'altissimo livello. I langaroli ora pensano alla coppa, mentre i vinovesi alla CBS

Chisola dominante: Germinario e Negro regalano la vetta a Meloni

Gianluca Germinario sblocca una partita delicatissima segnando il rigore guadagnato da Ramondo: quinto centro stagionale per il centrocampista made in Vinovo

clicca qui per leggere le pagelle

Il Chisola non è morto, o per lo meno non ha messo in soffitta i suoi sogni D valore. Marcello Meloni c’è e in una delle sfide più delicate con una delle corazzate più in forma del girone B come l’Alba Calcio vince 2-0 e si regala, nuovamente, il primo posto del gruppo. Una gara matura, completa e di qualità, mai a rischio e meritatamente portata a casa: tutte cose per niente scontate contro una formazione forte come quella di Salvatore Telesca, che ha sicuramente pagato le defezioni varie, oltre a un piccolo calo di lucidità specialmente in zona avanzata. Serve però voltare subito pagina: mercoledì c’è la Fezzanese per la coppa Eccellenza e la bagarre per i primi posti è ancora vivissima.

Poche novità tattiche rispetto al solito per Marcello Meloni e Salvatore Telesca. Il Chisola va in campo con il classico 4-3-1-2, che vede Marcaccini tra i pali; Grancitelli/Cristiano coppia centrale e Perotti e Degrassi sulle fasce; Germinario in regia, con ai lati Menon e Bellucca e sulla trequarti il 2004 Viano; coppia d’attacco in assenza di Kamal Rizq affidata a Sardo e Ramondo, con Negro inizialmente in panchina. Risposta dell’Alba con il 4-3-3, con una difesa parzialmente confermata (Corradino in porta, il grande ex di turno Arkaxhiu a sinistra e Coppola a destra) e parzialmente rimaneggiata (in assenza di Esposito e Feraru centrali ci vanno Dieye e Cena); Ozara nel cuore della mediana, affidando maggiori licenze di spinta a Cornero e Galasso, a turno pronti a salire sulla trequarti; tridente che vede Erbini al centro e sulle ali Cornero e Nania.

Menon, un palo e poco più. Dopo un periodo non propriamente roseo dal punto di vista dei risultati è la formazione di Meloni che deve dare risposte più nette nel super big match di Vinovo. Infatti i biancoblù iniziano più aggressivi, impegnando da subito Cena e soprattutto Dieye (il migliore nel primo tempo dell’Alba) a limitare le sortite offensive di Sardo e soci. È proprio l’ex Saluzzo a siglare il primo acuto al 10’, quando dopo una bella azione sulla sinistra si accentra per calciare a giro col destro, senza trovare precisione. I giri del motore del Chisola aumentano: Germinario imposta con efficacia, Menon e Bellucca hanno ottime tempistiche di inserimento e Viano è una vera spina nel fianco, tant’è che al lamenta un contatto sospetto tra Ramondo e Delpiano, non sanzionato dall’arbitro. Poco dopo l’Alba sembra reagire, sempre da piazzato, con il bel colpo di testa di Dieye, terminato largo di pochissimo dopo il corner di Galasso.

Passa il tempo e cresce la nitidezza delle occasioni. Al 23’ la punizione di Germinario dal limite viene deviata dalla barriera, mentre 3’ dopo un altro contatto (giustamente sanzionato) tra Viano e Delpiano sembra essere dentro l’area, ma per il direttore di gara è punizione dal limite. Rigore o meno, sempre Germinario, con un altro piazzato dal limite, impegna Corradino in una parata complicata, spingendo la palla sulla traversa e poi fuori. La risposta dei langaroli arriva sempre da corner, dove la formazione di Telesca riesce a rendersi insidiosa questa volta con Delpiano, bravo a incrociare dal primo al secondo palo ma senza trovare lo specchio. Prima del duplice fischio è ancora Chisola a far pausa: Menon prende il palo al 32’ dopo una super azione corale condotta dallo stesso 11 biancoblù e da Sardo, mentre al 41’ Degrassi, dopo essersi trovato nel posto giusto al momento giusto, gira in porta nel cuore dell’area facendosi murare da un provvidenziale Cornero.

