Cerca

Eccellenza

Un gol per tempo vale il derby e l'aggancio alla vetta

I rossoneri fanno due in uno in un match sempre in controllo

Marzeglia Sant'Angelo Eccellenza

Adriano Marzeglia, autore del gol sicurezza che certifica i tre punti del Sant'Angelo

In un solo colpo il Sant’Angelo conquista sia il derby lodigiano che la vetta del campionato. I ragazzi di Gatti piegano il Codogno grazie alle reti di Berto e Marzeglia e, complice la sconfitta dell’Offanenghese a Mapello, Gritti e compagni raggiungono la compagine cremasca in vetta. Lo scontro diretto a favore dei barasini e un calendario meno complesso a tre gare dal termine proiettano il Sant’Angelo a recitare il ruolo di favorita per la promozione diretta in Serie D. In un derby intenso ma con poche emozioni, gli uomini di Gatti sono stati cinici nello sfruttare le poche occasioni concesse dalla difesa locale. 

APRE BERTO 

Curti (squalificato, in panchina Steffenoni) reduce dal poker infrasettimanale rifilato al Mariano, cerca una vittoria utile ad alimentare l’obiettivo quinto posto. Il tecnico locale (ex Sant’Angelo) si affida ad un 3-4-3 con Missaglia, Giavardi e Cigognini a protezione della porta difesa da Ballerini, Palla e Bertoletti a fungere da esterni tutto campo, con Porati e Dragoni nella zona nevralgica del campo, In avanti, Barilli e D’Aniello a sostegno di Zamble. Gatti, reduce dalla vittoria esterna contro la Vertovese e privo di capitan Lazzaro e bomber Vaglio, si affida ad un 4-3-3 con Confalonieri ed Ortolan a presidiare le corsie esterne di una difesa completata dalla coppia di centrali, De Angeli-Pinton. Gritti in cabina di regia, è coadiuvato ai lati da Gomez e Berto. In avanti, Silla e Bugno agiscono alle spalle di bomber Vai. La prima occasione del match è dei locali. Al 3’ Barilli salta Confalonieri e calcia a rete, da posizione defilata, trovando l’esterno del palo. I barasini iniziano a comandare il gioco e i locali chiudono bene gli spazi. L’iniziale 3-4-3 di Curti si trasforma in un 5-4-1 e per Silla e compagni diventa difficile perforare la terza miglior difesa del girone. In queste gare occorre saper sfruttare le poche occasioni concesse dall'avversario. La maturità della squadra di Gatti sta nel non scomporsi e non affrettare mai la giocata. Al 27’, triangolazione Bugno-Silla sulla destra, con il numero sette che crossa per Vai, la cui sponda di petto trova Berto, abile ad inserirsi a centro area e a insaccare a rete, alle spalle dell’incolpevole Ballerini. I locali non riescono a reagire e i barasini mantengono costantemente le redini del gioco, Gritti e Gomez, col passare dei minuti, prendono il sopravvento su Dragoni e Porati. La gara scorre senza grosse emozioni. L’agonismo si fa sentire e fioccano i cartellini gialli. 

BOLLINO MARZEGLIA

Nella ripresa non cambia il copione tattico della gara. Il Codogno non riesce a prendere in mano le redini del gioco e prova molti attacchi diretti, senza successo. Pinton e De Angeli gestiscono bene ogni singola situazione di gioco. È Viotti a far tremare i tifosi barasini con un’incertezza sul cross di Marinoni e un’uscita a vuoto su Zamble. Sul tiro da posizione defilata del numero nove locale, De Angeli devia il pallone fuori dallo specchio della porta. Dal 15’ in poi, gli ospiti non concedono più nulla ai locali. Gomez al 19’ centra in pieno la traversa con un gran tiro dai 30 metri. Il Codogno si preclude la possibilità di effettuare il forcing finale, vista l’inferiorità numerica per l’espulsione di Palla (ingenuo nel commettere fallo su Gritti a 80 metri dalla porta difesa da Ballerini). Il Sant’Angelo non rischia più nulla e chiude il match con bomber Marzeglia. Al triplice fischio, esultano i tifosi barasini, ora più che mai in piena bagarre per il ritorno in Serie D.

