Cerca

Eccellenza

Pro Eureka - Aygreville: ancora una volta la maledizione dell'ultimo pallone giocato, Marchesano trova così il pareggio sul fischio finale

Sinisi porta in vantaggio i suoi con un gran gol, ma come nel derby, pesa una palla buttata dentro allo scadere

Marchesano

Capitano e goleador di giornata

Per la seconda volta consecutiva la Pro Eureka vede svanire i tre punti poco prima del fischio finale, come domenica scorsa, il vantaggio raggiunto con pazienza e perseveranza viene vanificato per un episodio a pochi secondi dal gol. Anche se le differenze con la partita del derby ci sono, a partire dall'avversario, che ha offerto una prestazione propositiva, provando a far male gli avversari con idee di gioco ben precise: ricerca dell'imbucata per Brunod, aggressività e conquista delle seconde palle e imprevedibilità sulla trequarti. Con la Pro Eureka che invece fatica ad innescare le sue punte, questa volta si presenta la coppia Pititto-Bandirola e che aspetta alla ricerca dell'episodio che può sbloccare la gara. Episodio che potrebbe subito sorridere all'Aygreville però: da rimessa laterale i fratelli Favre scambiano con Herve che imbuca bene per Brunod, Paris scappa in ritardo e il toro è in vantaggio per trovarsi davanti a Petruzzella in uscita e scavalcarlo col pallonetto, ma il pallone esce di poco a fil di palo. 

Aygreville che riesce a giocare bene sulla trequarti, dove la Pro è poco aggressiva, e al 13' Bidese va al tiro da fuori ma mette fuori. Stessa sorte per Brunod che ha la meglio nella lotta con Paris che va a vuoto, ma la sua conclusione è facile preda di Petruzzella. Siciliano allora prova a cambiare, abbassando Galietta da mezzala, così da poter avere più presenza nel recupero palloni e sfruttare l'ampiezza in costruzione, andando a giocare con le coppie Verlucca-Nosenzo e Romano-Galietta sulle corsie laterali. Ma occasioni vere non ne arrivano, solo nel finale Pititto prende il tempo alla difesa e prova a sorprendere Pomat con un pallonetto che però finisce alto sulla traversa. 

Nella ripresa Siciliano cambia ancora, passando al 4-4-2 con Romano e Galietta esterni e Gallace inserito basso sulla destra. Subito Gallace mette un pallone basso dentro l'area, ma Bandirola e Galietta si disturbano a vicenda e il tutto finisce in nulla di fatto. Secondo tempo che vede anche il calo fisico di Brunod che ha dato molto nei primi 45', rendendo così la manovra dell'Aygreville meno pungente, anche se i guizzi di Castagna creano alcuni problemi, con il dieci di Pasteris che però manca di convinzione nella giocata finale, come in occasione della conclusione dal limite che non trova la porta dopo il rinvio corto di Paris. In tutto ciò Siciliano cambia ancora, 3-4-3 con Dos Santos per sfruttare il suo uno contro e Bandirola punta centrale.

Bandirola che si rivela così importante come sponda in occasione del vantaggio, bravo a proteggere palla e scaricare per Sinisi che controlla e spara verso la porta un destro che trova il palo e si infila in rete con Pomat immobile, la ricerca dell'episodio è così conclusa. Nei minuti finali la gara si sporca e impaurisce, il metro arbitrale cambia un po' e alcuni mezzi falli iniziano ad essere fischiati, ma a pesare è l'atteggiamento della Pro Eureka in occasione dell'ultimo pallone della gara: da posizione laterale sinistra Favre J. si aggiusta la palla sul destro e pennella per l'inserimento di Marchesano (anche lui non pressato), che con un tocco di esterno destro beffa con un pallonetto Petruzzella in uscita a metà strada. 

IL TABELLINO

PRO EUREKA-AYGREVILLE 1-1
RETI (1-0, 1-1): 33' st Sinisi (P), 48' st Marchesano (A).
PRO EUREKA (3-4-1-2): Petruzzella 5.5, Romano 6, Verlucca 6, Roccia 6 (3' st Gallace 6.5), Paris 5.5, Di Savino 6.5, Galietta 5.5 (19' st Luz Dos Santos 6), Nosenzo 6, Pititto 5 (19' st Palestro 6), Sinisi 7, Bandirola 6.5 (42' st Capriolo sv). A disp. Zago, Regaldo, Starnai, Curcio, Santoni. All. Siciliano 6.
AYGREVILLE (4-2-3-1): Pomat A. 6, Bonel 6, Favre H. 6.5, Monteleone 6 (34' st Bosonin sv), Battilani 7, Marchesano 7, Dayne F. 6.5, Favre J. 6.5, Brunod 6.5, Castagna 5.5 (25' st Furfori 5.5), Bidese 6 (6' st Mugione 6). A disp. Ceriolo, Distasi, Risso, Rao F., Dago, Pellicone. All. Pasteris 6.5.
ARBITRO: Mancullo di Bra 6.
COLLABORATORI: Lo Chiatto e Tricarico.
AMMONITI: Sinisi (P), Nosenzo (P), Favre J. (A).