 Il Chisola di Marcello Meloni

Marcello Meloni e il suo Chisola si godono la vittoria contro l'Alba: primo posto riconquistato

Germinario+Negro: Vinovo gode. Poco cambia nella ripresa: il Chisola impatta alla grande e continua a macinare gioco con maturità e senza fretta. Nonostante ciò Marcaccini suda freddo al 7’ con il colpo di testa di Erbini, nell’unica chance della partita dove riesce ad essere incisivo colpendo quasi di nuca dopo il piazzato di Cornero (palla a lato). Nonostante l’acuto dell’Alba ecco l’episodio decisivo per il Chisola: inserimento perfetto in area di Ramondo, che si presenta a tu per tu con Corradino, lo salta e si fa falciare. Rigore netto per i vinovesi, con Germinario che se ne incarica e insacca con freddezza facendo esplodere il Dino Marola. Gol della liberazione in una partita che sembrava inchiodata per i biancoblù, che sembrano così sbloccarsi anche sul piano della serenità.

Meloni getta nella mischia Negro per quel pizzico di esperienza in più, mentre Telesca sceglie Alan Rossi per ribaltare la partita. L’Alba però non riesce a cambiare l’inerzia del match, che rimane in mano alla banda vinovese: Negro, a mani basse, si prende la scena della ripresa sfiorando prima il gol al 25’ della ripresa con un buon piazzato da oltre 30 metri (blocca Corradino). L’Alba ha un doppio sussulto, improvviso, prima con Coppola (tiro al volo dentro l’area al 27’, largo di poco) e poi con Delpiano (piazzato dal limite che sfiora l’incrocio dei pali con un Marcaccini immobile), ma alla fine è ancora il Chisola a sorridere: minuto 34’, palla crossata in mezzo da sinistra che taglia tutta la difesa, Negro raccoglie, finta di destro e con il sinistro segna un gol facile che chiude virtualmente la partita. Ultimi minuti che servono a portare lentamente al trionfo il Chisola: una vittoria che vale, di nuovo, la vetta solitaria.

L'Alba Calcio di Salvatore Telesca

Per approfondire leggi anche: L'Alba Calcio di Salvatore Telesca perde lo scontro diretto contro il Chisola, ma non la bussola dalle prime posizioni: i langaroli sono attualmente quinti

IL TABELLINO

CHISOLA-ALBA CALCIO 2-0
RETI: 12' st rig. Germinario (C), 34' st Negro (C).
CHISOLA (4-3-1-2): Marcaccini 6, Perotti 6.5, Degrassi 6.5, Grancitelli 6.5, Germinario 7 (42' st Berutti sv), Cristiano G. 6.5, Bellucca 6 (31' st Dagasso sv), Viano 7 (33' st Zeni sv), Ramondo 7 (17' st Negro 7), Menon 6.5 (44' st Garcetti sv), Sardo 7. A disp. Roscio, Bolla, Bagnulo, Bernardon. All. Meloni 7. Dir. Trezza.
ALBA CALCIO (4-3-3): Corradino 5.5, Coppola 5.5 (44' st Cinelli sv), Arkaxhiu 5.5 (35' st Guienne sv), Ozara 6, Cena 6, Dieye 7, Cornero 5.5, Galasso 6 (35' st Medda sv), Erbini 5.5, Delpiano 6.5, Nania 5.5 (20' st Rossi 6). A disp. Costamagna, Gili G., Dell'Anno, Rondinelli, Zara. All. Telesca 6.
ARBITRO: Saccà di Messina 6.
COLLABORATORI: Curreli e Vaglio Agnes.
AMMONITI: 13' st Bellucca[02] (C).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400