Cerca

News

Il Gassino boccia il matrimonio: salta la fusione con La Pianese

Il Consiglio Direttivo rossoblù boccia il piano: «Troppi rischi, aspettiamo tempi più maturi»

Il Gassino boccia il matrimonio: salta la fusione con la Pianese

Il DG del Gassino Piercesare Uras

Da settimane, se non mesi, era in pentola la fusione tra Gassino e Pianese. Una fusione tra vicini di casa che avrebbe puntato a unire le eccellenze delle due società, per creare un polo di dimensioni importanti per numeri e spazi capace di militare nel Campionato di Eccellenza e avere alle spalle un Centro Tecnico Federale dotato anche di Scuola Calcio Èlite e di squadre giovanili in crescita (vedasi il campionato regionale vinto dai rossoblù in Under 14). 

Un piano perfetto, ambizioso, ma anche rischioso perché quando si fondono due realtà e qualcuno deve rinunciare a qualcosa. Il piano però è stato stilato e presentato alle due società. Quella rossoblù, nel consiglio direttivo del 16 maggio ha però ritenuto i "rischi" troppo alti optando quindi per bocciare all'unanimità il piano di fusione. 

Come ha fatto però sapere il Direttore Generale, Piercesare Uras, tramite il comunicato stampa la porta non è chiusa del tutto, ma socchiusa. La motivazione con cui il Consiglio Direttivo ha bocciato la fusione è che «i tempi non sono ancora maturi». La chiosa del Comunicato infatti rimanda a nuove possibilità future di fusione con una società come La Pianese che viene ringraziata per «la disponibilità e affidabilità».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400