Cerca

Dilettanti

Il sorpasso, La nobile decaduta e L'ambulanza: tre film tratti dall'infrasettimanale

Un mercoledì ricchissimo: l'Eccellenza si avvicina alla chiusura, in Promozione si aprono spiragli clamorosi verso il rush finale

Il sorpasso, La nobile decaduta e L'ambulanza: tre film tratti dall'infrasettimanale

Protagonisti di giornata: Kamal Rizq (Chisola) e Jacopo Di Vanno (Sanmauro) trascinano le rispettive squadre a vittorie importantissime

Un mercoledì da spacca cuore. Nel bene e nel male l'ultimo infrasettimanale ha regalato una pioggia di emozioni e, di conseguenza, di verdetti: alcuni vedono sorpassi clamorosi impensabili fino a qualche settimana fa, altri vedono retrocessioni clamorose e formazioni ancorate a un briciolo di speranza. A voi lo show.

ECCELLENZA A

ECCELLENZA A

Dopo la vittoria dello Stresa, nel Girone A di Eccellenza c’è un altro verdetto, la Dufour Varallo è retrocessa in Promozione dopo due anni si esperienza in categoria. Fatale il 4 a 1 esterno contro il Venaria, anche se le possibilità di salvezza erano ormai poche da tempo. Vittoria clamorosa, ma amara per il Borgovercelli invece, che supera la Biellese grazie a un colpo di testa di Bertolone e aumenta i rimpianti per una stagione maledetta, dove i ragazzi di Moretto hanno ingranato troppo tardi e a questo punto possono solo sperare nei miracoli per andarsi a giocare un playout che saprebbe di seconda opportunità inaspettata. Aggrappata alle speranze è la FR Valdengo di Peritore, che con pari in valle rosicchia un punticino che apre spiragli anche alla luce del pari tra Baveno e Verbania firmato Fodrini e Di Leva, con un Chiodi protagonista e un Austoni che sfiora il gol dell’ex su calcio di punizione.

Nella zona calda pareggia anche l’Alicese Orizzonti con La Pianese, dove Geografo risponde al vantaggio di Moussaif. Di fatto non fa punti solo il Trino di Caricato, che dopo la sconfitta con il Borgaro vede inevitabile il playout. Tindo e Orofino invece lanciano Cacciatore, ora ci sono Oleggio in casa e lo Stresa già campione per provare a sorpassare la Biellese ed evitare un turno playoff. Si complica la strada per gli Orange di Ferrero invece, dopo il vantaggio lampo di Roveda, Romano e Galietta regalano i tre punti a Siciliano e alla Pro Eureka, anche se il posto playoff è ormai matematicamente impossibile. L’Oleggio si giocherà invece le sue carte con Borgaro e Biellese, il pronostico al momento non sembra favorevole, ma Blanda e compagni hanno dimostrato di saper stupire in questa stagione.

Aygreville e Venaria saranno invece le avversarie dell’Accademia Borgomanero, che in questo turno ha superato il Settimo con una doppietta dell’argentino Bonicelli e ora proverà a giocarsi le sue carte playoff con un orecchio sugli altri campi. Occhi puntati anche sulla Biellese di Rizzo a questo punto, che da favorita per il titolo rischia di perdere anche il secondo posto se i risultati contro Trino e Oleggio non saranno positivi, con il rischio concreto di essere risucchiati in un playoff inaspettato e poco desiderato. Con queste premesse il rischio di arrivare scarichi all’incontro è alto, concludendo nel peggiore dei modi una stagione iniziata con ben atre aspettative.

ECCELLENZA A, 32ª GIORNATA

AYGREVILLE-FR VALDENGO 0-0
BAVENO-VERBANIA 1-1 
BORGOVERCELLI-BIELLESE 1-0
LA PIANESE-ALICESE ORIZZONTI 1-1
LG TRINO-BORGARO 1-2
OLEGGIO-PRO EUREKA 1-2
SETTIMO-ACCADEMIA BORGOMANERO 0-2
VENARIA-DUFOUR VARALLO 4-1

ECCELLENZA B

ECCELLENZA B

Per rimanere aggrappati al sogno bisognava vincere per forza e il compito è stato portato a casa. Il buon Kamal Rizq si prende il suo Chisola sulle spalle e lo trascina verso i 3 punti contro il San Domenico Savio, firmando con una doppietta la delicata sfida di Vinovo. I biancoblù di Marcello Meloni tornano così secondi, controsorpassando il Cuneo bloccato sul pari in casa della Giovanile Centallo: i biancorossi di Magliano, comunque abbastanza sicuri di un posto ai playoff (manca un punto domenica 8 maggio per la matematica) riescono a riacciuffare il pareggio in extremis grazie ad Andrea Marchetti, dopo essere andati sotto poco prima grazie alla punizione di Samuele Giraudo deviata in modo decisivo da Jack Dalmasso. Con sole due giornate dalla fine Chisola e Cuneo hanno di fatto un piede e mezzo nella post season.