IL TABELLINO

RC CODOGNO-SANT'ANGELO 0-2 
RETI: 27' Berto (S), 48' st Marzeglia (S).
RC CODOGNO (3-4-3): Ballerini 6, Palla 5, Cigognini 6, Bertoletti 6 (11 'st Troka 6), Missaglia 6 (31' st Rossi 6), Giavardi 6, Barilli 6.5 (47' st Bonelli sv) , Porati 6, Bi Zamble 5.5, Dragoni 6, D'Aniello 5.5 (11' st Marinoni 6) . A disp. Carriello, Lallo, Mazzi, Gremi, Pinessi. All. Steffenoni 6. 
SANT'ANGELO (4-3-3): Viotti 5.5, Ortolan 6, Confalonieri 5.5 (1' st Radaelli 6), De Angeli 6.5 Pinton 6, Gritti M. 6.5, Silla 6, Gomez 6.5, Vai 6.5 (21' st Marzeglia 7), Bugno 6.5, Berto 7 (31' st Cacciatori 6). A disp. Cantoni, Marchese, Lazzaro, Mauri, Zingari, Amato. All. Gatti 7. 
ARBITRO: Santeramo di Monza 7. 
ASSISTENTI: Algieri e Lanzetta. 
ESPULSO: 32' st Palla (C).
AMMONITI: Confalonieri (S), D'Aniello (C), Palla (C), Vai (S), Missaglia (C), Marinoni (C), Pinton (S), Dragoni (C), Bugno (S). 
 

LE PAGELLE 


RC CODOGNO 
Ballerini 6 Merito agli attaccanti per i gol siglati, lui risponde presente in altre occasioni.
Palla 5 Ingenuo sul secondo fallo da giallo che gli costa l’espulsione. Quell’episodio chiude di fatto la gara. 
Cigognini 6 Con i compagni di reparto (Giavardi e Missaglia) contiene il secondo miglior attacco del girone. 
Bertoletti 6 Riesce a tener a bada Silla per tutta la prima frazione. Gara dispendiosa. 
11’ st Troka 6 Entra con il piglio giusto. Fa vedere buone trame di gioco. 
Missaglia 6 Regge l’urto contro il forte attacco barasino. 
Giavardi 6 Contiene bene Vai. Dirige la difesa con personalità. 
Barilli 6.5 Il più pericoloso dei suoi. Mette in difficoltà Confalonieri.
Porati 6 Aggiunge gran fisicità in mezzo al campo. Regge il confronto con Gomez. 
Bi Zamble 5.5 Poco supportato dai compagni. Mai nel vivo del gioco. 
Dragoni 6 Solito guerriero in mezzo al campo. Rompe ed imposta il gioco. Leader. 
D'Aniello 5.5 Non riesce ad attraccare la profondità come vorrebbe. Ortolan gli sbarra la strada. 
11' st Marinoni 6 Bene in entrambe le fasi. Giocatore a tutta fascia. 
All. Steffenoni 6 I suoi ragazzi concedono poche occasioni alla capolista. L’espulsione di Palla preclude il forcing finale. 
 
SANT'ANGELO  
Viotti 5.5 Rischia il pasticcio in due occasioni: sul tiro cross di Marinoni e nell’uscita a vuoto su Zamble. 
Ortolan 6 Sbarra più volte la strada a D’Aniello. Dalle sue parti non si passa. 
Confalonieri 5.5 Della retroguardia barasina è l’unico ad andare in difficoltà.  
1' st Radaelli 6  Entra con personalità e non concede un centimetro agli attaccanti locali. 
De Angeli 6.5 Rimedia all’errore di Viotti su Zamble. Nel complesso, in pieno controllo sul numero 9 locale. 
Pinton 6 Tanti interventi precisi e vigorosi, utili ad arginare la manovra di Zamble. 
Gritti M. 6.5 Il capitano sostituisce con successo Lazzaro in cabina di regia. Muscoli e qualità al servizio dei compagni. 
Silla 6 Meno devastante del solito. Cresce col passare dei minuti. 
Gomez 6.5 La traversa gli nega la gioia del gol. Tanti duelli vinti in mezzo al campo. Insostituibile. 
Vai 6.5 Raddoppiato costantemente dai difensori locali. Un’intelligente sponda regala a Berto l’opportunità di battere a rete.  
21' st Marzeglia 7 Sigla la rete che chiude il match. In area è devastante. 
Bugno 6.5 Gioca a tutta fascia. È il vero jolly della rosa di Gatti. 
Berto 7 Una gran prestazione coronata dal gol che apre le danze per i barasini. Un 2003 di sicuro avvenire. 
31' st Cacciatori 6 Offre il proprio contributo con determinazione. 
All. Gatti 7 Vince il derby lodigiano e riconquista la vetta. Giornata speciale. 
 
ARBITRO
Santeramo di Monza 7 Dirige con personalità una gara dal tasso agonistico elevato. Corretta la distribuzione dei cartellini. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400