LE PAGELLE

PRO EUREKA (3-4-1-2)
Petruzzella 5.5
 Due uscite poco convinte, la prima passa inosservata perché il pallone lambisce il palo, nella seconda c'è il gol del pareggio. 
Romano 6 Fa la sua partita mettendo a disposizione le sue qualità nei ruoli in cui viene impiegato. 
Verlucca 6 Buon contenimento su Bonel, ha una mezza occasione di testa ma non trova la rete. 
Roccia 6 Un infortunio lo condiziona, anche nei movimenti con la linea dove alle volte è in ritardo. 
3' st Gallace 6.5 Ci mette qualche spunto sulla corsia laterale che crea situazioni da poter sfruttare. 
Paris 5.5 Non bene nel duello con Brunod e nel tempismo di alcune letture difensive. Novità. 
Di Savino 6.5 Si contano un paio di chiusure importanti che evitano sviluppi pericolosi, bravo a sventare i pericoli prima che possano presentarsi. 
Galietta 5.5 In ricerca della condizione, non ha ancora la brillantezza necessaria per far male nell'uno contro uno. 
19' st Luz Dos Santos 6 Ritrova l'esterno e sembra essere un po più a suo agio, ma è alla ricerca della fiducia. 
Nosenzo 6 Lavora sporco e mette dinamismo, si coordina bene con Verlucca sulla sinistra quando si allarga. 
Pititto 5 Non la vede mai, parte sempre dopo sui lanci dei compagni e di conseguenza il difensore ha sempre la meglio. 
19' st Palestro 6 Si mette nei tre dietro a gestire. 
Sinisi 7 Gara non sempre pulita, ma tira fuori dalla manica un gol strepitoso, era quello l'episodio che si andava cercando. 
Bandirola 6.5 Primo tempo con grosse difficoltà, ma lavora bene il pallone che Sinsi spara alla spalle di Pomat. 
All. Siciliano 6 Non si può dire che non cerchi soluzioni, cambia più volte disposizione per sfruttare potenziali situazioni di gioco, ma quella che lo ha convinto di più non c'è stata. 

AYGREVILLE (4-2-3-1)
Pomat 6 Può applaudire Sinisi, astuto nel finale a guadagnare qualche metro per buttare in area l'ultima punizione della gara. 
Bonel 6 Ha una discreta occasione sulla testa quando spizza fuori un servizio di Favre da sinistra. 
Favre H. 6.5 Primo tempo di grande spinta e buona lucidità nel mettere il pallone oltre la linea difensiva con i giri giusti. 
Monteleone 6 Gran lavoro sporco a protezione della difesa, conquista buona parte delle seconde palle in quella situazione.
Battilani 7 Interpreta alla grande il ruolo con chiusure decisive e anticipi con il giusto tempismo e cattiveria. Ottimo anche l'intervento in scivolata su Bandirola lanciato palla al piede. 
Marchesano 7 Si comporta bene in marcatura e ancora meglio sotto porta con la zampata da bomber. 
Dayne F. 6.5 Si attira addosso più uomini possibili per poi servire i compagni rimasti soli.  
Favre J. 6.5 Gioca pulito e detta i tempi, oltre mettere sul piede di Marchesano un pallone perfetto.
Brunod 6.5 Ottimo primo tempo di lotta e sacrificio a disposizione della squadra. I centimetri gli negano la gioia del gol.
Castagna 5.5 L'uomo con più qualità e imprevedibilità che però è in cerca di fiducia per poter essere decisivo con le giocate importanti. 
25' st Furfori 5.5 Entra sotto ritmo e non trova le misure delle giocate nel mezzo, quando la gara si sporca viene risucchiato dal vortice. 
Bidese 6 Volenteroso sull'esterno, prova un paio di guizzi ma non punge fino in fondo. 
6' st Mugione 6 Al suo ingresso compre bene la sua zona ed è bravo a non cercare l'anticipo su Dos Santos ma a temporeggiare. 
All. Pasteris 6.5 La sconfitta sarebbe stata punizione severa per quanto fatto vedere, alla squadra manca qualche guizzo sporco in fase finale di azione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400