Saranno invece 5 le formazioni pronte a sudare sette camicie per gli ultimi due posti disponibili per i playoff. Racchiuse in due punti Alba Calcio, Pro Dronero, Acqui, Vanchiglia e Rivoli, con umori decisamente agli antipodi. Chi se la gode tra tutti è la Pro Dronero, data per morta praticamente da tutti e ritrovatasi dopo una rimonta da oscar al quarto posto a pari merito con l'Alba Calcio. L'ultima fatica dei Dragoni corrisponde con la vittoria non scontata sul Moretta (4-2), targata ancora una volta da De Peralta che ha messo a referto quindicesimo e sedicesimo gol stagionale. Sale anche l'Alba di Telesca, giustiziera dell'Atletico Torino (11-1) che, ancora una volta, ha dato l'ennesima dimostrazione di grande orgoglio riuscendo ad andare in vantaggio come contro la Pro Dronero. Non benissimo il Vanchiglia, bloccato 0-0 dall'Albese e in questo momento a serio rischio di rimanere fuori dai playoff, mentre fanno male e malissimo Rivoli e Acqui, sconfitte dalle due torinesi CBS e Lucento. Nisticò perde di misura al termine di una vera e propria impresa da parte dei rossoneri di Rista, vincitori grazie al rigore di Giacinto Rignanese, mentre i Bianchi di Merlo cadono a dir poco clamorosamente in casa con un rotondo 3-0 dei rossoblù lucentini, a segno con Salerno, Epifani e Liccardino. Il Lucento è vivo ed è a un solo punto dal San Domenico Savio per salvarsi senza passare dai playout.

Saluta l'Eccellenza con amarezza il Castellazzo, vincitore contro il Benarzole per 2-1 ma comunque condannato alla Promozione dalla vittoria della CBS. Un super Liguoro fa godere Molina e soci, ma ormai il destino dei biancoverdi era già scritto. Una stagione complicata, costellata da tanti infortuni e da tante partite segnate da errori che hanno fatto si che il Castellazzo abbandonasse l'Eccellenza dopo quasi un ventennio tra massima categoria regionale e Serie D. 

ECCELLENZA B, 32ª GIORNATA

ACQUI-LUCENTO 0-3
ALBA CALCIO-ATLETICO TORINO 11-1
CASTELLAZZO-BENARZOLE 2-1
CBS-RIVOLI 1-0
CHISOLA-SD SAVIO ASTI 2-0
GIOVANILE CENTALLO-CUNEO OLMO 1-1
PRO DRONERO-MORETTA 4-2
VANCHIGLIA-ALBESE 0-0

PROMOZIONE B

PROMOZIONE B

Chissà cosa stanno pensando adesso i due pullman di tifosi partiti da San Mauro per assaltare Bollengo. La città è stata conquistata, così come è stata conquistata la vetta della classifica del girone B: adesso è il Sanmauro a guardare tutti dall'alto, grazie allo straordinario 2-1 ottenuto in casa dell'Ivrea di Porrini targato Di Vanno e Barbati. Un primo tempo strepitoso da parte dei gialloblù, che hanno inevitabilmente sofferto nella ripresa il ritorno di fiamma degli Orange, che a differenza della partita persa contro l'Alpignano sono riusciti maggiormente a far valere il proprio orgoglio anche nel concreto. Il gol di Davide Soster, però, non è bastato agli eporediesi per la rimonta completa. Oltre al danno del primo posto perso anche la beffa, perché l'Ivrea è al momento terzo, sorpassato da un altro incredibile risultato centrato proprio dall'Alpignano in casa dello Charvensod: i biancazzurri hanno strapazzato 5-0 i valdostani, sempre più trascinati da un Mattia Viano che segna altre due reti, poi seguite da quelle di Trombin, Pinna e Mastrapasqua.

L'altro risultato a dir poco incredibile è il poker rifilato dall'Union Vallesusa al Lascaris, chiudendo una partita mai in discussione dove i bianconeri hanno ancora una volta faticato incredibilmente. Un doppio Mattia Aimasso, Pereno e Casasanta rendono amaro il ritorno di Alberto Falco in Valsusa, ma soprattutto rendono dolce il mercoledì biancorosso visto il buon margine di vantaggio accumulato sulle inseguitrici. Sempre in chiave playoff cade a sorpresa tra le mura amiche il Valdruento, sconfitto 4-2 dal Quincitava dopo una gara segnata dai tanti errori individuali tra gli uomini di Ligato. Un autogol di Riva e due indecisioni difensive hanno fatto modo che le Aquile andassero sotto già 3-0 nel primo tempo, per poi riuscire solo parzialmente a rimontare. Sospiro di sollievo (ma che fatica!) per la Rivarolese di Stefanetto, che ritrova i 3 punti con La Caria ma lo fa al 94' contro il fanalino Nolese, ancora una volta scesa in campo con l'orgoglio e la grinta giusta.

Nelle zone delicate mette a referto il colpo da novanta il Pianezza, che rifila 5 gol al Caselle con la serata magica di Messineo (tripletta) e di Cestone (doppietta): uno scossone importante per i rossoblù, adesso a 5 lunghezze da Torinese e Ivrea Banchette. Il turno di riposo degli oronero e la sconfitta degli eporediesi in casa del Volpiano migliorano ulteriormente la serata di Ivan Musso, che può tirare una boccata di ossigeno e guardare al prossimo turno contro la Nolese con maggiore serenità. Chi non se la passa serenamente e si preparerà a una domenica da dentro-fuori è il Barcanova, bloccato sull'1-1 dal Carrara e adesso costretto a fare risultato a Banchette la prossima giornata. Serata sbloccata da Idahosa e pareggiata poco dopo da Monteleone, ma segnata dall'interruzione della gara a causa dell'infortunio di Mattia Vecchio, scontratosi accidentalmente proprio con Idahosa durante la gara. È intervenuta l'ambulanza per soccorrere il classe 2000, portato all'ospedale per accertamenti: la situazione è sotto controllo, con il difensore che sta tutto sommato bene e non ha riscontrato fratture di alcun tipo.

PROMOZIONE B, 28ª GIORNATA

BARCANOVA-CARRARA 1-1
CHARVENSOD-ALPIGNANO 0-5
IVREA-SANMAURO 1-2
PIANEZZA-CASELLE 5-1
RIVAROLESE-NOLESE 1-0
UNION VALLESUSA-LASCARIS 4-0
VALDRUENTO-QUINCITAVA 2-4
VOLPIANO-IVREA BANCHETTE 1-0

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400